Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

informativa sulla privacy

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie (qui altre info).

Autore Topic: Dahon Dash P18 - Recensione  (Letto 33054 volte)

presenze attuali: 0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #45 il: Febbraio 01, 2013, 11:03:26 pm »
nel frattempo sto cercando una pipa manubrio sostitutiva.
Ho misurato i due diametri:

cannotto sterzo: 28,8mm
manubrio: 25,8 mm

su chainreaction potrebbe andar bene questo?
http://www.chainreactioncycles.com/Models.aspx?ModelID=39270
le cui caratteristiche sono:
Bar Clamp - 25.4mm
Steerer - 1.1/8  pollici=1.125 pollici (= 28,6mm ? )


----------------

le appendici vendute da Decathlon, montate sulla Dahon Dash P18

esteticamente non sono molto entusiasmanti, ma fanno il loro lavoro, ed il grip è fenomenale (da preferire rispetto alle appendici in alluminio).

Nessun conflitto con le manopole montate di serie


« Ultima modifica: Marzo 11, 2014, 02:12:39 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline steo1971

  • iniziato
  • *
  • location: Svizzera
  • Post: 33
  • Reputazione: +3/-0
  • registrato dal 11/04/2012
    YearsYearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #46 il: Febbraio 01, 2013, 11:16:55 pm »
Vai tranqui, la misura standard del canotto è 28.6mm, perciò praticamente tutti gli attacchi vanno bene. Devi solo prendere quelli che hanno l'attacco manubrio da 25.8mm.
Se il tubo del canotto fosse stato da 25.4mm, allora avresti potuto prendere questo spessore che ti avrebbe fatto passare da 25.8 a 28.6mm.
http://www.evanscycles.com/products/m-part/threadless-stem-shim-adapter-ec039894

Perciò, hai tutta la scelta che vuoi.

Ciao.
Stefano

Offline steo1971

  • iniziato
  • *
  • location: Svizzera
  • Post: 33
  • Reputazione: +3/-0
  • registrato dal 11/04/2012
    YearsYearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #47 il: Febbraio 01, 2013, 11:22:07 pm »
Questo è quello che ho messo io:
http://www.bike24.net/1.php?content=8;navigation=1;menu=1000,2,114;product=1097
L'attacco del canotto sterzo standard è da 1 1/8", perciò da 1.125 x 25.4 = 28.6mm.
Ciao.
Stefano

Vai tranqui, la misura standard del canotto è 28.6mm, perciò praticamente tutti gli attacchi vanno bene. Devi solo prendere quelli che hanno l'attacco manubrio da 25.8mm.
Se il tubo del canotto fosse stato da 25.4mm, allora avresti potuto prendere questo spessore che ti avrebbe fatto passare da 25.8 a 28.6mm.
http://www.evanscycles.com/products/m-part/threadless-stem-shim-adapter-ec039894

Perciò, hai tutta la scelta che vuoi.

Ciao.
Stefano

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #48 il: Febbraio 01, 2013, 11:27:31 pm »
benissimo.

grazie ancora :)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #49 il: Febbraio 02, 2013, 06:08:40 pm »
La Dahon Mup24 fu scelta in previsione del viaggio sull'Atlantico,  in alternativa alla Speed TR, che nella primavera del  2008 era praticamente introvabile.
La scelsi principalmente per il cambio a 24 marce: tutte necessarie per scorrazzare il mio caravan a pedali.

Con il tempo, ho maturato qualche perplessità sulla geometria monotubo tipica delle Dahon, che per sua natura rischia di  amplificare e  concentrare le forze di stress originate durante la pedalata,  sullo snodo centrale e sul collarino del cannotto sella: due punti che sulla mia P24 cominciano a dare segni di "affaticamento".  ;D

Ecco perchè ho accolto  con enorme piacere le proposte avanzate nel campo delle "minivelo": biciclette che, in virtù del telaio a quadrilatero, potrebbero aggirare le problematiche esposte sopra, a garanzia di maggiore solidità e durata.
 
La minivelo Bullhead ebbi l'occasione di provarla nel dicembre 2011, approfittando dell'acquisto di Lorenzo. Mi sorprese per la sensazione di robustezza che si percepiva in sella, confermando le ipotesi che avevo maturato guardando le immagini on line.

Il meccanismo di piega è più lento e "articolato" di quello offerto dal telaio a monotubo, una considerazione che - a mio avviso -  spinge queste biciclette più verso il turismo che l'intermodalità quotidiana.

Le prime versioni di minivelo Dahon (2008) in realtà non mi sembra fossero  pieghevoli: l'unica possibilità era quella di ruotare il manubrio per attenuare l'ingombro trasversale. Se non sbaglio, solo nel 2010 introdussero la piega anche del telaio.
La Smoot Hound 6.0 era, a mio avviso, il primo tentativo della Dahon di lanciare le minivelo nel turismo, anche se alcuni dettagli "fricchettoni"  ;D mi fecero desistere dal comprarla (in primis quello strano manubrio  :o ).
Parallelamente lanciarono delle versioni più "nevrotiche" come la Dash X20, attente al grammo e alla linea.

La storia recente si fa più complicata, perchè la realtà Dahon si è sdoppiata in http://www.dahon.com/  e http://dahonbikes.com/ (consultabili per gli ultimi aggiornamenti).
Le Dash P18 che troverete in questa discussione credo vengano dai due diversi filoni: la bianca dal sito storico, la nera dalla nuova piattaforma (per maggiori info, potete consultare la discussione  "novità Dahon" , dove la vicenda è stata seguita più da vicino).

La mia Dash proviene  dallo stesso stock Velokontor già menzionato sopra. Mi è arrivata senza pompa biologic nè parafanghi (come invece riportato nella foto su ebay), ma ho desistito dal reclamare.
 

il pacco spedito



Alcuni dettagli in breve:
  • La prima cosa che ho fatto è stata sostituire i pneumatici Kojak di serie: tanto belli quanto, per le mie esigenze, impossibili. Al loro posto ho montato una coppia di più tranquilli Schwalbe Marathon 1.75.   ;D
  • ho installato il portapacchi della MuP24, su cui riesco agevolmente a montare le Ortlieb standard. A differenza che sulla Mup24, qui i talloni non rischiano di strusciare contro la borsa.
  • La brugola di sblocco dello snodo (la stella triangolare rossa  nella foto precedente) non ha un alloggiamento sul telaio (come invece accade nella Dashp18 bianca presentata prima in questa stessa  discussione), per cui dopo averla dimenticata la prima volta a casa, ho deciso di lasciarla sul sellino quando la parcheggio, così da ricordarmela quando esco di casa.  (Sto comunque meditando di comprarne una da legare al telaio).
  • I pedali pieghevoli sono esteticamente inguardabili, solo il tempo dimostrerà se  almeno sono robusti.
  • la trasmissione 2x9 rapporti è, secondo me, l'elemento di spicco. Come già fatto notare nei post precedenti, è forse un po' troppo orientata all'allungo, per cui sto provvedendo, grazie ai preziosi consigli di Stefano Steo1971, a modificarla. Prossimamente i dettagli.
  • Dell'Andros Stem/Dahon Flat Pac ne ho parlato nella relativa discussione



il telaio a quadrilatero, la trasmissione standard e il manubrio regolabile


La guida, soprattutto all'inizio, l'ho trovata un po' nervosa nello sterzo. Una sensazione che comunque si accantona  dopo una manciata  di chilometri.
Rimane il piacere di pedalare senza gli scricchiolii che troppo spesso sento invece nelle altre pieghevoli.
La postura è comoda, garantita dalla taglia "Large". La distanza tra il manubrio ed il sellino è equiparabile a quella sulla Brompton (ma ha il vantaggio di poter essere regolata, grazie all'Andros Stem).
Nella figura seguente, riporto anche il grafico del confronto con la Dahon  Bullhead: la conferma che le due bici sono una diversa interpretazione dello stesso telaio.


DashP18 a confronto con la Bullhead (sopra) e la Brompton (sotto)


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

°°°°°°°°°°°°

da altra discussione

in una notte di pioggia, vagando per  una Reggio Emilia deserta, con la Dahon Dash P18.



e ancora:
Un esempio di intermodalità bici + corriera con la Dahon Dash P18.
Anche sui pullman di linea, si rischia di trovare vani bagagli angusti, dove una bici normale non entrerebbe (se non smontando le ruote).



(Reggio Emilia, Pasqua 2013)

e ancora:
la Dahon Dash P18 equipaggiata con i parafanghi nella piovosa Pasqua del 2013.
Per la ruota posteriore, ho ripiegato con una soluzione di fortuna, sufficiente ad evitare l'accumulo di detriti sul telaio, all'altezza del movimento centrale.
I bagagli montati sul portapacchi hanno evitato il resto (schizzi direttamente su gambe, sedere, schiena).


(Reggio Emilia, aprile 2013)

e ancora:

la Dahon Dash P18  a pieno carico



(Emilia Romagna, Pasqua 2013)

e ancora:
Con la Dahon Dash P18 a Pasqua 2013 , in una giornata di sole, seguendo una traccia GPS:


e ancora:
la Dahon DashP18 in treno da Reggio Emilia ad Ancona, su un regionale.
Nella foto si confrontano gli ingombri con una bici standard. Superfluo ogni commento al riguardo.


(Pasqua 2013)

------

da altra discussione:

la Dahon Dash P18 nel baule di una Mercedes




e ancora:

...........

...............
« Ultima modifica: Maggio 25, 2013, 03:19:04 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline matias

  • iniziato
  • *
  • location:
  • Post: 3
  • Reputazione: +0/-0
  • registrato dal 03/06/2013
    YearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #50 il: Giugno 06, 2013, 08:41:44 pm »
[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

Ciao,
Io sarei interessato a sapere dove hai comprato la dash che sono giorni che cerco una dahon dash p18 L ma non la trovo da nessuna parte.
Grazie
« Ultima modifica: Giugno 06, 2013, 09:36:30 pm by occhio.nero »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #51 il: Giugno 06, 2013, 09:37:20 pm »
da Velokontor su Ebay. Non so se le hanno ancora.


---------------------

da altra discussione:

il sound system alla ciemmona 2013





« Ultima modifica: Luglio 04, 2013, 08:33:50 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • location: Modena
  • Post: 1651
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
  • registrato dal 30/09/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #52 il: Settembre 05, 2013, 03:47:12 pm »
Provata oggi da Spezial Cycle la versione con freni a disco, che viene circa 830 e uri o poco piu'.
Mi e' piaciuta molto! Stabilissima, frenata impeccabile, manubrio regolabile con andros stem, marce scorrevoli. Bella linea. Ho avuto la sensazione di guidare con una montain bike! Decisamente una bici per chi ha necessita' di affrontare viaggi lunghi con un occhio all'Intermodalita.'.
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #53 il: Settembre 05, 2013, 05:21:46 pm »
io comincio a sentire qualche leggero scricchiolio nel telaio.  :-\
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • location: Modena
  • Post: 1651
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
  • registrato dal 30/09/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #54 il: Settembre 05, 2013, 05:35:09 pm »
Ma mi chiedo: cosa ci carichi sulle tue pieghevoli? :o perché la mup24 si era fratturata zona snodo, la nano scricchiola, la dash scricchiola...paura! :o ;D
 La tikit e la brompton si salvano? La tikit sarebbe un altro sogno proibito, ma al momento rimane sogno ::)
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline steo1971

  • iniziato
  • *
  • location: Svizzera
  • Post: 33
  • Reputazione: +3/-0
  • registrato dal 11/04/2012
    YearsYearsYearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #55 il: Settembre 05, 2013, 05:43:18 pm »
io comincio a sentire qualche leggero scricchiolio nel telaio.  :-\

Sei sicuro che sia il telaio e non i raggi? Io qualche scricchiolino lo sento, ma la maggiorparte delle volte provengono dalla ruota posteriore alla quale si sono allentati i raggi. Lo noti quando sei in salita e spingi un po'.
Ad ogni modo, una centratura della ruota e una buona tensionatura dei raggi si deve fare di tanto in tanto su queste bici. I cerchioni e i mozzi non sono proprio di altissima qualità.
Io comunque la maltratto anche, una volta mi sono fatto una mulattiera con un bel po' di pietre (uso copertoni un po' più grossi di quelli originali e sono pure tubeless), ma per adesso, a parte i raggi, non ho notato altri problemi.
Però non la carico molto, se non del mio peso.
Bè, in effetti porto in giro mio figlio con la mezza bici attaccata dietro.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #56 il: Settembre 05, 2013, 07:32:25 pm »
Ammetto di non aver indagato più di tanto sull'origine dei rumori. Escludo possano venire dalle ruote
e comunque risultano molto più contenuti rispetto alle sorelline a monotubo.

Potrebbe tranquillamente essere dovuto al mio stile di pedalata, quindi non mi sento di generalizzare queste riflessioni.
 ;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #57 il: Ottobre 25, 2013, 12:02:00 pm »
riassumo l'attuale configurazione della trasmissione (tutto acquistato da chain reaction):


-------------------


pacco pignoni:

Shimano Alivio HG50 9 Speed MTB Cassette
Silver, 11-32t
sku1375
da   €17.09

-----------------

coppia corone:

FSA Pro Road Chainring
Black, 130mm, 48t, 5 Bolt
sku121397
da   €46.15

FSA Pro Road Chainring
Black, 130mm, 38t, 5 Bolt
sku121391
da   €30.76

----------------

pipa manubrio

Ritchey Pro Stem
http://www.chainreactioncycles.com/Models.aspx?ModelID=39270
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2013, 12:49:33 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #58 il: Novembre 21, 2013, 08:00:12 pm »
aggiornamento sulla guarnitura: alla fine l'ho cambiata con una

"Shimano Crankset 9 Speed with bb 175 mm"
comprata da Decathlon

che rispetto alla guarnitura precedente (una "fsa ck 602 denti 48-38") monta una tripla anzichè una doppia.
Ho scelto una tripla perchè le doppie che ho trovato in giro avevano sempre troppi denti per i miei gusti :D

La tripla ha le seguenti caratteristiche:

1)
denti: 44 32 22

2)
la lunghezza delle pedivelle è di 175mm rispetto ai 170 mm originali, ma non ho notato modifiche sostanziali nella pedalata

3)
ha la testa quadra, che è standard

Alcune riflessioni:

a)
ho dovuto levare due 2 maglie alla catena, ed ovviamente la corona più piccola non la posso utilizzare, perchè struscia contro la parte inferiore del deragliatore anteriore.

b)
Devo stare attento nel passaggio tra le corone per evitare di scatenare, limitando il passaggio ai soli pignoni centrali (mai quelli periferici)

Ma a parte queste piccole noie, sono soddisfatto.

Lo sviluppo metrico minimo è pari a 1,60 mt, quel che ci vuole per fare cicloturismo con dislivelli impegnativi.





-------------------

da altra discussione:

la borsa Brompton sulla Dahon Dash P18:



confermo che l'accessorio comprato sul sito  Theravada ha la linguetta per evitare lo sgancio involontario, come quello originale Brompton.


« Ultima modifica: Febbraio 06, 2014, 07:00:43 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline marcoeffe

  • iniziato
  • *
  • location: Roma
  • Post: 29
  • Reputazione: +0/-0
  • registrato dal 29/06/2014
    YearsYearsYears
Re:Dahon Dash P18 - Recensione
« Risposta #59 il: Luglio 22, 2014, 11:44:57 pm »
Salve a tutti!
Oggi grande emozione con la mia Dash: sono riuscito a superare i 42 km/h su un tratto leggermente in discesa!
Ora, vorrei chiedervi una cosa, a voi possessori di Dash: che parafanghi e portapacchi posteriori avete montato? Dove posso comprarli? Avete per caso dei link?
Grazie a tutti per l'attenzione, spero tanto di conoscere qualcuno di voi per le strade di Roma e perché no, magari davanti un aperitivo od una pizza.