Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: il viaggio in aereo  (Letto 51845 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
il viaggio in aereo
« il: Luglio 13, 2011, 09:32:43 am »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
------------------------------------

Nel giugno del 2009 ho deciso di esplorare la costa atlantica francese con la mia Dahon MuP24.
L'unica incognita era legata al trasferimento in aereo: la bici sarebbe uscita incolume dalla stiva?

Abbandonata l'idea di adottare una soluzione carrello/valigia (che se ha il pregio di difendere egregiamente la bici in essa contenuta durante il volo, per contro rappresenta una zavorra non indifferente una volta agganciato come rimorchio),

la soluzione proposta dalla Bike Friday

la Mobiky Genius impacchettata, immagine tratta dall'articolo (in inglese) di Sean Luke

Ho pensato di fare un unico megapacco (la bici e le borse con la tenda, il materassino, gli indumenti, le ciabatte, etc...) facendolo passare come sport equipment (senza incorrere quindi nei limiti di peso associati alle normali valigie).

la Dahon MuP24 durante l'impacchettamento


Ho provato ad immaginare gli urti e gli scossoni che gli operatori aereoportuali sanno elargire a piene mani a tutto quello che passa per il nastro trasportatore, e quindi a posizionare le varie "imbottiture" affinchè venisse protetto il telaio.

Ne è uscito fuori un bozzo primordiale che mi ha garantito di arrivare sano e salvo a destinazione (almeno all'andata, perchè nel viaggio del ritorno ho ritrovato il sellino piegato).

http://www.youtube.com/watch?v=9CE63A45w_o
il video dell'impacchettamento

Dal forum Jobike, ecco invece la proposta per impacchettare una Brompton.


e ancora:



Costa 75 dollari, circa 55 euro e per un attimo ho creduto fosse compresa anche la valigia nel kit. Sembrava troppo poco  ;D
Questa nuova proposta rimane comunque molto interessante per chi prossimamente si avventurerà con la propria Tern (ma dovrebbe andare bene anche con le Dahon, meglio chiedere al venditore in fase d'acquisto) in un viaggio con aereo. Il kit è composto da 9 pezzi per proteggere tutte le parti della Tern.

http://www.premiumbikegear.com/ternbicyclesgear/bags/tern-flightsuit.html

p.s.: la valigia, come si legge nelle features, è una "Samsonite F’Lite GT 31" Spinner"

« Ultima modifica: Marzo 13, 2017, 04:08:28 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #1 il: Luglio 13, 2011, 09:35:00 am »
Visto che siamo su Bicipeghevoli.net stavo dimenticando una cosa interessante! ;-)
Per il volo aereo ho impacchettato la bici alla bell'e meglio, ho fatto il giro dei supermercati per trovare il cartone adatto… :-D
Per fortuna ho una bici pieghevole, così è entrata senza problemi nel bagagliaio del taxi dall'ostello fino all'aeroporto, in una Peugeot 208… ;-)
(Image removed from quote.)


Forse qualcuno dei forumendoli ha già indagato nel merito: esiste una assicurazione contro furto/danneggiamenti della pieghevole durante il trasporto in aereo?? ovviamente con validità anche all'estero....per ora non ho trovato on line qualcosa di soddisfacente ???


Citazione da: blank67,18/2/2010, 10:11 ?t=46221857&st=0#entry378810067
molto interessante, io a ottobre ho portato la mia brompton in inghilterra per il B.W.C. 2009 ed ho utilizzato la B-bag con l'aggiunta di due profili di cartone che ho posto ai lati.
avendo il tubo sella lungo si crea qualche problema nella chiusura della cerniera, ma in definitiva ci si riesce. ho approfittato dello spazio residuo per infilarci indumenti ben ripiegati che hanno contribuito ad aumentare l'imbottitura.
devo dire che la brompton una volta ripiegata offre solo punti molto resistenti del telaio.

<p align="center">(IMG:http://www.simpsoncycles.co.uk/shopimages/products/normal/Brompton_in_B_bag.jpg)</p>

ho viaggiato con ryanair pagando il biglietto andata e ritorno comprese tasse 2 euri, ma sul problema bicicletta non ho voluto rischiare ed ho acquistato il biglietto per bagaglio sportivo a 60 euri andata e ritorno.
alla luce del fatto che la b-bag con brompton e altro non superava i 15 kg , che le dimensioni sono in linea con la maggior parte dei bagagli e che il fatto che sia sportivo alla fine lo fà andare insieme agli altri, ho pensato: la prossima volta lo imbarco come bagaglio normale e spendo 1/3


Ciao
grazie per il contributo
ho aggiunto la foto della borsa, per dare una idea della soluzione adottata.

Citazione da: blank67,18/2/2010, 09:11
devo dire che la brompton una volta ripiegata offre solo punti molto resistenti del telaio.
In effetti, il problema principale è individuare i punti vulnerabili una volta che la bici è piegata.

Se gli urti durante il trasporto causano la piega/rottura di uno snodo, credo sia molto difficile intervenire, specie quando devi incominciare una vacanza, magari in un paese "deserto".

Aggiungo a tal proposito una soluzione che sembrerebbe garantire un po' più di robustezza agli urti.

tratto dal forum Jobike

Mi riferiscono che alcune compagnie aeree permettono di caricare la bici senza alcun imballaggio.
Questo risparmierebbe a noi la fatica dell'imballo... e alla bici (una volta impacchettata) il rischio di essere trattata come un bagaglio normale, quindi, ad es, finire schiacciata sotto una pila di valigie, con tutto quello che ne consegue.

Vale la pena informarsi prima di partire.

rigiro il contributo di Giorgia, su come hanno viaggiato in aereo con le loro Brompton:

Giorgia ha scritto: "io e Andrea l'abbiamo portata in aereo ad ottobre scorso. No, non è un bagaglio a mano l'abbiamo caricata nella stiva come qualsiasi valigione. Noi non avendo la sua apposita borsa, quella rigida, siamo arrivati in aereoporto con la bici sul trenino e ci siamo portati dietro quei materassini per fare ginnastica, poi con quei cellophane che sono lì in aereoporto con cui ti ci impacchettano di tutto, l'hanno infagottata per benino! al check in nessun problema ed è arrivata integra sia all'andata che al ritorno!"
« Ultima modifica: Novembre 12, 2014, 11:32:51 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #2 il: Dicembre 29, 2011, 07:50:33 pm »
Coraggiosi!!! complimenti!!! :)
FF

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #3 il: Gennaio 11, 2012, 11:39:14 pm »
riporto una email privata

"[...]  mi adopererò per cercare uno zaino rigido che mi permetterebbe di arrivare in
aeroporto sui pedali, caricare la bici come bagaglio in stiva e pi
riprendermela all'arrivo e ripedalarci per la destinazioni. Purtroppo nei
forum ho notato solo soluzioni di emergenza o poco altro, per me pensavo di
acquistare uno zaino rigido qualsiasi non necessariamente per biciclette di
dimensioni adeguate. [...]"


In base alla mia scarsa esperienza, una valigia rigida  dedicata alla bici è tanto rassicurante (per proteggerla dagli urti durante i trasbordi) quanto - a mio avviso - poco entusiasmante.
Potrei utilizzare la stessa valigia anche per riporre il vestiario.. ma rimane il problema di come portarsela dietro una volta scesi a terra e riaperta la bici. La  lascio in aeroporto? La traino con un  carrellino (vedi Bike Friday)? La fisso al portapacchi?
La metto in spalla se provvista di spallacci, come proponi tu parlando di uno zaino rigido?

Comunque sia,  cercherei una pieghevole (o una smontabile) che permetta di ridurre al massimo gli ingombri, in modo da scegliere una valigia dalle dimensioni "contenute".
C'è poi da considerare il peso. Difficilmente si riesce a stare nei limiti imposti dalle compagnie low cost (10-15kg..... mentre sulle altre mi sembra siano  meno restrittivi). Quasi sempre sarà necessario il biglietto aggiuntivo sport equipmment. 
« Ultima modifica: Gennaio 11, 2012, 11:43:04 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #4 il: Gennaio 12, 2012, 01:25:01 pm »
Scusate, vorrei sapere (non avendolo ancora fatto): ma il viaggio in sport equiment cosa vuol dire? che lo maneggiano e poi lo stivano con più delicatezza? (o vorrei dire, pensando a ryanair, con meno istinto borsicida?)  ::)
FF

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #5 il: Gennaio 12, 2012, 02:02:15 pm »
"sport equipment" è un biglietto che permette di trasportare attrezzature sportive (sci, bici, etc...).

Io lo consiglio, perchè se avessi dovuto caricare la bici  come se fosse stato un bagaglio normale (in fondo quando viene impacchettata, non si distinguerebbe  da una normale valigia) , avrei dovuto aprire un mutuo, perchè c'è una  soglia massima (10kg?) oltre la quale è necessario pagare tot euro  per ogni kg di eccedenza.

Vi invito però a verificare le condizioni dello "sport equipment" consultando il sito della compagnia di volo.



Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #6 il: Gennaio 13, 2012, 10:44:58 am »
In teoria la caricano per ultima e la scaricano per prima, così che rimanga sopra il resto dei bagagli.
Poi te la riconsegnano a mano perché dal nasto bagagli non passa.
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline 16fra

  • assistente
  • ***
  • Post: 174
  • Reputazione: +7/-0
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #7 il: Aprile 17, 2012, 01:31:09 pm »
ciao sono affascinato all'idea di fare un viaggio in bici utilizzando l'aereo...

sicuramente la soluzione della borsa rigida è la migliore dal punto di vista della sicurezza e protezione della bici.

ma all'arrivo??

nn ci sono sacche imbottite o altre soluzioni che permettano di chiudere e conservare in modo pratico il guscio della bicicletta??




Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #8 il: Aprile 17, 2012, 10:09:15 pm »
nn ci sono sacche imbottite o altre soluzioni che permettano di chiudere e conservare in modo pratico il guscio della bicicletta??

proteggere la protezione?  :o
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline 16fra

  • assistente
  • ***
  • Post: 174
  • Reputazione: +7/-0
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #9 il: Aprile 18, 2012, 08:31:41 am »
nel senso che con le borse rigide si evita:
 la manomissione -> sicurezza

e si elimina quasi totalmente i potenziali danni da urti più o meno accidentali -> protezione...

resta però il problema di cosa farsene del bagaglio rigico all'arrivo!!  :(

appena arrivano... valuterò meglio il problema!!  ;)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9841
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #10 il: Aprile 18, 2012, 09:08:53 am »
la Bike Friday propone la borsa rigida carrellino.
Cioè una volta che sei sceso dall'aereo, prosegui portandotela appresso come carrellino. (vedi primo contributo in alto)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Fero

  • Ciclista urbano (e interurbano)
  • gran visir
  • *****
  • Post: 536
  • Reputazione: +26/-0
  • Fero
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #11 il: Aprile 18, 2012, 09:37:53 am »
Se arrivi e riparti dallo stesso aeroporto, la valigia vuota la puoi lasciare al deposito bagagli.

Ciao,
fero
Dahon MU P7 - sella Brooks Flyer - Pedali MKS FD-7 - Big Apple 20x2.00

Offline 16fra

  • assistente
  • ***
  • Post: 174
  • Reputazione: +7/-0
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #12 il: Aprile 18, 2012, 09:48:01 am »
 :o $$$$$$$$$$ :o

Offline Sammy Street Style

  • gran visir
  • *****
  • Post: 804
  • Reputazione: +22/-0
  • Il mondo gira...e io pedalo!!
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #13 il: Aprile 18, 2012, 01:11:30 pm »
Se arrivi e riparti dallo stesso aeroporto, la valigia vuota la puoi lasciare al deposito bagagli.

Ciao,
fero
Ma per lasciarla al deposito quanto costa? Non penso che sia gratis...
Simone (Land Rover City 6 Speed - Brompton S6E "Black Widow")

Offline Fero

  • Ciclista urbano (e interurbano)
  • gran visir
  • *****
  • Post: 536
  • Reputazione: +26/-0
  • Fero
Re:il viaggio in aereo
« Risposta #14 il: Aprile 18, 2012, 01:42:22 pm »
A Heathrow 4 sterline al giorno.
http://heathrow.airport-information.co.uk/baggage.html

Ciao,
fero
Dahon MU P7 - sella Brooks Flyer - Pedali MKS FD-7 - Big Apple 20x2.00

Tags: trasferimenti aereo