Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)  (Letto 65051 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline unkle69

  • assistente
  • ***
  • Post: 234
  • Reputazione: +14/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #75 il: Luglio 04, 2013, 05:07:34 pm »
ora è tutto chiaro perchè certe bici vengono chiamate cancelli...



 ;D ;D ;D
Brompton M6L 2013 Desert Sand + kit Nano 2.0 Electric

Offline maurelio79

  • maestro
  • ****
  • Post: 419
  • Reputazione: +11/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #76 il: Luglio 04, 2013, 05:36:02 pm »
E voglio vedere chi cavolo te la ruba!!

Offline Marcopie

  • apprendista
  • **
  • Post: 98
  • Reputazione: +16/-1
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #77 il: Luglio 05, 2013, 01:04:31 pm »
Un po' di aforismi accumulati negli anni sul mio blog "Mammifero Bipede"

“La bicicletta è una macchina che trasforma il lavoro muscolare in… paesaggi”

“Ogni volta che qualcuno dice che i ciclisti sono peggio degli automobilisti mi vien voglia di fare qualcosa che gli dia ragione”

“In bici non ha importanza da dove vieni o dove vai. Importante è il viaggio”.

“Insegna ad una persona a viaggiare in bicicletta, ed avrai cambiato per sempre il modo in cui penserà a sé stesso/a ed al mondo”

“Gli unici ciclisti estremisti che conoscono praticano una forma estrema di raziocinio”

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #78 il: Settembre 02, 2013, 02:18:58 pm »
mi sono per caso imbattuto su questo racconto di un anonimo... se volete raccontare una storia ai vostri figli:

Ti racconto una storia.
C'era una volta un ragazzo che vide in vetrina una bella bicicletta. La volle e la comprò. Ci montò su e cominciò a correre felice, sognando di poterci arrivare dovunque, anche in capo al mondo; pedalava allegro, zigzagava tra la folla, suonando a tutto spiano il campanellino squillante, e la bicicletta rispondeva pronta e scattante. Arrivato a casa, l'appoggiò contro il muro ed andò in camera sua. Vuoi che l'avesse appoggiata male, vuoi che il muro era troppo liscio, vuoi che la bicicletta era troppo nuova ed inesperta di equilibrio, fatto sta che scivolò, cadde e si ruppe il campanello. Non suonò mai più.

Quando il ragazzo se ne accorse ci rimase malissimo, ne ebbe una delusione ed un dolore enorme; prese a calci la bicicletta, la accusò di essere la più stupida di tutte le biciclette per essere caduta da idiota, così, da sola; si rifiutò di salirci mai più, che ormai era una bicicletta inutile, rovinata, senza il suo campanello: come avrebbe potuto portarla più in giro? Voleva restituirla, non la voleva più, la odiava perché rappresentava la caduta dei suoi sogni, la materializzazione della sua delusione. Lei non disse niente, ché, infatti, le biciclette non parlano; ma sperava tanto che lui la riprendesse, per dimostrargli che buona bicicletta poteva essere, anche se si sentiva profondamente colpevole di essere menomata, e di non poter più lanciare scampanellate di gioia.

Il ragazzo alla fine si rassegnò, e, poiché aveva bisogno di una bicicletta per andare in giro, la riprese, anche se non le perdonò mai di essere scivolata su quel muro. Insieme andarono dappertutto, e furono felici quando correvano insieme nel vento, e furono buoni compagni sulle strade impervie, e affrontarono salite ripide e dirupi scoscesi; si adattarono così bene l'uno all'altra che formarono una coppia invincibile, e molti gli invidiarono quella bici così docile ai suoi comandi, che grazie alla sua abilità di ciclista era capace di accompagnarlo dovunque. Lui era davvero bravo, soprattutto a schivare la folla, per non essere costretto a suonare il campanello che non funzionava, e quasi tutti dimenticarono questo difetto, persino la stessa bicicletta, che si impegnava muta in tutte le evoluzioni, non ricordando neppure che le mancava la gioia di trillare.

Ed il ragazzo diventò un uomo, e restò sempre fedele a quella sua bicicletta, né pensò mai di sostituirla con una nuova, perché era troppo abituato ormai a quella. Le voleva anche bene, e di tanto in tanto le oliava la catena, le registrava i freni, la lucidava; quando le si squartò una gomma lui la curò con molto amore, e le fece dimenticare la brutta avventura procurandole una gomma nuova. Lei ne fu molto rassicurata, e continuava a fare la bicicletta, che non sapeva fare altro.

Certo, alle volte capitava che le cose non andassero bene: se lui imboccava una discesa troppo ripida, e rischiava di andare a schiantarsi, imprecava contro i freni che non prendevano bene; o, se procedeva su una strada dissestata, accusava il sellino che gli sbalzi gli facevano male al sedere; se poi una salita era troppo faticosa, naturalmente era colpa della bicicletta che non ce la faceva. Quando, poi, era arrabbiato, se la prendeva sempre con chi gli capitava sotto: e sotto di lui c'era sempre la sua bicicletta. Ma in linea di massima erano felici assieme, tanto che lui si convinse persino che qualcuno, per invidia di tanto affiatamento, potesse per dispetto rubargliela, e la parcheggiava con la catena, per sicurezza, che magari quella cretina si lasciava pure rubare, non si sa mai.

Lei taceva: chi può mai sapere come la pensa una bicicletta? Finché un brutto giorno lui imboccò una strada particolarmente accidenta e scoscesa, e la bicicletta arrancava malamente, per cui lui fu costretto a scendere di sella e a portarla a mano. Era incazzatissimo per fatti suoi, e a un certo punto, tanto per sfogarsi, cominciò a prendersela con lei: "Maledetta stupida che non mi servi a niente! Mi tradisci nel momento del bisogno! Già che tu sei una fedifraga, mi hai tradito dal primo momento, quando ti rompesti il campanello!"

Lei non rispondeva, né nessuno sa se e che cosa poteva pensare una bicicletta; sta di fatto che lui saltò sul sellino e dette una pedalata talmente forte, che si schiantò la catena! Sentendosi ulteriormente abbandonato nel momento di necessità, la prese a calci, le spezzò il telaio, le distorse il manubrio, le divelse i pedali, poi la scaraventò sul margine della strada e se ne andò urlando che ne aveva abbastanza di lei, che non le era servita a niente per tutta la vita, anzi che era stata un peso.

 Fece pochi passi, e si rese conto di non saper camminare, di non poter fare a meno della bicicletta su cui aveva percorso tutte le strade della sua vita. Tornò indietro, e borbottando cercò di ripararla. Ma il danno era irrimediabile, e la bicicletta perduta. L'uomo ne soffrì molto, ma prevalse l'orgoglio, e l'abbandonò con rabbia, gridandole: "Imparerò a camminare senza di te!". Se ne andò, e continuò da solo la sua strada. A chi incontrava diceva che la sua maledetta bicicletta lo aveva mollato, poi preferì dare la versione che gliela avevano rubata. Lei lo guardò andar via, finché non scomparve all'orizzonte. Non si sa cosa pensasse, ma certamente, pur volendo, non avrebbe potuto fare niente, perché non si è mai vista una bicicletta che si alza, si ripara da sola e parte all'inseguimento del suo ciclista. Perciò resto lì, sul ciglio della strada, e la pioggia l'arruginì, il sole la screpolò, il vento la polverizzò.

Una notte l'uomo sognò di correre felice sulla sua vecchia bicicletta, risentì il vento nei capelli e il sellino sotto il sedere; provò nostalgia per quelle sensazioni dimenticate e perdute; poi il sogno si trasformò in incubo, e rivisse il momento in cui l'aveva distrutta ed abbandonata.

E ti sveglierai urlando, negli occhi l'immagine di un camion di rifiuti che raccoglie sul margine di una strada dimenticata un rottame distorto ed arrugginito... io, la tua bicicletta.
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline alepeo

  • assistente
  • ***
  • Post: 129
  • Reputazione: +3/-0

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #80 il: Ottobre 11, 2013, 08:00:17 pm »
grazie, molto bello :)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline alepeo

  • assistente
  • ***
  • Post: 129
  • Reputazione: +3/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #81 il: Ottobre 11, 2013, 08:12:21 pm »
L'ho ordinato quando arriva vi dirò se merita

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #82 il: Ottobre 12, 2013, 06:45:49 pm »
attendiamo fiduciosi ;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline alepeo

  • assistente
  • ***
  • Post: 129
  • Reputazione: +3/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #83 il: Ottobre 12, 2013, 07:08:33 pm »
é in viaggio  ;)

Offline alepeo

  • assistente
  • ***
  • Post: 129
  • Reputazione: +3/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #84 il: Ottobre 15, 2013, 11:57:44 am »
Mi è appena arrivato e l'ho sfogliato velocemente. Ci sono tante foto di murales con la bici come tema naturalmente.
Mi sembra un acquisto azzeccato anche se devo ancora approfondire.
Questa è un murales che ho ritrovato sulla rete, presente nel libro.
Ah è il inglese e greco il testo. Naturalmente lo leggerò in greco  ;)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #85 il: Ottobre 16, 2013, 08:32:46 am »
in greco? perbacco! :)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #86 il: Marzo 03, 2014, 10:00:56 pm »
Da altra discussione:
come non citarlo?due le forze in gioco, un solo movimento.
Pedala – insegui la tua storia ovunque vada
Pedala – macina chilometri di strada
Pedala – l’hai voluta tu la bicicletta
Pedala – più in fretta
Pedala – più in fretta…
Se è libero il pignone lo sceglie la corona, che
attraverso una catena condiziona il moto del
sistema: monarchia meccanica che ha giurato
fede eterna alle leggi della fisica. Statica,
termodinamica, quasi democratica se quando si
ferma si va a ruota libera, o tirannica, con la fissa
dello scatto, senza i freni che difendon dall’impatto.
  Frankie Hi-Nrg
Quando ho sentito a Sanremo  quella canzone ve l'ho mentalmente dedicata, inoltre la città è quella della prima classicissima che apre la stagione  ;) ;D

Fine ot se si può essere ot nella sezione dedicata all' off-topic  :o

Leggevo sul sito Decathlon i vari commenti circa la Tilt 5. Cito testualmente:

"Se praticate il nudismo, chiedete a nonna o zia di confenzionarvi un coprisella bianco. La sella nera, al sole, si riscalda moltissimo, rendendo problematici i primi minuti di utilizzo. "


 ;D ;D ;D
Qui il video: :)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=637.msg63161#msg63161
« Ultima modifica: Marzo 03, 2014, 10:19:36 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline buga

  • assistente
  • ***
  • Post: 238
  • Reputazione: +29/-0
    • Bici Genova
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #87 il: Marzo 04, 2014, 10:15:26 am »
••• STAFF ••• Contributo spostato in altra discussione:
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=7361.msg63189#msg63189

P.S. Qui si mettono citazioni famose o comunque tratte da libri, canzoni etc (quindi NON citazioni di frasi prese dal forum). Nell'altra discussione a cui si rimanda si mettono citazioni tratte dal forum (quindi NON di libri, canzoni etc). ;)
« Ultima modifica: Marzo 04, 2014, 06:42:27 pm by Hopton »
Be the change you want to see in the world - bFold_5 BeFrankeensteeeen !!!

Offline MariaAdriana

  • maestro
  • ****
  • Post: 301
  • Reputazione: +22/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #88 il: Agosto 18, 2014, 09:47:51 am »
Qualcuno sa consigliarmi qualche libro ben fatto su cui si possa studiare un po' di meccanica della bici per avere una guida e un manuale da consultare per imparare ad effettuare riparazioni, sostituzioni, upgrade.. ? :)
Alessandra
Nanoo FB bianca

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #89 il: Agosto 27, 2014, 05:42:26 pm »
hai già visto nella sezione manutenzione?  ::)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Tags: arte cultura