Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

breaking news


Forum migrato a nuovo host!


-no title-



  volete attivare una newsletter per raggiungere gli utenti della vostra regione? leggete qui  

Autore Topic: Toscana - notizie  (Letto 33211 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Toscana - notizie
« il: Settembre 09, 2012, 10:59:45 pm »


Citazione
CAPANNORI (Lucca), 08 settembre - Una passeggiata in bicicletta per riscoprire il legame del territorio del Comune di Capannori con il suo paesaggio rurale, tra orti, redole, corti e stradine. Questo l'evento organizzato da Legambiente Capannori e Piana Lucchese e dal Cesvot, in collaborazione con il Comune di Capannori e l'assessorato all'Ambiente.

La pedalata partirà dal Parco Pubblico ?Ilio Micheloni di Lammari? con ritrovo alle ore 14:30 di sabato 22 settembre ed il percorso si snoderà tra Capannori, Lammari e Lunata con varie soste per ammirare i più bei orti del territorio ed intrattenersi con gli agricoltori scoprendo le loro tecniche agricole e le loro produzioni.

Saranno visitati anche gli Orti Sociali affidati dal Comune di Capannori ai cittadini che ne hanno fatto richiesta e coltivati secondo le tecniche dell'agricoltura biologica (senza componenti chimici).

Al termine della pedalata alcuni esperti terranno un seminario sui temi dell'alimentazione di filiera corta e della mobilità sostenibile. La giornata si concluderà con un buffet vegetariano presso il negozio Effecorta. Collaborano all'iniziativa l'Associazione la Cicoria, Associazione Tucam, Centro Ricerca su Economia Territorio e Ambiente, Claudioimpianti, Cooperativa Agricola Sociale Calafata, Cooperativa Sociale Giovani e Comunità, Cooperativa Sociale Impronta, Cooperativa Sociale Odissea, Ecoenergia Futura, Ecoeventi, Empatheatre.

La partecipazione è libera.

Per motivi organizzativi coloro che volessero partecipare sono invitati a prenotarsi scrivendo all'indirizzo info@legambientecapannori.it o telefonando a Ilaria 3494334715 o a Marco 3337374521.
fonte foto: http://www.ciaccimagazine.org/
fonte: http://www.loschermo.it/articoli/view/46111
« Ultima modifica: Settembre 16, 2012, 05:38:24 pm by NessunConfine »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9927
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Toscana - notizie
« Risposta #1 il: Settembre 10, 2012, 12:57:27 am »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1646
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
Re:Toscana - notizie
« Risposta #2 il: Settembre 10, 2012, 11:59:13 am »
Segnalo che Capannori e' uno dei comuni italiani che ha aderito alla campagna Rifiuti Zero. Vistarla e in modo ecologico by bike può' essere un modo per farsi un'idea di come un comune italiano abbia recepito in maniera ottima una strategia che ha portato in America la città' di San Francisco a riciclare il 75 per cento dei rifiuti prodotti. Ecologia e bici vanno di pari passo :)
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #3 il: Settembre 12, 2012, 12:32:03 am »


Periodo: 14-15-16 settembre 2012

Citazione
Dalla collaborazione tra Pro Loco di Badia Tedalda e cooperativa sociale Costess (nata per l'allestimento del Parco Storico della Linea Gotica di Badia Tedalda), è nata l'iniziativa: "IN BICICLETTA SULLE VIE DELLA TRANSUMANZA - LA VIA DEI BIOZZI".
Una "tre giorni" in bici - da Badia Tedalda alla Maremma - organizzata con la collaborazione delle Pro Loco dei territori attraversati, e finalizzata a rievocare la secolare tradizione della transumanza, con particolare riferimento ad uno degli itinerari anticamente percorsi dai pastori (la "via dei Biozzi", che scendendo dall'Alta Valtiberina ed attraversando dapprima la provincia di Arezzo e poi quella di Siena, giungeva infine in Maremma).
Si tratta di una prima edizione in cui sarà impegnato solo un piccolo gruppo di ciclisti, una "staffetta" che effettuerà una sorta di prova generale dell'itinerario. La manifestazione, tuttavia, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana, dal 2013 diventerà un evento stabile, proposto due volte l'anno: a fine maggio (in occasione del rientro dalla Maremma agli Appennini) e in settembre, per la "discesa" delle greggi in Maremma.
Il via la mattina del 14 settembre a Viamaggio, nella fattoria in cui per secoli si sono date appuntamento tutte le mandrie e le greggi che dall'Alta Valtiberina scendevano a svernare in Maremma. Le soste serali a Ciggiano e a Cinigiano, dove la carovana dei ciclisti si intratterrà con il pubblico per presentare la manifestazione. Altre soste sono previste anche durante le tre giornate di viaggio, per incontri con rappresentanti delle Pro Loco e gente del posto. L'arrivo sarà ad Alberese, nel Parco della Maremma a cui seguirà un pranzo e una festa finale.
In tal senso, va sottolineato che non si tratterà di un semplice "raduno ciclistico", ma di una manifestazione turistico-culturale destinata per un verso ad aprirsi a un vasto pubblico (anche di non ciclisti), e per l'altro a valorizzare le tante ricchezze artistiche, culturali ed enogastronomiche dei territori interessati dall'itinerario. In questa prospettiva, nel corso delle future edizioni si cercherà di promuovere anche eventi collegati (feste, spettacoli, conferenze, ecc.) al passaggio della carovana dei ciclisti.
fonte: http://www.arezzoweb.it/notizie/speciale.asp?idnotizia=77446
« Ultima modifica: Settembre 12, 2012, 10:20:39 am by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #4 il: Settembre 12, 2012, 12:44:50 am »
Citazione
Domenica 16 settembre è in programma una gita da Pisa a Lucca con visita all'Acquedotto Nottolini. La gita prevede due possibilità di partecipazione: con partenza da Pisa in bici e ritrovo alle 9:30 in Piazza dell'Arcivescovado oppure con partenza in treno e ritrovo alla stazione centrale alle ore 8:30 per poter salire sul treno delle 8:50 , l'unico che nella mattina di domenica garantisca il trasporto bici per più di 4 viaggiatori. La lunghezza del percorso utilizzando o meno il trasporto in treno, varia dai 30 ai 50 Km circa e la biciclettata può quindi adattarsi a diverse tipologie di partecipanti.

Programma di massima:

Ore 8.30 ritrovo in Piazza della Stazione (per chi parte verso Lucca in treno)
Ore 8.50 partenza del treno per Lucca
Ore 9.30 ritrovo in Piazza dell?Arcivescovado (per chi parte in bici)
Ore 10.00 partenza in bici
Ore 12.00 ritrovo alla stazione di Lucca con i partecipanti in treno
Ore 12.30 arrivo a Guamo (Acquedotto Nottolini)
Ore 12.30 ? 15.30 visita all?acquedotto Nottolini, pranzo al sacco, relax
Ore 15.00 partenza per il ritorno
Ore 18.00 arrivo a Pisa

Percorso: via Lenin, strada ciclabile Puccini lungo il Serchio (da Pappiana a S. Anna di Lucca), S. Anna di Lucca, Mura di Lucca, stazione ferroviaria di Lucca, strada sterrata lungo l?acquedotto Nottolini dal Tempietto di San Concordio al Tempietto di Guamo. Caratteristiche del percorso: la lunghezza complessiva è di circa 50 km.
(30 km. per chi effettua il percorso di andata in treno). Si tratta di un percorso completamente pianeggiante, su strade in parte asfaltate, in parte sterrate, che non presenta particolari difficoltà.

Modalità di partecipazione: la pedalata è gratuita, ma riservata ai soci FIAB. Sarà possibile iscriversi (o rinnovare l'adesione) alla FIAB prima della partenza. Si raccomanda di munirsi di camere d?aria di riserva e per i bimbi, di non partecipare con bici provviste di ruote di diametro inferiore ai 20??. Chi effettua il tratto di andata in treno arriverà alla stazione di Lucca alle ore 9.17. In attesa dell?arrivo del gruppo in bicicletta, previsto per le ore 12 circa, sarà possibile visitare il ?Lucca Centre of Contemporary Art? (zona Porta Elisa) dove attualmente è esposta una mostra del fotografo David La Chapelle; il biglietto di ingresso è di ? 9, ridotto a 7 ? per i soci Coop.
fonte: http://www.pisatoday.it/eventi/pisa-lucca-guamo-bicicletta-16-settembre-2012.html
« Ultima modifica: Settembre 16, 2012, 01:52:21 pm by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #5 il: Ottobre 24, 2012, 12:00:18 pm »


Sergio Signanini, esperto di mobilità sostenibile per greenreport.it

L'indagine sulla mobilità ciclistica recentemente presentata dall'Assessore Ceccobao, che ha accompagnato la descrizione dei risultati con l'impegno a destinare 9 milioni di euro alla mobilità ciclistica nei prossimi 3 anni, ha mostrato l'estesa diffusione dell'uso della bicicletta nella nostra regione.

Sono state, infatti, intervistate oltre 5000 persone: si tratta quindi di un campione molto rappresentativo della popolazione toscana, che quindi esprime bene le condizioni e le aspettative dei toscani nell'uso della bicicletta.

La bicicletta è molto usata: poco più della metà la usa frequentemente, cioè almeno una volta alla settimana; e la bicicletta è più usata nelle città più grandi, dove la congestione della circolazione veicolare è maggiore e non è un caso che la maggioranza dei ciclisti (ma anche dei non utilizzatori) veda nel traffico il problema maggiore.

L'uso della bicicletta in ambito urbano cresce alla crescita della dimensione del comune.

L'indagine fa poi risaltare un aspetto riguardante l'area metropolitana fiorentina, dove vi è un uso minore della bicicletta nei comuni con meno di 50 mila abitanti: si tratta dei comuni della piana (Scandicci, Sesto, Campi, Calenzano, Signa e Lastra, ma anche Quarrata, Agliana, Montale e Montemurlo) dove le condizioni morfologiche e le distanze favorirebbero l'uso della bicicletta, che però è molto meno usata. Si tratta di un dato che deve fare riflettere gli amministratori locali per molti versi sensibili ai temi della sostenibilità, che però non riescono ad applicare politiche efficaci per quanto riguarda la mobilità sostenibile.

Molto interessanti sono poi i dati sulla dotazione di biciclette: quasi il 70% delle famiglie possiede una bicicletta e quasi tutti (il 90%) dispongono di una bicicletta personale. Le biciclette di proprietà vengono tenute in gran parte in spazi privati (il 75% in garage, l'8% in giardino e un altro 8% direttamente in casa, solo il 7% negli spazi condominiali e il 2% in strada). Questi dati confermano che il tema della sosta protetta e della disponibilità di un luogo comodo dove tenere la bicicletta al sicuro è un elemento determinante nell'uso della bicicletta.

Un altro aspetto significativo dei risultati dell'indagine riguarda chi usa la bicicletta in città: chi la usa lo fa quasi tutti i giorni, infatti, il 40% va in bici almeno 5 giorni la settimana.

Le risposte date alla domanda di quali sono i problemi nell'uso della bicicletta mettono in luce prima di tutto l'aspetto dell'invadenza e aggressività del traffico automobilistico (60%) e in parallelo le carenze nella rete ciclabile.

Di qui le richieste principali: aumentare le zone pedonali e per le biciclette, le zone a traffico limitato e la moderazione del traffico (64%) e migliorare le condizioni della pavimentazione sia delle strade, che delle piste ciclabili, e poi limitare la velocità dei mezzi a motore e creare parcheggi e rastrelliere per rendere agevole la sosta.

Nel complesso l'indagine conferma la buona disponibilità all'uso della bicicletta dei toscani e che i limiti ad un uso più esteso sono dovuti all'aggressività del traffico e alla carenza di percorsi sicuri, confortevoli e protetti, che però non vengono identificati nelle piste ciclabili (che sono peraltro poco usate), ma in una diversa organizzazione delle città, della circolazione e del controllo del traffico.

Si tratta cioè di riconoscere, come indicato nella recente Legge regionale 27/2012 "Interventi per lo sviluppo della mobilità ciclistica", che la bicicletta può rappresentare, accanto ai mezzi pubblici e a quelli privati a motore, la terza componente fondamentale della mobilità urbana.

fonte: http://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=18485&mod=greentoscana
fonte foto: http://www.flickr.com/photos/toshio1/5195891561/
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3221
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Re:Toscana - notizie
« Risposta #6 il: Ottobre 24, 2012, 03:07:38 pm »
L'uso della bicicletta in ambito urbano cresce alla crescita della dimensione del comune.
Per par condicio dovrebbero anche dire che Firenze è la città con più alta densità italica di motorini per abitante, almeno così ho letto da qualche parte. E lo vedo nel traffico cittadino.

L'indagine fa poi risaltare un aspetto riguardante l'area metropolitana fiorentina, dove vi è un uso minore della bicicletta nei comuni con meno di 50 mila abitanti: si tratta dei comuni della piana (Scandicci, Sesto, Campi, Calenzano, Signa e Lastra, ma anche Quarrata, Agliana, Montale e Montemurlo) dove le condizioni morfologiche e le distanze favorirebbero l'uso della bicicletta, che però è molto meno usata. Si tratta di un dato che deve fare riflettere gli amministratori locali per molti versi sensibili ai temi della sostenibilità, che però non riescono ad applicare politiche efficaci per quanto riguarda la mobilità sostenibile.
Io sono di Sesto Fiorentino e vi assicuro che pur essendo al "sesto" miglio dal centro di Firenze, non esiste una sola ciclabile che unisca i due centri urbani. Quando la sera torno a casa in bici devo spesso rifugiarmi su dei marciapiedi per non rischiare la vita. Non mi stupisce che i miei concittadini scelgano altri mezzi.


[...] i limiti ad un uso più esteso sono dovuti all'aggressività del traffico e alla carenza di percorsi sicuri, confortevoli e protetti, che però non vengono identificati nelle piste ciclabili (che sono peraltro poco usate), ma in una diversa organizzazione delle città, della circolazione e del controllo del traffico.

E te credo, nel tratto che faccio io ci saranno si e no 200m di ciclabile degna di questo nome, un km circa di marciapiedi tinteggiato di rosso e spacciato per ciclabile ed il resto strada strada e solo strada.


Mah. Speriamo bene.

Permettetemi un piccolo OT, che però non lo è poi tanto. A Sesto Fiorentino tutti conoscono, ed hanno visto a giro in bici, Marco Banchelli, un mio concittadino. Se dalle nostre parti la bici è "conosciuta" ed amata (anche se non usata quanto sarebbe opportuno) parte del merito è anche suo. E' uno dei non molti temerari che se da Sesto deve andare a Firenze ci va in bici. Sempre e comunque.
Ve lo presento, se non lo conoscete: http://www.marcobanchelli.com/storia.htm
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #7 il: Ottobre 27, 2012, 09:53:48 pm »
(grazie matt-o per l'approfondimento  ;) )

Toscana, 27 ottobre 2012 - In progetto cinque grandi itinerari ciclabili e uno stanziamento pari a nove milioni di euro in tre anni per fare in modo che la Toscana sia sempre più una 'terra di ciclisti'. Questo il progetto della Regione per una grande rete regionale della mobilità ciclabile, che attraversi in più direzioni tutto il territorio toscano, di cui ha parlato oggi l'assessore toscano alle infrastrutture ed ai trasporti Luca, intervenuto a una tavola rotonda a Rapolano Terme (Siena) per il convegno 'Idee pedalabili 2012' organizzato da Ari in collaborazione con Regione Toscana e Provincia di Siena.

 

Le cinque grandi vie ciclabili previste nel nuovo Priim, il Piano regionale integrato delle infrastrutture e della mobilità, saranno la ciclopista dell'Arno, dal monte Falterona alla foce attraverso 48 comuni e 4 province per un totale di 270 km in parte già realizzati (progetto in collaborazione con Fiab); la ciclopista Tirrenica, lungo tutto il litorale toscano dalla provincia di Grosseto a quella di Massa Carrara; la ciclopista della via Francigena, lungo l'antico tracciato della strada dei pellegrini; l'itinerario ciclabile dei 'Due Mari', da progettare lungo un percorso che partirà dal litorale tirrenico, toccherà Grosseto-Siena-Arezzo e poi dovrebbe proseguire sull' altro versante dell'Appennino fino al mare Adriatico; la rete regionale delle ciclostazioni, una rete di 'stazioni' per biciclette poste vicino alle stazioni ferroviarie, nata dall'idea di favorire lo scambio tra i mezzi di trasporto più sostenibile dal punto di vista ambientali, cioè bicicletta e treno (progetto in collaborazione con Fiab).

 

Il primo progetto sul quale si lavorerà, si spiega in una nota della Regione, sarà quello della ciclopista dell'Arno, un progetto in parte già realizzato sul quale saranno investiti i 9 milioni di euro destinati dalla Regione. Si stima che entro il 2015 il 50% della ciclopista dell'Arno sarà ultimato. Gli altri itinerari sono ancora in fase di definizione, i loro progetti progrediranno contemporaneamente alla realizzazione della prima grande arteria ciclabile della Toscana.

 

''E' arrivato il momento di fare un salto di qualità gettando le basi per una vera rete regionale di piste ciclabili - ha detto Ceccobao - abbiamo deciso di destinare a questo scopo ben 9 milioni di euro in tre anni, partendo dall'ambizioso progetto di una ciclopista dell'Arno che segua il corso del fiume dalla sorgente alla foce. Faremo questo investimento perché crediamo nell'uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano ed extraurbano. E crediamo anche nel cicloturismo come mezzo per incentivare il turismo sostenibile.

 

Si tratta di un investimento sicuramente produttivo, che faremo ispirandoci a criteri di sobrietà nell'utilizzo delle risorse: ove possibile realizzeremo le piste ciclabili su strade già esistenti. Il 2013 sarà inoltre l'anno dei Mondiali di ciclismo - ha aggiunto - ospitati per la prima volta in Toscana. Un evento importante, che offre inoltre l'occasione per la realizzazione di interventi di adeguamento, manutenzione straordinaria e messa in sicurezza delle strade sulle quali si svolgerà la competizione''.

fonte: http://www.lanazione.it/toscana/sport/ciclismo/2012/10/27/793525-ciclismo-toscana-itinerari-ciclabili.shtml
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #8 il: Novembre 02, 2012, 09:48:57 pm »


Una buona notizia, anzi due. A Pisa arriva il bike sharing, le bici condivise, per dirla in italiano: sarà possibile trovare una bicicletta in un apposito parcheggio, usarla in città e lasciarla in un altro parcheggio, una iniziativa già realizzata con successo in molte città italiane ed europee. Legambiente Pisa apprezza questa iniziativa della nostra Amministrazione, che va nella direzione di promuovere la ciclomobilità per residenti e pendolari. La buona notizie è rinforzata dall’annuncio del completamento di due importanti piste ciclabili in città e lungo viale D’Annunzio,  verso Marina.

Pisa è una città che sembra costruita per essere percorsa in bicicletta: pianeggiante, di dimensioni limitate, con un centro facilmente percorribile tra piacevoli vie storiche. I pisani e tutti quelli che vi lavorano  e studiano, hanno sempre usato la bicicletta, ma troppo spesso mettendo a repentaglio la propria incolumità, oppure limitandosi alle strade del centro storico. Negli ultimi anni due importanti novità, l'Ufficio Bici e la Consulta della Bicicletta, hanno aiutato l'Amministrazione a cambiare passo nella direzione della città ciclabile: una dimostrazione che la partecipazione, anche se faticosa, paga.

Legambiente Pisa si augura che le due importanti novità, in attesa dell'approvazione del Piano Urbano della Mobilità,  siano il segno che l’Amministrazione considera la ciclo mobilità una priorità e una vera alternativa all'uso esclusivo dell'automobile. La rapida realizzazione di una vera rete di piste percorribili in sicurezza, per cui ancora molto c'è da fare, è il primo vero passo in questa direzione. L’obiettivo deve essere lo sviluppo della “mobilità gentile” (piedi, bici, mezzo pubblico) per una città con meno auto, capace di fermare l’invasione quotidiana di decine di migliaia di motori. Una città con meno auto è una città meno inquinata e più sana, un città dove si vive meglio e più volentieri.
Circolo Legambiente Pisa

02/11/2012

fonte foto: http://www.comune.pisa.it
fonte: http://www.pisatoday.it/cronaca/piste-ciclabili-mobilita-sostenibile-legambiente-pisa.html
Lorenzo - Tern Link P9

Offline beafolding

  • assistente
  • ***
  • Post: 115
  • Reputazione: +11/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #9 il: Novembre 13, 2012, 10:07:08 am »
Nubifragi, allagamenti, frane...
Come state? Ci date notizie sulla situazione reale?

un abbraccio

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3221
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Re:Toscana - notizie
« Risposta #10 il: Novembre 13, 2012, 12:17:49 pm »
Mah, nelle zone colpite ne so quanto te dalla TV, internet etc. A Firenze e dintorni nessun problema che abbia visto io direttamente coi miei occhi. Anche stamani pioveva molto forte, ed ovviamente ha iniziato forte un attimo prima che dovessi uscire io con le bimbe per portarle a scuola. Da lì vista la pioggia mi sono diretto al treno (l'autobus mi è forse più comodo ma dove lo aspetto non c'è pensilina e se diluvia è un problema mettersi addosso mantella e similari). Sceso a Firenze Rifredi, quasi non pioveva e mi sono diretto a lavoro senza bardarmi da nubifragio, confidando nel solo giubbotto. Errore. A metà strada, subito dopo aver abbandonato la zona con tetti, è aumentato rapidamente fino a un mezzo diluvio e pur avendo con me l'abbigliamento antipioggia, un po' mi sono bagnato ad indossarlo, ma comunque meno di quanto mi sarei bagnato a fare lo stesso tratto a piedi con l'ombrello.
Certo è che qui (non solo Toscana, intendo in genere in Italia) ogni anno c'è un nuovo allagamento/smottamento. La cosa si fa preoccupante, il nostro territorio per un motivo o l'altro (non voglio star qui a far polemica) non regge più queste piogge intense e non ci sono soldi per fare prevenzione vera a tappeto. Quindi continueremo così, temo, e sarà sempre peggio. E con sempre meno fondi per affrontare la ricostruzione. Mah. Speriamo bene....
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline gaetano

  • assistente
  • ***
  • Post: 122
  • Reputazione: +2/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #11 il: Novembre 13, 2012, 01:36:10 pm »
Nubifragi, allagamenti, frane...
Come state? Ci date notizie sulla situazione reale?

un abbraccio


In provincia di Firenze, nessun problema se non qualche precipitazione 40mm in 3 giorni.

Per quanto riguarda il resto della regione abbiamo avuto:
-a causa di piogge intense oltre 200mm a carrara, marina di carrara, 120 mm a pisa etc nella notte fra sabato e domenica problemi di allagamento , nel corso della giornata, le precipitazioni si sono spostate verso est su tutto l'appennino pistoiese(tutto nel bacino del serchio) con conseguente piena.

-a partire dalle prime ore di lunedì, un temporale autorigenerante ha stazionato per praticamente tutto la giornata nel basso grossetano e alto lazio scaricando su una vasta zona oltre 300mm d'acqua con punte di oltre 400mm. a causa di questo abbiamo avuto una vittima e un ferito grave(per quanto ne so io) e danni ancora incalcolabili. le precipitazioni si sono addentrate fino all'aretino/senese e in parte nel valdarno(accumuli dell'ordine di 70-100mm) con locali allagamenti e qualche smottamento.
L'arno ha ricevuto bene l'ondata di piena grazie anche al fatto che il suo affluente principale, la Sieve non ha ricevuto niente di più che "qualche goccia" e poi è controllata dalla diga di Bilancino che ha ancora spazio(37mmc su 69mmc invasabili).

Altre informazioni/report amatoriali li potete trovare qua:

http://www.meteoforumme.it/forum/analisi-e-previsioni-meteo/nowcasting-lunedi-12-novembre-alluvionecasting/300/

Scusate se mi sono dilungato
gaetano

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3221
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Re:Toscana - notizie
« Risposta #12 il: Novembre 13, 2012, 02:02:58 pm »
[...] è controllata dalla diga di Bilancino che ha ancora spazio(37mmc su 69mmc invasabili).

Si, Bilancino ha casomai il problema opposto: quest'estate non è mai piovuto e l'inverno precedente è stato poco piovoso, col risultato che ad inizio estate l'invaso era ad un livello che tipicamente ha a fine estate. Si è arrivati a temere il razionamento dell'acqua a Firenze, quindi Bilancino non ha alcun problema, anzi diciamo che casomai potesse prendere un po' di acqua a prestito dal resto della regione sarebbe un bene per tutti....
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2848
  • Reputazione: +198/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #13 il: Novembre 14, 2012, 12:27:33 am »

......
L'arno ha ricevuto bene l'ondata di piena grazie anche al fatto che il suo affluente principale, la Sieve non ha ricevuto niente di più che "qualche goccia"

Se Sieve non mesce, Arno non esce; è così il proverbio, giusto?

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline gaetano

  • assistente
  • ***
  • Post: 122
  • Reputazione: +2/-0
Re:Toscana - notizie
« Risposta #14 il: Novembre 14, 2012, 08:21:46 am »

Piú o meno, la versione esatta è:

"Arno non cresce se Sieve non Mesce"




Purtroppo il bilancio vittime sale a 5. Fonte tg.
« Ultima modifica: Novembre 14, 2012, 11:15:10 am by occhio.nero »
gaetano

Tags: