Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)  (Letto 68907 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #15 il: Agosto 03, 2011, 07:11:54 pm »
grazie

segnalata nella discussione "acciaio o alluminio"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=112

a cui rigiro per un approccio più generale al problema del telaio
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline baro186

  • iniziato
  • *
  • Post: 11
  • Reputazione: +0/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #16 il: Aprile 24, 2012, 03:38:21 pm »
Ciao,

ho da poco comprato una Dahon Vitesse usata ( non appena faccio qualche foto ve la presento ). Anche io come molti di voi vive a Milano e mi sono accorto, il primo giorno che sono uscito, che il pavè è poco adatto alle nostre bici. Ho cercato, purtroppo di sfruttare il più possibile i marciapiedi per non sollecitare eccessivamente il telaio della bici.
Mi sembrerebbe interessante approfondire il tema di fare qualche elaborazione per ridurre al massimo le sollecitazioni.

Datemi qualche spunto

Grazie

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #17 il: Aprile 24, 2012, 06:45:10 pm »
io opterei per pneumatici maggiorati discussi nella  sezione:
ruote
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?board=19.0

in particolare la discussione
i pneumatici: piccoli o grandi? (copertoni)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=10.0

ma è solo la mia idea

segnalo la discussione:
regolazioni e controlli di bici appena comprate (su internet o sotto casa)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1425

da altra discussione:
Ciao, ti confermo quanto già detto da Mario. Anche il rivenditore di Firenze, con cui ho un rapporto di fiducia, mi ha sempre detto che con le Brompton non ha mai avuto un solo problema.  E ne vende parecchie. Mentre con le Dahon i problemini ci sono stati, in alcuni casi anche seri, tali da compromettere la sicurezza (tipo rottura del blocco che tiene fermo lo sterzo). Sarà che se vende Brompton ci guadagna di più, ma mi ha sempre detto che se uno può permetterselo lui le consiglia spassionatamente, mentre le Dahon le vede come buone bici di fascia intermedia, per chi non può permettersi una Brompton, o come bici con caratteristiche diverse nel caso in cui quelle della Brommie non facciano al caso tuo (vedi dover fare percorsi su sterrato).

e ancora:
Questo dopo aver visto quanto garantisce una spesa elevata, direi poco, a vedere dahonn di soli 3 anni (se ricordo bene) con crepe o ganci che si sfasciano, allentano cigolano ecc ecc
Non vorrei che avessi ricavato un'impressione sbagliata sulle Dahon magari dalla letture di casi anomali e decisamente rari. Questo forum, così il resto del pianeta, è pieno di gente che usa Dahon di vario tipo e prezzo, ma tutti accomunati da una grande soddisfazione e dall'aver avuto zero o quasi problemi. Magari qualcuno, particolarmente appassionato, negli anni passati e preso dall'entusiasmo può aver torturato la sua Dahon fino ai suoi limiti di resistenza e anche un po' oltre, e magari quello specifico modello di Dahon era meno resistente di altri, del resto in tanti anni la Dahon ha anche imparato dai suoi errori. Anche le Brompton all'inizio erano ottime bici ma con qualche difettuccio più o meno grave, che nel corso degli anni hanno eliminato. Comunque sia resta il fatto che in giro ci sono migliaia e migliaia di Dahon, spesso con diversi anni di vita alle spalle e che sono ancora come nuove, e questo vorrà pur dire qualcosa.
Tornando alla Torpado, ne vedo una tutti i giorni in treno e mi sembra robusta, tra l'altro il tipo che la usa non è proprio un mingherlino, e ce l'ha da circa un anno, ma dice che l'ha comprata usata e non gli ha dato mai problemi.
Mario
« Ultima modifica: Luglio 20, 2013, 12:16:30 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Peo

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1473
  • Reputazione: +202/-2
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #18 il: Aprile 24, 2012, 07:29:28 pm »
Ciao,

ho da poco comprato una Dahon Vitesse usata ( non appena faccio qualche foto ve la presento ). Anche io come molti di voi vive a Milano e mi sono accorto, il primo giorno che sono uscito, che il pavè è poco adatto alle nostre bici.
Grazie

Ciao Baro186 aspetto che apri un post dedicato  alla tua Vitesse (con tanto di foto promesse) per cercare di darti qualche consiglio. Io sono nella tua stessa identica situazione: Milano su Vitsse D7  ;)
Dahon Vitesse D7  /  Dahon Classic III  /  Velital / Brompton M3(+8) L

Offline baro186

  • iniziato
  • *
  • Post: 11
  • Reputazione: +0/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #19 il: Aprile 26, 2012, 02:48:51 pm »
Sono delle schwalbe crazy bob; mi sembrano belle maggiorate. Non credo bastino. Forse adottare un ammortizzatore sotto sella non sarebbe male, come suggerito nei precedenti post. Presenterò al più presto la mia Vitesse.

Ciao

Offline subconscio

  • iniziato
  • *
  • Post: 3
  • Reputazione: +0/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #20 il: Maggio 26, 2012, 01:55:10 pm »
ciao, ho appena portato indietro la mia bfold 5 per farlmela sostituire  :( riportava una piccola crepa sul telaio subito sotto il manubrio, nessun problema con declathon visto il difetto e subito sostituita la bici.
Un consiglio a chi deve comprarla controllatela bene.
« Ultima modifica: Giugno 12, 2012, 11:35:13 pm by occhio.nero »

Offline Faster_Fox

  • iniziato
  • *
  • Post: 13
  • Reputazione: +0/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #21 il: Maggio 26, 2012, 07:22:38 pm »
andiamo bene....

Offline skybur400

  • apprendista
  • **
  • Post: 88
  • Reputazione: +0/-0
  • camperista pieghevolista....
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #22 il: Giugno 12, 2012, 10:08:14 pm »
AAAAARGHHHHHHHHHH. 8)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #23 il: Giugno 12, 2012, 11:34:42 pm »
segnalato nella discussione:
regolazioni e controlli di bici comprate (su internet o sotto casa)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1425
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #24 il: Agosto 20, 2012, 04:48:13 am »

--- ADMIN ON

segnalo la discussione

telaio in alluminio, acciaio, magnesio, carbonio, ....?
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=112.0

l'elenco delle discussioni legate a studi sulle pieghevoli, recuperabile cliccando sul tag "studi" in fondo a questa pagina

--- ADMIN OFF



Si ma secondo me il problema è che rispetto alla dahon il tubo del telaio dentro cui s'infila (e si appoggia col tuo peso in corsa) è molto più corto, a parte la questione acciaio/alluminio, io non lo sostituirei a cuor leggero con un canotto sellino studiato per un telaio diverso, con un tubo-guaina più lungo... qui è corto perché se vedo bene, sotto c'è l'ammortizzatore posteriore, no?

infatti la bici piegata si appoggia sul famoso piedino apposito... e il canotto sellino si lascia esteso...

magari mi sbaglio, e questa osservazione potrà far ridere chi se ne intende più di me, beh spero gli ingegneri del forum contribuiscano su questo (davvero) :) però mi son sentito di dirlo, visto che non si parla di ornamenti o optional, bensì del canotto sellino che se non è fatto per la pressione su un telaio diverso, e si spacca in corsa, magari nel traffico... son volatili per diabetici...  ;D

PS. scusate riguardando, io parlo dei canotti dahon normali (Vitesse, Speed, ecc.) - effettivamente quello dahon del modello equivalente, postato qui sopra, sembra più lungo e il modello è davvero simile... ma non mi fiderei comunque troppo... anche per esempio la chiusura del tubo manubrio mi sembra più solida (prevedibilmente) sulla dahon...
« Ultima modifica: Agosto 18, 2013, 09:37:51 am by occhio.nero »
FF

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #25 il: Agosto 20, 2012, 07:51:56 am »
FF io non ne capisco molto, ma a occhio e croce la tua perplessità mi sembra fondata...
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline isd88

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +12/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #26 il: Agosto 20, 2012, 07:56:26 am »
questo sarebbe il mio mestiere, ma il problema è che non c è una risposta univoca. Bisognerebbe sapere come è stato progettato il telaio. Aumentando la lunghezza del canotto a parita di peso sulla sella aumenta il momento flettente alla base del tubo. Innanzitutto dovremmo usare una canotto che si infila almeno il minimo (quello segnato alla base come maximum insertion) indispensabile nel telaio della bici, e comunque andrebbe valutato lo stato delle saldature in quel punto, cosa pressoche impossibile...

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #27 il: Agosto 20, 2012, 03:25:42 pm »
Si, per quanto posso intuire da profano, infatti... comunque da un breve giro online mi sembra che la dahon fox sia stata messa in commercio solo in cina, vedo bene?

Perche' onestamente, e escludendo operazioni di accorciamento tubi dahon normali, l'unica un po' meno pericolosa sarebbe metterci il tubo della Dahon Fox appunto, si trovasse come ricambio... anche se onestamente eviterei... alla fine mi terrei il tubo Ecosmo in dotazione e via, per il prezzo ci si puo' anche tenere la sella bassa, rischiando il minimo (cosa che cmq sulle supereconomiche non mi farebbe stare poi troppo tranquillo... scusate ma dopo che ho sentito di una Raleigh (che ora e' distributrice Dahon in UK!!!) che si e' aperta in due a un semaforo di un incrocio... la diffidenza non e' mai troppa!!!
FF

Offline isd88

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +12/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #28 il: Agosto 20, 2012, 06:25:39 pm »
il problema non e il tubo in se ma il telaio. il tubo va bene uno qualunque che si infili il giusto nel telaio

Offline luca.p

  • iniziato
  • *
  • Post: 6
  • Reputazione: +0/-0
Re:sollecitazioni del telaio (stress, fratture, ...)
« Risposta #29 il: Agosto 21, 2012, 11:52:34 am »
quindi mi pare di capire che il punto debole sia quella saldatura che tiene quel pezzo di telaio dove si infila il tubo, e quindi il momento flettente che la sollecita. Ora però mi viene da pensare che queste bici in genere dichiarano un peso dell'utente di circa 100 kg. E da (quasi) ingegnere so che il momento in questo caso è proporzionale al peso dell'utente e alla distanza della sella rispetto alla saldatura. Io che peso 60 kg scarsi magari posso permettermi di alzare la sella di un paio di centimetri senza uscire dalle condizioni di progetto! no?  ::)