Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

-no title-



  volete attivare una newsletter per raggiungere gli utenti della vostra regione? leggete qui  

Autore Topic: Sardegna - notizie  (Letto 30026 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« il: Agosto 11, 2012, 11:19:58 am »
[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

Citazione
Cagliari città ciclabile: Anche in Sardegna si promuove l'utilizzo della bicicletta grazie al'associazione Cagliari città ciclabile, una associazione senza fini di lucro di cittadini di Cagliari ed hinterland. l'Associazione si prefigge di promuovere l?uso della bicicletta come mezzo pratico ed ecologico di trasporto, di conoscenza, di svago e di fruizione naturale del territorio di Cagliari ed hinterland. l'Associazione Cagliari città ciclabile, insieme ad altre associazioni, in provincia di Cagliari, in Sardegna, in Italia e in Europa, propone migliorie e soluzioni all?amministrazione comunale, provinciale, regionale e nazionale, mantenendo una pressione sull?amministrazione comunale/provinciale e sui partiti politici. Inoltre, l'associazione promuove l?uso della bicicletta tramite attività proprie o con partecipazione ad attività di altre associazioni con obbiettivi compatibili, studiando le soluzioni urbanistiche migliori per rendere possibile e conveniente muoversi in bicicletta.

Perchè muoversi in biciletta in Sardegna? La bicicletta è un mezzo leggero e veloce, non resta mai bloccata nel traffico, può passare e svincolarsi ovunque e, nel raggio compreso tra 1 e 6 Km (dipendenti e variabili a seconda delle condizioni) è statisticamente più veloce di qualsiasi altro mezzo. La politica della sicurezza stradale è ovunque al primo posto, ciononostante, inspiegabilmente, si da poca importanza alla costruzione di una rete dipiste ciclabili! Più piste ciclabili = più bici, più bici = meno auto, meno auto = meno morti. Costruire piste ciclabili è economico e garantisce sicurezza. Non c'è mezzo di trasporto tanto economico e contemporaneamente comodo come la bicicletta. Il prezzo di partenza è quasi irrisorio e i costi di manutenzione sono quasi nulli. In bicicletta non prenderai più multe per divieto di soste nè pagherai assicurazioni, bolli e carburante. Una città ciclabile è meno inquinata, meno trafficata, meno caotica e quindi più vivibile! La diminuzione dell'inquinamento e del traffico è un beneficio ineguagliabile e si può ottenere invogliando i cittadini ad usare i mezzi alternativi come la bicicletta! La bicicletta è un mezzo a emissioni 0. Muoversi in bicicletta riduce l'emissione di gas nocivi in città. La salute dei cittadini, così come la salute del mondo, dovrebbe essere una priorità assoluta per tutti, cittadini e amministrazioni comunali per prime.



Le città ciclabili e pedonalizzate sono in genere le città più turistiche e la Sardegna che punta al turismo dovrebbe avere un occhio di riguardo nei confronti dei ciclisti. Una città che punta sulla bellezza, sulla vivibilità e sulla sicurezza (e Cagliari è una città che ha tutte le qualità per farlo) è una città più allettante per tutti, cittadini e turisti. La bicicletta è il mezzo di trasporto più comodo efficiente e sostenibile, si può parcheggiare a due metri dalla destinazione. I tempi di ricerca del parcheggio e i tempi, spesso considerevoli, di camminata fra la sosta e il luogo di destinazione, vengono eliminati! Una città senza traffico è una città più vivibile, più bella, più sicura e più turistica. Puntare sulla mobilità ciclabile, come testimoniano le esperienze di alcune altre città italiane ed europee, è un investimento sicuro in termini di ritorno economico! Fra le tante cose positive, spostarsi in bicicletta equivale a fare sport. Ti tieni in forma risparmiando carburante e stress da ingorgo! Infine, se tutti, in base alle personali possibilità, usassero la bicicletta (e le nostre città fossero adeguatamente organizzate per consentirne la mobilità) lasceremmo in eredità una città più bella, più pulita, più sicura, più accessibile e più vivibile. Anche per gli automobilisti.

Secondo legambiente, in Italia aumentano i chilometri di piste ciclabili ma non i ciclisti. E quando si parla di mobilità dolce (cioè meno auto e più biciclette) le amministrazioni locali continuano a fare orecchio da mercante. Nel suo rapporto, Legambiente ha fatto la radiografia alle due ruote in Italia e le conclusioni sono piuttosto chiare: gli enti locali possono fare molto di più per migliorare la vivibilità delle nostre città.
Certo, come sempre non mancano i buoni esempi, che in questo caso si concentrano soprattutto in Emilia Romagna. Modena è la città con più chilometri di piste ciclabili in termini assoluti, mentre Reggio Emilia ha l'indice di ciclabilità più alto d'Italia. Un indicatore, questo, molto importante perché tiene conto di diversi fattori come la lunghezza e le tipologie di piste dedicate alle bici, l'estensione delle aree pedonali e delle aree con limite di velocità fissato a 30 chilometri orari. Ne esce molto bene anche Padova con i suoi 140 mila spostamenti quotidiani in bicicletta. In generale, Legambiente ha promosso molte città del nord e soprattutto della pianura Padana: Lodi, Mantova, Cremona, Forlì, Ravenna, Ferrara, Piacenza e tante altre. La prima città del sud è Lecce, al 16° nella graduatoria della ciclabilità. Per trovarne un'altra bisogna scendere fino alla posizione 37: c'è Oristano in Sardegna!

Per maggiori info su Cagliari città ciclabile e per scaricare i percorsi ciclabili di Cagliari e hinterland ecco il sito dell'associazione Cagliari città ciclabile: http://www.cagliariciclabile.it

fonte: http://www.blogsardegna.it/content.php/216-Cagliari-citta-ciclabile-Anche-in-Sardegna-si-promuove-l-utilizzo-della-bicicletta
« Ultima modifica: Settembre 24, 2012, 04:58:44 pm by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #1 il: Ottobre 17, 2012, 01:14:28 pm »
SASSARI. Attraversare il centro della città in bicicletta per riappropriarsi delle strade. L'iniziativa, promossa dal gruppo spontaneo Pedalare in Città, andrà in scena giovedì 18 ottobre. L'appuntamento è in piazza d'Italia alle ore 19.00. La pedalata è aperta a tutti: «chiunque possieda una bicicletta per hobby o come mezzo di locomozione può unirsi a noi - fanno sapere i promotori dell'iniziativa. E per chi non la possedesse, può sempre rivolgersi a un amico, non è poi così difficile». Anche questa pedalata, la sesta da quando è nato il movimento ciclistico di protesta urbana, sarà caratterizzata da un tema: la scelta è caduta sui Muppets. E le regole per chi farà parte del gruppo sono semplici: «fantasia e rumore». Sui social network le adesioni si susseguono. E nel gruppo di Facebook "Pedalare in Città!" anche chi non ha una bicicletta può trovare una soluzione al suo problema. Intanto, proprio in questi giorni, sta prendendo forma una nuova ciclofficina all'exQ dove chiunque potrà portare la vecchia bici e sistemartela usufruendo degli spazi, dell'attrezzatura ed eventualmente dei consigli dei volontari che si organizzeranno per aprire almeno un pomeriggio alla settimana.

fonte: http://www.sassarinotizie.com/articolo-13446-vivere_la_citta_in_bicicletta_l_idea_nasce_su_facebook.aspx
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #2 il: Novembre 14, 2012, 12:17:16 pm »
Comune, Provincia, Aziende ed Esperti a confronto. Nell'ambito del festival Scirarindi, sabato 17 Novembre ore 15.30-17.00 Sala C Palazzo dei Congressi della Fiera di Cagliari. Per accedere gratuitamente è necessario iscriversi.
Tavola rotonda. Chi sostiene la mobilità sostenibile a Cagliari? Comune, Provincia, Aziende ed Esperti a confronto.

Sabato 17 Novembre 2012  ore 15.30-17.00 ,  Sala C  Palazzo dei Congressi della Fiera di Cagliari

C’è un riconoscimento generalizzato (amministratori, cittadini, imprese) sulla necessità di realizzare una sostanziale e concreta sostenibilità della mobilità nell’area vasta cagliaritana, ed in particolare nella città di Cagliari, che rappresenta il luogo per eccellenza  dove si concentrano le relazioni fisiche, sociali ed economiche di quasi un terzo della popolazione dell’intera regione. Purtroppo il numero e l’efficacia delle politiche e delle misure adottate appaiono ancora limitate. Allora Chi deve fare Che cosa?

Ne discutono:

Italo Meloni               Crimm, Università di Cagliari

Carlo Poledrini         Direttore Generale ARST

Proto Tilocca             Dirigente Pianificazione Marketing CTM

Pierpaolo Olla           Direzione RFI Cagliari

Mauro Coni               Assessore al Traffico Comune di Cagliari

Guido Portoghese    Presidente Commissione Trasporti Consiglio Comunale di Cagliari

Luca Mereu                Presidente Commissione Trasporti Provincia Cagliari

Francesco Sechi        Systematica MLab  Cagliari

Giancarlo Suelzu      Direzione Regionale Legambiente

Per accedere gratuitamente alla Tavola Rotonda è necessario iscriversi, collegandosi al link seguente:

https://metrostyles.wufoo.com/forms/2a-festival-di-scirarinditavola-rotonda/

In questo modo sarà possibile presentarsi alla Segreteria del Festival Scirarindi e comunicare il proprio nominativo che, se presente nella lista degli iscritti Vi consentirà di ottenere un pass per l’ingresso gratuito alla sala C del Palazzo dei Congressi della Fiera di Cagliari, dove si svolgerà la Tavola Rotonda. (chi fosse interessato alle altre attività del Festival dovrà acquistare in loco la tessera associativa di 5 euro).

fonte: http://www.comunecagliarinews.it/news.php?pagina=7794
« Ultima modifica: Novembre 14, 2012, 05:14:58 pm by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #3 il: Novembre 19, 2012, 12:41:26 pm »
La Regione Sardegna finanzia la mobilità ciclistica. Non ci sono più scuse.



Virgilio Scanu, Presidente di Città Ciclabile Onlus Fiab Cagliari, ha diramato un Comunicato Stampa.
I finanziamenti di cui si parla sono il risultato di tante battaglie, di anni di incontri e documenti, e segneranno una svolta nella ciclabilità nelle due aree più urbanizzate della Sardegna.
Si tratta di fondi Europei, che fanno parte del FERS 2007 - 2013, che in parte non esistevano con quelle finalità d'impiego, ma che si è riusciti nella riprogrammazione ad inserire nella mobilità ciclabile con progetti immediatamente cantierabili, con il coinvolgimento delle province di Cagliari e di Sassari, con tutti i Comuni dei due hinterland. Il finanziamento complessivo Regionale è di circa 10 milioni, di cui in rapporto agli abitanti delle due città capoluogo di provincia, circa 6 milioni sono di Cagliari e i restanti 4 vanno a Sassari.
Il "Programma integrato di interventi per la mobilità ciclabile" è finalmente operativo e sono già stati accreditati ai Comuni i finanziamenti per dar corso ai progetti esecutivi approvati. Non ci sono più scuse.
 
 
FINALMENTE ARRIVATI I SOLDI DALLA REGIONE ( P.O. FERS 2007-2013) PER LA MOBILITA' CICLABILE
 
A seguito dell'accordo di programma firmato il 24/9/12 dalla Regione, dalla Provincia e dai 16 comuni della cintura metropolitana di Cagliari, sul "Programma integrato di interventi per la mobilità ciclabile", adesso finalmente operativo, in questi giorni sono stati già accreditati i soldi, nella misura del 10% dell'importo complessivo previsto per ogni comune, per dare corso ai progetti esecutivi approvati.
La Regione con questo finanziamento vuole accostare all'obiettivo dell'incremento della mobilità ciclabile quello della promozione e fruizione del territorio.
 
Non ci sono più scuse da parte della Provincia e dei Comuni per dare avvio ai progetti da tanto tempo presentati ed in attesa dei finanziamenti Europei da parte della Regione, che non si è fatta apprezzare come spesso capita per la rapidità di spesa, ma ormai ha dato inizio all'accordo con i suoi primi finanziamenti. Adesso i Comuni devono entro 30 giorni presentare il loro crono-programma con le tempistiche del loro iter amministrativo, dalla gare d'appalto, alle pubblicazioni, selezioni, che deve portarli nel più breve tempo possibile alla consegna dei lavori.
La stessa, se vengono rispettate le normali tempistiche e se i dirigenti preposti si danno da fare, con la speranza di evitare le solite contestazioni, sono previste entro settembre, ottobre dell'anno prossimo, quindi dobbiamo ancora attendere un'altro anno, ma nel giugno del  2014 ci sarà la possibilità di andare da Piazza Matteotti al Policlinico e alla Cittadella Universitaria di Monserrato in bicicletta senza incontrare delle auto, prima ancora di arrivarci con la metropolitana di superficie.
A Cagliari, oltre che arrivare in sicurezza con la cara bici al Poetto e a S.Elia, ci sono i progetti e le possibilità che si riesca a completare almeno una buona parte, se non per intero, l'anello ciclabile sognato dall'intero movimento degli utenti della bicicletta, oltre alla realizzazione dei tanti percorsi ciclabili cittadini che il Comune si è impegnato a tracciare nelle tante strade dove la sezione stradale lo permette.
 
Inoltre nell'accordo di programma è previsto un finanziamento di € 50 mila per la promozione della mobilità ciclabile, ed altri € 450 mila che gestirà la Provincia per la fornitura di servizi diversi come il bike sharing e il comodato d'uso di biciclette da dare in utilizzo agli studenti, specialmente alla moltitudine di giovani universitari, che viste le esperienze e le conoscenze di tutte le altre realtà universitarie Europee e mondiali, si stanno augurando che anche a Cagliari a breve ci si possa muovere e frequentare le lezioni e le altre attività andando in sicurezza in bicicletta.

fonte: http://fiab-onlus.it/bici/component/k2/item/264-sardegna-finanzia-mobilita-ciclistica.html
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #4 il: Gennaio 11, 2013, 10:18:27 am »
ALGHERO - Sono state definite le direttive definitive del programma della mobilità sostenibile del Bike Sharing comprendente le dislocazioni delle cinque ciclo stazioni proposte dall’azienda aggiudicataria dell’appalto di 112 mila euro per la realizzazione delle infrastrutture.

L’azienda Bicincittà, a cui la ditta vincitrice della gara, l’impresa Comunicare srl, ha trasferito il contratto inerente l’affidamento del Bike Sharing, ha presentato il quadro completo delle stazioni in cui saranno accolte le biciclette per l’utilizzo condiviso. La proposta, che ora sarà oggetto di conferenza di servizi per l’esame e l’ottenimento dei diversi pareri e autorizzazioni, prevede stazioni alla stazione ferroviaria, al porto ( pressi scalo Tarantiello), a Fertilia ( Piazza San Marco), piazza della Mercede e in Piazza Sulis ( inizio bastioni Cristoforo Colombo ). L’azienda esecutrice delle opere ha già stipulato nel Novembre scorso con l’Amministrazione comunale il contratto per l’affidamento della realizzazione del sistema di utilizzo delle biciclette a servizio di cittadini e turisti. Saranno disponibili circa quaranta biciclette da utilizzare mediante l’uso di card elettroniche con le quali gli utilizzatori potranno usufruire del servizio prelevando le biciclette dai cicloposteggi.

La realizzazione del sistema del bike sharing, in collaborazione con Agenda 21, ha la finalità, per gli spostamenti entro l’area urbana, di limitare il ricorso usuale ai veicoli a motore.

fonte: http://www.algheronotizie.it/articolo/17741-bike-sharing-cinque-ciclo-stazioni-ad-alghero.html
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #5 il: Gennaio 28, 2013, 01:13:44 pm »
[Cagliari] Sull'autobus a metà prezzo chi ha meno di 10 mila euro

CAGLIARI - "Grazie alla collaborazione tra il Comune - afferma il sindaco Massimo Zedda - l'azienda dei trasporti e l'assessorato competente alla Regione, mettiamo a correre 75mila euro per le famiglie e i cittadini che abbiano un reddito inferiore ai 10mila euro. A curare il progetto sarà l'assessorato alle Politiche Sociali".

Lo sconto sarà riconosciuto secondo una graduatoria stabilita in base all'ordine di arrivo delle domande: agli aventi diritto sarà consegnato un voucher da presentare al Ctm.  "Un passo avanti importante sotto diversi aspetti: dal punto di vista ambientale e da quello della riduzione del traffico ma anche e soprattutto, visto il costo del carburante, sul versante degli aiuti alle famiglie".

fonte: http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2013-01-07/20426/Cagliari_sullautobus_a_meta_prezzo_chi_ha_meno_di_10_mila_euro.html

CTM: http://www.ctmcagliari.it/
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #6 il: Gennaio 28, 2013, 02:06:27 pm »
[Oristano] dal 1°Febbraio parte il nuovo servizio di trasporto urbano

(FERPRESS) – Oristano, 22 GEN – “Iniziamo con il miglioramento dei trasporti pubblici urbani, poi interverremo sulla ZTL e con altre misure punteremo al raggiungimento dell’obiettivo Europa 20-20 che per noi non sarà solo uno slogan ma un obiettivo concreto. Puntiamo sul trasporto pubblico e su quello sostenibile e vogliamo che per tutti sia chiaro che a Oristano sarà sempre più difficile girare con l’automobile privata.
Lo ha dichiarato il sindaco di Oristano, Guido Tendas presentando stamane il nuovo servizio di trasporto urbano, profondamente rinnovato rispetto a quello attuale attraverso modifiche ai percorsi, alle fermate e alla frequenza, che prenderà il via dal 1° febbraio.
Comune, Arst e Assessorato regionale dei Trasporti, hanno lavorato per diversi mesi ad un potenziamento dei servizi con l’obiettivo di migliorarne l’accessibilità per incrementare l’utilizzo, ridurre la congestione stradale e migliorare le condizioni ambientali complessive.
“Finora su questo servizio le critiche si sono concentrate su due elementi: la qualità dei mezzi e l’inadeguatezza della rete – ha puntualizzato il Direttore centrale dell’Azienda di trasporti, Carlo Poledrini. Abbiamo superato entrambi i problemi introducendo anche qualche elemento di qualità come le paline intelligenti e interattive (dotate di QR code) e come l’integrazione del servizio extra urbano con quello urbano attraverso l’utilizzo di un solo biglietto”.

fonte: http://www.ferpress.it/?p=89230
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #7 il: Aprile 12, 2013, 03:35:58 pm »
[Catania] La linea autobus Brt supera il primo giorno di rodaggio



Ieri a Catania è stato inaugurato il servizio di Bus Rapid Transit. Presentato come antidoto efficace ed economico al caos cittadino e allo stress da fila in auto, il servizio dell’Amt collega il parcheggio scambiatore dei Due Obelischi al centro cittadino, evitando di ingolfare alcuni degli snodi principali del traffico a Catania. I risultati della prima giornata, considerata dalla stessa amministrazione comunale come periodo di rodaggio fino a domenica, sono nel complesso positivi. Così come annunciato dai responsabili, gli otto mezzi in servizio riescono a coprire l’intero percorso in 40 minuti, tempo che si allunga inevitabilmente di una decina di minuti circa nelle ore di punta.

Abbiamo voluto testare il nuovo servizio, salendo a bordo di un autobus e cronometrando il percorso: partito dal parcheggio Due Obelischi alle 11 del mattino, evitando l’orario di maggior traffico, siamo arrivati piazza Stesicoro in anticipo di qualche minuto rispetto al previsto, per poi ripartire senza sosta per il tragitto di rientro, conclusosi puntualmente dopo circa 40 minuti. Non abbiamo potuto fare a meno di notare numerose pattuglie di vigili urbani agli incroci solitamente più congestionati, a bordo della nostra vettura c’erano anche degli agenti in borghese che, tramite ricetrasmittenti, comunicavano all’esterno.

Lungo il tragitto c’è ancora qualcosa da migliorare. Gli stessi autisti segnalano più di un incrocio pericoloso (Fasano, Santa Sofia e via Ala) e alcuni restringimenti eccessivi della carreggiata (piazza Roma), che non permettono manovre comode al mezzo. Restano, poi, le lamentele degli automobilisti costretti a fare i conti con le carreggiate dimezzate e con l’effetto imbuto nei restringimenti che, fino a poco tempo fa, smaltivano il traffico veicolare in maniera più fluida.

Sul progetto, l’amministrazione Stancanelli ha scommesso molto ed è pronta ad apportare correttivi utili al miglioramento del servizio. “A sentire i commenti tanti cittadini che si sono avvalsi del nuovo servizio di trasporto pubblico, possiamo dare un giudizio positivo su questa prima giornata di rodaggio di un sistema di trasporto nuovo che per Catania è una conquista di civiltà e di efficienza. Le piccole criticità, inevitabili se si tiene conto che il percorso si estende per circa tredici chilometri sono costantemente monitorate e all’attenzione dei tecnici per gli accorgimenti più opportuni”.

“Il quotidiano uso del bus veloce, a breve diventerà una consuetudine che consentirà alle famiglie significativi risparmi per i loro spostamenti, dando finalmente un’alternativa vera e credibile ai catanesi che si vogliono avvalere del mezzo pubblico. Per questo ringrazio tecnici, autisti, vigili urbani che si stanno prodigando per rendere il migliore servizio possibile ai cittadini grazie a un grande progetto per Catania che può finalmente contare su un servizio all’avanguardia e soprattutto rapido e puntuale”.

Soddisfatto anche l’assessore alla mobilità Santi Cascone: “L’avvio del Brt costituisce il momento di partenza di un innovativo programma di mobilità sostenibile in città basato sul potenziamento del trasporto pubblico locale e sull’ intermodalità. La messa in funzione dei parcheggi scambiatori attesa da anni e il loro collegamento al centro storico con linee di trasporto rapido costituiscono solo un tassello di un più ampio programma previsto nel Piano Generale del Traffico Urbano redatto dall’Amministrazione Stancanelli e da tempo sottoposto all’esame del consiglio comunale”. (lasiciliaweb.it)

Fonte | http://www.lavika.it/2013/04/catania-la-linea-autobus-brt-supera-il-primo-giorno-di-rodaggio/
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #8 il: Aprile 17, 2013, 11:52:15 am »
[Cagliari] Per mobilita' con bici e metro 9 mln

(ANSA) - CAGLIARI, 17 APR - Oltre 9 milioni di euro per cambiare il modo di spostarsi all'interno dell'area vasta di Cagliari.

Con la bici, con la metropolitana e sempre meno con le auto. Si chiama "Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell'area metropolitana di Cagliari" e è stato presentato in un incontro cui hanno partecipato l'assessore regionale dei Lavori Pubblici Nonnis, la Provincia, l'Autorità portuale, l'Ersu, i Comuni del cagliaritano e varie associazioni.

Fonte | http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/sardegna/2013/04/17/mobilita-bici-metro-9-mln_8565505.html
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #9 il: Aprile 24, 2013, 12:23:34 pm »
[Cagliari 25/04/13] Molentargius - Un parco per ogni stagione



Un 25 aprile al parco di Molentargius: il Parco naturale regionale Molentargius-Saline in collaborazione con l'Associazione per il Parco Molentargius-Saline-Poetto, lancia il programma "La salina amica della natura - Mobilità sostenibile nel Parco".

Si parte domani con "“Un parco in ogni stagione" dalle 9 alle 13 e dalle 6 alle 19,30. Accoglienza per i visitatori all'edificio Sali Scelti (in via La Palma). La giornata prevede percorsi liberi, pedonali e in bici. Ma anche un'escursione guidata in bicicletta lungo le saline con visita al capanno di Quartu. In programma anche un'escursione in battello e bus elettrico. Infine una passeggiata guidata a piedi al capanno di Cagliari.

DOMENICA 28 APRILE - Il bis domenica 28, stessi orari, identico programma di escursioni libere e guidate ma con centro accoglienza dei visitatori all'area verde di Quartu.

Mercoledì 24 aprile 2013 07:15

Fonte | http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/312533
« Ultima modifica: Aprile 24, 2013, 12:27:51 pm by NessunConfine »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #10 il: Giugno 05, 2013, 01:33:25 pm »
[Cagliari] Inaugurata la nuova stazione ferroviaria per l'aereoporto di Elmas



ELMAS - Verrà inaugurata mercoledì 5 giugno ed entrerà in funzione entro domenica. Si sono infatti conclusi i lavori della nuova fermata della stazione ferroviaria, che in sette minuti permetterà di collegare l'aeroporto con Piazza Matteotti, a Cagliari.

I tempi di percorrenza offriranno alla città una valida alternativa all'automobile per raggiungere l'aeroporto. Un collegamento atteso dai molti, soprattutto dai turisti, costretti a recarsi in città con i taxi o con i mezzi Arst. La struttura migliorerà i collegamenti non solo tra città e aeroporto, ma tra tutti i comuni della Sardegna, in particolare quelli del Sulcis. Infatti il doppio binario della nuova stazione diventerà di fatto un'altra via di comunicazione che avvicinerà le città limitrofe all'aeroporto.



La frequenza del servizio, con partenza da piazza Matteotti, prevede una tratta ogni 20 minuti, dalle 5 alle 21, per complessive 103 corse feriali e 59 festive.  Ci vorranno 40 minuti da Iglesias, 47 da Oristano e 56 da Carbonia. Il cantiere che ha portato alla nuova tratta è rimasto aperto tre anni ed è costato dieci milioni di euro, quattro i milioni di euro stanziati dalla Regione

Foto 1 | http://www.unionesarda.it/
Foto 2 "aereoporto di Elmas by night" | http://www.flickr.com/photos/flightunlimited/6589485523/
Fonte | http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2013-06-03/21963/Elmas_allaeroporto_ecco_la_nuova_fermata_per_i_treni_da_piazza_Matteotti_in_sette_minuti.html
Fonte 2 | http://notizie.tiscali.it/regioni/sardegna/articoli/13/06/05/inaugurazione-treno-diretta.html

n.b. Le due fonti riportano due dati diversi sui costi totali del progetto, il primo resta vago sui "circa" 8 milioni di euro mentre il secondo 10 milioni di euro.
« Ultima modifica: Giugno 05, 2013, 01:37:31 pm by NessunConfine »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #11 il: Giugno 15, 2013, 12:09:19 pm »
[Cagliari] Pedoni, bici, alberi e metropolitana leggera: il nuovo poetto



Pedoni, bici e metropolitana leggera, e spiaggia prima di tutto. Ma anche aree alberate, punti vendita e 17 'deck' (punti di accesso alla spiaggia che verranno realizzati ogni 50 metri). E una zona carrabile dove un domani passerà la metropolitana leggera. Questo sarà il Poetto del futuro messo nero su bianco nel progetto, scelto tra i dodici presentati, che ha vinto il bando di gara. Serviranno 13 milioni di euro per realizzarlo. "Ha vinto il progetto più semplice e meno impattante - ha spiegato il sindaco, Massimo Zedda - Il Poetto verrà riqualificato non solo in termini di decoro urbano, ma anche di salvaguardia della spiaggia, consentendo il riformarsi delle dune di sabbia. Abbiamo scelto di tutelare l'ambiente, e il progetto tiene conto del delicato ecosistema che circonda il Poetto". I lavori cominceranno nei primi mesi del 2014 e si stima possano durare 540 giorni. "Non ci saranno interruzioni nei lavori - ha precisato l'assessore ai Lavori Pubblici, Luisa Anna Marras - Allo stesso tempo non verrà pregiudicata l'attività nel lungomare. Ci sarà una campagna di informazione per aggiornare i residenti e tutta la città".
Sono previsti, oltre ai chioschetti che rimarranno aperti tutto l'anno in attesa del Pul, dei punti commerciali in cui verranno vendute attrezzatura per il mare, artigianato. E una zona ricciai al confine con Quartu. Per quanto riguarda la viabilità, nella prima parte, sino a via dell'Ippodromo ci sarà  solo una stradina per i residenti che hanno l'accesso sul lato mare. Nessun parcheggio nel lungomare, ma solo nelle zone circostanti: al Lido, al d'Aquila, all'Ottagono. Sarà risistemato lo sterrato di Marina Piccola, e sono previsti parcheggi per soste brevi nella zona dell'Ippodromo. "L'obiettivo - ha aggiunto il sindaco Zedda - è quello di far arrivare le persone in autobus, e un domani con la metropolitana. Non più con i mezzi privati". Il progetto che riguarda 3.500 metri del lungomare, è diviso in tre ambiti. Il primo va da piazza Arcipelaghi a via dell'Ippodromo, dove sorgerà  una piazza giardino alberata. Sono previste delle piste ciclabili e runner con una pavimentazione elastica che richiama i colori della terra. In secondo ambito, che va da via dell'Ippodromo a via dell'Idrovora, la Ztl viene spostata all'interno dell'arteria del traffico urbano, per dare ampio respiro allo spazio del Lungomare. Nell'ultima parte, da via dell'Idrovora fino al limite con Quartu, viene conservato il viale di palme, introducendo un unico senso di marcia.
Sul progetto è stato presentato un ricorso al Tar da parte del secondo classificato al bando: l'udienza è fissata per il prossimo 9 ottobre. Soddisfatto l’architetto Antonio Sbastiano Gaias, uno dei progettisti per la riqualificazione del lungomare. "Visto che il Poetto rappresenta una delle immagini che connotano maggiormente la città di Cagliari – ha spiegato durante la conferenza stampa in Comune - nel progettare questo intervento, abbiamo tenuto conto che avevamo a che fare con un'area delicata. Siamo intervenuti come su una vera città storica, con dei gesti minimi, facendo in modo che quanti andranno nel lungomare e nella spiaggia, troveranno un'area di grande familiarità, rispetto a quel che noi tutti chiamiamo Poetto".













Foto e approfondimento su Skyscrapercity su Cagliari | http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=1442441
Fonte | http://www.castedduonline.it/pedoni-bici-alberi-metropolitana-leggera-new-poetto-targato-zedda
Lorenzo - Tern Link P9

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10081
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Sardegna - notizie
« Risposta #12 il: Giugno 15, 2013, 01:45:31 pm »
puro futuro!
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #13 il: Giugno 16, 2013, 01:26:25 pm »
[Sassari] Proposta di legge regionale per la mobilità sostenibile



SASSARI - Il futuro della Sardegna passa anche attraverso la mobilità sostenibile. Veicoli elettrici, piste ciclabili e una rete infrastrutturale che colleghi i territori, sono alcuni dei punti chiave su cui verte la proposta di legge presentata da consiglieri regionali del Partito democratico, primo firmatario Luigi Lotto. Venerdì mattina una rappresentanza del partito ha esposto in una conferenza stampa il documento che dovrà essere discusso prima di poter diventare legge. «E' la prima volta che in Sardegna viene presentata una norma che riguarda la mobilità sostenibile a trecentosessanta gradi» ha spiegato Carlo Sotgiu, responsabile del partito per le politiche ambientali.

«E' una legge che comprende tutti i sistemi di mobilità sostenibile con l'obbiettivo di farli dialogare tra loro». Nella proposta di legge n. 507 "Interventi a favore dello sviluppo della mobilità sostenibile" è prevista la creazione di piste ciclabili da realizzare anche attraverso la riconversione di infrastrutture in disuso, la trasformazione di strutture dismesse in ricettive, di assistenza o di ristoro per i ciclisti o cicloturisti; nel documento anche una parte dedicata all'incentivazione dell'utilizzo del mezzo pubblico con la possibilità di poter acquistare il biglietto tramite sms. Altro obbiettivo è creare una connessione tra i territori dell'isola tenendo conto anche della valenza culturale, sociale e storica, offrendo quindi nuovi percorsi "sostenibili" e forme di turismo che nell'isola sono poco diffuse.

Nel documento, presentato nella sede del Pd a Sassari, è incluso anche un finanziamento ai singoli comuni per l'installazione di colonnine per le vetture elettriche e la promozione del car sharing. Per ridurre l'inquinamento è inclusa inoltre l'istituzione della figura del mobility manager che ha il compito di organizzare e incentivare forme alternative per gli spostamenti da casa al lavoro e viceversa, per i lavoratori che operano all'interno di strutture con determinate caratteristiche. Tra gli altri punti, la possibilità di trasportare gratuitamente le biciclette pieghevoli nei mezzi di trasporto pubblico locale e l'istituzione di servizi di piedibus, servizio di accompagnamento a piedi degli scolari, e bicibus, in bicicletta, per ridurre il traffico nelle scuole e promuovere comportamenti salutistici.

Una parte è invece dedicata all'istituzione di un fondo regionale per la mobilità sostenibile da utilizzare per gli interventi che perseguano le finalità proposte dalla legge. «Molti di questi si possono fare anche con pochissimi stanziamenti. È un tema al centro dell'attenzione della comunità economica europea e per questo sarà indispensabile utilizzare eventuali stanziamenti in merito» spiega Luigi Lotto. «Se c'è un quadro normativo di riferimento si può pensare a una ricerca di fondi, altrimenti non sarebbe possibile. Per questo motivo stiamo creando le premesse affinché su questo fronte si avvii un confronto e si creino le condizioni per intervenire». Nel corso della conferenza stampa non sono mancati i riferimenti allo stato attuale dei mezzi di trasporto pubblici, in particolare i treni che necessitano di interventi immediati in grado di migliorare il servizio e attirare un maggiore flusso turistico.

Foto | http://www.dolcevitabiketours.com/
Fonte | http://notizie.alguer.it/n?id=59261
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3101
  • Reputazione: +207/-0
Sardegna - notizie
« Risposta #14 il: Giugno 16, 2013, 07:24:43 pm »
Ciao Federico, puro futuro ma speriamo che diventi presto presente. Per quel che riguarda la metrotranvia, a quel che ne so, prima del Poetto la prossima tappa in progetto (dopo il prolungamento al Policlinico attualmente quasi finito) dovrebbe essere l'estensione dall'attuale capolinea di piazza della Repubblica fino alla stazione FS passando dal lungomare.
La cosa che mi fa venire il nervoso e' che fino all'inizio degli anni settanta il tram al Poetto c'era già, con tratti a doppio binario e sede propria... (come sul lungomare, del resto). È pazzesco pensare a quante infrastrutture che oggi sarebbero preziose si sono perse negli anni sessanta o giù di li', e oggi tocca spendere campionate di soldi per ricostruirle, quando ci si riesce...

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Tags: