Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: cannotto sella ammortizzato (Biologic Suspension Seatpost, Thudbuster Cane Creek, ...)  (Letto 59941 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline catorcio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1022
  • Reputazione: +36/-0
Catorcio... sii buono ed educato, dai
perchè cosa ho detto di cattivo? lo sanno tutti che la prima cosa che perde il ciclista è la trippa! 8)

Offline latrippa

  • assistente
  • ***
  • Post: 155
  • Reputazione: +7/-0
 ;D
buona questa...me lo auguro di perderne un pò!
Certo che appena comprata la bici, dopo mesi di clima asciutto, si sono aperte le cataratte del cielo e di trippa ne ho persa ben poca...
Dahon Speed P8

Offline latrippa

  • assistente
  • ***
  • Post: 155
  • Reputazione: +7/-0
Personalmente, se dovessi cambiare sellino, opterei per la Alley Sport 1.1 scoperta grazie a Damiano del forum, che già ne monta una.  ;)

Leggendo questo intervento di Sbrindola mi chiedo: forse una sella del genere può rappresentare una degna alternativa?
Dahon Speed P8

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4884
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
bella domanda.... a cui solo le tue chiappe possono rispondere :D

battute a parte: l'ammortizzazione la cerchi per pura questione di maggiore confort a livello di appoggio dei glutei oppure per la zona pelvica/prostata?

tieni inoltre conto del fatto che quella versione è più adatta ad una posizione di guida un po' sportiva: stando a quanto leggo nel tuo caso sarebbe forse più indicata la Nomad 1.1
« Ultima modifica: Novembre 21, 2013, 03:19:27 pm by Sbrindola »

Offline latrippa

  • assistente
  • ***
  • Post: 155
  • Reputazione: +7/-0
Ho chiesto, ma non rispondono  ;D
In realtà il mio problema è diminuire il trasferimento degli urti alla colonna vertebrale.
Per questa ragione stavo studiando la soluzione "cannotto ammortizzato", ma poi leggendo il tuo post mi sono chiesto se per caso anche una sella adatta potesse più o meno svolgere la stessa funzione di assorbimento degli urti.
Vedo che il modello che suggerisci è provvisto di elastomeri, che se capisco bene è lo stesso metodo che usano i cannotti ammortizzati "semplici", tolti i cane creek che però, in diametro 33.9 mm costano
200 euri e non me li posso permettere.
Secondo la tua esperienza una sella del genere può rappresentare una valida alternativa al cannotto ammortizzato?
Grazie.
Dahon Speed P8

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4884
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
non avendo mai testato nessuno dei 2 quindi non posso fare paragoni: posso solo dire che anche io opterei per la scelta di un sellino migliore di quello attuale piùttosto che cambiare il cannotto... l'idea che l'altezza sella-pedivelle possa essere soggetta a variazioni (se pur minime) durante la pedalata non mi entusiasma. Ma non darmi troppa retta su queste cose mi rendo conto di essere un po' troppo "ortrodosso" per via degli anni di bici da corsa (tra cui diversi passati su sellini assolutamente privi di qualunque effetto ammortizzante  :o  ;D ).
« Ultima modifica: Novembre 22, 2013, 03:36:25 pm by Sbrindola »

Offline catorcio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1022
  • Reputazione: +36/-0
le bici reclinate per questo tipo problemi potrebbero essere l'ideale, la stessa cosa o peggio?.

Offline latrippa

  • assistente
  • ***
  • Post: 155
  • Reputazione: +7/-0
Probabilmente sarebbe l'ideale...ma per me è fuori discussione: no budget, no spazio, no intermodalità, no visibilità nel traffico di Roma...
Dahon Speed P8

Offline boccia

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3425
  • Reputazione: +170/-0
alcune brevi impressioni sul Suspension Seatpost  ;)

(...)
1. Cannotto sella ammortizzato Biologic Suspension Seatpost
L'ho comprato qui sul forum da Mastermig81, al quale vanno i miei complimenti per la simpatia, la correttezza e per la splendida bici rossa.
-
(Image removed from quote.)

E' un componente apparentemente molto semplice, di lunghezza e diametro pari al cannotto standard Dahon, non ha il sistema a pantografo adottato da altre marche, e permette di assorbire le normali asperità della strada rendendo la pedalata più confortevole, con ammortizzazione regolabile; guai però a pensare di poter passare indenni su buche vere, sampietrini, marciapiedi e compagnia bella. ;)

Svantaggi: aumento di peso e mancanza di un puntale in gomma (ci ho messo un gommino adesivo). Inoltre la presenza della molla riduce la porzione di cannotto che può entrare nel tubo sella, perciò a bici chiusa la sella rimane una ventina di cm più in alto rispetto al telaio, che rimane inclinato verso il basso. Sulla Olmo non è un grosso problema, a bici chiusa la manopola destra rimane a circa 1 cm dal terreno, ma bisognerebbe valutare su modelli con geometria del telaio differente.

(Image removed from quote.)
(...)                         

Offline boccia

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3425
  • Reputazione: +170/-0
Riporto da altra discussione:

[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

Che sella e reggisella utilizzate?
Volvevo migliorare il confort della mia bici utilitaria (non pighevole, ma penso che il discorso cambi poco) non ammortizzata, ed oggi mi sono imbattuto in questi prodotti, di cui non conoscevo l'esistenza.

  • I reggisella a parallelepipedo: ad esempio questo  della Suntour. Ci sono ottimi pareri riguardo all'uso di questi reggisella, alcuni non li gradiscono per l'estetica, tuttavia io non li trovo nemmeno brutti. I più acclamati pare siano i Cane Creek, ma costano praticamente il doppio (140-170€) di quelli della Suntour (70-80€)
  • Selle ergonomiche: sono incappato per puro caso in questa stranissima sella, si tratta di una Dpardo (casa taiwanese specializzata in prodotti ergonomici per bici) T-Type. Esteticamente non mi piace per nulla, ma sembra offrire una seduta eccezionale, effettivamente sembrerebbe riproporre in piccolo i vantaggi di una sella come quelle per le reclinate. L'articolo in questione pare non abbia prolificato molto in occidente, perciò le recensioni si trovano quasi tutte in lingue asiatiche. Vi allego un piccolo articoletto di Rabici. Il costo è relatvamente accessibile, 90 dollari. Sarebbe curioso mettere alla prova codesto strano sostegno, ci sono video in cui vengono montati ovunque, dalle bici da corsa alle pieghevoli.

E voi, che ne pensate di questi ausili per il prezioso vostro fondoschiena?

L'ammortizzazione, secondo me, ha i suoi pro e i suoi contro. Se da un lato rende un po' più confortevole l'uso della bici (nelle brevi distanze IMHO), dall'altro peggiora le prestazioni, incidendo pesantemente sulla rigidità del mezzo. Naturalmente, se utilizzi la bici quotidianamente sui sampietrini o su strade disconnesse, nessuna ammortizzazione è pienamente sufficiente...

(...)

Se poi vuoi stare veramente comodo ed avere nel contempo una bici super perfomante, devi prendere una di queste:  ;)

(Image removed from quote.)

Offline jeby

  • maestro
  • ****
  • Post: 326
  • Reputazione: +44/-0
    • jeby's blog
L'ho installato sulla Cadenza XL. Non è male per uso urbano, chiaramente per masse non sospese e cinematica non ha nulla a che vedere con una bici ammortizzata. Ho avuto un problema, con le vibrazioni si è svitato il bullone posteriore e a momenti rimanevo senza sella!! Ho risolto sostituendo il cilindretto filettato femmina con un dado con frena filetto ;)

Ho lo short track e sto usando l'elastomero morbido (ci sono 3 elastomeri nella confezione) anche se per peso dovrei usare il medio, per evitare l'effetto di rimbalzo.
Mu Uno+ con cambio automatico Sram Automatix e cinghia Gates Carbon Drive

Offline sbatta

  • maestro
  • ****
  • Post: 253
  • Reputazione: +24/-0
Vi segnalo questo ammortizzatore trovato su kickstarter.
https://www.kickstarter.com/projects/rinsten/rinsten-spring-the-ultimate-bicycle-shock-absorber?ref=discovery

Visto così mi sembra il classico uovo di Colombo. Certo poi andrebbe provato...
Che ne pensate?

Offline boccia

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3425
  • Reputazione: +170/-0
L'idea sembra semplice geniale, ma mi sembra di poter individuare alcuni difetti congeniti puttosto importanti:
  • Angolo variabile dell'inclinazione della sella, intorno all'asse trasversale e longitudinale
  • Mancanza di ammortizzazione delle oscillazioni
  • Grave rischio in caso i rottura del componente

 :-\

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4884
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
concordo con Boccia, mi sembra un po' troppo "rimbalzina".



va bene che non siamo dei professionisti alla ricerca della prestazione assoluta, attenti al risparmio di ogni singolo watt, ma IMHO si muove decisamente troppo .... e considerate che nell'immagine l'unica sollecitazione è data dalla pedalata, visto che la bici è sui rulli.
Temo che in presenza di buche possa avere un effetto molla eccessivo, con la tendenza a sparare il corpo del ciclista verso l'alto.

Come sempre però si tratta di decidere quali sono le proprie priorità: c'è sicuramente qualcuno che preferisce rimbalzare un po' ma avere una seduta più comoda e, a queste cifre, non ci sono molte altre alternative.
« Ultima modifica: Aprile 04, 2017, 10:05:01 am by Sbrindola »