Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)  (Letto 91741 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9828
  • attività:
    60%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 09:38:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« il: Luglio 11, 2011, 03:56:06 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
---------------------------------

Citazione da: strangelittle_girl,26/5/2011, 15:06 ?t=55888487&st=0#entry456389609
Ciao a tutti!
prima di tutto mi congratulo per questo interessante forum :)
Scrivo per avere un consiglio. Tra circa 20 giorni inizierò un nuovo lavoro che prevede un percorso da fare in treno (30 Km) oltre ad un tragitto da fare a piedi (2km). Parte di questi 2 Km sono sono di strada provinciale - circa 1 km - dove non sono presenti marciapiedi o un percorso pedonale. In più naturalmente la strada è percorsa anche da camion. Poiché per il momento non ho a disposizione una macchina stavo valutando mezzi alternativi per percorrere quei 4km andata+ritorno. Ovviamente la cosa che mi è venuta in mente è quella di lasciare una bicicletta scassata in stazione sperando che non me la rubino :cry:

Poi casualmente sono finita in questo forum...
La bici pieghevole l'avevo esclusa a priori poiché essendo una ragazza con poca forza :( per me il fatto di piegare e sollevare la bici per portarla sul treno è un problema. Ho provato a sollevare quella che ho trovato la Decathlon (forse era la Hoptown) ma per me è decisamente pesante... (lo so..mi direte di andare in palestra :shifty: ).. Ho visto anche il monopattino sempre venduto alla Decathlon ma ho il dubbio che sia un pò pericoloso sulla provinciale...
Voi che siete esperti mi potreste dare dei consigli? Che dite mi conviene rischiare il furto in stazione o esiste un mezzo di trasporto leggero adatto al mio caso?

Grazie a chi vorrà rispondermi! ^_^


Ciao SLG
benvenuta nel forum.

Di monopattini se ne parla in questa discussione


mentre per la bici da lasciare in stazione, potresti provare con una bella catena antifurto, ma ho paura che per avere un minimo di sicurezza, dovresti spendere almeno 100 euro.

Per il sollevamento della bici: un conto è incollarsela per diverse scale, un conto è invece issarla sul treno una volta che si è sul binario.
Ma ovviamente sono analisi che puoi fare solo tu.

Se riesci a provare più bici pieghevoli, simula un test per capire se sono sufficientemente leggere per i tuoi trasferimenti quotidiani (o se il trasporto passivo ti risparmia di caricarle di peso per lunghi tratti)

Citazione da: strangelittle_girl,26/5/2011, 15:42 ?t=55888487#entry456396001
Ciao Federico, ho letto la discussione sui monopattini, è anche per questo che lo escluderei... per quanto riguarda la bicicletta pieghevole, sul mercato qual'è la più leggera?
domanda forse un po' troppo riduttiva.
Chissà, magari la A-bike: http://bicipieghevoli.forumfree.it/?t=53720223 .... o questo prototipo in carbonio http://bicipieghevoli.forumfree.it/?t=54383961

:blink:

ma il problema credo sia un po' più complesso (e coinvolge altri fattori come la guidabilità, la robustezza, il prezzo...)

Ancora una volta: potremmo parlare ore e ore, ma credo che una prova su strada sia inevitabile. Solo così ti potrai rendere conto di cosa sia meglio per te.

Se non hai questa possibilità..... devi andare alla cieca.
Ma questa è solo la mia idea.

Citazione da: strangelittle_girl,26/5/2011, 16:21 ?t=55888487&st=0#entry456402383
Citazione da: Peo 76,26/5/2011, 16:15 ?t=55888487#entry456401490
Ciao Strange Little Girl.

Proprio questo pomeriggio alle 18.30 mi vedrò con un altro iscritto a questo forum alle Colonne di San Lorenzo. Avrai la possibilità, se ti va di fare un salto, di vedere e provare una Dahon (che comunque pesa come una Hoptown del Decathlon) ed una Brompton.....e se sei fortunata anche una simil-Graziella :-)
Ciao Peo! Grazie ma purtroppo al momento lavoro fuori Milano e torno tardi :(
La Brompton quanto pesa? Sembra difficile da piegare... La Graziella anni 60 ce l'ho..ho provato sul treno a caricarla (senza piegarla), fare le rampe di scale ed il percorso indicato su ed è stato un vero travaglio per me... non posso pensare di farlo tutti i giorni :( Per i ragazzi è più semplice e magari anche per le ragazze forzute.. io sono un vero rottame a livello di forza nelle braccia !

Citazione da: svirgoletta,26/5/2011, 21:43 ?t=55888487&st=0#entry456456291
Se posso darti un consiglio non è solo il peso il parametro da guardare, ma anche la comodità del trasporto passivo perchè se si porta con facilità il problema si ridimensiona. La Dahon la spingevo la Brompton la tirerò a mo' di trolley.
Fattezze e prezzi diversi. Non ho ben capito se la Hoptwon si può spingere come la Dahon. sarebbe un buon compromesso per il portafoglio e per cominciare con la pieghevole.

Citazione da: Jaaymz,27/5/2011, 02:52 ?t=55888487&st=0#entry456484671
Sono d'accordo con quello che dice svirgoletta, il fattore peso nelle biciclette pieghevoli può essere relativo proprio perchè risolto dal <u>trasferimento passivo</u>, ad esempio la Brompton la tiro come se fosse un trolley quindi mi tocca sollevarla solamente per caricarla sul treno e quando devo scendere...quindi quanto? 10 secondi?

Detto questo ha ragione Occhio.Nero: la prova è l'unica via.
Sono anche io di Milano e se vuoi i nomi di un paio di posti dove sono stato, e ho trovato tutte le risposte alle domande che avevo e dove ho potuto provare diversi modelli, puoi provare da:

- Equilibrio Urbano</u> in Via Pepe, quartiere Isola.

- La Stazione Delle Biciclette alla fermata del Metro di San Donato.

Ad ogni modo i parametri da valutare sono tanti, non c'è solo il peso ma anche il comfort, la stabilità e la robustezza della bici, insomma tutte questioni a parer mio non secondarie ma altrettanto importanti.
Secondo me pieghevoli da 5kg è difficile trovarne, io non ne conosco, e con un peso del genere rischieresti di avere un giocattolo più pericoloso che altro, infatti forse è meglio (parere personalissimo eh :)) avere una bici che pesa 10-11 kg, che puoi trasportare comodamente senza sollevarla quando è piegata e che ti permette di non avere i sudori freddi quando ci pedali da aperta, soprattutto se fai un pezzo di strada su una provinciale.

Ah io escluderei anche il monopattino, soprattutto su una provinciale!
Tienici aggiornati su come procede la tua ricerca!

;)

Citazione da: strangelittle_girl,27/5/2011, 08:53 ?t=55888487&st=0#entry456490524

Ciao Jaaymz,
ti ringrazio per i nomi dei due rivenditori domani ci farò un salto.. avete perfettamente ragione quando dite che il peso non è l'unico fattore rilevante..per me però è uno dei principali..in una situazione normale - e soprattutto in un Paese dove le barriere architettoniche sono combattute - si tratterebbe solo di sollevarla per 10 sec. purtroppo le stazioni dove devo passare hanno delle belle rampe di scale quindi la bici la dovrei sollevare purtroppo.
Poi mi immagino anche in tutte quelle situazioni in cui per fare un esempio banale non si apre la porta del vagone e quindi ti devi spostare velocemente da una parte all'altra cercando di non investire gli altri passeggeri, oppure quando ti cambiano il binario all'ultimo momento (vi sembrerò paranoica lo so...). Vi farò sapere i prossimi sviluppi!!! Grazie per adesso ^_^

Citazione da: svirgoletta,27/5/2011, 10:14 ?t=55888487&st=0#entry456496345
No, no è giusto valutare tutto perchè poi sarai soltanto tu ad utilizzare la bici.
Roma non è affatto più civile di Milano, in termini di scivoli e scale mobili. Pur tuttavia se è fattibile utilizzare la pieghevole qui senza sforzi immani non dovresti avere troppi problemi.
Ahimè, se cambia il binario all'ultimo momento non c'è molto da fare (spesso anche a piedi) e spesso ho cercato ascensori che a piedi non avrei mai cercato.

Insomma vedi un po' te. Io la trovo comunque utilissima, ad avercela avuta ieri che la metro qui era rotta...

Citazione da: strangelittle_girl,27/5/2011, 16:35 ?t=55888487&st=0#entry456545223
Rieccomi prima del tempo!
Dunque approfondendo l'argomento e leggendo su altroconsumo l'articolo sulle bicichette pieghevoli direi che potrebbero fare al caso mio (verificando la guida) la STRIDA 5.0 o la Brompton S2L. La prima pesa 9.8 kg e la seconda 10.6 Kg. Della Strida mi piace il fatto che si possa muovere come un trolley rimanendo con le ruore a terra anche da piegata...sembra un pò un giocattolino più che una bicicletta e dovrei provarla perchè la postura sembra poco naturale..Altroconsumo indica come pro che si piega con facilità il che mi interessa molto (poiché oltre ad essere priva di forza sono anche imbranata :P ) La Brompton sembra una bicicletta più seria...unica nota dolente in entrambi i casi: il prezzo <_<
Sto cercando in rete se trovo qualche modello usato\in saldo...


Citazione da: Jaaymz,27/5/2011, 16:52 ?t=55888487&st=15#entry456547616
Ahimè conosco bene le corse dell'ultimo minuto per spostamento del treno al binario X oppure le porte che non vanno...insomma gli inconvenienti che quotidianamente ci sono se ci si sposta coi mezzi.
Diciamo che la fatica che si fa in quei casi è ben ricompensata dalla comodità che in generale mi da muovermi con la pieghevole, in termini di costi, guadagno di tempo, comodità e autonomia negli spostamenti.

Ma fai bene a considerare bene ogni aspetto dato che, come giustamente dice svirgoletta, sarai tu a dover usare la pieghevole.

Per quanto riguarda i costi...sì le pieghevoli costano e non poco ma credo che valgano fino all'ultimo centesimo proprio perchè sono un prodotto molto molto particolare e credo valga la pena investire un po' su sicurezza e qualità.
Anche la facilità di piega non è un problema, quale che sia il <u>meccanismo di piega</u>, dopo poco il gesto diventa quasi automatico e neanche ci pensi più.

Ad ogni modo tieni presente che i due negozi che ti ho linkato nel post poco sopra sono uno rivenditore ufficiale Dahon (Equilibrio Urbano) e l'altro rivenditore ufficiale Brompton (La Stazione Delle Biciclette), per la <u>Strida</u> purtroppo non saprei aiutarti, sorry! ;)

...........................
4) Trasportabilità: quando ho aperto e provato per la prima volta la bici mi ha spaventato il peso e il fatto che i vari snodi fossero molto duri. Il problema peso in realtà non sussiste, almeno per quanto mi riguarda anche perché ho calcolato (e nell'uso quotidiano i miei calcoli si sono rivelati esatti) che i momenti in cui sollevo la bici sono pochi: quando scendo 3 gradini del mio portone e quando devo scendere e salire dal treno, quindi il peso non lo sento affatto. Quando invece scendo e risalgo dal sottopassaggio che unisce i binari la bici necessariamente la sollevo da aperta quindi nessun problema. La questione snodi come mi aspettavo si è risolta con il tempo, adesso sono più morbidi e la velocità di piega/spiega si è sensibilmente ridotta, certo però non al pari di altre bici con meccanismo di piega simil Brompton/Jifo/Tern P9.
...................

.......................
in quanto ad i pesi sappi che trovo molto importante quanto siano distribuiti, mi spiego portare su per le scale di casa mia 3 piani e 1/2 una bici da 12 kg ma ben bilanciata da piegata e salirne una da 10 ma scomoda da portare ha la sua importanza.
............................

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Marzo 10, 2017, 08:31:46 am by occhio.nero »


Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9828
  • attività:
    60%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 09:38:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #1 il: Luglio 11, 2011, 04:08:59 pm »
Citazione da: Peo 76,27/5/2011, 17:52 ?t=55888487&st=15#entry456556351
Per la Strida ti aiuta il Peo.
C'è un negozio di nautica in Via Mantegna a due passi dal quartiere cinese; si chiama i "40 Ruggenti" e la propone scontata a 599 euri anzichè 699.
Questo è il loro sito: http://www.i40ruggenti.it/index.asp?pid=AC...a=no&offerte=no
E se sei brava a contrattare, forse riesci a fartela scontare ulteriormente :rolleyes:
Mi raccomando provala molto accuratamente.....la Strida, oltre ad essere la più "simpatica" delle pieghevoli è forse anche la più "strana" da condurre.

Citazione da: SGiallo,28/5/2011, 18:24 ?t=55888487&st=15#entry456685180
Ciao strangelittle_girl, come forse avrai letto nel forum io sono possessore di una copia cinese della Strida........... non si può certo dire che la qualità sia paragonabile all'originale ma la copia è molto fedele in quanto a proporzioni e peso, io sono di Milano e se vuoi fare una prova i primi giorni di settimana prossima io lavoro in zona piazza Cadorna e se non piove sarò sicuramente con la Strida.

Come ho già scritto la Strida oltre ad essere una delle più leggere si piega veramente in 10 secondi e si riesce a trasportare molto velocemente perchè la si spinge a mo' di aspirapolvere sulle ruote principali che sono da 16" senza dover utilizzare delle ruotine da skateboard o peggio. Detto questo la versione sx con ruote da 16 ha un solo rapporto e difficilmente riuscirai ad andare a più di 16-18 km/h e questo su una statale non è il massimo anche perchè le ruote da 16 non sono il massimo se ci sono delle buche. La Strida produce anche la versione con ruote da 18 che dovrebbe consentire velocità fino a 24 km/h oppure una con ruote da 16 ma con 2 rapporti e velocità fino a 25 km/h........ io queste non le ho provate ma tieni conto che i prezzi sono ancora più alti.

In tema di prezzi nel post della Strida si è presentato l'importatore ufficiale che è un ragazzo di Roma e che dice che ogni tanto ha delle occasioni, se ti decidi conviene prima sentire lui.

Ciao!


Citazione da: strangelittle_girl,30/5/2011, 16:09 ?t=55888487&st=15#entry456915933
Ciao SGiallo, ti ringrazio per il consiglio.. nel frattempo sabato pomeriggio ho fatto un giro in due negozi per vedere di provare - soprattutto a sollevare :D - qualche bici..
Sono andata al negozio di biciclette al Portello (zona Certosa) e lì ho visto una bici interessante visto il prezzo (alto ma sempre meno delle altre) di Atala modello Folding 1V colore blu.. ho provato a sollevarla e ce la facevo senza grossi problemi. Quella dovrebbe essere un 10kg, guidarla non è male - certo non è come una bicicletta normale - però abbastanza comoda. L'unica pecca è la chiusura che non ha il blocco in posizione chiusa e non si può trascinare. Prezzo 239 euro.
Poi sono andata da Equilibrio Urbano in via Pepe dove un ragazzo molto disponibile mi ha recensito per filo e per segno le bici Dahon..devo dire care ma belle...
Queste mi sanno già più di "biciclette serie", in particolare mi piaceva un modello (di cui scusate non ricordo il modello), peso circa 10 kg, senza cambio e aveva la particolarità di avere il freno posteriore nel pedale ..ovvero la frenata della ruota posteriore si azionava pedalando all'indietro (scusate in gergo tecnico non so come si dica :P ).
Ora a parte questo particolare del pedale-freno che sinceramente un pò mi spaventa in quanto prevedo ruzzolone, la bici era molto bella..provandola si sentiva che era più "solida" rispetto all'Atala, la chiusura molto veloce ed efficace, la bici da chiusa si blocca in posizione e si può anche trasportare trascinandola come un trolley. Inoltre cosa molto divertente, aveva la pompa per gomme professionale integrata nella canna della sella...insomma sarà dovuto al fatto che al ragazzo gli brillavano gli occhi mentre ne parlava - era un vero appassionato - o sarà dovuto al fatto che effettivamente la bici meritava..ma sta di fatto che mi ha convinta... ovvimanete l'unica pecca i 600 euro di prezzo!
Se pensassi di usare la bici al di là di quei 4 km al giorno x il lavoro sinceramente ci investirei su prendendo un buon modello, andare in bicicletta è una cosa che mi è sempre piaciuta però razionalmente penso che opterò per il trasporto di una bici in stazione finché non me la rubano..in quel caso opterò per una bici pieghevole tipo atala a "basso" costo..anche se la dahon.... :wub:



Citazione da: Jaaymz,30/5/2011, 19:55 ?t=55888487&st=15#entry456953015
La Dahon che hai visto è la Mu Uno, stupenda come linea, molto leggera ed essenziale.
Peccato per il freno contro-pedale che anche a me non è che abbia convinto più di tanto...


Citazione da: Sbrindol@,31/5/2011, 14:21 ?t=55888487&st=15#entry457043388
Confermo anche io i dubbi riguardo al contropedale, non perche' non funzioni come sistema, ma per l'efficacia rispetto alla presenza ANCHE del freno anteriore.
Sara' che prediligo la guida "sportiva" ma questa soluzione la vedo poco indicata specie quando le condizioni di grip si fanno scarse... una frenata improvvisa su bagnato o brecciolino e fermarsi per tempo diventa dura.
Se non erro comunque la Mu Uno viene fornita completa di freno anteriore, accordandosi con il venditore se al ritiro lo si vuole installato oppure a parte.

strangelittle_girl inoltre non devi scordare che l'assenza di parafanghi, se intendi usarla per andare a lavoro, non e' secondaria se si vuole raggiungere il posto di lavoro sempre presentabili.
Anche io subisco il fascino di queste bici minimal che sono di moda ultimamente (soprattutto in versione non pieghevole), purtroppo pero' la praticita' nell'uso quotidiano impone dei limiti: ho sempre avuto bici SENZA parafanghi, ma potevo decidere io se andare o meno in giro e sapevo che durante una scampagnata potevo rischiare di prendermi una bella doccia.
Senza ipotizzare di ritrovarsi sotto il diluvio, e' sufficiente un lavaggio strade appena effettuato, qualche pozzanghera lasciata da un temporale estivo o altro per insozzarsi.
Valuta se avrai sempre la scelta di decidere di lasciare la bici a casa se le condizioni non saranno favorevoli oppure se e' meglio tutelarsi e prendere qualcosa di piu' sfruttabile.

Ho seguito la discussione e vedo che il fattore peso e' fondamentale: ci tengo pero' a ricordare che si puo' spendere meno di 600 euro (IMHO la Mu Uno e' la Dahon con uno dei peggiori rapporti qualita' prezzo.... sempre frutto del fattore "moda del momento") ed avere una Dahon DHG7 o Speed P8 a MENO di quella cifra, spedizione inclusa, prendendosi la briga di cercare un po' online su siti di rivenditori tedeschi o inglesi.


Citazione da: Sbrindol@,31/5/2011, 15:00 ?t=55888487&st=15#entry457050447
qualche sito per l'acquisto: ebay puntando ai rivenditori tedeschi... dagli stati uniti ci sono prezzi migliori solo in apparenza: una volta considerate le spese di spedizione e la dogana non sono piu' convenienti.
Alcuni dei rivenditori tedeschi presenti su ebay hanno anche il loro sito personale (hotopp-24.de - derfaltradshop.de) ed effettuano spedizioni a prezzi ragionevoli (30 euro circa).
Magari spendi la stessa cifra della Mu Uno, ma ti ritrovi con marce e parafanghi... e purtroppo qualche chilo in piu'.

Citazione da: strangelittle_girl,2/6/2011, 18:17 ?t=55888487&st=15#entry457386609
Nel frattempo non ho avuto tempo per passare a veredere le Brompton dal vivo :wub: (a questo punto andrò sabato)...Stilisticamente la Brompton la vedo più vicina a me, mi piace molto il fatto di poterla personalizzare, considerando che mi sto sempre più convincendo nell'acquisto nonostante i costi, a questo punto mi interesserebbe una pieghevole adatta un pò a tutte le circostanze (non solo al tragitto casa lavoro) ma che comunque mantenga il peso non oltre i 10 Kg. Insomma non una bicicletta per la vita ma qualcosa del genere...Adesso sono più orientata verso un modello Brompton, anche perchè come dicevo mi piacciono esteticamente (per quello che posso vedere dal sito). Ma a livello di performance forze le Dahon forse sono migliori...che confusione! Non essendo esperta faccio parecchia fatica a capire le differenze più tecniche :wacko:

Citazione da: Jaaymz,7/6/2011, 01:18 ?t=55888487&st=15#entry457980177
Non tutti la pensano così ma: le Brompton non hanno niente da invidiare alle Dahon in termini di performance, solidità e caratteristiche tecniche.

Chi scrive possiede sia una <u>Brompton</u> (una splendida M2L) che una Dahon (una <u>Speed P8</u> con cui è stato amore a prima vista) quindi il mio non è un discorso "di parte", semplicemente posso sfatare il mito che le Dahon sono solide e le Brompton sono eleganti ma meno performanti.

Sono due pieghevoli diverse, ma entrambe eccellenti, robuste e sicure allo stesso modo.
Forse un vantaggio della Brompton, ma questo è un parere personalissimo, è che essendo più piccola è più semplice da usare per l'intermodalità quotidiana essendo più leggera e meno ingombrante.
Altro vantaggio che mi viene in mente così su due piedi è la maggiore agilità di guida rispetto alla Dahon, che è sicuramente più stabile sul bagnato e sui binari ma meno scattante e agile dell'inglesina.

Discorso incasinato?
Mi sa di sì ma è tardi e oggi sono supercotto, abbiate pietà di me! :D

Citazione da: strangelittle_girl,7/6/2011, 12:16 ?t=55888487&st=15#entry458006731

Grazie, la risposta di un possessore di un modello Brompton e di una Dahon, mi è molto utile... purtroppo ancora non ho avuto il tempo di passare alla Stazione delle Biciclette e lì spero di avere altri indizi.. Per istinto mi piace più la Brompton però poichè l'uso principale che ne farei è per l'intermodalità quotidiana la caratteristica essenziale è la leggerezza (indicativamente preferirei non superare i 10 Kg). Purtroppo ho visto che la Brampton inizia a pesare se la personalizzi con marce ecc. quindi non so se alla fine mi conviene. Dovrei non metterci le marce ma un pò me ne dispiace, va bene che l'obiettivo leggerezza è intrascurabile per me però non voglio sacrificare la versatilità della bicicletta perché volendo magari portarmela in vacanza non vorrei essere troppo in difficiltà perché non ha le marce.
Una cosa mi chiedo da perfetta ignorante in materia . Ho visto che sul listino Brompton c'è scritto "Numero di velocità e sviluppo metrico" e "opzioni sviluppo metrico ridotto o incrementato"..qualcuno sa spiegarmi con parole semplici :P il significato di queste opzioni? :(

Per il resto a parte il dubbio sulle marce come sopra citato ( e penso che per ridurre il peso opterei per un 2 o per un 3), direi che sono indirizzata su una L (con parafanghi e senza portapacchi), con luci (considerando che prevedo di usarla anche con il buio), a batteria LED oppure a dinamo nel mozzo Shinamo (le seconde sono migliori?) tubo sella penso normale, la sella Brooks B17 Special donna (mi piace molto, sperando che sia comoda), ammortizzazione e manubrio non saprei che scegliere. Per gli accessori sicuramente e.wheels, cover e sono indecisa per la borsa.

Per quanto riguarda una eventuale alternativa Dahon, visto il peso di soli 8,3 Kg sarei orientata sulla Mu SL. Qualcuno la conosce o la possiede?


Citazione da: Jaaymz,7/6/2011, 15:31 ?t=55888487&st=30#entry458037424
Ci provo ma è molto probabile che dica un po' di idiozie quindi nel caso correggetemi se sbaglio.
Lo sviluppo metrico è lo spazio che la bicicletta percorre con una pedalata, cioè con un giro completo del pedale, nel caso della Brompton con una marcia siamo intorno ai 5, 94 metri (non sono andato a guardare quindi magari è sbagliato ma chissene).
Ogni marcia ha quindi un diverso sviluppo metrico, una marcia leggera avrà uno sviluppo metrico basso e viceversa una più "pesante" ti permetterà di percorrere più metri con una pedalata.

Le opzioni di riduzione e incremento ti permettono di diminuire oppure aumentare lo sviluppo metrico della bicicletta di qualche cm, in modo che se per esempio il modello a tre rapporti per te è troppo duro puoi diminuire lo sviluppo metrico e avere una bicicletta che magari va meno veloce ma per te è più "suitable".
Al contrario se per te i rapporti sono troppo morbidi, e se è possibile farlo, puoi aumentarne lo sviluppo metrico in modo da avere una bici che spinga di più.
Le percentuali che leggi sul listino Brompton indicano di quanto puoi aumentare o diminuire, rispetto al modello standard, lo sviluppo metrico.

Ripeto, se ho scritto delle eresie correggete pure, questo è quanto ne ho capito io sull'argomento.

Per quanto riguarda il discorso luci il mio consiglio, se vuoi mantenere la bici leggera, è di prenderla senza luci.
Puoi mettere delle luci a LED di decathlon che costano pochissimo e pesano quasi niente: risparmi un po' sul costo finale della bici e la rendi comunque leggera ed essenziale.

Io ad esempio me la sono cavata con questa luce posteriore:



un po' pacchiana ma pur sempre efficace, e con <u>la luce anteriore della b'twin di Decathlon</u>.

Per quanto riguarda il discorso rapporti forse la monomarcia è un po' troppo essenziale, se l'utilizzo è prettamente cittadino la soluzione a due rapporti è perfetta (secondo me ovviamente), uno più leggero per le partenze e l'altro, non troppo distanziato, per la velocità di crociera.
Il cambio a tre della Brompton è invece più pesante in termini di peso finale della bici e secondo me ha troppa distanza tra un rapporto e l'altro.

L'unica è fare una prova, anche per il discorso manubrio, così capisci quale per te è il più comodo. ;)


Citazione da: strangelittle_girl,7/6/2011, 16:08 ?t=55888487&st=30#entry458043984
Grazie sei stato molto chiaro...solo una cosa, cosa intendi per velocità crociera? Io la userei prevalentemente in città o cmq in strade prevalentemente asfaltate quindi forse andrebbe bene il 2 rapporti + sviluppo metrico, ha senso?
Ovviamente non posso escludere la presenza di solite e discese... mmm...che dilemma.... per adesso cmq l'uso prevalente è lavoro + uscite domenicali\vacanze. Per le gomme non vorrei mettere le standar perchè il tratto di strada che faccio è di campagna e preferirei una gomma non troppo liscia, che differenza c'è tra la Marathon e la Kojak? Per le luci vedo se c'è qualcosa alla dechatlon.. in effetti quelle Brompton sono un pò care e se pesano non è il caso...
La prova cmq la faccio di sicuro! Non vedo l'ora :P Non pensavo che mi sarei fissata così è grave?? :lol:

non compratela perke non ha le marce,e soprattutto per una donna non va bene.in quanto si stancano facilemente e nelle salite poi scendono a piedi.poi fate voi.calcolando poi poi che è d acciaio e s arrugginisce e che pesa 16 kg...beh è tutto dire.una cosa è buona:l estetica.punto.spendi 50 euro in piu e te la pigli in alluminio e con le marce.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Luglio 17, 2013, 02:06:03 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9828
  • attività:
    60%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 09:38:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #2 il: Luglio 11, 2011, 04:09:14 pm »

Citazione da: Jaaymz,7/6/2011, 16:56 ?t=55888487&st=30#entry458052742
No tranquilla, fissarsi per le pieghevoli è quasi inevitabile! :lol:

Dunque per velocità di crociera intendo la velocità che raggiungi quando, una volta partita e cambiato marcia dalla prima alla seconda, stai andando in un rettilineo o per la strada.
Non è un termine tecnico, solo un modo di dire.

Per la scelta dei rapporti anche qui l'unica soluzione è fare tu una prova delle diverse soluzioni, tieni a mente cosa ti serve davvero e quale uso ne farai e poi decidi.
Una sola precisazione: lo sviluppo metrico è una sorta di unità di misura che vale per tutte le biciclette, non è un qualcosa che si può aggiungere o togliere ad un modello, semplicemente serve ad indicare quanto spazio percorre la bicicletta con una pedalata.
A seconda dei modelli e del tipo di bicicletta lo sviluppo metrico può variare ma è semplicemente un indicatore di quanto spazio fa la bici con una pedalata.
Il valore cambia sia da un modello all'altro, sia da un rapporto con l'altro, cioè con la brompton a due velocità usando la prima marcia e facendo solo una pedalata percorri ad esempio 4 metri, mettendo invece la seconda marcia e facendo una pedalata ne percorri quasi 6.
Proprio questi due valori (quattro metri per la prima marcia e quasi sei per la seconda) sono lo sviluppo metrico dei singoli rapporti nel modello a due velocità.
Questi valori possono diminuire (mi pare che nella due velocità non si possa incrementare lo sviluppo metrico ma solo diminuirlo del 7% e 18%) su tua richiesta se nel momento dell'ordine decidi di volere la Brompton con uno sviluppo metrico diminuito.
Una volta arrivata la bicicletta, quale che sia lo sviluppo metrico questo resterà fisso, non è una cosa che si cambia mentre si pedala.
Non so se poi si possa ulteriormente modificare e tornare al valore standard oppure diminuirlo ulteriormente da 7% a 18% ma cmq non fissarti su questa cosa che oltre ad avertela spiegata male non è marginale se non hai esigenze particolari.
Spero sul serio di non averti confuso le idee e di non aver scritto eresie!

La differenza tra le Marathon e le Kojak è che quest'ultime sono molto leggere, liscie e sostanzialmente più veloci.
Non penso vadano bene per le strade di campagna perchè sono più scivolose e più facilmente soggette a forature.
Le Marathon invece sono l'ideale per quello che mi dici perchè sebbene più lente e un filo più pesanti hanno una tenuta di strada migliore e un rivestimento in kevlar che le rende più resistenti ad eventuali forature.

Una settimana fa ero al parco di Monza con un amico, anche lui in Brompton, e sullo sterrato lui con le Kojak ha forato.

Cmq ti dico, le mie sono info parziali, cerco di essere d'aiuto ma la cosa migliore è fare una prova di persona ed esporre al rivenditore tutti i dubbi vari ed eventuali.

:)

Citazione da: Jaaymz,7/6/2011, 16:56 ?t=55888487&st=30#entry458052742
A seconda dei modelli e del tipo di bicicletta lo sviluppo metrico può variare ma è semplicemente un indicatore di quanto spazio fa la bici con una pedalata.
si parla di sviluppo metrico anche nella discussione  trasmissione ntro su cambio e marce

Citazione da: strangelittle_girl,8/6/2011, 09:02 ?t=55888487&st=30#entry458143088
Grazie per le risposte!
Jaaymz ho capito la tua utile spiegazione sullo sviluppo metrico e non preoccuparti farò l'interrogatorio anche alla Stazione delle Biciclette! :P Era giusto per arrivare un pò più preparata, purtroppo io abito dall'altra parte della città e la sera dopo lavoro non faccio in tempo ad andare a fargli una visita... devo comprimere tutto - forse anche l'acquisto - il sabato <_<
Spero che siano disponibili come voi di questo forum!!! Però loro hanno sia le Dahon che le Brompton quindi è d'obbligo San Donato :rolleyes:
Andrò con la coinquilina ciclista interessata alle Dahon (Vector x10 - Speed TT - Mu P8 - Mu SL) ..ci diamo allo shopping da folding bike :lol:

Ultima cosa (speriamo :P ) dato che vorrei prendere la sella Brooks non ci sono le "manopole" del manubrio abbinate?..quelle nere a parte un pò bruttine (secondo me) non sembrano neanche resistenti..cosa sono in neoprene? sembrano quelle dei passeggini...

Citazione da: Sbrindol@,8/6/2011, 12:29 ?t=55888487&st=30#entry458163933
Aggiungo le mie ultime considerazioni e scoperte in materia di scelta del modello sperando che possano tornare utili.
Ieri ho chiesto lumi circa la solidità dei cerchi Kinetix Pro ad Equilibrio Urbano, dal momento che qui sul forum scarseggiano le esperienze in materia: con la solita disponibilità e cortesia che contraddistingue questo venditore, mi e’ stato sconsigliato di optare per un cerchio così “estremo” dal momento che potrebbe rivelarsi più delicato date le condizioni delle strade ed i miei 85 kg.
Inoltre, in caso di danni, non permettono di essere raddrizzati intervenendo sui raggi, che non possono essere tirati.
Mi è stato detto di avere venduto alcuni modelli che li montano e di non aver ancora dovuto fare riparazioni …. comunque non si e’ sentito di raccomandarli anche a fronte di un maggiore costo e tempo di riparazione (va ordinato e sostituito).

Questo mi ha portato ad escludere la scelta della Mu SL … ma non e’ detto che la mia considerazione sia valida anche nel caso di una fanciulla, che pesa sicuramente meno del sottoscritto e cerca la maggiore leggerezza possibile nel mezzo.
Per lo stesso discorso, oltre che per il budget, ho escluso anche altri modelli di punta quali Speed TT o Vector: IMHO sono sicuramente dei mezzi performanti, ma forse un po’ sprecati per un uso quotidiano di mobilita’ mista e conseguenti “maltrattamenti”. Proprio non mi ci vedo a “buttare” quelle bici nel bagagliaio o incastrarle tra i sedili del treno.

Per quanto riguarda gli accessori Brooks, pur ammettendo di non avere esperienza diretta in merito, IMHO eviterei usare accessori in pelle su un mezzo su cui si pensa di poter prendere intemperie. Sulla validita’ delle manopole Biologic non avrei dubbi: ho avuto modo di provarle per una 20ina di km su di una bici a noleggio presa a Monaco di Baviera nello scorso weekend (vero paradiso in terra per ciclisti e mobilita’ mista) e le ho trovate molto comode e solide.

Per le luci confermo quanto gia’ detto da Jaaymz: l’aumento del peso e costo per una dinamo integrata nel mozzo possono essere tranquillamente evitati a meno di non dover usare sistematicamente la bici in notturna…. quelle citate a led e batterie fanno il loro dovere quando necessario e se non servono si tolgono in un attimo. Io le usavo per andare a correre a piedi e devo dire che anche in termini di durata delle batterie sono ottime.


Citazione da: Jaaymz,9/6/2011, 01:07 ?t=55888487&st=30#entry458288529
Citazione da: strangelittle_girl,8/6/2011, 09:02 ?t=55888487&st=30#entry458143088
Grazie per le risposte!
Jaaymz ho capito la tua utile spiegazione sullo sviluppo metrico e non preoccuparti farò l'interrogatorio anche alla Stazione delle Biciclette! :P Era giusto per arrivare un pò più preparata, purtroppo io abito dall'altra parte della città e la sera dopo lavoro non faccio in tempo ad andare a fargli una visita... devo comprimere tutto - forse anche l'acquisto - il sabato <_<
Spero che siano disponibili come voi di questo forum!!! Però loro hanno sia le Dahon che le Brompton quindi è d'obbligo San Donato :rolleyes:
Andrò con la coinquilina ciclista interessata alle Dahon (Vector x10 - Speed TT - Mu P8 - Mu SL) ..ci diamo allo shopping da folding bike :lol:

Ultima cosa (speriamo :P ) dato che vorrei prendere la sella Brooks non ci sono le "manopole" del manubrio abbinate?..quelle nere a parte un pò bruttine (secondo me) non sembrano neanche resistenti..cosa sono in neoprene? sembrano quelle dei passeggini...
Vai tranquilla che alla Stazione sono davvero disponibili.
Solo preparati che non è detto che abbiano in negozio esattamente il modello che vuoi tu (parlo della brompton che in genere ci si fa fare su misura) quindi magari dovrai ordinarla configurandola insieme a loro, provarne qualcuna, ascoltare i loro consigli e poi via!
In un mesetto ti arriva pronta e fiammante la brommie!

E si hanno anche le Dahon...insomma hanno davvero tutto!
Per le manopole non credo ci siano opzioni con quelle in pelle ma non penso avranno problemi a ordinartele dalla brooks e a metterle sulla tua bici.

:)


Citazione da: strangelittle_girl,12/6/2011, 16:10 ?t=55888487&st=30#entry458796161
Eccomi di nuovo qui| :P Felice di annunciarvi che da mercoledì sarò una Bromptoniana! :lol:
Sabato sono passata dalla Stazione delle Biciclette e ho dato l'acconto per la mia Brommie S2L che non vedo l'ora di usare tra le strade di Milano e non!
Oltre alla Brommie c'è stato un ulteriore colpo di fulmine della mia amica per una Dahon Smooth Hound , il ragazzo del negozio ci ha detto che era un modello particolare con gli ammortizzatori davanti, un modello non italiano e ci ha proposto uno sconto..così dato l'innamoramento la mia amica l'ha preso, lo ritirerà mercoledì.
Però oggi ho visto sul sito Dahon che è uscita la versione 2010 della Smooth Hound che è addirittura pieghevole... quindi deduco che quello sia un modello vecchio (2008). Ora a parte l'annata :P secondo voi è convenuto l'aquisto? Ho fatto una breve ricerca su google e la versione nuova del sito Dahon mi pare costi sui 1000 euro mentre quella che ha preso lei l'ha pagata 770 euro (www.google.it/imgres?imgurl=http://...ved=0CF0Q9QEwCQ questa per intenderci)
Voi che dite?

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9828
  • attività:
    60%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 09:38:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #3 il: Ottobre 09, 2011, 09:47:46 pm »
"sto cercando qualcosa anche di più piccolo della Brompton, tipo la sinclair....qualcosa insomma per le signore che non riescono a tirar su 10 kg"

Il problema del peso (per le donne ma non solo) non è affatto secondario.
Si può pensare di ridurre al minimo gli accessori (es: portapacchi, parafanghi, ...) e di investire parecchio sui materiali (telai in leghe speciali e componenti ultraleggeri), ma ho paura che siano scelte non alla portata di tutti.

In alternativa, si può pensare a:
1) dare la precedenza a modelli di pieghevoli il cui  trasferimento passivo risparmi la persona dal caricarsi di peso la bici una volta piegata   
2) valutare attentamente i percorsi passivi, evitando/riducendo i tragitti dove siamo costretti a prendere la bici "sottobraccio"
 

PS: La A-Bike  Sinclair è molto leggera, ma ho paura che il suo campo di utilizzo sia particolarmente ristretto. (vedasi la relativa discussione: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=158.0).  Chi la voglia comprare, non credo possa esimersi dal farlo a scatola chiusa.. meglio provarla prima, per capire se va incontro alle proprie necessità.

PS: segnalo la discussione: "Pesi Hoptown" http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=511


segnalo da altra discussione:
Condivido quanto dici per il discorso del peso: purtroppo le donne non sono facilitate nel trasporto passivo e scendere sotto i 9 kg è veramente dura.
Potresti valutare in futuro di mettere un tubo sella nuovo (quello con la pompa pesa sicuramente di più rispetto ad uno standard) e cambiare cerchi, ma il risparmio in peso non è radicale... specie in rapporto al costo dei cerchi Kinetix ultraleggeri.

riporto da altra discussione:

I marchi più blasonati hanno modelli che viaggiano intorno ai 9 kg ma non sono la "normalità": diciamo che il peso medio è più facile che si assesti intorno ai 10-11 kg.
QUI puoi vedere un esempio: la Mu di mia moglie scende sotto i 10 kg, ma la Speed e la Jetstream sono poco sopra i 12 kg.

da altra discussione:
[...] Ci tenevo ad aprire questo post, oltre che per i ringraziamenti, perché (ho notato) manca una presenza femminile all'interno del forum. Certo è facile parlare di piegare, alzare, issare, trasportare una bici quando si è un bel maschione di 1.80... ma una ragazza di un 1.60 normodotata può farlo? e come?

Mi rivolgo a voi donne che considerate una pieghevole: SI PUO' FARE!!!!
Certo con un pò di accortezze in più, ma ci si organizza!

da altra discussione, sulla Strida:

...................parlando della evo che ho sottomano ora posso dire che come contro abbiamo che le dimensioni da chiusa non sono cosi' trascurabili (con le ruote da 18 e' come avere un figliolo di 10 anni accanto!!) - probabilmente sull'autobus all'ora di punta fa piu' comodo avere una brompton - e anche il peso di 13 kg non e' trascurabilissimo:
ma anche qui .. se si devono salire e/o scendere mille scalini o cambiare 20 mezzi pubblici a tratta puo' rappresentare un problema .. se invece si fa bici treno bici 4 sollevamenti di 13 kg al giorno si possono sempre fare!
.............

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Luglio 18, 2013, 10:19:10 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Nov 2011
  • Località: Sesto Fiorentino
  • Post: 3221
  • attività:
    25%
  • Reputazione: +100/-2

+Info

  • Last Active:Luglio 12, 2019, 10:22:58 am
      • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #4 il: Marzo 02, 2012, 01:12:54 pm »
Ho trovato un difetto alla Brompton che mi spinge a prendere in considerazione l'ipotesi di comprare un'altra pieghevole. Il difetto è che una volta a settimana circa (talvolta pure due!) resto a piedi.
Per il semplice motivo che la prende mia moglie, stufa del traffico o per muoversi più comodamente quando, per lavoro, deve talvolta raggiungere il centro di Firenze. In quelle occasioni mi ritrovo tristemente a raggiungere il lavoro in auto, guardando con invidia, pensate un po', anche i possessori di vecchie bici da 26 pollici o più....
Alla sera la coltellata: mia moglie che mi dice che la Brompton è molto comoda, ma lei fa fatica a spostarla da chiusa quando deve fare le scale del sottopasso ferroviario...
A questo punto mi provoca ed io quasi quasi le regalo una pieghevole tutta sua. Non sarà una Brompton, non perché non sia soddisfatto della mia, ma perché lei ha esigenze diverse che forse mi permettono anche di spendere una cifra inferiore.
Le prerogative sono:
1) leggera (la mia Brompton M6L fra doppio cambio, parafanghi, sacca, lucine ed impermeabile al seguito credo sfiori i 13kg)
2) leggera (tanto per ribadire)
3) Dimensioni da chiusa che la rendano trasportabile senza problemi in treno. Includo in questo requisito un sistema di bloccaggio della bici da piegata, per evitare si riapra da sola (non ho invece bisogno della compattezza Brompton che io uso per salire in autobus).
4) che si comporti bene nel trasporto passivo, sia come scorrevolezza che come praticità per spingerla senza dover assumere posture scomode (la Brompton in questo ha qualche pecca, in quanto da piegata è bassa e sulle rotelline, anche se EazyWheels, scorre certamente peggio di qualche Dahon che viaggia sulle proprie ruote)
5) meglio se con qualche marcia, ma dovendo affrontare sostanzialmente pianura l'ideale sarebbe una due (max tre) marce magari ben distanziate fra loro come sviluppo metrico
6) mia moglie è sugli 1,60m quindi ok anche ad una compatta che non andrebbe bene a me (1,90m)
7) che non ci vogliano troppi movimenti per piegarla/aprirla altrimenti poi non la usa (meccanismi tipo Brompton / Dahon vanno benissimo)
8 ) possibilmente che non serva un mutuo
Le ci vorrebbe una specie di Brompton 2 marce alleggerita con Titanio ma più pratica nel trasporto passivo. E soprattutto meno cara....!
A questo punto si accettano consigli.
Per ora ho adocchiato la Dahon Mu di "casa Sbrindola". Raffaele puoi confermarmi la bontà della scelta?
Altre alternative?


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Marzo 02, 2012, 04:40:18 pm by occhio.nero »
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline fuoripericolo

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Ott 2011
  • Località: Genova
  • Post: 91
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +3/-0

+Info

  • Last Active:Ottobre 24, 2014, 07:18:46 pm
  • B_fold 20 La classe operaia delle folding bike
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #5 il: Marzo 02, 2012, 02:23:53 pm »
E una Mobiky Genius????
E' comoda nel trasporto passivo in quanto cammina sulle sue ruote, si apre e  si chiude in un nano secondo, spesso per entrare nella metro o nei bus non devi nemmeno piegarla completamente..
Buttaci un occhio appena puoi, ne parla anche Federico in un post bello lungo..
Modifica post


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
fuoripericolo

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Set 2011
  • Località: Modena
  • Post: 1646
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +105/-0

+Info

  • Last Active:Gennaio 16, 2015, 08:38:47 pm
  • Folding bike = better life!!
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #6 il: Marzo 02, 2012, 02:40:19 pm »
Hai pensato ad una dahon curve? 3 marce, da chiusa io non la sollevo quasi mai(capisco tua moglie, essendo donna anche io: va bene farsi i muscoli, ma che fatica dopo un po'!) ma la spingo sulle sue ruote (bloccate con magneti) tenendo il sellino alto come appoggio per la spinta. Si spinge senza problemi e ho fatto varie volte il centro passeggiando con colleghi a piedi mentre spingevo la bici.
Peso con portapacchi circa 12 kg. Su alcuni siti tedeschi ora e' in vendita a 430 euro. Non occupa molto spazio da chiusa, piu' di una brompton ma meno di una dahon da 20. E le big Apple di serie sono delle ruote molto stabili. Per la città' e' ottima.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Santena
  • Post: 4882
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +230/-1

+Info

  • Last Active:Luglio 12, 2019, 11:26:43 pm
  • Solvitur ambulando (pedalando)
      • Bikes & Co on Pinterest
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #7 il: Marzo 02, 2012, 03:03:09 pm »
Mentre leggevo il tuo (Matt-o) post, stavo già meditando di intervenire per suggerirtela, poi  mi sono accorto che mi tiravi in ballo da solo.  :D

Effettivamente mi sembra che la custom MU P8 SL sia un'ottima candidata ed offra uno dei migliori mix dei requisiti da te citati.
Curve D3 e Mobiky sono anche loro valide alternative, ma nella prima il peso sale di 2kg e nella seconda di 3kg.... incrementi non trascurabili vista la rilevanza di questo fattore per le esigenze di tua moglie.

In riferimento al peso credo che ci siano poche concorrenti che possano vantare parafanghi full ed 8 marce restando nei 10kg.
Per quanto io non abbia un'esperienza vastissima in termini di modelli provati, non ho ancora trovato nulla di più leggero a parità di struttura, accessori e confort di marcia.
In caso di bagaglio, non volendola appesantire con un portapacchi posteriore, si possono sempre sfruttare le predisposizioni per gli attacchi Klickfix (come per il mio zaino frontale), analogamente a quanto è possibile fare con la tua Brommie.

Da chiusa è sicuramente più ingombrante di una Brompton: questo è probabilmente il parametro di confronto in cui perde nettamente.... ma se la cosa non è importante direi che ha delle dimensioni ragionevolissime, specie in considerazione delle ruote da 20'' che offrono un confort di marcia superiore.

Il trasporto passivo lo giudico buono: con il sellino alzato usato a mò di maniglia si trasporta lateralmente con relativa facilità. L'unica accortezza da adottare sta nel non ostinarsi a farla scorrere su entrambe le ruote, pena l'innescarsi di un fastidioso dondolio dx/sx. Per risolvere basta privilegiare la ruota posteriore e va via liscia come l'olio.
Ovviamente, grazie al peso ridotto, anche portarla su e giù per una o 2 rampe di scale della metro sollevandola di peso diventa meno faticoso.

In riferimento alla chiusura, una piccola noia è data dal manubrio, che richiede di intervenire sulla regolazione in altezza prima di essere ripiegato (mantenuto in normale posizione di guida andrebbe ad ostacolare la chiusura, che è interna alle 2 metà del telaio).
A prendersela comoda comunque non si impiega più di 30 secondi, rimozione dei pedali inclusa,  una volta presa un po' di dimestichezza.

Insomma, con il prezzo di una Brompton base ti porti a casa una pieghevole di assoluto rispetto e con alcune caratteristiche invidiabili.

Va però tenuto a mente che i cerchi Kinetix Pro non sono fatti per essere sottoposti a maltrattamenti eccessivi (vista l'altezza/peso di tua moglie immagino però non sia un grosso problema, basta che non abbia istinti da freerider :) e non viaggi perennemente su pavè).
Le Kojak di serie sono scorrevolissime su strade decenti ma richiedono qualche attenzione in caso di sconnessioni, rotaie.. etc specie sul bagnato.

Purtroppo non siamo vicini per farvela provare..... sarebbe il modo migliore per capire se possa o meno fare al caso vostro.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Marzo 02, 2012, 03:59:53 pm by Sbrindola »

Offline intremodale

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Dic 2011
  • Post: 93
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +8/-0

+Info

  • Last Active:Gennaio 15, 2018, 11:56:55 am
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #8 il: Marzo 02, 2012, 04:29:57 pm »
se devi trasportarla molto da chiusa suggerirei questa soluzione.

http://www.ternbicycles.com/gear/trolley-rack

in alternativa la modalita' di trasporto della Dahon da chiusa tenendo alzato il sellino e' abbastanza comodo.

ciao

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Marzo 02, 2012, 04:40:49 pm by occhio.nero »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9828
  • attività:
    60%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 09:38:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #9 il: Marzo 02, 2012, 04:42:28 pm »
segnalato sul nostro gruppo facebook


da altra discussione:
Ciao Ragazzi,

ormai sono diverse settimane che la uso, vi dico la verità non la uso tanto per andare in ufficio purtroppo è troppo pesante e in metro da fastidio, oltre a questo mi sporco notevolmente quando la porto su e giù per le scale a mano. Insomma ci ho provato una settimana ma più che un piacere diventava uno sbattimento e tra l'altro tra una cosa e l'altra ci mettevo di più che non andando con i mezzi. Per una donna se devi fare diverse scale ci vuole una bici più leggera e per la metro più piccola.

In realtà la sto usando nel tempo libero e vissuta così è stupenda, mi sono fatta dei bei giri treno+lago, treno+mare e in parchi vari, l'unica cosa che ancora mi da fastidio è il freno a pedale troppo reattivo, non è possibile toglierlo o renderlo meno invasivo,  con un pò più di gioco ?

Aura


da altra discussione:
Mia moglie è 1.65 e a volte usa la mia Brompton m6l. Ci va benissimo, ma la trova pesante e scomoda da portare per le scale. In effetti la compattezza ha il risvolto negativo che il trasporto passivo non è eccelso.
Percui:
1. Evita bici più pesanti e considera limite massimo i 12kg
2. Se non ti servono le marce considera che la 3 marce pesa poco meno (250g circa) ma la 2 marce (senza cambio interno) ben 700g meno. La singola marcia quasi 1kg meno.
3. La titanio è circa un altro kg meno e si sente, ma costa un botto.
4. Non rinunciare ai parafanghi, pesano poco servono molto
5. Monta subito le eazywheels per un più agevole trasporto passivo.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Luglio 30, 2012, 08:44:00 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Nov 2011
  • Località: Sesto Fiorentino
  • Post: 3221
  • attività:
    25%
  • Reputazione: +100/-2

+Info

  • Last Active:Luglio 12, 2019, 10:22:58 am
      • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #10 il: Marzo 02, 2012, 05:02:01 pm »
Grazie a tutti per i suggerimenti. In effetti avevo considerato sia la Mobiky Genius che la Dahon Curve, ma il peso della MU descritta da Sbrindola mi ha fatto per ora propendere per quella (specie pensando alle rampe di scale). Poi la scelta finale sarà della signora, se effettivamente si decide, ma è bene che la selezione iniziale la faccia io, poi la porti a vederla e, se le piace, la prendiamo senza tanti discorsi. Al max scegliendo fra due modelli.
La maggiore lentezza nella piega rispetto alla Brompton (vedi necessità di intervenire sulla regolazione altezza manubrio) non sarebbe un problema: non dovendo prendere autobus al volo pochi secondi in più sono tollerabilissimi. Nessun problema anche per i limiti dei cerchi e dei copertoni, per l'uso che deve farne.
Il trasporto passivo avverrebbe per brevi tratti e con bici non nella sacca, comunque interessante la segnalazione del trolley.
Alla fine mi sa che la scelta sarà tutta in casa Dahon, fra la MU e la Curve. L'impressione è che quest'ultima, pur essendo più pesante, si lasci spingere più agevolmente nel trasporto passivo. Impressione confermata da DJ, anche se non ha fatto il confronto diretto. Tempo fa poi, mentre ero con la Brompton in attesa del treno, ho notato una ragazza con una Dahon. Era lontana e non ho fatto a tempo a capire che modello fosse, ma sono rimasto colpito dalla facilità con la quale la spingeva da piegata. Lei la prendeva sostanzialmente dallo snodo centrale, che rimaneva rivolto verso l'alto ed all'altezza giusta per le mani.
Ci manca solo il confronto dal vivo. Intanto ringrazio Raffaele per la proposta di prova anche se non praticabile per distanza, ma penso di poter risolvere: il rivenditore fiorentino dove ho preso la Brompton ha anche le Dahon e ricordo che ne aveva diversi modelli in negozio. E non si fa problemi a farli provare. Con un po' di fortuna potrei trovare sia la MU che la Curve. Ci farò un salto quando mi capita di andare in centro e, se le mie idee troveranno conferma, poi vedrò di portarci la consorte.

PS per l'Admin: sei troppo avanti negli spostamenti di post, questo non lo avevo trovato (e dire che avevo cercato qualcosa del genere). Adesso comunque capisco perché non riuscivo a postare questa risposta: mi avevi spostato il Topic sotto al naso  ;D

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline gaetano

  • assistente
  • ***
  • Data di registrazione: Gen 2012
  • Post: 122
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +2/-0

+Info

  • Last Active:Ottobre 05, 2014, 11:50:36 am
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #11 il: Marzo 02, 2012, 05:17:38 pm »
confermo, da florence-by-byke hanno una dahon curve d3 ed an'altra dahon da 20"(il modello non me lo ricordo) bianche che su richiesta ti fanno provare tranquillamente....a  me le fecero provare anche se poi essendomi innamorato della xl l'ho dovuta comprare su internet.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
gaetano

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Nov 2011
  • Località: Sesto Fiorentino
  • Post: 3221
  • attività:
    25%
  • Reputazione: +100/-2

+Info

  • Last Active:Luglio 12, 2019, 10:22:58 am
      • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #12 il: Marzo 02, 2012, 05:58:41 pm »
Saluto Gaetano, il mio "vicino" da parte di forum  ;D
Ho mandato loro una mail per sapere cosa hanno, vediamo che mi dicono. Ho chiesto anche per i rifrangenti per i raggi, dato che mi piacciono, ma non vorrei raddoppiarne il costo con le spese di spedizione.


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
« Ultima modifica: Marzo 02, 2012, 08:38:09 pm by Matt-o »
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Set 2011
  • Località: Modena
  • Post: 1646
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +105/-0

+Info

  • Last Active:Gennaio 16, 2015, 08:38:47 pm
  • Folding bike = better life!!
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #13 il: Marzo 02, 2012, 06:52:04 pm »
Ecco un video per il trasporto passivo della curve. Io faccio come questo tipo!



Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Set 2011
  • Località: Modena
  • Post: 1646
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +105/-0

+Info

  • Last Active:Gennaio 16, 2015, 08:38:47 pm
  • Folding bike = better life!!
una pieghevole versatile e leggera (per donna e non)
« Risposta #14 il: Marzo 02, 2012, 06:55:42 pm »
ecco invece il trascinamento Brompton con eazy wheels:



Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=100.0
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue