Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Dahon speed P8  (Letto 150997 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Dahon speed P8
« il: Luglio 12, 2011, 10:55:09 pm »
Citazione da: Jaaymz,12/2/2011, 02:52 ?t=53944593&st=0#entry440703954
Oggi sono stato al negozio consigliatomi da Peo 76 e ne sono uscito con una Dahon Speed P8.



Direi non esattamente uguale a quelle che erano le mie intenzioni iniziali... :lol:
Assolutamente fondamentale è stata la prova sul campo, ho testato prima la Dahon Mu Uno e poi la Speed P8.
Con quest'ultima è stato amore a prima vista, la scorrevolezza, maneggevolezza e sicurezza che ho provato guidandola per il quartiere mi ha fatto capire subito che era la pieghevole per me.
Il meccanismo di chiusura all'inizio (una volta giunto alla macchina) mi ha creato qualche difficoltà ma dopo un po' di prove ho subito preso la mano.
Stasera dopo cena l'ho testata immediatamente e ha superato il battesimo alla grandissima, comoda, veloce e affidabile, non avrei potuto chiedere di meglio.
Certo ho dovuto alzare notevolmente il mio budget visto che la Speed P8 viene da listino 725? ma li vale fino all'ultimo centesimo.
La sensazione di libertà, sia all'uscita dal portone che al ritorno, provata piegando in meno di 20 secondi la bici è meravigliosa, in un attimo sei fuori casa in sella alla tua bici e altrettanto velocemente sei a casa quando rientri.

L'unica perplessità riguarda il trasporto passivo, questo infatti non è molto comodo: la trascino prendendola per il sellino e per forza di cosa sta in equilibrio su una ruota sola (poichè una volta piegata le ruote non sono perfettamente parallele e quindi non vengono utilizzate entrambe), non è proprio il massimo della comodità, vero che essendo molto leggera per i brevi tratti da percorrere all'ingresso della metropolitana piuttosto che altrove non è un problema sollevarla, però fosse stato più agile il trasporto passivo non sarebbe stato male visto il costo della bicicletta.
A tal proposito qualcuno l'ha customizzata per agevolare il trasporto passivo? Magari con delle rotelline o simili?
Io non mi azzardo a farlo, primo per non invalidare la garanzia e secondo perchè al momento non lo ritengo un aspetto indispensabile, vedrò con un maggiore utilizzo quanto questo diverrà un aspetto critico o meno.

Ad ogni modo ringrazio per i consigli e chi mi ha esortato alla prova sul campo e di più marche e modelli, il feeling che ho provato alla guida della Speed P8 è stato istantaneo ma se non avessi cercato soluzioni alternative alla Hoptown (che ho cmq provato in Decathlon) non avrei fatto la scelta migliore.



Citazione da: Peo 76,12/2/2011, 12:49 ?t=53944593&st=0#entry440724972
Contento che la mia segnalazione sia tornata utile.
Tra l'altro settimana scorsa sono stato proprio da Equlibrio Urbano a far vedere le Dahon a mia sorella che dopo averne provate un paio, si è letteralmente innamorata della Speed P8 rossa che avevano in esposizione ed è andata via decisa ad acquistarla il prima possibile.
Se è quella che hai preso tu dovrò dirle che ho contribuito a fargliela portare via :D

Il sistema di piega probabilmente avrà messo in difficoltà un po' tutti all'inizio.....ora modestamente riesco a rimanere sotto i 10 secondi :B):
Ti preannuncio che più problematica sarà la sistemazione dei vari accrocchi che (sono certo) tra non molto vorrai montare sul manubrio....fortunatamente è un'operazione che si deve fare una volta sola.



Citazione da: Jaaymz,12/2/2011, 15:09 ?t=53944593&st=0#entry440745788
No dille pure che la sua DSP8 rossa è ancora lì che la aspetta, io ho optato per la versione nera! ;)
Per quanto riguarda gli accrocchi vari per ora pensavo di tenerla molto essenziale, per ora... :D
Per il trasporto passivo invece cosa mi dici? Tu come risolvi il problema della poca praticità e dell'equilibrio su una ruota sola?
Ancora, grazie per la dritta preziosissima che mi hai dato indicandomi Equilibrio Urbano! :)


Citazione da: Jaaymz,15/2/2011, 03:21 ?t=53944593&st=0#entry441180816
Stasera ennesimo giro in città con la mia nuova Dahon Speed P8, ormai non mi muovo quasi più senza, stavolta le condizioni erano quelle di una pioggia molto leggera e un fondo parecchio umido e scivoloso.
Ho percorso sia strade asfaltate, con binari, pavè e pavè con binari.
Ebbene nessunissimo problema, a voler guardare il pelo nell'uovo sul pavè si sentono un po' le vibrazioni ma in quel caso, se è possibile ed è sgombro o poco affollato, passo sul marciapiede con facilità.

Ora posto un paio di foto della bici:

Eccomi in giro per il centro con la bici aperta (se mi avessero avvisato che scattava in quel momento vi facevo anche un sorriso volendo! :P ) :




Qui la bici "parcheggiata" in un doner kebab e alla Mondadori:





Qui invece la bici parcheggiata in corridoio e in camera:





Come si può vedere l'ingombro, una volta piegata, è davvero minimo, certo non paragonabile ad una Brompton ma va considerato che ha delle ruote da 20''.
In attesa di trovare un assetto più comodo per il trasporto passivo (per ora o la sollevo oppure la spingo per sellino anche se continua a girare fondamentalmente solo sulla ruota destra) e visto il tempo poco clemente non ho avuto occasione di fare altre foto.

Se qualcuno è interessato a qualche dettaglio in particolare resto ovviamente a disposizione per farne altre.

Ribadisco che le impressioni sono cmq assolutamente positive sia alla guida (ogni volta che con facilità effettuo una deviazione su marciapiede o evito un ostacolo è una gioia, è davvero scattante e precisa!) che in fase di piega/apertura dove in 25/30 sec riesco a riporla o tirarla fuori, senza cercare tempi da cronometro stile "dimostrazione su youtube", ma in tutta calma.

Per ora è tutto, se qualcuno ha domande da fare io sono qui! ;)

PS scusate se ho trascurato aspetti "tecnici" come il cambio o altro, sono assolutamente ignorante su questo genere di cose! :)


Citazione da: Peo 76,16/2/2011, 01:04 ?t=53944593&st=0#entry441345469
Ciao Jaaymz.
Dalle foto che hai caricato vedo che la tua Speed P8 monta già su i parafanghi.......
Quello che vorrei sapere è ....ma erano già compresi nell prezzo di vendita o li hai dovuti pagare a parte?
Ti chiedo questo perchè penso sia utile conoscere questo particolare per chi è o sarà intenzionato a comprare il tuo stesso medello dahon.
La mia Vitesse ad esempio l'ho comprata nuda e cruda e ho dovuto quindi affrontare in seguito un ulteriore spesa per delle cose di cui inizialmente non mi importava (parafanghi e portapacchi).

p.s.: la mia Vitesse è spesso legata al palo sul marciapiede che si vede dietro di te nella seconda foto. Quando vado alla Hoepli la parcheggio li.



Citazione da: Jaaymz,16/2/2011, 02:01 ?t=53944593&st=0#entry441350811
Ciao Peo 76!
Hai ragione, dunque i parafanghi sulla Speed P8 sono compresi nel prezzo.
Mi è stato chiesto se volevo me li montassero subito oppure averli nella busta a parte, ho preferito montarli perchè in questi mesi potrebbe piovere ed è più comodo averli su (e infatti ahimè, piove).
Senza la bici è esteticamente più bella secondo me e probabilmente con la bella stagione li toglierò, però ribadisco: i parafanghi sono compresi nel prezzo.

Citazione da: Peo 76,16/2/2011, 00:04 ?t=53944593#entry441345469
p.s.: la mia Vitesse è spesso legata al palo sul marciapiede che si vede dietro di te nella seconda foto. Quando vado alla Hoepli la parcheggio li.
A tal proposito avrei una domanda, essendo però argomento già di un altro topic, ti scoccia rispondere alla domanda che viene (naturalmente se vorrai rispondere!) <u>qui</u>?
Almeno si vivacizza un po' l'argomento nello specifico! :)
La domanda che volevo farti è: la leghi al palo per una questione di comodità o perchè ti hanno fatto storie vedendoti entrare con la pieghevole?


Citazione da: morze81,13/4/2011, 01:22 ?t=53944593&st=0#entry450041683
Ciao, sono nuovo del forum e oggi ho ricevuto la mia prima pieghevole, anch'io una splendida Dahon Speed P8.
La bici, ordinata su Ebay da un venditore tedesco, mi è arrivata praticamente già montata e collaudata (sull'annuncio era scritto che veniva effettuato un test di collaudo prima della spedizione): ho dovuto praticamente registrare leggermente i vbrake, regolare le viti dei meccanismi di blocco (canotto sella, manubrio, sterzo, ecc...) e poco altro.
Ho fatto un rapido giro per Roma: sembra veramente di guidare una normalissima bici, la postura è molto comoda e le Big Apple digeriscono benissimo le strade infami della capitale...davvero un ottimo acquisto!

Ho solo un paio di dubbi, che vorrei condividere con Jaaymz ed in generale con tutti i possessori di Dahon, dato che i manubri Dahon sono pressochè standard su tutti i modelli:

- regolazione della serie sterzo: facendo la classica prova di regolazione della serie sterzo (freno anteriore tirato e leggero movimento avanti-indietro) noto che il piantone sterzo non è ben saldo ma e la forcella sembra "ballare" leggermente. Sono normalmente maniaco-precisino in molte cose, soprattutto con le biciclette, quindi ammetto che si tratta di un gioco quasi impercettibile, ma volevo condividere con voi questa cosa per capire se è normale. Da una parte la logica mi porta a pensare che essendo il manubrio delle Dahon naturalmente e per ovvie ragioni composto di più pezzi, e non esistendo accoppiamenti meccanici "perfetti", il gioco sia proprio dovuto al particolare tipo di manubrio e di meccanismo di piega/blocco più che dalla serie sterzo poco regolata. La stessa cosa (micrometrica) mi sembra di percepirla pigiando il manubrio sulle manopole verso il basso e destra e sinistra: mi sembra di sentire un gioco anche in quella zona.

- scricchiolii: quando salgo in sella e mi sistemo prima di partire, oppure quando in salita faccio del fuori sella in piedi sui pedali, oppure quando cambio involontariamente il carico del peso da un braccio all'altro, noto dei fastidiosi scricchiolii provenienti forse dal meccanismo di piega/blocco del manubrio, o forse dall'attacco a clamp del manubrio. Premetto che ho regolato sia il dado di tensione del meccanismo di piega/blocco (quello che vediamo quando la bici è chiusa ed il manubrio è piegato verso il basso), sia la vite nera del clamp di blocco del manubrio.

Grazie anticipatamente a chi mi vorrà rispondere!
Ciao
Luca


Citazione da: Jaaymz,13/4/2011, 02:13 ?t=53944593&st=0#entry450043117
Ciao e benvenuto!! :)

Complimenti per la tua Dahon, io ormai ce l'ho da due mesi ed è una vera cannonata!
Per quanto riguarda il fatto di essere maniaco-precisino con me sfondi una porta aperta, con la Brompton a volte mi sembra di essere una madre super-apprensiva!

:lol:

Venendo ai tuoi dubbi:

- non ho ben capito dove senti il gioco...questo deriva dal fatto che in materia di biciclette mi sto facendo adesso una preparazione base quindi non sempre (quasi mai?) per ora colgo il punto quando si parla di cose tecniche.
Non riesci a postare una foto evidenziando bene i punti in cui senti un po' di lentezza?

- no, io non sento nessun cigolio sulla mia, devo però dire che raramente faccio pedalate "in piedi".

Cacchio mi sta venendo voglia di testare subito se si sente o meno, domani ti faccio sapere...cmq essendo come dicevo piuttosto pignolo credo che l'avrei notato.

Se fai le foto indicando bene i punti di cui parli ti faccio sapere se sento qualcosa!
Intanto di nuovo benvenuto!

:)

P.S. se qualcuno un po' più sgamato del sottoscritto (che si può paragonare ad una medusa in quanto conoscenze ciclistiche) sulle questioni tecniche può aiutare morzen81 senza che debba fare foto ben venga naturalmente!



Ciao Luca

mi unisco a Jaaymz nel darti il benvenuto nel forum

Citazione da: morze81,13/4/2011, 01:22 ?t=53944593#entry450041683
- regolazione della serie sterzo: facendo la classica prova di regolazione della serie sterzo (freno anteriore tirato e leggero movimento avanti-indietro) noto che il piantone sterzo non è ben saldo ma e la forcella sembra "ballare" leggermente.
Anche la mia Dahon MuP24 ultimamente soffre di questo problema. Giusto stasera ragionavo se sia il caso di allentare lo snodo dello sterzo per capire come fare a stringere i cuscinetti della serie sterzo (la mia ipotesi è che si siano allentati).
Se vuoi, ci proviamo insieme. Mi trovi tutti i giovedì dai www.ciclonauti.org (dalle 20.30 alle 22.30)

Citazione da: morze81,13/4/2011, 01:22 ?t=53944593#entry450041683
- scricchiolii: quando salgo in sella e mi sistemo prima di partire, oppure quando in salita faccio del fuori sella in piedi sui pedali, oppure quando cambio
mmmmm... io li ho sempre associati al meccanismo di piega del tubo centrale. Mai al Manubrio. Ribadisco l'invito a passare il giovedì.

Citazione da: morze81,14/4/2011, 18:53 ?t=53944593&st=0#entry450282407
Ciao Federico,

grazie innanzitutto per le risposte. Stasera purtroppo non credo di riuscire a passare, cmq lo farò sicuramente nelle prossime settimane, anche solo per conoscerci. Nel frattempo comunque ho risolto già qualcosa con i ragazzi della ciclofficina del Gazometro (che frequento abitualmente), e nello specifico i problemi di regolazione della serie sterzo.
A seguito di innumerevoli prove abbiamo infatti capito che il problema era il risultato di più "giochi" meccanici. Il più evidente era quello del movimento di piega centrale che abbiamo dovuto regolare parecchio dal dado interno allo snodo. Ora il comando risulta un po' più duro (soprattutto in fase di sgancio del telaio) ma il telaio è finalmente solido. Siamo poi intervenuti sulla serie sterzo, il cui funzionamento è praticamente identico ad un a-head set, ovvero occorre prima allentare il collarino laterale e quindi regolare la grossa brugola centrale. Infine è stato utile regolare anche il meccanismo di blocco del manubrio, sempre mediante il dado di regolazione interno.

Ciò che fatico ad "accettare" sono i famosi scricchiolii! Il movimento di piega del tubo manubrio è ormai bloccato e perfettamente stabile, ma i rumoretti non se ne vogliono andare. Ho comunque accertato che provengono dal manubrio vero e proprio, nel punto in cui è a contatto con il clamp centrale (per intenderci, esattamente al centro della T): mi è stato detto che, trattandosi di un contatto alluminio contro alluminio, è del tutto naturale agli inizi, e tenderà ad attenuarsi col tempo. Questa tesi è stata avvalorata anche da un ragazzo della cicolfficina che possiede una Vitesse D7HG la quale ha sofferto i primi tempi degli stessi fastidi. Sono comunque riuscito a limitare questi scricchiolii allentando un poco la vite di regolazione del clamp stesso, praticamente limitando la forza sul manubrio...so che sembra un paradosso ma gli scricchiolii si sono automaticamente dimezzati!

Citazione da: occhio.nero,13/4/2011, 23:00 ?t=53944593#entry450177716
Anche la mia Dahon MuP24 ultimamente soffre di questo problema. Giusto stasera ragionavo se sia il caso di allentare lo snodo dello sterzo per capire come fare a stringere i cuscinetti della serie sterzo (la mia ipotesi è che si siano allentati).
Spero di riuscire a passare presto dalla tua ciclofficina e fare qualche prova assieme!
A presto!
Ciao


Citazione da: Jaaymz,28/6/2011, 18:23 ?t=53944593&st=0#entry461172692
Video recensione di Nycewheels:

http://www.youtube.com/watch?v=WjSYQDbN3iI&feature=player_embedded

Citazione da: Sbrindol@,29/6/2011, 19:34 ?t=53944593&st=0#entry461340575
Mi aggiungo alla famiglia delle Speed P8!!

Il mio bolide è questo


appena possibile posterò qualche foto mia

Dopo le prime prove su strada confermo l'ottima impressione iniziale.
Acquistata anche nel mio caso da un rivenditore tedesco a 559? (+28? di s.s.), consegnata rapidamente in 3 gg già pronta all'uso senza alcuna messa a punto da fare.

Mi trovo benissimo per quanto riguarda la postura e sono contento di aver scelto questa versione denominata Sport, che monta l'attacco manubrio Comus Vario permettendo una ulteriore regolazione dell'assetto e di guadagnare ancora cm di distanza dal sellino.
Ho provato anche a pedalare fuori sella e, contrariamente a quanto mi aspettavo, ho trovato la bici stabile ed in grado di essere "strappazzata" anche spingendo sul manubrio.... che però tengo particolarmente basso (un paio di cm sotto alla linea del sellino).

Il trasporto passivo non è effettivamente dei più scorrevoli ma per le mie esigenze può bastare..... al massimo valuterò se invertire la chiusura del manubrio in modo che resti esterno alla bici chiusa. Aumentano un po' gli ingombri ma si guadagna in comodità e velocità di chiusura.

[to be continued]



« Ultima modifica: Ottobre 05, 2011, 09:19:16 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon speed P8
« Risposta #1 il: Luglio 14, 2011, 08:31:04 pm »
Citazione da: Sbrindol@,17/6/2011, 15:21 ?t=56273432&st=0#entry459593001
ebbene si, dopo lunghe ponderazioni e vagabondaggi sui siti di mezza europa (l'inglese lo sapevo già, adesso ho imparato anche un po' di tedesco :D ) ho finalmente acquistato 2 pieghevoli Dahon, una per me ed una per mia moglie, così allargheremo la famiglia dei pieghevolisti.

I modelli sono i seguenti

- per la mia dolce metà si tratta di una Mu P8 bianca, personalmente molto stilosa, customizzata con cerchi Kinetix Pro, pedali con innesto a baionetta e gomme Schwalbe Kojak.... soluzioni che dovrebbero constentire di mantenere il peso sotto i 10kg complessivi
(IMG:http://www.foldingbikes.biz/assets/images/dahonmup8sl1.jpg)

-per me invece ho scelto una Speed P8, anche questa però con alcune modifiche rispetto al modello standard, ovvero parafanghi light asportabili, sellino sportivo ma ergonomico, attacco del manubrio Comus Vario (quello della Mu XL) che offre maggiori possibilità di regolazione
(IMG:http://www.derfaltradshop.de/WebRoot/Store8/Shops/61212349/4D28/7B6B/A8B4/C36D/ADF9/C0A8/28BB/DE2C/SP-800T.jpg)

Riassumo di seguito in ordine sparso le considerazioni che mi hanno portato a fare queste scelte ad uso di chi comprerà in futuro:

- acquistando online da Germania o Inghilterra si può arrivare a risparmiare parecchio (la Speed in Italia costa circa 730€ mentre online la si trova a 550-600€ ....... dagli USA invece le spese di dogana e spedizione annullano quasi completamente il risparmio.
Purtroppo le Brompton usate o nuove in vendita su Ebay.co.uk non vengono mai spedite in EU e comprarne 2 in un colpo solo sarebbe stato un salasso.

- pur amando la pulizia delle linee i cambi interni sono decisamente più pesanti (circa +0,5 kg) oltre che dispendiosi in caso di interventi di manutenzione.... senza considerare che per un cambio esterno possono essere fatti più facilmente per conto proprio.
Se sottoponete a manutenzione periodica i vostri mezzi, IMHO i cambi non sono dei mostri che colano grasso pronti a sporcare alla prima distrazione.

- i cerchi ultraleggeri sono consigliabili a persone di peso "contenuto" e non a taglie forti, specie considerando le condizioni delle strade che ci troviamo a percorrere (quindi ok per mia moglie ma non per me)

-considerato il peso consistente dei portapacchi (1 kg circa) e le soluzioni viste su questo forum (moschettoni sotto sella o sul manubrio) ho scelto di risparmiare peso e farne a meno..... solitamente mi limiterò ad una borsa con tracolla od uno zainetto. Se poi ne sentirò la mancanza potrò sempre aggiungerli in un secondo tempo.

-pur avendo trovato diverse alternative apparentemente valide (Oyama o Edelweiss) ho preferito andare sulle Dahon per una maggiore tranquillità in caso di interventi di assistenza, che potrebbero diventare più problematici per marchi non ancora diffusi sul mercato italiano

Ora non mi resta che aspettare: appena arriveranno cercherò di postare qualche foto.

Citazione da: Sbrindol@,23/6/2011, 00:16 ?t=56273432&st=0#entry460392545
arrivata la Speed! [IMG=groupwave]http://faccine.forumfree.net/groupwave.gif[/img]

ad un primo controllo direi che è assolutamente tutto a posto..... addirittura le gomme sono già gonfiate.
Unici pezzi ancora da assemblare sono stati il sellino ed il relativo rifrangente rosso, per il resto tutto regolato come si deve.
Freni, catena, cambio e telaio non fanno il minimo rumore anzi, il meccanismo della ruota libera fa quei "tick" secchi che sono musica per chi ama avere la bici sempre a posto (per me una catena cigolante è una sofferenza anche se la bici è di uno sconosciuto :D )

La bici è arrivata nell'imballo originale, impacchettata a dovere per evitare colpi e graffi: considerando che l'ordine l'ho fatto venerdi ed è stato evaso lunedi mattina direi che la consegna è stata rapidissima .... che dire, pollice in su per il venditore, lo raccomando.

Ora non mi resta che fare le regolazioni di fino per la mia postura ed allenarmi nel "apri la bici, chiudi a bici" [IMG=character051]http://faccine.forumfree.net/character051.gif[/img] .
Devo imparare a piegare il manubrio in modo che non sia di intralcio nella chiusura del telaio.

L'altra è in viaggio: lunedì è stata customizzata e martedi è stata spedita... con un po' di fortuna questo weekend potremo iniziare a goderci i gioiellini!

Ovviamente a breve qualche foto e, tempo permettendo, recensione o analisi più approfondita sui modelli e le loro caratteristiche che possano essere utile/interessante per il forum (che ringrazio ancora!!)

@ Yaaymz : se ti interessano i parafanghi li trovi QUI .... purtroppo, simulando l'acquisto, vedo che le spese di spedizione ti costano quanto la merce (13+13€) e non penso ti convenga prenderli da qui, ma può servirti comunque per cercarli altrove.
Devo dire che dal vivo sono anche meno vistosi che in foto.... potrei valutare anche di lasciarli su.
Per la cronaca quello anteriore si può togliere al volo perchè fissato con una rotellina zigrinata svitabile a mano: dietro invece ho intravisto una meno "rapida" brugola.

riporto da altra discussione:
Allora ragazzi spacchettata da un ottima confezione ben protettiva ho trovato questa bellissima bike in ottimo stato.
Qualche graffietto sulla canna del regisella ma niente di chè.
Ho fatto da subito delle prove di chiusura/ apertura della bike e non ho trovato difficoltà o problemi dovuti a kit camus sul manubrio.
Prima di utilizzarla mi sono armato di utensili e ho da subito eliminato catarifrangenti anteriore e posteriore, cavalletto e parafanghi.....ora alla vista è decisamente migliore.
Ho dato un paio di pompate alle gomme, regolato altezza manubrio e sella e via a fare un giretto di prova.
La bici é molto stabile in curva e trasmette affidabilità e sicurezza anche in discese in curva con manto stradale non perfetto.
Il cambio è molto preciso e mi sono piaciuti molto i rapporti permettendomi di affrontare salitelle con moderata pendenza e un ottimo allungo in strada pianeggiante.
I freni anche sono buoni, la bici non emette scricchiolii strani.
Unica cosa che andrei a sostituire fin da subito sono i pedali, sono un amante dello sgancio rapido e per le mie uscite di 40 km sono necessari mentre nelle uscite tranquille in città scarpe normali.
Perciò sto trovando in rete un bel modello di pedali doppio uso, ma mi recherò nei prossimi giorni in un negozio di bici per provarli e vedere se non causano problemi nella chiusura della bici.
Altra cosa che faró, dopo aver prima testato per bene la mia, una sella "selle Italia" leggerissima e comoda

« Ultima modifica: Gennaio 28, 2012, 10:04:48 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #2 il: Dicembre 17, 2011, 10:19:45 pm »
Buonasera a tutti.

Sono Simone e son di Lecco.

Sto cercando da vari mesi una bici pieghevole da portare in macchina sia per evitare il traffico milanese (che mi impedisce di far commissioni di durata decente) sia per fare i miei tour fotografici nei paesi evitando di perdere tutti i luoghi più caratteristici. Di solito me li giro a piedi, ma con le durate dei periodi di luce "fotografica", con il costo dei parcheggi (ogni comune ha seguito la "moda" dei parcheggi a pagamento anche in luoghi non proprio vicini) e con il peso dell'attrezzatura (banco ottico e cavalletto) mi rendo conto che con una bicicletta potrei fare visite un pò più approfondite.

Dopo ricerche mi son imbattuto nel vostro sito e soprattutto in questo post.
In questo forum si parlava della rottura di un telaio http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=266 ed allora la mia scelta (altezza 1.82 e 105 kg) ha escluso tutti i modelli che avevano questo tipo di progettazione.

A parte la jetstream P8 (prezzo troppo elevato secondo le mie tasche) in cui, come si è già detto, ha un rinforzo, ho considerato (da bravo ingegnere) che la Speed P8 ha il tubo posteriore posizionato in modo da opporre un pò di resistenza (ovviamente non come la jetstream!) al momento flettente che si genera con il "braccio" della sella estratto molto.

Quindi, considerando che son un pò di mesi che questo post è aperto, sono a richiedere tutte le vostre impressioni prima di fare l'acquisto.

Ringrazio tutti quelli che vorranno rispondere.

Saluti.

P.S. I rivenditori tedeschi son affidabili al 100%? (Anche il 99% potrebbe bastarmi, ma non di meno!!!)

Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Criccri

  • iniziato
  • *
  • Post: 4
  • Reputazione: +0/-0
Re:Dahon speed P8
« Risposta #3 il: Dicembre 20, 2011, 06:54:15 pm »
Ciao Simone!
Io ho da circa due anni una Speed P8 e son davvero molto soddisfatto dell'acquisto! Direi che il pregio migliore della P8 sia la gran robustezza di telaio.
Mi è capitato anche di maltrattarla su percorsi accidentati più da mtb, con sassi, buche, ecc., e son rimasto davvero sorpreso del senso di sicurezza che trasmette.
Il peso non agevola molto nel trasporto passivo, visto che si aggira intorno ai 12.5 kg senza interventi di alleggerimento, ma secondo me quanto a robustezza
forse come rivali, tra gli altri modelli Dahon, ha solo la Jetstream.

L'ho acquistata tramite ebay in Germania e il venditore si è dimostrato molto professionale.

Facci sapere poi cosa hai deciso :D



Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon speed P8
« Risposta #4 il: Dicembre 20, 2011, 11:01:07 pm »
Ciao Simone,

sull'affidabilità dei rivenditori crucchi mi sento di tranquillizzarti, quantomeno in riferimento a derfaltradshop.de, quello da cui ho acquistato la mia Speed (buonanima  :'( ). Come puoi leggere nei miei primi post sopra, la bici è arrivata rapidamente con tutto quanto previsto: garanzia timbrata dal rivenditore, botticino per i ritocchi vernice, manuale, adesivi..... addirittura le ruote già gonfie.
Praticamente ho dovuto solo togliere le protezioni per il viaggio, infilare il tubo sella e spiegarla ed era pronta all'uso.

Mi sento anche io di confermare quanto detto da Criccri: non l'ho mai maltrattata volutamente, ma mi è successo di incappare in buche o altre sollecitazioni nascoste da oscurità o foglie oppure fare qualche saliscendi dai marciapiedi ma senza avere la percezione che mi potesse tradire.
Il tuo peso corrisponde al massimo peso suggerito dalla casa per il rider, quindi per il telaio non dovrebbero esserci problemi e le Big Apple possono mettere la pezza al resto: se non ti metti ad usarla per fare downhill direi che dovrebbe fare al caso tuo.


Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #5 il: Dicembre 21, 2011, 12:17:50 pm »
Buongiorno a tutti e grazie per gli interventi.

In questo momento son indeciso tra la speed P8 e la Bullhead (dopo aver letto l'ultimo post in cui se ne parla).

Al più presto vi comunicherò la mia decisione!

Anche la Dash P18 mi interessa.

Chiedo a tutti di aiutarmi a scegliere tra queste tre.

Saluti!!!
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #6 il: Dicembre 21, 2011, 06:46:35 pm »
Chiedo a chi possiede una speed p8 quali son le differenze con una tern link.

Saluti.
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon speed P8
« Risposta #7 il: Dicembre 23, 2011, 08:35:04 am »
Le differenze più sostanziali sono quelle che trovi QUI nei primi punti.
Riassumendo
- sistema di piega: pur adottando lo stesso principio (piega centrale) nelle Tern la ruota anteriore rimane orientata frontemarcia e resta parallela alla posteriore, facilitando il trasporto passivo. Il manubrio si piega esternamente e può essere richiuso DOPO la piega del telaio,
- giunto di snodo centrale: maggiore robustezza e rigidezza. Tern dichiara di utilizzare macchine CNC che operano con tolleranze inferiori rispetto agli standard Dahon
- telaio: monotrave curvo che rispecchia l'architettura della serie Mu e che garantisce una maggiore rigidezza del carro posteriore,
- giunto di snodo centrale: ingrandito e reso più robusto e rigido rispetto alla versione Dahon, IMHO la differenza maggiore e più percepibile dovrebbe essere questa
- saldature: sono tutte rifinite in modo da eliminare le tipiche ondulazioni e raccordare in modo uniforme tutte le componenti per un migliore risultato estetico

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #8 il: Dicembre 23, 2011, 12:20:26 pm »
Ti ringrazio per la risposta!
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:Dahon speed P8
« Risposta #9 il: Dicembre 23, 2011, 05:23:34 pm »
Noto anche una significativa differenza negli ingombri da piegata:
- Dahon Mu P8: 77x64x30 (http://dahonbikes.com/index.php/bikes/show/376.html)
- Tern Link P9: 79x72x38


In generale ho notato che è un po' così con tutte le Tern, sembrano davvero belle e ben fatte, ma gli ingombri sono notevoli. Sembra che abbiano considerato la questione marginale. Per chi deve solo mettere la pieghevole nel baule di una berlina e poi tenerla in casa piegata allora capisco che la cosa sia secondaria, ma per chi la deve usare nell'intermodalità non è così. Mi sarei aspettato che proponessero almeno un paio di modelli un po' più compatti. Da cosa può dipendere secondo voi? Hanno fatto una scelta diversa nella politica aziendale, decidendo di non soffermarsi su quest'aspetto?


Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon speed P8
« Risposta #10 il: Dicembre 23, 2011, 05:42:24 pm »
Vero ed anche dal punto di vista dei pesi non ci sono migliorie anzi...
Io, in sostituzione della defunta Speed P8, sto valutando l'acquisto della Mu XL Sport e l'ho confrontata con l'omologa Tern Link D7i: si parla di più di 2 Kg in più di peso per la Tern (14,4 contro i 12,3 della Dahon) motivo per cui l'ho scartata.
Probabilmente la causa è negli irrobustimenti del telaio e dello sterzo, ma si tratta di un peso decisamente eccessivo per chi deve affrontare il trasporto intermodale quotidiano.

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #11 il: Dicembre 23, 2011, 07:01:23 pm »
ma nella mu xl sport, non potrebbe succedere la rottura del telaio come già descritto in questo sito??
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon speed P8
« Risposta #12 il: Dicembre 24, 2011, 05:11:35 pm »
credo che una rottura di quel tipo potrebbe succedere su qualunque modello e che sia un evento poco probabile.
Un evento del genere potrebbe essere anche stato causato da una saldatura difettosa che con il tempo e lo stress meccanico ha ceduto.
Sicuramente peso e altezza del sellino incidono sullo stress di quel punto ma non penso che sia il caso di mettere in discussione tutte le Mu e considerarle poco affidabili.
Se però, oltre a considerare il tuo peso, teniamo conto di un eventuale zaino con attrezzatura fotografica è bene farsi qualche scrupolo e ponderare bene la scelta, dal momento che potresti sforare il peso suggerito dalla casa e graverebbe tutto su quel punto. Quanto materiale ti porti dietro solitamente?

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:Dahon speed P8
« Risposta #13 il: Dicembre 24, 2011, 05:35:02 pm »
Banco Ottico e cavalletto. Una decina di chili mi sa.

Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon speed P8
« Risposta #14 il: Dicembre 24, 2011, 11:18:54 pm »
mmm.... inizio a pensare che, forse, la Bullhead sarebbe una scelta più sicura, per quanto il peso massimo suggerito per il rider sia il medesimo.
Attrezzatura fotografica inclusa siamo a +10kg rispetto al peso massimo, e l'idea che tutto il peso gravi sul lungo tubo sella della Speed non è molto tranquillizzante.
Sulla Bullhead il telaio più alto permetterebbe di dare più supporto e ridurre sensibilmente le sollecitazioni (minore momento flettente e braccio più corto).

Tags: