bicipieghevoli

accessori => vestiario => Topic aperto da: marcododo - Novembre 15, 2011, 11:12:04 am

Titolo: abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: marcododo - Novembre 15, 2011, 11:12:04 am
--- ADMIN ON

segnalo:

In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=211

Guanti invernali per mani freddolose
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8690

abbigliamento estivo (contro il caldo ed altre nefandezze)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=167

Giacca anti pioggia/vento  traspirante per ciclista urbano
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3656

il poncho mantella
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3341

occhiali e pioggia
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3419.0

e le altre discussioni all'interno di questa sezione su guanti, etc. etc.

--- ADMIN OFF


Oggi ho avuto il battesimo del freddo!!!
Questa mattina non so quanti gradi ci fossero, ma ho dovuto raschiare un bello strato di ghiaccio dall'auto  :o.
Dopo aver accompagnato mio figlio a scuola con l'auto ho fatto un pezzo di strada per togliermi dalla statale, essendo il primo giorno che facevo l'itinerario studiato a tavolino, mi è venuto un po' di affanno per paura di non arrivare in tempo, per cui sono andato più avanti del previsto prima di prendere la bicicletta dal baule  :-[ 
Montata la bici, vestito, attaccato lucini e lucette, mi sono buttato nel traffico di Torino e sono arrivato in ufficio 10' prima dell'ora x.

Da questa prima esperienza alcune riflessioni:
-Devo trovare un'abbigliamento più tecnico che non mi faccia sudare, ma mi protegga dall'aria fredda.
-Devo portare una maglietta di ricambio (ora ho solo il maglioncino sopra al petto nudo  :D)
-Guanti e fascetta in wind-stopper vanno bene
-Tubo al collo che mi protegge bocca e naso va bene
-Trovare una soluzione più stabile per le luci, toglierle e metterle è un casino
-Procurarmi un lucchetto per lasciarla nel parcheggio aziendale, anche se in questi due giorni nessuno mi ha fatto storie impacchettarla e portarmela a spalle per 5' dall'ingresso alla mia scrivania e un po' noioso

Ho notato che effettivamente la gente è molto incuriosita e ....vai con i soliti commenti:
Bella
simpatica
ma quanto costa?
Bella voglia che hai!
Ma il traffico?
Lo smog?

Comunque sono molto soddisfatto del mio nuovo modo di viaggiare  ;D
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Matt-o - Novembre 15, 2011, 06:17:58 pm
Ciao, per il giubbotto io ho preso un MacKinley (non di marca, 99€) dal Nencini Sport. A vederlo era in tutto e per tutto analogo ai capi North Face, che costavano pari pari il doppio. Lo uso da circa 2 settimane e mi ci trovo benissimo. Stamani, col freddo, ho messo pure l'imbottitura che nei giorni scorsi avevo tolto. Ripara bene dal vento, si riesce ad infilare mezza faccia nel collo e a star caldi senza fascia per il collo. Non si suda più di tanto nemmeno quando fa caldo grazie al fatto che è traspirante. Nonostante questo offre un'ottima protezione dal vento. Penso che un qualunque giaccone di questo tipo (articoli sportivi Outdoor) possa andare bene. C'è da dire però che lo provo su un percorso relativamente breve, dovendo stare in bici più tempo non saprei.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Gianni65 - Novembre 15, 2011, 10:04:08 pm
C'è da dire però che lo provo su un percorso relativamente breve, dovendo stare in bici più tempo non saprei.
Più a lungo pedali, più accumuli calore. Dopo i primi dieci minuti se sei poco coperto cominci finalmente a scaldarti e se sei ben coperto (il giusto per stare fermo) il tuo corpo per smaltire il calore in eccesso inizia a sudare sempre più.
Insomma, ci si può regolare solamente in base all'esperienza.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Matt-o - Novembre 16, 2011, 02:18:17 pm
certo, certo. Infatti il mio post era proprio per spiegare l'equilibrio che ho trovato sul percorso che devo fare io, di 2-3km. Certamente quando al sabato mattina faccio 4 ore di mountain bike su 1000m di dislivello non mi metto quel giubbotto.... Ma dal resto non ho nemmeno il problema di non dover arrivare sudato al lavoro! Il buono del giubbotto che dicevo è che è doppio strato, con l'imbottitura rimovibile: è più facile trovare un buon equilibrio anche se al mattino fa freddo ed al pomeriggio più caldo, grazie alla possibilità di rimuovere l'interno e metterlo nello zaino.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: keyfaber - Novembre 17, 2011, 09:35:04 am
Questa mattina a Torino °C -1.....  :P :-X
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: marcododo - Novembre 17, 2011, 09:59:19 am
Questa mattina a Torino °C -1.....  :P :-X

Qui a Carignano -5 .... però sono arrivato in ufficio partendo da Moncalieri, quindi 1o2 gradi in più  :D
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: yt - Novembre 21, 2013, 05:34:03 pm
speravo in qualche suggerimento in più
attualmente qui a Roma la mattina siamo tra i 7 e gli 8 gradi, ma settimana prossima si prospettano temperature sotto lo zero!  :o

Il problema è che trovare un abbigliamento che ti consenta di fermare il freddo a 30Km/h, non ti faccia sudare troppo e non ti ghiacci al semaforo è piuttosto difficile.

attualmente io uso abbigliamento Decathlon:
Cosciale del pantaloncino estivo
(http://www.decathlon.it/media/805/8051337/classic_400PX_asset_57371247.jpg)

Pantaloni da running (più economici dei corrispettivi da ciclismo e tengono bene al caldo)
(http://www.decathlon.it/media/828/8280374/classic_400PX_mediacom_699047835.jpg)

T-shirt running (base ed economica ma molto leggera e traspirante)
(http://www.decathlon.it/media/823/8238579/classic_400PX_mediacom_483108855.jpg)

Maglia invernale a maniche lunghe (simile a questa ma forse da snow)
(http://www.decathlon.it/media/821/8216950/classic_400PX_mediacom_393575966.jpg)

Giacca invernale da running (direi da mezza stagione in bici)
(http://www.decathlon.it/media/828/8280377/classic_400PX_mediacom_393407529.jpg)

Di notte e per proteggere dal vento (ha la zip fino al collo per riparare dal vento diversamente dai giubbetti catarifrangenti economici)
(http://www.decathlon.it/media/815/8154018/classic_400PX_asset_26877245.jpg)

Più scalda-collo da moto windstopper (protegge gola e spalle e che già avevo) o foulard Volcom in cotone se più caldo.
Più casco, che tiene fremo lo scaldacollo sotto il mento e la nuca.
Più kway e pantaloni impermeabili se piove.

Mi vesto a cipolla, così posso togliere qualcosa a seconda della temperatura.
Penso che aggiungerò un pile tecnico o metterò la vecchia giacca da snowboard, che è traspirante ed opportunamente areata.
Devo fare delle prove. Sudare si suda sempre, però non vorrei esagerare.
Non vorrei investire altri soldi in abbigliamento invernale, perché a Roma non dura molto il freddo :)
Quindi ho escluso goretex e similari
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: marzio75 - Marzo 07, 2014, 12:12:52 am
http://www.etsy.com/it/listing/124380070/cappello-uomo-maglia-cavaliere-casco?ref=sr_gallery_11&ga_search_type=all&ga_view_type=gallery

Peccato solo che sia arrivata la primavera...
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: catorcio - Marzo 07, 2014, 01:04:05 pm
bello! non ho capito se è un casco camuffato o si puo indossare sul casco.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Sbrindola - Marzo 07, 2014, 01:51:42 pm
è un normale berretto.... troppo spesso da indossare sotto al casco ma credo anche troppo piccolo da mettere sopra

se però volete restare sul genere ed avere un capo adatto alla mezza stagione potete optare per QUESTO (https://www.etsy.com/listing/159796476/dark-grey-duncan-armored-knight?ref=sr_gallery_21&ga_search_query=knight&ga_ship_to=IT&ga_search_type=all&ga_view_type=gallery)

(https://img0.etsystatic.com/017/0/7033288/il_570xN.502534928_r3u2.jpg)

così potrete sfidare le auto in sella ai vostri destrieri :D
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: mancio00 - Marzo 07, 2014, 02:42:34 pm
fantastica raffa!!!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: SGiallo - Marzo 07, 2014, 02:47:40 pm
ma è bellissimo!  8)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: marzio75 - Marzo 07, 2014, 06:30:03 pm
Noooooo lo voglio!!!!!!!!!!!!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Dicembre 30, 2014, 07:26:15 am
Riporto da altra discussione: ;)

(...)
Soprattutto per chi è sensibile al freddo (io lo sono, e molto, mentre non patisco il caldo) l'abbigliamento è tanto difficile da azzeccare quanto decisivo.
Se hai freddo diventi duro come un baccalà, se hai caldo sudi, il cuore va a palla perché sei troppo vestito e non traspiri correttamente, e come ti fermi ti gela tutto addosso, per non parlare delle discese.
Purtroppo l'abbigliamento tecnico costa delle fucilate, e quando lo compri e spendi magari 150/200 euro per capi invernali, non sai come reagiscono, e come reagisci tu.
Due we fa sono uscito ed ero troppo vestito, ho sudato troppo con effetti negativi, questa volta mi sono vestito meno e ho messo dei sovrascarpe in neoprene o similare: roba(ccia) di decathlon, ma hanno funzionato e contrariamente alla volta prima ho tenuto i piedi caldi.
Non ho ancora preso vestiario invernale ad hoc, parlo di windstopper (mannaggia a me, avevo un giubbotto in windstopper che ho buttato via anni fa pensando di non andare mai più in bici...), non ho voglia di spendere delle centinaia di euro... ho un giubbino pseudo-invernale di decathlon e dell'intimo pseudo-thermo (sempre di decathlon) ma l'idea di uscire qui in Piemonte a gennaio e febbraio un po' mi preoccupa... mah, vedremo.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: corsaro - Dicembre 30, 2014, 11:36:30 am
Dopo tanti mesi torno a pedalare, ma la nuova incognita anche per me è il freddo.
Ho letto diverse cose sul forum e senza scocciarvi sono andato a fare un giro al solito Deca per farmi un idea....
Alcune cose mi vergogno a metterle, altre sono assurdamente care (per l'uso che se ne fa).
E dunque?
Aspetto la primavera?
Giammai!
I guanti liho presi a Leroy e Merlin 3.5 euro, sono quelli di lana con le dita e le palme gommate, per muratori e affini. Perfetti, traspirano e fino a -5 nessun problema. Hanno un assortimento pazzesco e tutte le misure.
Ho preso anche gli occhiali trasparenti per 1,20€ Per protezione degli occhi dall'aria gelida, sono identici a quelli del Deca ma costano un quarto. Sono un po' meno aerodinamici, ma proteggono di più.

Per i piedi un bel paio di calzettoni di lana regalati unNatale di 25 anni fa che stagionavano in fondo al cassetto e che come capo tecnico non ha rivali ancora oggi (in realtà calzetto corto di cotone sotto e lana sopra).
La tuta che ho usato per imbiancare, le scarpe tennis solite il K-way per andare a funghi che non usavo da almeno 10 anni.
Al Deca ho dovuto prendere ( insistenza della moglie , ma aveva ragione) il passamontagna (Diabolik style ...sembro un Diabbolikke sfragnato) da mettere sotto il casco. 16€ vaccis...
Aha giusto , anche 2 magliette maniche lunghe da 6-7€....

Luci e lucine come un albero di Natale per la visibilità e fascette catarifrangenti alle caviglie.
Quando passo mi salutano i camionisti...

Comunque sono lieto di comunicarvi che ho già fatto 180 km nelle ultime 2 settimane.
Baci a tutti

Adesso scappo che ho una gran voglia di pedalare nella neveeeeee!!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Fabrizio_1 - Dicembre 30, 2014, 12:00:06 pm
IMHO:
Il problema del freddo ha diverse sfaccettature,  in primis la stanchezza, tutte le sensazioni di disagio in sella si moltiplicano esponenzialmente quando la stanchezza comincia a farsi sentire.
Un conto è fare uscite di 20/30 km, altro conto è fare uscite > di 80/100 km, magari su percorsi ondulati,  dove tra le altre cose è meglio non essere infagottati.
Dipende anche molto dalla sensibilità soggettiva al freddo: domenica scorsa ho fatto 85 km e nonostante passamontagna con sopra salvacollo e cuffia sottocasco (quindi doppio strato su gola e testa)  al ritorno avevo un abbassamento di voce.  :(
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Gennaio 28, 2015, 12:38:11 pm
[STAFF: citazione rimossa leggete qui (http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=2420.0) ;) ]

Ancora più IMHO: tutto giusto! ;) Col troppo caldo e col troppo freddo si va da bestia.
In più io ho un problemone aggiuntivo: tendo a sudare come una fontana, per cui abbigliamento traspirante o meno, sono sempre abbastanza fradicio.
Intanto escluderei (a contatto con la pelle) abbigliamento in cotone che si inzuppa, non traspira e non si asciuga (su un forum Brommie inglese ho letto la citazione "cotton kills", credo di derivazione alpinistica).
Poi, per ingannare un po'il mio sistema di termoregolazione ho scoperto un trucchetto: tenendo le mani (ragionevolmente) fredde tendo a sudare molto molto meno. Senza farmi venire i geloni, giro senza guanti finchè posso, poi ne metto un paio di pile leggeri e se proprio non reggo più un secondo paio sopra o passo ai superimbottiti da sci.
Per i giri lunghetti, sottomaglia a rete (per allontanare il bagnato dalla pelle), maglia decathlon invernale per podisti (quelle belle spugnose, sembrano quasi di neoprene) e giubbetto windstopper sopra. Se è un giro in MTB (dove di solito si parte dalla pianura, salita, salita, merenda in cima e poi si scende a palla), seconda maglia identica nello zaino e mi cambio al volo in cima. L'importante è sempre tenere lontano il vento (per cui, ad esempio, una volta si metteva la Gazzetta dello Sport davanti alla pancia), sotto ci si scalda sempre.
Altre cose: copricasco impermeabile (vale il discorso del vento e della pioggia, di solito basta a sistemare la parte alta della testa), calzettoni di lana a doppio elastico (non scendono sui talloni alla prima pedalata), scarpette invernali un po'lente (soprattutto se usi gli attacchi, lasciare un minimo di movimento ai piedi fa sì che si possano muovere le dita per non farle gelare) e, se non avete paura di sembrare ridicoli, anche i goggles da snowboard non sono male (coprono quasi tutta la faccia, dal casco al sovracollo e, nel caso della MTB, proteggono anche da piccoli colpi tipo rametti-frusta sparati da chi ti precede).
Ciao a tutti.
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: libel - Agosto 17, 2015, 08:20:02 am
Credo di aver speso più per l'abbigliamento tecnico sportivo che per il mio abito da sposa. Quando vado in bici in inverno indosso sempre capi da escursionismo (principalmente Montura), guanti e cappello da fondo/sci alpinismo e non ho mai avuto freddo, anche nella neve quest'inverno! Sono leggeri, traspiranti, efficaci. Sicuramente costosissimi ma  su internet o ai saldi di negozi come DF Specialist si trovano al 50% e sono acquisti che alla fine vanno avanti per anni.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: andrea f - Novembre 04, 2015, 12:04:55 am
Io vado di softshell per l uso quotidiano .  con un  maglione  tecnico sottoci ho fatto l inverno. Lo ripieghi e lo metti nella borsa .  traspirante antivento e resistente alla pioggia(se diluvia antipioggia). La cosa piu comoda e che non infagotta e occupa poco spazio , al pari di un pile o poco piu.  Della bunf quindi  non di marche blasonate e mi pare sotto ai 100 euro. Preso nel reparto montagna sci dal nencinisport . credo che adesso sia scontato e che con 60 euro venga via.  Da provare!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: tai.magatsu - Novembre 13, 2015, 09:22:57 pm
per fare circa 4 km stazione lavoro andata e ritorno un piumino potrebbe essere un buon compromesso antivento e calore?
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: mancio00 - Novembre 16, 2015, 07:02:27 am
Se è ben areato sotto le ascelle si, io faccio sempre e comunque la sauna se mi metto a spingere
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Sbrindola - Novembre 16, 2015, 09:15:10 am
per fare circa 4 km stazione lavoro andata e ritorno un piumino potrebbe essere un buon compromesso antivento e calore?

non credo che altri possano rispondere a questa domanda per te  :)
la resistenza al freddo IMHO è un aspetto troppo personale per demandare ad altri la scelta dei capi migliori alle proprie esigenze.
Chiedendo il nostro parere potrai ricevere le opinioni più disparate ed il problema è che saranno tutte giuste..... ma non è detto che possano valere anche per te.

Ti suggerisco di andare per tentativi e fare un po' di prove con i capi che hai a disposizione per trovare il compromesso ideale.
La tendenza, solitamente, è quella di essere un po' più leggeri rispetto al normale abbigliamento perché pedalando ci si scalda ma c'è chi preferisce comunque partire ben coperto per poi eliminare qualche capo.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: occhio.nero - Novembre 17, 2015, 07:59:38 pm
io mi trovo bene con vestiario a cipolla.
Con un piumino potresti sentire troppo caldo, se poi lo levi potresti sentire troppo freddo.

Ma come dice Sbrindola, fai delle prove  ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Andre@ - Novembre 17, 2015, 09:41:59 pm
Quoto tutti ed aggiungo....cipolla composta da maglietta tecnica e maglioncino nel mio caso in questi giorni, e un k-way anti vento leggero....uno zainetto minimale dove puoi tenere una maglietta in più o mettere quello che ti togli....questo in assetto "conosci te stesso e il tuo corpo".... Una volta che ti sei conosciuto le variazioni sono essenzialmente 3.... Assetto da caldo...assetto da freddo...assetto da medio :)...tutto sta a trovare poi i tuoi capi di abbigliamento tattici...ma piuttosto che un piumino forse userei un piumino smanicato con sotto una felpa magari con zip....in modo da avere più possibilità per variare temperature ed areazione .... Ma è tutto troppo strettamente personale. Con i guanti non riesco ad andare in bici, con i mezzi guanti si  :)...d'estate non sopporto lo zaino sulle spalle, d'inverno tiene caldi i reni  8)....forse ho reso l'idea, e sottolineo l'importanza della cipolla :)

EDIT: come direbbe l'admin....ma è solo un mio parere  :D
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Mela_85 - Dicembre 28, 2015, 11:32:59 am
Pieghevole, abbigliamento, freddo, lavoro... mmmmh.... Sembra complesso da gestire! Ma forse alcuni di voi hanno dei consigli da darmi!

Per esperienza so che sudo molto andando in bicicletta e quindi pensavo di non appesantirmi troppo anche perché faccio circa 5 km e dopo il primo già sono accaldatissima!
Voi come fate? Portate dei vestiti per il lavoro e vi cambiate quando arrivate? Sembra stupido, ma in primavera estate è più facile gestire la cosa: portavo un vestitino in borsa e quando arrivavo mi cambiavo!

Questo comunque comporta arrivare almeno 20 minuti prima a lavoro di modo da potermi con calma cambiare e sistemare...!

Consigli? Ho deciso di fare un tentativo bis e di iniziare il 2016 con la pieghevole!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: carlo - Dicembre 29, 2015, 03:13:53 pm
Io ho "tanti" abbigliamenti per la bici perché ho diverse tipologie di incontri: riunioni, sopralluoghi in cantieri, giornate in ufficio...

Quindi uso dai cappotti eleganti con giacca e cravatta a situazioni più casual con jeans e piumini.

Non capisco il livello della tua "sudorazione", ma adesso non credo che le temperature siano tanto calde da doversi cambiare. Conta anche quanto vai in bici, se non la usi spesso praticamente il fisico non si allena mai e ogni volta riprenderla è un casino, io già il lunedì dopo che magari non ho usato la bici per due giorni sento la differenza.

Per un abbigliamento "entry level" non particolarmente costoso puoi optare per il classico Decathlon con il piumino tilt, ce ne sono diverse varianti anche per donna. Costo 51 euri.
http://www.decathlon.it/piumino-ciclismo-donna-500-id_8343330.html
Io ne presi uno due anni fa, la qualità è discreta ed essendo reversibile paghi uno e prendi due...

Oppure puoi vedere la linea della Levis Commuter, qualitativamente buona, che ha diversi articoli per donna
http://www.levi.com/IT/it_IT/commuter

Più in alto c'è la Pedaled ma è in alto con i prezzi, così pure la John Bultbee Brooks.

se ti vesti leggera e metti questi capi non dovresti sudare, poi a lavoro te li togli e metti un capo tipo maglione, etc.
Ciao :)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: NessunConfine - Dicembre 29, 2015, 03:25:26 pm
Ciao Mela, come detto sopra in altri contributi il vestiario è roba molto soggettiva per avere un parere completo, devi testare e decidere in base alla tua sensazione.
Per il lavoro che svolgo ora (cameriere), arrivo a lavoro tolgo tutto e m'indosso la camicia che è già nello spogliatoio a lavoro senza particolari problemi. Non so che lavoro fai ma chiaramente se hai possibilità di tenere a lavoro un pacchetto con i vestiti per il cambio hai sicuramente peso in meno sulle spalle per 5km, vuol dire. ;)
Se per vari motivi te li devi portare dietro cerca abbigliamento leggero ma con buona capacità termica.

In sella mi trovo bene a vestire a cipolla, quest'anno ho voluto migliorare l'abbigliamento (grazie ad un buono sconto  ;D ) componendo gli strati cosi:
 1- maglia termica invernale maniche lunghe (Asics)
 2- felpa termica (Briko)
 3- giacca termica (Icepeak, una marca finlandese che prima di quest'anno non conoscevo, capo ben fatto, cuciture precise e attenzione ai particolari)
 4- eventuale antipioggia quechua / gilet catarifrangente (nebbia)
 5- calzamaglia termica fino alle caviglie e sopra un qualsiasi pantalone /pantalone antipioggia quechua
 6- calze normali
 7- scarpe in goretex (Salomon)

Sembra tanta roba da mettere addosso ma fidati che non la sento e ho piena libertà di movimento
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Gennaio 01, 2016, 04:47:32 pm
Sull'argomento segnalo questo articolo di bikeitalia.it ;)

http://www.bikeitalia.it/bike-to-work-labbigliamento/
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Mela_85 - Gennaio 03, 2016, 02:31:49 pm
Grazie a tutti!

Appena mi rimetto dall'influenza, farò dei tentativi e magari via aggiorno su quello che è il migliore per me.
Tendenzialmente opterei per portarmi il cambio e usare un abbigliamento sportivo per il tragitto!
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sarbyn - Ottobre 24, 2016, 10:06:00 am
Buongiorno a tutti.
Piccola premessa (prima che i moderatori mi sgridino): mi sono già girato il forum in lungo e in largo prima di scrivere ma non ho trovato notizie e link aggiornati e soddisfacenti, quindi eccomi con la mia domanda.

Ambientazione: la "piacevolissima" Milano nel periodo tra ottobre e marzo-aprile, con il suo clima freddo e umido
Tragitto: casa lavoro, circa 10 km al giorno

Dato che vorrei continuare a girare in bici anche nei prossimi mesi, senza dovermi congelare e senza fare una sauna con eventuali giacconi invernali "standard", come potrei risolvere il problema?

Sono infatti alla ricerca di una giacca idrorepellente-impermeabile (anche se sotto la pioggia battente di solito non giro in bici, x altri motivi), che sia traspirante o ben ventilata in modo da evitare l'effetto sauna, e che mi permetta di girare anche nei mesi freddi (con eventuale secondo strato aggiuntivo sotto la giacca).

Ho letto un po' di suggerimenti in questo forum ma sono tutti link abbastanza vecchi e non funzionanti, e non trovo nulla di relativamente aggiornato per la stagione 2016-2017 :)

Per ora ho bazzicato un po' la cara e vecchia decathlon ma non ho trovato molto, a parte questo fantomatico piumino da ciclisti (non so quanto sia caldo e resistente, sicuramente è comodo come misura ed è ben visibile di notte)

http://www.decathlon.it/giacca-ciclismo-uomo-900-id_8369482.html

Ho provato anche giacconi da montagna e softshell varie, ma nulla che mi ispiri veramente.
Ho in programma di andare a fare un giro anche da SportSpecialist e MaxiSport, ma nel frattempo voi come avete risolto questo problema? :)

E' meglio dividere l'acquisto in due diversi capi (una softshell o qualcosa di leggero per questo periodo con temperature intorno ai 10 gradi e poi qualcosa di più aggressivo per dicembre-->febbraio?) oppure si trova una soluzione all-in-one?
---EDIT---
Mi son dimenticato di specificare che sono alla ricerca di una giacca da usare sopra abiti "civili", ovvero maglietta-camicia + maglione (no giacca e cravatta) senza utilizzo di TROPPI indumenti "tecnici" (un micropile ci potrebbe stare...maglie tecniche varie no)


Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Blu-skY - Ottobre 24, 2016, 10:13:48 am
Io ho due giacche, un softshell traspirante ed impermeabile da montagna di peso medio (se proprio diluvia ho una mantella) che metto fino ad autunno inoltrato (3-4°C) con sotto un pile traspirante ed una maglietta tecnica.

Quando la temperatura scende ulteriormente allora ho una giacca impermeabile più pesante ma non imbottita, sotto cui metto un pile di peso maggiore. Entrambi hanno aperture sui fianchi e sotto le ascelle in modo da poter regolare la temperatura. Al di sotto sempre una maglietta tecnica che non si inzuppa di sudore.

In generale la regola è di non vestirsi troppo visto che si fanno 10km in bici e si suda, ma mettere sempre uno strato antivento. Se poi aspetti come me il treno sul binario confesso che un po' di freddo lo sento, ma poi appena dopo due pedalate il tutto rientra.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Giulio74 - Ottobre 24, 2016, 12:51:30 pm
io posso dirti di aver acquistato questa giacca della Endura, pensata proprio per il ciclista urbano:

https://endurasport.com/products/?ProductID=248&initcode=EU3048BK

è una giacca che per ora si è comportata egregiamente, ricca di accorgimenti ad hoc (cappuccio sagomato per essere indossato al di sopra del casco, dettagli riflettenti sulle maniche e sul retro, ampia tasca posteriore e sul petto, etc) e con valori di traspirabilità ed impermeabilità molto elevati.

con il clima di Roma (ovviamente diverso da quello di Milano) indossando sotto questa giacca una maglia tecnica e un pile o un maglione non troppo spesso, ho superato alla grande l'inverno scorso.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 24, 2016, 01:22:12 pm
Ciao.
Io abito a Bologna, quindi fra Milano e Roma, climaticamente parlando, sto nel mezzo.
Faccio una premessa: a leggerlo così, questo intervento, sembra di un pessimismo cosmico. Non è così, sto solo ammettendo come la coperta sia corta, spingendoti ad analizzare quanto (la tua) sia corta, per indurti a capire quanto tu (metaforicamente) sia alto e decidere in che misura, nel tuo scenario, coprire i piedi significhi scoprire le spalle e viceversa, e, quindi, quale soluzione adottare.
Quindi, io, una soluzione non ce l'ho. O meglio, qualcosa che al momento mi abbia dato la sensazione di aver trovato la quadra non ce l'ho  :(
Il tutto per una serie di motivi: primo, secondo la mia esperienza, freddo e sauna sono gli estremi di una stessa retta, se vai verso una, peggiori con l'altra proporzionalmente.
Secondo, la variabile pioggia è fondamentale: se la mettiamo nell'equazione, peggioriamo le cose.
Terzo, sei disposto a (o, semplicemente, puoi), anche parzialmente, cambiarti quando arrivi o, il massimo che ti è concesso è levarti la giacca da bici quando arrivi in ufficio (o a casa)?
Quarto e ultimo (spero...) c'è da valutare la questione del trasporto passivo ... degli abiti. In altre parole: adesso (che ci avviciniamo al cambio di ora) alla mia latitudine e con i miei orari, mattina e sera si assomigliano (come clima), più o meno come d'estate. Ma finora, fra mattina e sera, la differenza termica era considerevole (per farla semplice, la giacca, alla sera, era meglio non averla addosso...).
I miei dati del problema sono questi: tendente (vagamente) all'iperidrosi (quindi, nel mio caso, i tessuti traspiranti sono una pia illusione), piuttosto insofferente al freddo e alla pioggia, molto meno al caldo (quindi meglio disposto ad essere bagnato di sudore, mio e caldo, piuttosto che di pioggia fredda e diretta), disposto a vestirmi a cipolla (quindi a portarmi dietro qualche capo che la sera potrei dover riporre nella borsa legata al portapacchi), nessun problema a darmi una rinfrescata in ufficio all'arrivo.
La soluzione dell'equazione, nel mio caso, è una giubba da sci di fondo (antivento, calda, non impermeabile) se non piove, maglia spugnosa del Decathlon sotto (che mediamente arriva zuppa in ufficio e viene stesa in maniera che si asciughi, eventualmente, per il ritorno, o al massimo ritorno con la sola giubba e una tshirt) e mantellina ripegata sotto il sellino se vengo sorpreso da un acquazzone a più di un paio di km da una fermata del bus.
Ciaociao
TT:

Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sarbyn - Ottobre 24, 2016, 02:58:11 pm
Io ho due giacche, un softshell traspirante ed impermeabile da montagna di peso medio (se proprio diluvia ho una mantella) che metto fino ad autunno inoltrato (3-4°C) con sotto un pile traspirante ed una maglietta tecnica.

Quando la temperatura scende ulteriormente allora ho una giacca impermeabile più pesante ma non imbottita, sotto cui metto un pile di peso maggiore. Entrambi hanno aperture sui fianchi e sotto le ascelle in modo da poter regolare la temperatura. Al di sotto sempre una maglietta tecnica che non si inzuppa di sudore.

Mi son dimenticato di specificare nel primo post che il problema di queste soluzioni è che richiede l'utilizzo di abbigliamento "extra" che sarebbe da scartare nel mio caso in quanto sono alla ricerca di una giacca da usare sopra abiti "civili", ovvero maglietta-camicia + maglione (no giacca e cravatta).

Potresti comunque segnalare marca e modello, per avere idea di cosa stai parlando? :)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sarbyn - Ottobre 24, 2016, 02:59:11 pm
io posso dirti di aver acquistato questa giacca della Endura, pensata proprio per il ciclista urbano:

https://endurasport.com/products/?ProductID=248&initcode=EU3048BK

Grazie mille per il suggerimento, ma temo sia un po' troppo leggera per il mio scopo :(
Come segnalavo prima i son dimenticato di specificare nel primo post che il problema di queste soluzioni è che richiede l'utilizzo di abbigliamento "extra" che sarebbe da scartare nel mio caso in quanto sono alla ricerca di una giacca da usare sopra abiti "civili", ovvero maglietta-camicia + maglione (no giacca e cravatta).
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sarbyn - Ottobre 24, 2016, 03:07:40 pm
Ciao.
Io abito a Bologna, quindi fra Milano e Roma, climaticamente parlando, sto nel mezzo.
Faccio una premessa: a leggerlo così, questo intervento, sembra di un pessimismo cosmico.

Infatti mi son dimenticato di aggiungere che l'utilizzo della giacca sarebbe sopra i vestiti da ufficio, con al massimo lo spazio per un micropile o simile. Non ho intenzione di portarmi zaini o borse col cambio e arrivare in ufficio con la necessità di cambiarmi completamente.

La pioggia è un problema relativo perchè, come dicevo, in caso di pioggia battente lascio la bici in cantina e utilizzo i mezzi pubblici (non sono ancora pronto a pedalare sotto l'acqua). Quindi sicuramente la giacca in questione deve essere, in ordine di importanza:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 24, 2016, 03:33:23 pm
Bene!
Io direi che un giubbetto in (più o meno simil) WindStopper (con un po'di imbottitura dentro) dovrebbe essere quello giusto.
Sui modelli precisi ci può essere qualche dubbio per due classi di motivi: uno perché al di sotto di quale temperatura sia adatta è soggettivo, cambia da persona a persona (e dipende da cosa metti sotto, nel senso che maglione può indicare un robo di lana, di pile, di felpa, ecc.) e, due, perché c'è da dire che capi della stessa classe (di pregio) anche di marche differenti si somigliano tutti (alla fine ogni marca chiama materiali tecnici praticamente identici con nomi differenti - te lo dico giusto perché sabato ero in giro per spacci a cercare qualcosa per l'acqua e qualcosa per l'inverno, e, tra i vari GoreBike, Endura, Montura, Salewa, LaFuma, the North Face e marchi correlati, alla fine trovavi, per ciascuna, tre o quattro modelli adatti, prezzi a salire, paralleli tra loro, con materiali parallelamente simili. Decathlon fa lo stesso, l'antivento ce lo hanno anche loro e quello più costoso è simile ad un modello di quasi pari prezzo degli altri, forse quelli blasonati costano un pò di più perché c'è il marchio e la promozione).
Consigli miei: (il primo banale) non esagerare, perché un micropile, volendo si aggiunge, ma al troppo pesante non c'è alternativa, quando lo hai preso.
Il secondo è lo stesso, non esagerare, perché molti capi tecnici antivento sono, in un certo senso, miracolosi: se il vento (con il suo effetto di raffreddamento) è tenuto a due dita dal corpo, mentre pedali sviluppi un calore più che sufficiente. Faccio un esempio ridicolo e paradossale: se sopra a maglietta, camicia e maglione indossassi un sacchetto dell'immondizia condominiale con il buco per la testa (bleah ... neanche che qualcuno mi veda ...), al di là dei palesi problemi di traspirazione, fino a zero gradi quasi non avresti bisogno di altro. E poi nota che è come una macchina che si deve scaldare: per me è normale avere freddino nel primo km ... se esco di casa e non ho freddo subito, dopo tre Km starò di certo bollendo...
Ultimissima cosa: diffida della pioggia, è simpaticamente bastarda: sai quante volte, facendo il tuo ragionamento della cantina, sono partito da casa con il sole e ho preso l'acqua alla sera? Pensa ad una piccola mantella leggera o a un Kway (da tenere legato alla bici), a meno che tu non abbia la fermata del mezzo pubblico a dieci metri dall'ufficio e da casa.
ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: veeg - Ottobre 24, 2016, 04:56:58 pm
...c'è da dire che capi della stessa classe (di pregio) anche di marche differenti si somigliano tutti (alla fine ogni marca chiama materiali tecnici praticamente identici con nomi differenti - te lo dico giusto perché sabato ero in giro per spacci a cercare qualcosa per l'acqua e qualcosa per l'inverno, e, tra i vari GoreBike, Endura, Montura, Salewa, LaFuma, the North Face e marchi correlati, alla fine trovavi, per ciascuna, tre o quattro modelli adatti, prezzi a salire, paralleli tra loro, con materiali parallelamente simili. Decathlon fa lo stesso, l'antivento ce lo hanno anche loro e quello più costoso è simile ad un modello di quasi pari prezzo degli altri, forse quelli blasonati costano un pò di più perché c'è il marchio e la promozione)
No, un attimo!
Le membrane utilizzate dai vari produttori non è corretto dire che siano "praticamente identiche".
Esistono membrane che funzionano molto bene e altre un po' meno. Inoltre la funzionalità di un capo è data dall'accoppiamento di più materiali con interposte membrane.
Generalizzare è sbagliato.
Ad esempio in casa Decathlon le membrane antivento invernali sono molto scarse, mentre in casa Goretex sono eccellenti.
Oppure i copriscarpe da ciclismo su strada della Giro risultano spessi la metà di quelli di un altro concorrente e offrono la stessa protezione al vento grazie ad una membrana diversa e più efficace. Però di contro i Giro sono meno elastici.
(sono solo alcuni esempi testati personalmente per far capire il discorso...)

Per ogni membrana esistono differenti materiali e tessiture oggetto di vari brevetti.
Non a caso i materiali notoriamente più performanti vengono dati in licenza a terzi per la produzione di capi tecnici.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sbatta - Ottobre 24, 2016, 06:21:55 pm
Ti porto la mia esperienza: lavoro a Milano, 10-12 km al giorno. Abbigliamento da ufficio: jeans, polo e maglione di cotone.
Ho acquistato una giacca North face antivento con interno in pile sganciabile. Quando la temperatura scende sotto i 16-18° inizio ad indossare la parte esterna. Quando la temperatura scende sotto i 5° aggiungo l'imbottitura.
Se la sera la temperatura sale tolgo il capo di troppo e lo aggancio alla borsa. Nel mio caso mai acquisto fu più azzeccato.
Mi associo a Ticiotix: l'importante è avere un po' freddo il primo chilometro.

Quando pioviggina pedalo così, se la pioggia aumenta ho sempre con me il Poncho, ma rallenti moooolto l'andatura (rischio sauna elevatissimo). Non sono ancora del tutto soddisfatto di questa soluzione
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: andrea f - Ottobre 25, 2016, 12:35:42 am
Io uso molto un gilet imbottito leggero come spessore comprato all ovs pagato 10 euro . E sopra una giacca in softshell . Se salgono le temperature tolgo la giacca e metto in borsa . E vado di gilet. Al limite slle braccia metto i manicotti. Guanti in pelle foderati in cashmere e se le tempsrature sono davvero basse guanti da moto calzamaglia della ixs che non da fastidio indossata anche al caldo dell ufficio e piumino.  A dimenticavo collare tubolare e sottocasco
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 25, 2016, 09:21:46 am
No, un attimo!
Le membrane utilizzate dai vari produttori non è corretto dire che siano "praticamente identiche".
...
Non a caso i materiali notoriamente più performanti vengono dati in licenza a terzi per la produzione di capi tecnici.
Ma anche due attimi ...  ;D ;D
Non ho detto che il Gore Tex Pro a tre strati e il polietilene dei sacchetti dell'immondizia sia la stessa cosa  ;D ;D
Dicevo solo, a chi chiedeva un modello preciso,  che marchi differenti di abbigliamento, a pari fascia di prezzo, al netto di imbottiture aggiuntive o dettagli di costruzione (anche molto pratici, alcuni), ti danno materiali (e risultati ...) molto vicini tra di loro, sia che vantino (soprattutto nei capi di fascia alta) un tessuto preciso di marchio blasonato (appunto, Gore, ma anche 3M o Basf...) per sfruttare il marketing del produttore di tessuto, sia che lo producano su licenza (o se lo facciano fornire dal produttore) e lo pubblicizzino (nei capi a fascia bassa) con un nome inventato da loro, anche per rendere più complessi i confronti con la concorrenza o vantare chissà quale differenza di tecnologia.
Altro discorso è il Decathlon. Il suo prodotto top costa come il primo prezzo di un marchio blasonato. Più scadente? Io direi con un product placement differente.
A parte che, per mia convizione, fra un primo prezzo blasonato e un top Deca scelgo il secondo (in quella fascia di prezzo, Deca lì ci mette la faccia, la griffe, più che altro, mette a listino qualcosa per i firmaioli al risparmio), penso proprio che se avessi dovuto prendere una giacca per andare al lavoro (A+R Km 15+15, mezzi pubblici su quasi tutto il percorso ...) avrei preso quella di Deca da 15€ e con il risparmiato sarei andato una settimana in campeggio  ;)
ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 25, 2016, 09:26:29 am
A dimenticavo collare tubolare e sottocasco

Giàgià, giusto! Io ho appena recuperato, Decathlon, Caccia&Pesca, un economico passamontagna in pile. Lo ho messo al posto del tubolare perchè mi dà meno fastidio a livello di laccio casco e si infila più agevolemente sotto il collo della giacca (se prendo freddo alla gola mi vengono certi daffeddodi ...  ;D)
Per l'inverno inverno inverno, anche il berrettino con le orecchie alla Sherlock Holmes sotto il casco...
ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: catorcio - Ottobre 25, 2016, 10:37:58 am
io vaccino antinfluenzale,maglia termica leggera collo alto giubbino leggero antivento con cappuccio, pantaloncini 3/4, calze pesanti.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Ottobre 25, 2016, 11:02:02 am
Io evito le camicie come la peste per via del sudore, tra gli abiti "civili" preferisco t-shirt in filo di Scozia, polo a maniche lunghe e maglioni leggeri in lana e sopra giacca antivento.
Altrimenti, se scelgo l'abbigliamento tecnico, indosso t-shirt anti-sudore, felpa in micropile più o meno pesante, giacca invernale Endura, e gli abiti da ufficio in borsa....  ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 25, 2016, 12:53:10 pm
Tutte considerazioni molto ragionevoli ... solo che l'amico Sarbyn aveva posto paletti un po'più stretti ...  ;D ;D
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Ottobre 25, 2016, 01:50:56 pm
Hai ragione, ma ho voluto comunque condividere la mia esperienza, se può essere di qualche utilità... ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 25, 2016, 02:40:12 pm
Infatti! Nullissima da eccepire ... ottimo consiglio (in tutti e due i casi ...) ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sarbyn - Ottobre 25, 2016, 04:37:56 pm
A parte che, per mia convizione, fra un primo prezzo blasonato e un top Deca scelgo il secondo (in quella fascia di prezzo, Deca lì ci mette la faccia, la griffe, più che altro, mette a listino qualcosa per i firmaioli al risparmio), penso proprio che se avessi dovuto prendere una giacca per andare al lavoro (A+R Km 15+15, mezzi pubblici su quasi tutto il percorso ...) avrei preso quella di Deca da 15€ e con il risparmiato sarei andato una settimana in campeggio  ;)

Questo è anche il mio dubbio....mi spiego....
Giusto l'anno scorso a fine stagione avevo preso un giaccone piumino supercaldo normale da usare tutti i giorni nel periodo freddo, spendendo i miei bei soldini...poi ho incontrato le due ruote....
Ora l'idea di dover prendere un windstopper-goretex + eventuale imbottitura interna mi fa piangere il portafoglio...per poi magari scoprire che a dicembre con -2 la bici col cacchio che la voglio usare  ;D (mi conosco....col freddo vado in letargo io)

Alla fine forse me la posso cavare con qualcosa di "economico" e "di corsa" per poi, se mi trovo bene, passare a qualcosa di più serio se mi accorgo che senza la bici non posso vivere.

E' un po' lo stesso ragionamento fatto con la bici: piuttosto che puntare a una dahon o una tern da 500+ euro, sono andato diretto su una bfold da barbone. Ma mi trovo benissimo per ora.

Comunque sto leggendo i vostri preziosissimi consigli, e questo weekend vado a fare un giro da sport-specialist o similare per vedere cosa offre  ;)

L'idea sarebbe di separare il tutto in 2 strati: uno da media stagione e uno aggiuntivo per il freddo freddo...Poi vedrò come comportarmi  8)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 25, 2016, 05:02:30 pm
Premessa: secondo me partire con "roba de barbùn" (cit.) finchè non si hanno le idee chiare è sempre auspicabile, non sono soldi sprecati, hai un ricambio e spendi il giusto.
Torniamo al cosa: dici 10Km, (mezz'ora? facciamo tre quarti d'ora?) se magari, poi, non passi neanche troppo lontano dal percorso di un mezzo pubblico, un Kway o una ceratina quel tempo lo reggono.
Non parliamo di cicloturismo, dove se piove da mane a sera e i tuoi bravi 60/80Km te li devi fare per forza, hai bisogno di qualcosa di molto tecnico.
Io, per partire, andrei su di un giubbetto antivento, non troppo imbottito, da spenderci al massimo 30/50€ al Deca o affini.
Se fa freddo aggiungi un micropile su maglione, se alla sera d'autunno o in primavera fosse troppo te lo annodi con le maniche in vita come si faceva negli anni '80'
Insisto: non esagerare con l'imbottitura. Gli sfoderabili io non li ho mai apprezzati tantissimo, preferisco un capo in più sotto e i giubbetti troppo imbottiti ti fanno fare la sauna se non fa troppo freddo.
Ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Blu-skY - Ottobre 26, 2016, 09:39:27 am
Oggi a Torino 10,8°C (dal Sigma).
Ho messi giacca traspirante e pile sotto (oltre alla maglietta tecnica che cambio in ufficio, solo per non inzuppare la polo). Beh, ho avuto caldo, da domani solo giacchino antivento-traspirante (fondamentale proteggersi dall'aria) e pile.

Comunque non scartare l'idea di portarti una polo ed una maglia "da ufficio", occupano poco (con i sistemi di piega a rullo) e puoi cambiarti nel wc dell'ufficio in due secondi con panni asciutti, per poi indossare di nuovo il tecnico per la bici del ritorno.

PS. OT: Chi ha avuto modo di vedere Report l'altro giorno sui tessuti sintetici e sulla ricerca di Greenpeace? Come pensate di regolarvi?
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 26, 2016, 10:44:01 am
Oggi a Torino 10,8°C (dal Sigma).
Ho messi giacca traspirante e pile sotto (oltre alla maglietta tecnica che cambio in ufficio, solo per non inzuppare la polo). Beh, ho avuto caldo, da domani solo giacchino antivento-traspirante (fondamentale proteggersi dall'aria) e pile.

Quindi, se ho ben capito, elimini la maglietta. Dovrebbe avere un effetto minore che non eliminare il pile, come primo step mi pare furbo.
Io, stamattina, ho sostituito la solita maglia (tipo questa (http://www.decathlon.it/maglia-running-uomo-kiprun-zip-id_8367683.html) o questa (http://www.decathlon.it/maglia-uomo-kiprun-evolutiv-id_8367686.html)) che porto sotto il giubbetto da sci di fondo con una normale maglietta da bici, per vedere di sudare un po'meno. E'funzionato, almeno finchè non si scende sotto i 10°

PS. OT: Chi ha avuto modo di vedere Report l'altro giorno sui tessuti sintetici e sulla ricerca di Greenpeace? Come pensate di regolarvi?

No, cosa hanno detto? E'reperibile in rete che tu sappia?

Ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Blu-skY - Ottobre 26, 2016, 11:00:57 am

No, cosa hanno detto? E'reperibile in rete che tu sappia?

Ciaociao
TT:

Oltre alla disamina di tutti i contenitori in plastica per il cibo, ha parlato anche dell'abbigliamento tecnico e di una ricerca fatta da Greenpeace sulle sostanze dannose (PFC) per la salute umana che sono contenuti ed utilizzati comunemente in tessuti tecnici.
Se googoli cercando Greenpeace, Outdoor garment e pfc è facilissimo da reperire.

qui il http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/il-momento-di-analizzare-il-tuo-abbigliamento/blog/54334/ (http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/il-momento-di-analizzare-il-tuo-abbigliamento/blog/54334/)

Meno facile trovare aziende, anche note, che non usino PFC nei propri prodotti.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 26, 2016, 11:53:03 am
http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/il-momento-di-analizzare-il-tuo-abbigliamento/blog/54334/ (http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/il-momento-di-analizzare-il-tuo-abbigliamento/blog/54334/)
Interessante ... anche se, a mio modestissimo avviso, un po'strano nella scelta del campione...
Mi spiego: hanno tirato ai grandi brand di abbigliamento evitando tutte le linee low cost (penso, che so, a quelle dei vari Decathlon e affini), che, sempre secondo me, cubano (che termine orrendo... :o :o)  sul mercato di massa molto di più (certo è che se vai fare prelievi sull'Himalaya, e d'altronde lì vai se vuoi un minimo di indipendenza dei test, non vai in posti nei quali chi è passato prima di te indossava una giacchetta da 10€).
Oddio, a dire il vero le ricerche sui PFC (come quelle fatte a suo tempo per il DDT sui ghiacci del Polo) credo non cerchino quello che hanno perso gli alpinisti ma quello che è diffuso in atmosfera.
Ma la cosa che trovo più strana è che non siano andati dai grandi produttori di tessuti (Gore, 3M, ...) più che di capi di abbigliamento.
Comunque, al netto di tutto, è una questione interessante sulla quale sensibilizzare è sempre bene.
CiaoCiao
TT:

Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Blu-skY - Ottobre 26, 2016, 02:37:43 pm
Credo che la scelta dei brand sia legata ad una ricerca dei produttori più importanti, per dimostrare se già loro utilizzano materiali non "puliti".

I prelievi nei posti più sperduti è invece assolutamente legata alla dispersione in ambiente del PFC che ricade sotto forma di precipitazioni.

L'info sui materiali e sui relativi produttori sarebbe stata altrettanto interessante perché di più ampio respiro. Considerando che sono indicati marca e modello qualche informazione in più si può ricavare.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: carlo - Ottobre 27, 2016, 04:54:38 pm
Mi intrometto nella discussione solo per precisare una cosa sui prodotti del famigerato Decathlon; non lo sponsorizzo ma non è corretto dire che siano "per default" prodotti economici perché ci sono vari livelli: alcuni molto economici ma anche prodotti che sono abbastanza costosi e, credo, migliori.

Comunque, sull'argomento io non posso dire pressoché nulla. Lo scorso inverno non ho mai messo nulla di pesante.  :)

Attualmente a Roma vado in bici con la polo a maniche corte! 8)

Ciao :)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Ottobre 27, 2016, 05:40:16 pm
Mi intrometto nella discussione solo per precisare una cosa sui prodotti del famigerato Decathlon; non lo sponsorizzo ma non è corretto dire che siano "per default" prodotti economici perché ci sono vari

Giusto per chiarire, almeno da parte mia non credo di aver mai descritto il Deca con espressioni che possano far pensare a qualcosa di famigerato  ;D ;D ;D
Ne sono sempre stato un più che soddisfatto cliente e, se hanno preso con me qualche inciampo, hanno sempre fatto quanto umanamente possibile per riparare con cortesia estrema e competenza.
So anche che c'è Deca e Deca: quello di Bologna, probabilmente per come è fatta la piazza, ha optato per lo più per una posizionamento di mercato medio o mediobasso, forse perché la città è zeppa di storici negozi di attrezzature sportive e la clientela preferisce quelli (negli anni, ad esempio, secondo me hanno ridotto di un bel po'anche il parco ricambi, probabilmente non ne vanno via abbastanza).
Con questo lungi da me dire che low cost sia sinonimo di robetta: Deca rimane secondo me, uno dei posti con il massimo rapporto qualità/prezzo (the best for your bucks, direbbero gli extracomunitari  ;)), solo che, almeno nel mio, l'altissima gamma non c'è!
ciaociao
tt:

Ps. [OT] la mia compagna mi ha appena mandato la foto della Graziella comprata al Trocathlon (in mia assenza  :-[) Da stasera comincia l'avventura-restauro ...
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Manoel - Novembre 03, 2016, 08:43:25 pm
Ho seguito con grandissimo interesse questa discussione, perché quest'anno vorrei affrontare la stagione fredda ormai alle porte in sella alla mia Brompton. ;)

Non faccio itinerari lunghissimi, solitamente si tratta di fare un tragitto casa-stazione (1km) + treno (12km ma tanto non pedalo io) + tragitto stazione-lavoro (4km). La parte in bici è quindi di circa 5km, non moltissimi, ma sufficienti per sudare. Aggiungeteci che spesso, uscito da lavoro e ingolosito dalla comodità della mia pieghevole, mi invento commissioni da fare pur di scorrazzare in sella.

Nel mio guardaroba non ho giacche particolarmente adatte ad un uso su due ruote e puntualmente finisco col sudare come pochi. Sto quindi cercando informazioni su che tipo di giacca scegliere. Mi piacciono da morire i capi della linea Gore Bike Wear, ne parlano benissimo e non ti fanno apparire come un disadattato se li indossi senza avere una bici sotto il sedere. Purtroppo, essendo capi costosi, vorrei poterli vedere dal vivo prima di acquistarli e qui a Torino non sono ancora riuscito a trovarli :(

In alternativa, dovrei ripiegare sui vari Decathlon & similia, scegliendo magari prodotti che non nascono per la bici, ma che si possono adattare abbastanza bene allo scopo. La cosa bella dei capi tecnici è che per stare caldi non servono indumenti voluminosi, anzi. Solo che mi risulta complicato capire la tenuta di un capo senza averlo provato.

La mia domanda quindi è: quanto tiene il calore una giacca in softshell? Se a gennaio, magari con qualche grado sotto lo zero, volessi prendere la bici, come dovrei vestirmi, frugando fra i capi "casual"?
Titolo: abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Novembre 03, 2016, 09:04:02 pm
Ciao!
Hai ragione, Gore bike wear fa capi veramente belli (e buoni). E poi, ti dico, se azzecchi la combinazione giusta (tipo comprarla fra Natale e Capodanno, magari un modello della collezione dell'anno prima, ecc) c'è da cavarsela con un centone (non è che un buon capo deca costi tantissimo meno) e ti dura una vita. Io ricordo una bellissima giacca WindStopper a maniche staccabili (oggi si fa una fatica enorme a trovarle) che ho usato tutti i giorni per quattro inverni.
Con quella e una maglia termica spugnosa Decathlon ci vai anche sottozero (e io non sono uno che giri d'inverno a mezze maniche...).
La domanda è la solita : acqua o non acqua? Quella non è impermeabile, devi pensare ad una mantellina aggiuntiva per le giornate bagnate. Ma non fai molta strada, se hai i parafanghi anche una mantellina da poco (deca economica) dovrebbe reggere quanto basta...
Ciaociao
Tt :

Inviato dal mio ONE E1003 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Manoel - Novembre 04, 2016, 05:09:09 am
Nella mia borsa giro sempre con una mantellina economica di Decathlon proprio per evitare di uscire fradicio da un eventuale acquazzone. In quasi due anni che ce l'ho, però, non l'ho mai usata, perché in caso di forti acquazzoni ho sempre trovato soluzioni alternative per tornare a casa :)

Dell'impermeabilità mi interessa poco quindi, giusto che la giacca regga ad una pioggia leggera, non ad un muro d'acqua.

Il mio problema attualmente è riuscire a trovare un negozio dove vedere dal vivo qualche capo Gore (oltre a non avere una lira, ma quello è un problema cronico).
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: occhio.nero - Novembre 04, 2016, 08:34:18 am
segnalo:


Giacca anti pioggia/vento  traspirante per ciclista urbano
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3656

il poncho mantella
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3341
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: altommy7 - Novembre 10, 2016, 02:39:01 pm
Casa mettere in testa quando piove?Vivo in Inghilterra e ho chiesto a chi di bici ne fa un modo di vivere. Mi hanno risposto nulla poiche' qualsiasi cosa non andrebbe ad incidere sulla visuale. Cosa faccio quindi visto che ho i capelli medio-lunghi?
 Grazie
Titolo: abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: sbatta - Novembre 10, 2016, 02:46:54 pm
Un phon con attacco usb  ;)
Scherzo. Non ti posso aiutare perché io ho i capelli corti/nulli.
Posso però dirti che il cappuccio del poncho sotto il casco a me non da grandi problemi di visuale, è ben ancorato e ruota con la testa
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Sbrindola - Novembre 10, 2016, 02:58:41 pm
idem per me, cappuccio sotto al casco e si evita l'effetto paraocchi
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Novembre 10, 2016, 03:00:27 pm
Ciao!
Io uso casco e, quando piove, copricasco (per capirci, una specie di cuffietta per la doccia da mettere sopra).
Occhio, al negoziante ... please don't ask for a douchebag  ;D ;D ;D
E con questo sistemi la testa, gli occhi sono un altro problema. Qualunque cosa metti te li protegge ma, inevitabilmente riduce la visuale e richiede frequenti passaggi con il guanto (se lo hai) per togliere le gocce e gli schizzi.
ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Novembre 10, 2016, 04:30:10 pm
Per quanto riguarda la visuale, lavo sempre accuratamente gli occhiali da bici con sapone per piatti. Quando piove la superficie delle lenti si bagna meno, le gocce scivolano via più velocemente e la visibilità a mio avviso migliora sensibilmente. Ho anche la sensazione che diminuisca la tendenza all'appannamento....  :-\

In testa anch'io metto il cappuccio del poncio.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Novembre 10, 2016, 04:47:25 pm
Per quanto riguarda la visuale, lavo sempre accuratamente gli occhiali da bici con sapone per piatti.

... sono già partito in direzione cucinotto dell'ufficio ... qui inizia a piovere ...  ;D ;D
ciaociao
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Novembre 10, 2016, 05:08:54 pm
Fammi sapere se funziona solo a me...  ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: TicioTIX - Novembre 10, 2016, 05:49:30 pm
Dopo ti dico ... pensa che da una ricerca volante su Web del perchè funzioni, mi sono trovato uno che consiglia come infallibile lo shampoo+balsamo consigliato da Federica Pellegrini.
Mi sa che proverò anche con il WcNet  ;D ;D ;D
Buona bagnata!
TT:
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: carlo - Novembre 10, 2016, 08:37:04 pm
copricasco giallo fluo della wowow, ed occhiali gialli che permettono di "illuminare" lo sfondo, aumentando la visibilità, se piove molto e si appannano, li tolgo.

Ciao  :)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: occhio.nero - Novembre 16, 2016, 09:26:03 am

i contributi successivi sono stati spostati nella discussione:

occhiali e pioggia
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3419.0

-------------------

da altra discussione:

negli ultimi due mesi mi sono dedicato alla ricerca di abbigliamento tecnico da indossare sotto gli abiti civili per affrontare il rigido inverno torinese.
Dopo un po' di ricerche mi sono imbattuto in una marca che non conoscevo affatto, per cui magari è stranota ai lettori del forum (ho effettuato una ricerca ma non ho trovato alcuna info in post già scritti): la X-Bionic
...............................
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: andrea f - Gennaio 07, 2017, 11:04:56 am
Stamani veramente freddo a Firenze. Polacchine di pelle pieno fiore doppia calza tecnica calzamaglia antivento . Sopra maglietta maglioncino a collo alto e golfino leggero . Sciarpa e piumino  prada di taglio corto che non ingoffa ma tiene estremamente caldo . 1 sottocasco leggerissimo per coprire le orecchie e uno più serio per proteggere dal freddo la capa. Casco . Guanti da moto sobri.
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: boccia - Gennaio 07, 2017, 06:51:58 pm
Oggi ho fatto una breve pedalata di pochi km. Non avendo con me la calotta sottocasco che di solito uso in caso di freddo intenso, ho ovviato con il tubolare Buff a mo' di passamontagna e con la cuffietta per la doccia sul casco per evitare che l'aria fredda raggiungesse la testa. Ha funzionato piuttosto bene.

Per le mani ho usato un paio di guanti in lana foderati in Thinsulate. Perfetti.

Temperatura di poco sopra lo zero. Vento sostenuto...
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: acidburn1995 - Gennaio 19, 2017, 11:15:40 am
io sono uccel di bosco sia per qualche piccolo problemino di salute che mi fa soffrire il freddo da cani e ho dovuto rinunciare alla B da novembre e mi sa almeno fino a tutto febbraio. Mi manca tanto. Volevo passare a salutarvi e vedere se c'è qualche novità sull'abbigliamento da gelo ;)
Titolo: Re:abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: Sbrindola - Gennaio 19, 2017, 12:11:06 pm
Bentornata!
Io che patisco solo alle estremità sopravvivo grazie ai guanti riscaldati (http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=10078.msg89690#msg89690) e con questo andazzo prima o poi prendo anche le solette o le calze.
Titolo: abbigliamento invernale (contro il freddo ed altre nefandezze)
Inserito da: acidburn1995 - Gennaio 19, 2017, 03:01:21 pm
Li ho visti! Sembrano una fugata, a prescindere dall'usarli per la bici! Io in realtà mi sa che riprenderò la Brommie a marzo, sparendo i FrecciaBianca dovrò sperimentare il pendolarismo con la die ruote su quel che sarà da marzo in poi e nel frattempo un po' di palestra per aiutarmi a tirare su e giù la bici diventa obbligatoria, dato che sono molto più piccola di quanto fossi lo scorso anno e devo dire che un po' di differenza in quel che sono in grado di sollevare c'è, anche per questo sono entrata in letargo a dicembre, con il giubbottone lo spostamento passivo mi è molto gravoso


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk