Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Restauro Dino Aurelia 20"  (Letto 11380 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3513
  • Reputazione: +170/-0
Re:Restauro Dino Aurelia 20"
« Risposta #15 il: Dicembre 21, 2016, 02:29:15 pm »
Complimenti, un lavoro superlativo! :D
Il tutto impreziosito dalla presenza del cambio integrato. Ok, sono fissato!  ;D

Offline Sberla

  • iniziato
  • *
  • Post: 15
  • Reputazione: +4/-0
Re:Restauro Dino Aurelia 20"
« Risposta #16 il: Dicembre 21, 2016, 04:18:24 pm »
Ho provato Shimano Nexus 3 rapporti, ed ora SACHS Torpedo.
La frenata è forse migliore nello Shimano, le cambiare però nel SACHS sono altro mondo. Rapide, niente rumori, mette. Il rocchetto con bici in "folle" ha un suono più corposo, robusto.

Insomma super soddisfatto.

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:Restauro Dino Aurelia 20"
« Risposta #17 il: Dicembre 21, 2016, 11:43:33 pm »
il tachimetro analogico è una vera perla!
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline Sberla

  • iniziato
  • *
  • Post: 15
  • Reputazione: +4/-0
Re:Restauro Dino Aurelia 20"
« Risposta #18 il: Gennaio 04, 2017, 09:38:10 pm »
La Graziella si e fatta (scusate la mancanza degli accenti e apostrofi ma sto usando una tastiera tedesca) 3200 km, ma sul portabici dell'auto.
Ad ogni modo ho girato parecchio per Torino e Firenze.
Allora il cambio va da Dio, nulla da dire. C'e solo da abituarsi a non poter girare all'indietro i pedali. Cio comporta, specialmente nelle Fermate dell'ultimo Memento ad esempio ai semafori, a non aver sempre il piede pronto per ripartire.
Nelle partenze usando il cambio la bici diventa davvero scattante. Gli innesti sono sempre precisi ed immediati, certo bisogna "allentare" un minimo la forza sui pedali per permettere al cambio di passare al rapporto successivo.

Quanto al girare in bici in Italia, ma in particolare a Firenze... miseria!!
Lavori in corso ovunque, piste ciclabili che si interrompono.... un altro mondo rispetto che qui, o rispetto ad Amsterdam dove con le piste ciclabili puoi andare OVUNQUE.

Tags: