Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

-no title-



  volete attivare una newsletter per raggiungere gli utenti della vostra regione? leggete qui  

Autore Topic: TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012  (Letto 18315 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« il: Giugno 11, 2012, 10:51:22 am »
sabato scorso c'è stato il nude bike pride, in concomitanza con molte città nel mondo.
se volete vedere quello che vi siete persi e rimpiangere di non esserci stati vi linko qualche fotina.
http://www.flickr.com/photos/ankor2/
« Ultima modifica: Ottobre 11, 2012, 10:16:19 am by Matt-o »
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #1 il: Giugno 11, 2012, 10:53:51 am »
a proposito della ciclonudista, il vicedirettore di quel giornalaccio torinese buono solo per incartare il pesce sabato ha scritto sul suo twitter:
Citazione
Marco Bardazzi ‏@marcobardazzi
Bloccato nel traffico da un branco di ragazzi nudi in bici. Sono quei momenti in cui rimpiangi di non tenere una scatola di chiodi in auto

l'invidia di chi non può (nel senso di impotenza)


edit del 21 giugno 2012: a scanso di equivoci, a prova di tutti tutti, il giudizio sul quotidiano torinese è una mia opinione, opinabile e discutibile, ma resta una mia personale opinione. Preciso inoltre che la frase sul "non potere" è evidente (o vorrebbe esserlo) che sia una battuta. è discutibile il suo gusto e la sua qualità ma è indiscutibile che sia una battuta in quanto non conoscendo l'interessato non potrei conoscere le sue patologie.
« Ultima modifica: Giugno 21, 2012, 03:43:42 pm by broono »
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #2 il: Giugno 11, 2012, 11:06:37 am »
C'è da dire che sono più pudici qui in italia rispetto ai i ciclonudisti di madrid ad esempio ;D
La ragazza della foto è carinissima  ::)
Lorenzo - Tern Link P9

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #3 il: Giugno 11, 2012, 11:32:41 am »
non so quest'anno (ero fuori torino), ma l'anno scorso nudi integrali ce n'erano.
ma più che la pudicizia quello che conta è il messaggio...

...messaggio che bardazzi non ha potuto cogliere, per un suo evidente limite.
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #4 il: Giugno 11, 2012, 11:38:42 am »
non so quest'anno (ero fuori torino), ma l'anno scorso nudi integrali ce n'erano.
ma più che la pudicizia quello che conta è il messaggio...

...messaggio che bardazzi non ha potuto cogliere, per un suo evidente limite.

un limite che molti sottoscriverebbero  ;)

Vorrei far notare la conversazione che segue a quella frase col giornalista Riotta:

Citazione
Marco Bardazzi ‏@marcobardazzi: Bloccato nel traffico da un branco di ragazzi nudi in bici. Sono quei momenti in cui rimpiangi di non tenere una scatola di chiodi in auto

Citazione
gianni riotta ‏@riotta:  @marcobardazzi x piantarli dove marco?

Citazione
Marco Bardazzi ‏@marcobardazzi: @riotta Solo per lasciarli cadere distrattamente in terra, Gianni
« Ultima modifica: Giugno 11, 2012, 11:50:21 am by NessunConfine »
Lorenzo - Tern Link P9

Foldan

  • Visitatore
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #5 il: Giugno 11, 2012, 01:03:31 pm »
E però... non si può pretendere di bloccare le strade al traffico di una grande città, per girellare in bici nudi e senza meta, senza nemmeno tollerare un po' di pacifica ironia verbale da parte di chi arriverà in ritardo al lavoro. 
Poi non leggo La Stampa, ma quando capita ascolto sempre volentieri il direttore, Mario Calabresi. E se cominciamo ad incartare il pesce col terzo quotidiano più venduto d'Italia, poi ci rimane pochino da leggere.
Insomma, i giornali (anche quelli che vendono meno) non servono solo ad incartare il pesce, come la bici non può diventare un oggetto contundente da suonare metaforicamente in testa a chi non ci piace.  :)

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #6 il: Giugno 11, 2012, 02:56:58 pm »
il principio di ogni sciopero che si svolge in strada bloccando altri cittadini è procurare loro disagio per farsi notare e farli riflettere sul problema sollevato. quindi è ovvio che la gente si incazzi e dica cose sconvenienti.
in questo caso il problema sono i 1000 morti l'anno, solo in italia.
additare dei cittadini in bici, che mettono da parte la propria dignità esponendosi in prima persona, come "branco" e rammaricarsi di non avere dei chiodi a portata di mano per farli bucare io non lo trovo molto ironico e neanche pacifico ma abbastanza di cattivo gusto e pericoloso specie se quel commento non proviene dal bar all'angolo ma da un autorevole giornalista di un autorevole quotidiano che ha la responsabilità morale civile e deontologica di non dare cattive idee ai propri followers.
ma probabilmente sono io che ho poco senso dell'umorismo sull'argomento e per questo me ne scuso.
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline mark_to

  • assistente
  • ***
  • Post: 104
  • Reputazione: +2/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #7 il: Giugno 11, 2012, 03:00:48 pm »
E però... non si può pretendere di bloccare le strade al traffico di una grande città, per girellare in bici nudi e senza meta, senza nemmeno tollerare un po' di pacifica ironia verbale da parte di chi arriverà in ritardo al lavoro. 
Poi non leggo La Stampa, ma quando capita ascolto sempre volentieri il direttore, Mario Calabresi. E se cominciamo ad incartare il pesce col terzo quotidiano più venduto d'Italia, poi ci rimane pochino da leggere.
Insomma, i giornali (anche quelli che vendono meno) non servono solo ad incartare il pesce, come la bici non può diventare un oggetto contundente da suonare metaforicamente in testa a chi non ci piace.  :)

Sarà anche ironia (posso nutrire dei dubbi?), ma non mi sembra così pacifica..... :(
Brompton M3L nera

Foldan

  • Visitatore
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #8 il: Giugno 11, 2012, 03:49:37 pm »
il principio di ogni sciopero che si svolge in strada bloccando altri cittadini è procurare loro disagio per farsi notare e farli riflettere sul problema sollevato.
:o
Sciopero? procurando deliberatamente disagio ai cittadini? bloccandoli in strada?
Conosco un po' della storia dei sindacati, ed anche a forzare un parallelismo, non mi risulta che il principio di ogni sciopero sia quello di creare disagio ai cittadini. Semmai al contrario, si cerca sempre di limitare i disagi.

quindi è ovvio che la gente si incazzi e dica cose sconvenienti.
Ma è una strategia autolesionista? vorresti ridurre gli incidenti stradali suscitando le ire dei cittadini e poi chiedergli di solidarizzare con i tuoi temi?
Mi sembra la via giusta per cercare un conflitto piuttosto che confrontarsi sulla soluzione. Voglio dire... è mica un modo per far diminuire gli incidenti colposi e far aumentare quelli dolosi?  :P

Offline Lunadix

  • assistente
  • ***
  • Post: 175
  • Reputazione: +3/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #9 il: Giugno 11, 2012, 04:36:45 pm »
è mi sa che sono d'accordo con foldan stavolta
Btwin Hoptown Personalizzata

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #10 il: Giugno 11, 2012, 05:09:45 pm »
non ho piacere di fare il botta e risposta né di vedermi sezionato il discorso, ma proverò a risponderti spiegandomi meglio  :)
forse parlando di scioperi ho evocato cose più grosse di quello che la ciclonudisti è ed è stata.

partendo dal presupposto che se la manifestazione si fosse svolta al parco non sarebbe stata notata, non se ne sarebbe parlato e non si sarebbe parlato neanche del problema che si voleva sollevare e che qui amo pensare stia a cuore a tutti  ::) , quando si scende in strada lo si fa con la consapevolezza che bloccando il traffico (se pure non con un blocco, ma per il semplice e rapido passaggio in gruppo) si arrecherà disturbo.
per il resto non mi sembra che stiamo parlando né di treni bloccati né di aeroporti chiusi.
il rimanere una volta l'anno per 5 minuti bloccati in auto di sabato pomeriggio per le vie del centro in un'ora in cui quasi nessuno lavora a vedere 100 cittadini in bici e con le tette al vento non lo definirei un disagio così grave, mi pare sufficientemente limitato nonché più che giustificato dalla causa.
e infatti i colleghi che hanno assistito al passaggio (a piedi e in auto) a cui ho chiesto oggi opinioni mi hanno fatto solo commenti compiaciuti e divertiti.

in conseguenza a questo mio personale ragionamento, io e non solo io ho trovato il commento di Bardazzi (è di questo che si sta parlando?) eccessivo, gratuito e privo di ironia.  :-\
è ovvio che questa sia la mia opinione, ma questa è.

per il resto credo che sia troppo complesso in questa sede discutere delle modalità di sciopero e di manifestazione.
ci sarebbe allora da ridiscutere dei modi della critical mass e di salvaiciclisti per rimanere in tema.
è una cosa importante che non può essere licenziata in 4 parole ma se lo ritenete utile e costruttiva apriamo una discussione apposita, che ne dite?  :)
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #11 il: Giugno 11, 2012, 06:58:38 pm »
Bardazzi è quello che è, ossia uno che sinceramente detesta le bici e ritiene che siano uno dei principali problemi delle nostre città. Penso sia inutile discutere su di lui, le sue idee probabilmente hanno il pregio di metterci tutti d'accordo... ;D Ma spezzerei una lancia in favore della Stampa che qualche giornalista valido ce l'ha, e nonostante Bardazzi rimane ben al di sopra della media nazionale dei giornali (ok, lo so che questo è poco significativo, purtuttavia...).
Invece sul fatto di manifestare nudi sono sempre più scettico. Oramai è diventata una moda, sulla scia delle ucraine del Femen. Ci si spoglia a ogni piè sospinto e per qualsiasi cosa, di continuo. Secondo me oramai non fa più notizia, per i giornali è diventata solo un'ottima scusa per piazzare un po' di seni e sederi facendo finta di occuparsi di uno scottante tema di attualità. Per poi ottenere cosa? Modalità di manifestazione di questo tipo è molto più facile che raccolgano astio piuttosto che simpatia verso la causa della mobilità in bici, per il resto i più divideranno le loro considerazioni tra il giudicare chi partecipa a queste cose dei pagliacci esibizionisti e il valutare quale delle giovani partecipanti abbia le tette più carine. Questo magari sarà ingiusto nei confronti di coloro i quali, come nota Bruno, sacrificano la loro dignità pedalando nudi per pubblicizzare una battaglia sacrosanta. Ma talvolta sarebbe anche utile riflettere sulle conseguenze pratiche delle proprie azioni, al di là della giustezza e bontà delle proprie motivazioni. E in tal caso forse verrebbe il dubbio che cose del genere non servono, ovviamente secondo me, non pretendo di possedere la verità. Sempre secondo me servono molto di più le varie bike pride, ciemmona, bicinfesta etc, che hanno una componente più di festa, di tentativo di convolgimento, ed è più facile che vengano considerate con simpatia e inducano a una riflessione sul tema della mobilità.
Ripeto, con questo esprimo la mia opinione solamente, e spero di non aver offeso nessuno. Concordo con Bruno che il tema delle modalità di manifestare per un'idea è molto complesso, e meriterebbe una trattazione a sé.
Mario
« Ultima modifica: Giugno 11, 2012, 07:15:26 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #12 il: Giugno 11, 2012, 10:15:08 pm »
E però... non si può pretendere di bloccare le strade al traffico di una grande città, per girellare in bici nudi e senza meta, senza nemmeno tollerare un po' di pacifica ironia verbale da parte di chi arriverà in ritardo al lavoro. 
Poi non leggo La Stampa, ma quando capita ascolto sempre volentieri il direttore, Mario Calabresi. E se cominciamo ad incartare il pesce col terzo quotidiano più venduto d'Italia, poi ci rimane pochino da leggere.
Insomma, i giornali (anche quelli che vendono meno) non servono solo ad incartare il pesce, come la bici non può diventare un oggetto contundente da suonare metaforicamente in testa a chi non ci piace.  :)
Mi sembra che ci siamo introdotti verso un argomento più ampio, ma provo a risponderti:
Se per giustizia sociale ogni essere umano dovesse usare la macchina per andare a lavoro nessuno arriverebbe a lavoro in orario, probabilmente non potremmo più bere acqua, mangiare il pane o la pizza o lavorare in un giornale e venderlo, senza demonizzare nessuno ma per correttezza il Sig. Bardazzi dovrebbe scusarsi e ringraziare tutte le persone che diversamente da lui ogni giorno per necessità o per scelta consapevole non usano questo mezzo perché diversamente arriverebbe sempre in ritardo a lavoro.

Poi per la necessità di manifestare nudi si può obbiettare, nel senso che a mio parere non è strettamente necessario, l'importante è che il messaggio venga recepito dall'indifferenza generale.

Mi associo che questa discussione venga affrontata a parte. :)
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Val_Ter

  • maestro
  • ****
  • Post: 326
  • Reputazione: +38/-0
  • Chi vuole trova modo, chi non vuole trova scuse.
    • Il mio sito (otto anni che non lo aggiorno, che vergogna!)
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #13 il: Giugno 12, 2012, 10:35:26 am »
Questo signore e quelli come lui sono un po' come quelli che usano espressioni tipo "metter sotto" o "stirare" rivolte all'indirizzo dei ciclisti, pensando di esser spiritosi e fare la battuta. Poi capita a uno della loro famiglia e d'improvviso smettono: esperienza personale, non sto scherzando.
Bisogna arrivare ad avere il morto in famiglia per riflettere sulla pericolosita' del quotidiano delirio motorizzato?
Purtroppo ad alcuni non basta neanche quello, tanto che spesso si parla di "disgrazia" e non di "omicidio".
Ben vengano manifestazioni di ogni tipo e relativi disagi, in fondo noi il disagio di vivere in mezzo al traffico lo subiamo ogni giorno, da una vita, con relativi pericoli.
CO2 NON emessa a settimana: 12 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 6 litri - Euro risparmiati in treno con la pieghevole: 125,35
HT 5 Cappuccino - Non riesci a leggere cosa c'e' scritto sul mio avatar? Clicca QUI!

Offline Lunadix

  • assistente
  • ***
  • Post: 175
  • Reputazione: +3/-0
TORINO - CICLONUDISTI 9 GIUGNO 2012
« Risposta #14 il: Giugno 12, 2012, 10:43:27 am »
Per me una manifestazione se deve avvicinare la gente alla bici (credo e spero che l'obiettivo sia quello) deve puntare a non creare disagi ma anzi a fare "invidia" a chi nn riesce a godersi la bici come mezzo di locomozione.

Per questo tutte le manifestazioni atte a creare problemi in qualche modo non le vedo fruttuose.
Btwin Hoptown Personalizzata

Tags: