Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio  (Letto 6065 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« il: Luglio 04, 2012, 12:03:57 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
--------------------------------

Il telaio è in alluminio ma le ruote, il manubrio, la sella e la forcella sono in carbonio.

Per il cambio c'è un 30 marce Shimano Dura Ace.

Gomme Schwalbe Durano edizione personalizzata per Dahon.

http://dahonbikes.com/index.php?id=34&tx_ttnews%5Btt_news%5D=67&cHash=c22d9c221fa3781e8849f4e956a38abb
« Ultima modifica: Marzo 10, 2017, 08:41:52 am by occhio.nero »
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4877
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #1 il: Luglio 04, 2012, 01:36:03 pm »
devono avere fatto un po' di confusione tra le informazioni e la foto.
Anche nelle foto visibili QUI infatti non vedo nessun click box al posteriore per il cambio interno al mozzo.

Specie in questa foto



si vede solo un cavo andare al posteriore per le marce... non mi è ben chiaro da dove escano i 30 rapporti.

Sarebbe però interessante togliersi lo sfizio di sollevarla da terra e sentire quanto (poco) pesa. Il telaio della serie Mu comunque si conferma quello più utilizzato per le versioni ultralight e sportive.
« Ultima modifica: Luglio 04, 2012, 01:56:10 pm by Sbrindola »

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #2 il: Luglio 04, 2012, 05:26:32 pm »
bella  :) Se il mercato delle pieghevoli fosse come quello dei tablet o degli smartphone ora avremmo pieghevoli ultralight del genere a prezzi accessibili.
Lorenzo - Tern Link P9

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #3 il: Luglio 08, 2012, 12:07:31 am »
credo che Alek78, che vale davvero la pena di ringraziare per averci segnalato la fantastica bici (che io ai tempi avevo indicato alla meglio, dalle vaghe foto sull'homepage di dahon), beh credo abbia semplicemente fatto un piccolo refuso perché nella descrizione il sito dice giustamente 10 e non 30 marce.

il che collima con tutto e con quello che il sempre tempestivo Supersbrindola ha aggiunto :)

direi anche che per una bici superlight, il cambio dualdrive sarebbe una soluzione quanto meno improbabile!

ANZI proprio a proposito di confusione tra foto, dati, ecc., la foto sull'homepage dahon è di una bici del 30esimo anniversario, ma con un dual drive (stesse ruote di Speed Pro, X27h, ecc. - almeno fino al momento in cui scrivo!), mentre quella che vediamo qui ha due ruote che mi sembrano diverse, probabilmente proprio perché in carbonio!)

aggiungo due osservazioni in libertà:

1) sulla mia povera Speed Pro TT d'occasione, quando ho messo i parafanghi ho aggiunto peso ma al contrario di quanto ho sempre sentito dire delle biciclette, l'averla resa più pesante l'ha resa anche più veloce!!! almeno questa è la mia netta impressione... forse è solo più stabile...

2) consiglio a tutti di dare un'occhiata via google, alla gara annuale di pieghevoli di Londra, la Smithfield Nocturne, vedo un tripudio di SL e Speed Pro (oltre che le immancabili Brompton), ed è appunto stata vinta quest'anno dalla bici di cui questo topic.

Di sicuro trascende di brutto non solo il mio portafoglio ma anche le mie più rosee speranze di carriera per i prossimi, è il caso di dirlo (a proposito del trentenario dahon), 30 anni, ma solo a livello di sogno, se qualcuno trova dov'è in vendita, linkate please!!!!!

Ciao! :)
« Ultima modifica: Luglio 08, 2012, 12:34:18 am by foldingfan »
FF

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #4 il: Luglio 08, 2012, 12:19:47 am »
Aggiungo un'ultima cosa: il manubrio bullhorn (con quanto ne consegue in termini di leve freni-cambio, tiagra, ecc.) è fantastico ma la rende praticamente intrasportabile, sporgendo all'esterno e proprio con le "name plate" del cambio, i quadrantini, delicatissimi... (o a meno di usare le brugole ogni volta...!)

per renderla trasportabile (come ho scritto altrove sulla Speed Pro TT) cioè davvero "piegabile" e compattabile, bisogna metterci uno speciale clamp (uso le parole inglesi per pura ignoranza!) il Dahon Andros stem... che è davvero pratico e amplia anche il raggio di posizioni del manubrio! (mettendolo impennato a proprio piacimento... una cosa spaziale!)

ma che pesa davvero parecchio... credo qualche etto, forse solo due-tre (forse online lo indicano...), ma abbastanza da far lievitare sensibilmente una bici che non sarebbe più tanto leggera, dico solo che non è uno di quegli upgrade come possono essere certe manopole o altro, che non aggiungono poi tanto peso.

insomma han preparato una bici da gara (che infatti ha vinto la Smithfield Nocturne), ma sul cui valore commerciale dubito: il manubrio bullhorn mi sembra esagerato appunto per il semplice cambio a 10 marce che ha, aggiunge peso di suo e tanto più se uno volesse poi renderlo praticabile con l'aggancio Andros.

Sul super(poco)peso poi, il discorso per me vale come per quelle in carbonio, che pesano comunque dai 7 kg in su, ma costano non 1/8 in piu' (rispetto a una Mu SL da 8,3 kg, che costa o costava un migliaio di euro), bensì semmai otto volte tanto!
tipo 5000 euro o su di lì - come già le altre Dahon dell'anniversario, XX, XXV, ecc.

Insomma è comunque solo una mia opinione, ma secondo me, tra 12-13 kg a 300-400, si può anche, per chi ce li ha, permettersi 9,5-10 kg al doppio del prezzo. però poi scendere da lì fosse anche a 7 kg (e non credo proprio che questa ci arrivi!) per 5000 ?, e per prodotti che sono unici sì, ma che appunto poi non ti permettono pratiche soluzioni per parafanghi, portapacchi, ecc. (lasciamo stare il peso, dico gli attacchi, le misure, ecc.)... beh ecco per me il gioco non vale la candela (neanche se ce li avessi da buttare...)


BEN VENGA invece come appunto prototipo, sperimentazione, e chissà che non sia un passo in più verso un mondo in cui tutte le pieghevoli peseranno come un computer portatile, e non saranno più "limited edition" (notare su questa dahon); saranno anche alla "portata" economica di tutti! evviva!  ;D

(e sembra che di passi ce ne siano da fare, perché dall'occhiata che ho dato ora sul sito dahon per questa bici, pare che le altre ormai pesino SFACCIATAMENTE 15 kg!!! qua si va - anzi si pedala - indietro!!!)
 
« Ultima modifica: Luglio 08, 2012, 03:11:04 am by foldingfan »
FF

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #5 il: Luglio 16, 2012, 07:11:38 pm »
Aggiornamento:

da quanto si puo' vedere facilmente qua e la' online, Dahon pare faccia (con la loro solita attenzione per i numeri, visto che e' il trentenario), 300 bici a edizione limitata (con le parti in carbonio) e 3000 repliche a prezzi piu' accessibili (si fa per dire, temo).

Quindi la differenza nel cambio potrebbe essere quella, le 300 forse come quella della Nocturne Smithfield avranno solo il cambio esterno, mentre le altre altro non sarebbero che delle Vector 27h (ovvero tutte in alluminio), magari con 30 marce per l'occasione.

Ecco qui un'altra foto spuntata fuori online, da cui si vede la scritta "replica" (oltre al per me stupendo tubo sella, ecc.), e che ha le tipiche ruote delle Vector, con Dual Drive esterno+mozzo.
Noto anche che almeno in questa foto ha le Kojak rosse, per esperienza dovrebbero essere quelle "rigide" quindi anche piu' pesanti (mentre quelle col simbolo giallo son quelle pieghevoli e piu' leggere)... altro segno che sulle repliche non son stati troppo pignoli riguardo al peso.
Va detto in ogni caso che queste bici, essendo pensate per la corsa, sono comunque assai leggere... la Speed Pro sua antenata, se non sbaglio viaggia sui 9 kg... i gusti sono gusti, ma personalmente le trovo STUPENDE, specialmente questa in nero... !!!

« Ultima modifica: Luglio 16, 2012, 07:16:59 pm by foldingfan »
FF

Offline alesblues

  • maestro
  • ****
  • Post: 489
  • Reputazione: +66/-0
Re:Prototipo Dahon con tanti pezzi in carbonio
« Risposta #6 il: Luglio 20, 2012, 09:47:21 pm »
Sto' male  :P :P :P favolosa!!
Brompton M3L black

Tags: materiali