Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Lombardia - notizie varie  (Letto 155063 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #45 il: Gennaio 09, 2013, 06:08:16 pm »
--- ADMIN ON

segnalo

Critical Mass: Ciclisti di tutto il mondo....Unitevi e Rallentate il Motore!!
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1783

--- ADMIN OFF



[Gallarate VA 13/01/13] Una "critical mass" per ricordare Laura, investita in bicicletta


A distanza di un mese dall’incidente, domenica 13 gennaio ci sarà una “critical mass” in via Carlo Noè (ore 11, ritrovo angolo via Novara) per ricordare Laura Bonizzi, la donna morta dopo esser stata investita sulle strisce pedonali all’altezza dell’incrocio con la via Covetta e Novara. Il tam-tam gira ormai da diversi giorni su Facebook e su diversi siti e blog di “pedalatori urbani”. «Ad un mese di distanza, in sella alle nostre biciclette, vogliamo ricordare lei e tutte le vittime della strada» spiegano gli organizzatori. «Troppe persone sono state abbracciate dal freddo asfalto di questo viale». La critical mass è una sorta di raduno spontaneo di ciclisti, che vogliono riappropriarsi delle strade «normalmente usate dal traffico automobilistico»: in molte città è uno strumento di pressione usato per far sentire la voce di chi, sulla sua due ruote usata nella vita quotidiana in città, deve fare i conti spesso con traffico indisciplinato e strade progettate sempre più per le auto e sempre meno per ciclisti e pedoni. Gli organizzatori sollevano esplicitamente la questione della sicurezza dei pedalatori sull'intero viale gallaratese, dove le piste ciclabili sono presenti solo su pochi tratti e con diverse magagne: «Con questa iniziativa chiediamo che venga rivista la viabilità pedonale e ciclistica, in particolare quella di via Carlo Noè: servono piste ciclabili e marciapiedi adeguati, attraversamenti sicuri e funzionali». Proprio all'intersezione di via Covetta teatro dell'incidente si chiede un nuovo semaforo pedonale a chiamata, sull'esempio di quello all'incrocio con via Dalmazia, installato dopo un brutto incidente in cui una decina di anni fa una ragazzina ventenne in bici rimase ferita.

Articolo della morte di Laura Bonizzi dell'11/12/12: http://www3.varesenews.it/gallarate_malpensa/articolo.php?id=250330

fonte: http://www3.varesenews.it/gallarate_malpensa/una-critical-mass-per-ricordare-laura-investita-in-bicicletta-252088.html
« Ultima modifica: Agosto 30, 2013, 07:43:05 pm by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #46 il: Gennaio 10, 2013, 07:44:49 am »
http://www.laprovinciadilecco.it/stories/Cronaca/341771_calolziocorte_lungolago_conbiciclette_per_tutti/

Calolziocorte: lungolago con biciclette per tutti

CALOLZIOCORTE Un progetto di bike sharing intercomunale, per collegare i Comuni che si affacciano sul golfo di Lecco e i laghi di Garlate e Olginate.
E' l'idea che gli enti stanno concretizzando per rilanciare il turismo e la fruizione delle aree a lago, oggetto negli ultimi anni di grandi attenzioni, culminate - per quanto riguarda il Calolziese - con la recente inaugurazione del ponte ferroviario dismesso al Lavello, trasformato in pista ciclopedonale.
A promuovere il progetto, con la Provincia, sono stati i Comuni di Lecco, Calolziocorte, Vercurago, Olginate, Garlate e Malgrate, che si doteranno dunque, in zone adeguatamente attrezzate (servirà una piattaforma di cemento e la possibilità di ottenere l'erogazione di energia elettrica per far funzionare il servizio) di una struttura alla quale sarà possibile ritirare e riconsegnare la bicicletta.
Ciascuna postazione sarà dotata di nove bici, un paio delle quali a pedalata assistita, per assicurare la facilità di accesso proprio a tutti i cittadini. Il progetto, che ha un costo complessivo di 300 mila euro, ha ottenuto un grosso finanziamento dalla Regione Lombardia, che coprirà l'80% dell'importo.
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #47 il: Gennaio 10, 2013, 07:49:35 am »
In vista del possibile raduno lecchese di cui si è parlato di recente con altri pieghevolisti milanesi, io e mia moglie abbiamo deciso di andare in "avanscoperta" ed esplorare questo tratto ciclabile tra Calolziocorte e Olginate a cui si fa accenno qui, e che è stato inaugurato di recente.
Noi un percorso dettagliato lo abbiamo già elaborato, ma se nel frattempo si realizzano nuovi tratti ciclabili si possono sempre aggiungere. Tanto le distanze sono comunque umane, senza contare la bellezza dei luoghi. :)
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3063
  • Reputazione: +206/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #48 il: Gennaio 10, 2013, 10:55:44 am »
Aggiornamento: secondo l'Ufficio Stampa di ATB la borsa non è indispensabile, basta che "la bici sia piegata bene"

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline Fölle

  • assistente
  • ***
  • Post: 101
  • Reputazione: +11/-0
  • B'Twin Hoptown 7 cuz'tom
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #49 il: Gennaio 10, 2013, 05:38:19 pm »
Grazie del contributo!  8)
Io lavoro a Brescia, ed a breve partirà anche qui la metropolitana; mi sposterò presto ad abitare fuori città, per raggiungerla poi in treno, ed usare eventualmente la metro (soprattutto nel caso di cattivo tempo..).

Resto triste per una cosa però.. io non capisco perchè fare pagare 2 biglietti, scusate, per mè è pura ignoranza ragionare così.  :(
"Lascia che la pace della natura entri in te, come i raggi del sole penetrano le fronde degli alberi. Lascia che i venti ti soffino dentro la loro freschezza e che i temporali ti carichino della loro energia, allora le tue preoccupazioni cadranno come foglie in autunno"
(John Muir)

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3063
  • Reputazione: +206/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #50 il: Gennaio 10, 2013, 08:31:41 pm »
L'apertura è annunciata per il 20 febbraio, mercoledì. Io spero di esserci per conto della mia rivista, e quasi quasi mi porterei la Vitesse; se viene qualcun altro si improvvisa un miniraduno pieghevole davanti alle autorità....

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3063
  • Reputazione: +206/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #51 il: Gennaio 10, 2013, 08:48:50 pm »
ciao  Fölle,

io lavoro a Salò e di tanto in tanto vengo a Brescia la sera. La metropolitana credo che la userò poco, se non per farci un giro da appassionato di rotaie, anche perchè non vedo tracce di lavori per un parcheggio di scambio a Sant'Eufemia, e poi per i giri che faccio in città mi torna più comodo parcheggiare l'auto al primo buco che trovo in zona Rebuffone e poi pedalare.
Ho immaginato (non per farmi gli affari tuoi) che tu lavori nella zona nord, altrimenti non mi viene in mente nessun'altra combinazione treno+metro venendo da fuori città, visto che da Brescia 2 alla stazione si fa prima in bici.
Purtroppo la questione degli abbonamenti integrati treno+servizio urbano è lunga e spinosa e finora l'hanno affrontata (non dico risolta) solo alcune grandi città; speriamo che Brescia prenda spunto dalla metropolitana per fare un altro passo avanti.

E ora chiudo, perchè da Bergamo a Brescia siamo già OT, magari il grande capo vuole tagliare e spostare in un tema apposito, visto che fra poco più di un mese la metropolitana apre?

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline speedtriple

  • assistente
  • ***
  • Post: 126
  • Reputazione: +21/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #52 il: Gennaio 11, 2013, 12:26:48 am »
Se il 20 riesco a liberarmi dall'ufficio contaci! Non sarebbe male un mini incontro pieghevole bresciano, per di piu' davanti alla nuova metro!
Teniamoci aggiornati.
Speed
Paolo - Specials Oyama and Hoptown biker -

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #53 il: Gennaio 11, 2013, 11:12:02 am »
grazie del contributo.
 :)

L'ho spostato qui nella sezione lombardia, ma segnalandolo nella discussione:

la pieghevole in autobus,pullman,corriera,tram,...
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=556.msg30688#msg30688

(dove ho aggiunto la categoria dei tram)

« Ultima modifica: Gennaio 11, 2013, 11:17:53 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #54 il: Gennaio 11, 2013, 11:18:10 am »
grazie del contributo.
 :)

L'ho spostato qui nella sezione lombardia, ma segnalandolo nella discussione:

la pieghevole in autobus,pullman,corriera,tram,...
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=556.msg30688#msg30688

Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Jimmy

  • gran visir
  • *****
  • Post: 761
  • Reputazione: +18/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #55 il: Gennaio 17, 2013, 10:10:29 am »
 Alla Sig.a Candidata Presidente Regione Lombardia
Silvana CARCANO

 Ai Sigg. Candidati Presidente Regione Lombardia
Gabriele ALBERTINI
Umberto AMBROSOLI
Roberto MARONI
Carlo Maria PINARDI


Gentili Candidati,
Vi inviamo un documento deliberato dal Coordinamento FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta - Regione Lombardia sui temi della Mobilità sostenibile e ciclistica nella nostra regione, con l'auspicio che possano diventare punti significativi dei vostri programmi elettorali.
La nostra Regione, così come a livello nazionale, ha urgente bisogno di un cambio di passo sul fronte delle politiche per la mobilità e il nostro documento delinea alcune priorità per attuare questo cambiamento NON PIU' PROCRASTINABILE.
 
 
Moltissimi sono i cittadini e le cittadine della nostra regione che chiedono un nuovo modello di mobilità e hanno già da tempo adottato stili di vita diversi, sempre più simili a quelli di cittadini degli Stati Europei presi costantemente a modello in campo economico-finanziario.
Oggi è più che mai indispensabile che anche la politica faccia i passi necessari per colmare quello spread che ci divide da questi paesi e la Lombardia può e deve diventare elemento trainante di questo cambiamento anche nei confronti delle politiche nazionali.
Come Coordinamento Regionale siamo a vostra disposizione per ogni ulteriore contributo al tema.
 
Auguro a tutti voi una campagna elettorale all'insegna dei contenuti e del fair play che tanto ci mancano.
 
Con cordialità.
Giulietta Pagliaccio
Responsabile FIAB rapporti istituzionali


 LETTERA APERTA DELLA FIAB AI CANDIDATI E PARTITI
ELEZIONI REGIONALI 2013 – REGIONE LOMBARDIA

 

MOBILITÀ SOSTENIBILE AL CENTRO DELLE POLITICHE DEL FUTURO GOVERNO DELLA LOMBARDIA

 

La Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB onlus) ritiene la mobilità sostenibile elemento fondamentale per una moderna politica di sviluppo in grado di coniugare la crescita economica con la tutela della salute, dell'ambiente e più in generale per la riduzione dell’impronta ecologica e per una migliore qualità della vita dei cittadini.

 

Nell’attuale congiuntura affrontare il tema di una nuova mobilità può forse sembrare non prioritario per dare risposte ai numerosi problemi dei cittadini. Al contrario, noi riteniamo che le politiche per la mobilità sostenibile siano una delle chiavi di volta per affrontare i problemi della nostra nazione (le indagini ISTAT rilevano che la mobilità è uno dei primi 4 problemi quotidiani che assillano di più gli italiani).

Affrontare i temi legati ad un nuovo modello di mobilità significa parlare di lavoro, di progetti di piccole opere che danno risposte in tempi brevi alle esigenze dei territori e dei cittadini, come ad esempio la riqualificazione degli assetti urbanistici delle nostre città in una visione meno “auto-centrica”, che puntino alla qualità del vivere delle persone, che tornino ad essere luoghi di socialità.

Il tema della “mobilità nuova” è uno straordinario elemento di rilancio dell'economia dei territori.

Nuove imprenditorialità nascono nel mondo del trasporto collettivo e del turismo, solo a titolo di esempio; lo stesso mondo dell’auto, che sta conoscendo un declino dato non solo dalla contingenza economica ma verosimilmente anche da un progressivo cambiamento culturale, potrebbe ritrovare una nuova vitalità attraverso un diverso paradigma di sviluppo industriale che punti ad un prodotto che si integri in un quadro generale di mobilità collettiva.

Il settore turistico sta conoscendo una forte vitalità economica laddove ha avuto la capacità e la lungimiranza di investire sapientemente nel settore del cicloturismo.

Affrontare i temi della mobilità significa ancora dare risposte concrete al tanto dibattuto tema della sicurezza sulle nostre strade: investimenti su questo versante non sono più procrastinabili perché stiamo pagando un tributo nell’ordine di migliaia di vite umane, spesso giovani, non più tollerabile, fatto di morti, feriti, invalidità, sofferenze personali, familiari e collettive.

Mobilità sostenibile significa migliore qualità ambientale, minor inquinamento, minor consumo di suolo, risparmio energetico ma significa anche salute,  perché muoversi in bicicletta o a piedi per andare quotidianamente a scuola o al lavoro significa promuovere nei cittadini stili di vita sani, con benefici in termini economici derivanti dalla riduzione dei costi a carico del Servizio Sanitario Nazionale riscontrabili in pochi anni: è un investimento in prevenzione di gran lunga più redditizio di molti tagli alla sanità di cui spesso pagano le conseguenze le fasce più deboli della popolazione.

In questo senso diciamo che la bici è parte della soluzione, e non del problema.

 

 

Tutto ciò premesso la FIAB  chiede ai candidati alle elezioni regionali del 2013, ai partiti e alle forze politiche di tutti gli schieramenti, di assumere i seguenti impegni programmatici.

 1. Istituire l’UFFICIO MOBILITÀ CICLISTICA REGIONALE, che coordini attività legate anche ad assessorati diversi (es. ambiente, trasporti, infrastrutture, sport, tempo libero, turismo, istruzione);


2. Adoperarsi affinché quanto previsto dalla Legge Regionale n. 7/2009 “Interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica” sia effettivamente implementato; ad esempio, favorendo con opportune normative e incentivi la diffusione di interventi di moderazione del traffico nei centri urbani (es. ZONE 30)

 
3. Favorire interventi sia per la mobilità ciclistica urbana sia per il tempo libero e turismo, settore questo in rapida ascesa e che può essere un volano per uno sviluppo economico diffuso sul territorio lombardo. Per questo motivo riteniamo importante che si prosegua nel proficuo lavoro realizzato in questi anni con il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica (PRMC), predisponendo le necessarie risorse economiche di bilancio per dare concretezza alle progettualità previste dal Piano, stabilendo alcune priorità di intervento sugli itinerari regionali ed assicurando la necessaria continuità di intervento;

 
4. Prevedere una forma di obbligatorietà, anche con sostegni economici, per i Comuni di medie dimensioni di dotarsi di strumenti pianificatori quali il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) o il Piano per la ciclabilità, affinché le politiche amministrative per la mobilità vengano inquadrate in percorsi di ampio respiro e di lunga durata, condivisi con i cittadini;

 
5. Potenziare e ammodernare il trasporto pubblico per andare incontro anche alle esigenze di una nuova tipologia di utente con bici al seguito e favorire nel contempo l’intermodalità attraverso interventi come bicistazioni, bike-sharing, parcheggi bici adeguati e sicuri etc..


6. Favorire iniziative di promozione della mobilità ciclistica: es. BIKE TO WORK, Settimana Europea della Mobilità, attività educative con le scuole…

 
7. Farsi promotore  verso il governo nazionale  per una revisione del Codice della Strada in senso ciclistico, introducendo soluzioni efficaci adottate ormai da tempo in tutti gli Stati europei e da noi ancora  non previste o non consentite (arresto avanzato ai semafori, doppio senso ciclistico, segnaletica di direzione dedicata alla bici, etc.) e a tutt’oggi soggette ad interpretazioni bizantine o affidate a limitate esperienze di avanguardia, frutto di singole sensibilità personali talora presenti a livello di istituzioni locali.

 

Pochi punti che però richiedono grande impegno, determinazione, coraggio delle scelte e risorse economiche certe e continuative nel tempo, risorse che possono essere ricavate dall’Applicazione effettiva dell'art. 18 della legge 472/99 concernente l'obbligo di destinazione di una quota non inferiore al 10% delle contravvenzioni al codice della strada per interventi a favore dell’“utenza non motorizzata”, oltre all’utilizzo di tutte le tipologie di fondi europei per finanziare gli interventi indicati.

 
Proponiamo inoltre che tutta la politica per la mobilità abbia come parametro di riferimento il 20-20-20, intese come percentuali di ripartizione modale tra bici, pedoni e trasporto pubblico.

 Riteniamo infine auspicabile che gli stessi rappresentanti delle istituzioni regionali che dichiarano di sostenere questo modello di visione politica sui temi della mobilità, facendosene promotori, sappiano adottare comportamenti coerenti tali da costituire essi stessi un esempio positivo, riducendo l’utilizzo dell’auto privata a favore di un maggiore impiego della bicicletta per gli spostamenti brevi e del trasporto pubblico.

 

Coordinamento FIAB Regione Lombardia
Gennaio 2013

Fonte:  http://fiab-onlus.it/bici/blog/item/378-mobilit%C3%A0-sostenibile-al-centro-delle-politiche-lettera-di-fiab-lombardia-a-candidati-e-partiti.html
« Ultima modifica: Gennaio 17, 2013, 11:26:42 am by Jimmy »
Dahon Vitesse D7 HG....Full HG!!B-)

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #56 il: Gennaio 23, 2013, 08:44:55 pm »
In bicicletta un lombardo su dieci. "Ma serve più educazione stradale"

Fra i cittadini lombardi si diffonde sempre più l'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto favorito: uno su dieci la preferisce a moto e auto per i propri spostamenti in città. Questo dato emerge dal primo Rilevamento dei ciclisti, effettuato dalla Regione Lombardia in collaborazione con la Fiab, Federazione italiana amici della bicicletta, e i volontari della Federazione ciclistica italiana e dell'Avis. Dalla raccolta di dati, effettuata a settembre 2012 nei capoluoghi di provincia lombardi, si evidenzia che su un totale di 46.911 passaggi di ciclisti rilevati dalle postazioni, 9.255 sono avvenuti a Cremona, che risulta come la città con il maggior numero di amanti delle due ruote. Per quanto attiene ai posti bici custoditi e non, sono stati monitorati quelli di 15 stazioni ferroviarie ed è risultato che l'utilizzo è inferiore rispetto all'offerta.

"Questi dati servono a fornire indicazioni di progettualità di medio e lungo termine", ha commentato  l'assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Andrea Gilardoni, durante la presentazione della ricerca, alla quale hanno partecipato Leonardo Salvemini, assessore all'Ambiente, e Filippo Grassia, assessore allo Sport. "All'Expo sarebbe più facile portare due milioni di biker, invece di un milione di cinesi", ha sostenuto Grassia. Mentre è in corso la redazione del 'Piano regionale della mobilità ciclistica', la Regione ha stanziato 11,3 milioni di euro per 45 progetti di infrastrutture e servizi per ciclisti e ha aderito alla petizione Fiab per riconoscere l'infortunio in itinere per chi va a lavoro in bicicletta.

Il direttore del settore Bicicletta e statistiche di Confindustria Ancma, Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori, Piero Nigrelli, ha affermato che negli ultimi quattro anni in Lombardia è stato venduto un milione di biciclette. La tendenza all'aumento dei ciclisti trova conferma in ambito nazionale, nel confronto fra auto immatricolate e bici vendute nel 2011 in Italia: il secondo dato è di quasi 2.000 unità superiore al primo, 1.748.143 contro 1.750.000.

"L'Italia è tra i principali Paesi assemblatori d'Europa - ha chiarito Nigrelli - ma esporta quasi tutta la produzione: su 100 abitanti sono vendute solo tre biciclette". Il fatturato annuo dell'industria ciclistica italiana è di circa un miliardo di euro e il numero di occupati, diretti e indiretti, è di 12.000 persone. Alla presentazione della ricerca hanno partecipato anche due glorie del ciclismo italiano: Ernesto Colnago e Felice Gimondi. Quest'ultimo ha spiegato che "è necessario educare non solo gli automobilisti, ma anche ciclisti e pedoni al rispetto delle regole della strada".

(23 gennaio 2013)

fonte: http://milano.repubblica.it/cronaca/2013/01/23/news/in_bicicletta_un_lombardo_su_dieci_ma_serve_pi_educazione_stradale-51143006/
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #57 il: Febbraio 01, 2013, 11:31:59 am »
Domenica a piedi per Saronno. Per tutti i veicoli, non solo quelli inquinanti, ma anche per auto a metano o gpl. Il provvedimento è circoscritto all’area centrale della città e rientra nel pacchetto dei provvedimenti anti-inquinamento predisposti nel 2012.
«Ma non prendetela come cura contro il Pm10 – spiega il sindaco Luciano Porro -. Si tratta di un provvedimento di sensibilizzazione per stimolare i cittadini a usare la bicicletta o mobilità alternativa. Non crediamo certo che i problemi dell’inquinamento si risolvano con una giornata senz’auto nella sola Saronno, andrebbero fatte iniziative di questo tipo in tutte le Regioni del nord Italia».
Lo stop è in vigore dalle 10 alle 18, nella zona residenziale compresa tra via Volonterio, Via Varese, Via Milano, e via Piave. Ci sarà la possibilità di arrivare fino al cimitero, e ai parcheggi dell’ospedale e della stazione ferroviaria. «Il divieto vale per tutte le vetture anche per la mia euro 5 – continua il sindaco – perché l’obiettivo non è fermare le vetture più inquinanti ma tutti i mezzi a motore per mostrare che ci si può muovere anche senza macchina».
Per la giornata senz’auto in programma anche l’iniziativa “La via del cioccolato”, in piazza Libertà e Corso Italia, con decine di stand dedicati proprio al cioccolato sotto diverse forme. Aperto anche il Museo delle industrie e del Lavoro, mentre il Santuario apre le proprie porte a una singolare mostra con opere del ‘700 e con la possibilità di vedere le statue lignee del ‘500 in restauro.

fonte: http://www3.varesenews.it/saronno_tradate/domenica-a-piedi-stop-a-tutte-le-auto-254197.html
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3063
  • Reputazione: +206/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #58 il: Febbraio 11, 2013, 07:34:24 pm »
Se il 20 riesco a liberarmi dall'ufficio contaci! Non sarebbe male un mini incontro pieghevole bresciano, per di piu' davanti alla nuova metro!
Teniamoci aggiornati.
Speed

Le ultime notizie riportano l'inaugurazione rimandata al 2 marzo; purtroppo quel giorno sarò blindato a Verona per lavoro, quindi il piacere di un incontro di persona è rimandato. :-(
Prova in linea appena possibile...

Vittorio

P.S. ieri ho fatto un salto a vedere la "gemella" milanese, ovvero la M5 "lilla" (colore che pare sia stato scelto da "donna Letizia" in persona... così almeno nessuno può dire che non ha fatto nulla per i trasporti pubblici!), ma anche lì prova di viaggio rimandata perchè c'era veramente troppa ressa anche solo per provare ad avvicinarsi ai treni con la bici. Figurarsi che in più di un'occasione è successo che il treno al capolinea chiudesse le porte e ripartisse in senso inverso prima che tutta la gente a bordo fosse scesa, con grande gioia di chi veniva "rapito". Le gioie dell'automatismo integrale....
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline speedtriple

  • assistente
  • ***
  • Post: 126
  • Reputazione: +21/-0
Re:Lombardia - notizie varie
« Risposta #59 il: Febbraio 12, 2013, 09:25:27 am »
No problem Vittorio,
ci incontreremo in carrozza!

ps
una decina di giorni fa ho avuto occasione di vedere il nuovo metrobus e ho chiesto conferma sul trasporto bici. Hanno confermato che le biciclette (pieghevoli e non) andranno posizionate in testa e in coda al convoglio, in aderenza ai posti con le poltroncine pieghevoli e che nelle 4 stazioni più grandi sono installate delle guide in acciaio che permetteranno l'accesso ai tunnel.

Sulle impressioni della metro invece, ritengo sarà un servizio splendido, comodo ed ecosostenibile, per una città, ormai, assediata dal traffico.

Buone pedalate e arrivederci a metropresto!
« Ultima modifica: Febbraio 12, 2013, 10:13:47 am by speedtriple »
Paolo - Specials Oyama and Hoptown biker -

Tags: