Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: piste ciclabili da tutto il mondo  (Letto 19085 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4124
  • Reputazione: +157/-0
piste ciclabili da tutto il mondo
« il: Ottobre 26, 2012, 10:11:32 pm »
segnalo:

Europa in bicicletta: ciclovie Federazione Ciclistica Europea
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3409

pista ciclabile: problemi, opportunità, inchieste, articoli, ...
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=685

ciclabili interregionali italiane
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=10253


--------


In Olanda si sta discutendo se usare l'energia di impianti geotermici (che col mio lavoro vedo che si stanno diffondendo sempre di più in Nordeuropa) per riscaldare le ciclabili in inverno.  :o   Questo nelle speranze dei promotori dovrebbe incentivare l'uso della bici durante i rigidi mesi invernali, e ridurre gli incidenti causati dalla neve. Sempre secondo i promotori, una parte dei costi potrebbe essere recuperata da minori spese per salare le strade.
Mario

http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-20041522

Heated cycle lanes to warm Dutch winter cyclists
[/size]The scheme proposes to use geo-thermal energy to prevent ice forming.[/size][size=1.077em]Towns in the Netherlands are considering a proposal to heat cycle lanes to encourage greater use of bicycles in winter.[/size][size=1.077em]The idea has been provisionally costed at 20-40,000 euros per kilometre (£16-32,000 per mile).[/size][size=1.077em]But the man behind the proposal, Marcel Boerefijn, said there would be savings from fewer accidents, less salt needed to grit roads and reduced car expenses.[/size][size=1.077em]Mr Boerefijn said it was possible that the final net cost would be less than putting straw down on the paths.[/size][size=1.077em]Arien de Jong, a spokeswoman for the Dutch Cyclists Unions said: "We are very excited about the heated paths, because they could prevent so much misery. If cycle lanes are frozen over for four weeks, that results in about 7,000 more accidents involving cyclists.[/size][size=1.077em]"So of course we welcome all ideas to improve road safety for cyclists."[/size][size=1.231em]More bikes than people[/size][/b][/font][/size][size=1.077em]The town of Zutphen in the east of the country is awaiting the result of a preliminary assessment before it embarks on a feasibility study next year.[/size][/font]
[/size][size=1.077em]The province of Utrecht is also considering the scheme.[/size]
[/size][size=1.077em]The Netherlands has an estimated 18m bicycles for a population of less than 17m. There are more than 35,000km of cycle paths in the country.[/size]
« Ultima modifica: Febbraio 15, 2017, 12:40:30 pm by occhio.nero »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4124
  • Reputazione: +157/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #2 il: Ottobre 27, 2012, 08:41:41 am »
Non sono sicuro che sia lo stesso progetto: quello da te citato riguardava piste ciclabili di concezione totalmente nuova, con una serie di innovazioni. Qui invece si "limitano" a riscaldare le piste ciclabili cittadine, per evitare l'accumulo di neve, quindi un progetto mirato esclusivamente alla ciclabilità invernale.
Però poi chissà, magari dietro ci sono le stesse persone. La notizia che cito, con fonte il sito della BBC, è piuttosto scarna di dettagli.
« Ultima modifica: Ottobre 27, 2012, 08:43:41 am by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #3 il: Ottobre 27, 2012, 09:05:31 am »
Interessante..si sanno comunque i costi?
Lorenzo - Tern Link P9

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4124
  • Reputazione: +157/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #4 il: Ottobre 27, 2012, 09:47:54 am »

Le stime sui costi sono ancora piuttosto vaghe, si parla di 20.000/40.000 €/km.
Fortuna che noi qui a Lecco abbiamo il lago di Como (o di Lecco, come vi piace più chiamarlo), che rende lo stesso servizio ma aggratis.  ;D
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #5 il: Ottobre 27, 2012, 12:28:39 pm »
Ci piace chiamarlo Lecco...
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #6 il: Ottobre 28, 2012, 12:46:39 am »
Non sono sicuro che sia lo stesso progetto
è comunque una roba avanti anni luce
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline isd88

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +12/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #7 il: Ottobre 28, 2012, 07:55:37 am »
se c è un sopravanzo di energia a bassa entalpia non è male come idea, da usarsi al posto dei condensatori, ma se vanno fatto impianti geotermici appositi tanto vale una tettoia

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4124
  • Reputazione: +157/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #8 il: Ottobre 28, 2012, 09:42:52 am »
Una tettoia sicuramente può essere utile in caso di neve (e di pioggia, a differenza della pista riscaldata), ma dubito che possa impedire la formazione di ghiaccio. O intendevi qualcosa di diverso?
« Ultima modifica: Ottobre 28, 2012, 09:45:39 am by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline ivox

  • gran visir
  • *****
  • Post: 661
  • Reputazione: +32/-0
  • Ivox
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #9 il: Ottobre 28, 2012, 10:19:37 am »
Il problema degli olandesi non è certo quello di prendere un po' d'acqua in faccia, credo si preoccupino più delke pattinate sul ghiaccio, per esperienza personale le discesine dei mille ponticelli a gennaio sono veramente insidiose.
Ivo - Brompton S8L Raw Lacquer - Brompton S2E-X Orange (in ritardo di consegna)

Offline bromptonian

  • maestro
  • ****
  • Post: 260
  • Reputazione: +3/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #10 il: Ottobre 28, 2012, 02:42:48 pm »
Concordo con broono nel dire che è roba avanti anni luce rispetto allo stato delle italiche piste ciclabili!
bromptonian

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2907
  • Reputazione: +199/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #11 il: Ottobre 28, 2012, 02:50:21 pm »
Senza andare tanto lontano nel tempo e nello spazio, a Metanopoli, quartiere di San Donato Milanese dove mia moglie vive e lavora, da tempo immemorabile (direi da quando il quartiere fu costruito,a metà anni cinquanta) sotto la maggior parte dei marciapiedi corrono le tubazioni del teleriscaldamento, così d'inverno la neve si scioglie, la pioggia si asciuga prima e il ghiaccio non si forma proprio. In alcuni tratti, al marciapiede è abbinata una pista ciclabile, in altri il marrcipiede viene promosso ciclabile d'ufficio (tanto per i pedoni che ci sono....). L'unico aspetto negativo è che i marciapiedi sono pavimentati con lastre di calcestruzzo semplicemente appoggiate (per permettere l'ispezione delle tubature), quindi sono un po' accidentati e... rumorosi (avete presente quando si passa su una passerella di legno?).

Vittorio


Volendo, si potrebbe obiettare che forse il teleriscaldamento di Metanopoli ha un po' di dispersioni...
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #12 il: Dicembre 01, 2012, 10:25:34 am »
[...]

È soprattutto dall’estero, neanche a dirlo, che ci arrivano i migliori esempi di città a misura di ciclista. È il caso della provincia di Utrecht, in Olanda, che sta pensando di agevolare ancora di più la mobilità ciclabile nei mesi freddi dell’anno, attraverso un progetto di riscaldamento delle piste ciclabili.
Nei Paesi Bassi, si sa, i cicloamatori non si fermano davanti a nulla: neve ed intemperie non ostacolano l’utilizzo della bicicletta, che rimane il mezzo di trasporto più apprezzato. Naturalmente la presenza di neve e ghiaccio rappresenta un pericolo per la locomozione su due ruote. Ecco perché la soluzione ideata in Olanda per far pedalare i ciclisti in sicurezza è quella di installare delle tubature sotto il manto stradale, a circa 50 metri di profondità, che incamerino calore d’estate e lo rilascino con l’arrivo del freddo.
Non parliamo di chissà che tecnologia futuristica, ma di una semplice installazione avente l’analoga funzione di un comune riscaldamento a pavimento domestico, alimentato da normali pompe geotermiche, che riducono fra l’altro di molto i costi e le emissioni di CO2. Installando tubature a 50 metri sotto il manto stradale in corrispondenza delle piste ciclabili, il calore accumulato durante l’estate viene liberato durante l’inverno per evitare la formazione del ghiaccio: in questo modo, le probabilità di incidenti e spiacevoli cadute verrebbero ridotte.
Il progetto dovrebbe essere sperimentato nel comune di Zutphen, con un costo stimato tra i 19mila e i 38mila euro per chilometro, circa la stessa cifra che si spende per la posa dell'asfalto. Costi che comunque potrebbero essere assorbiti, se pur non in maniera decisiva, nel risparmio economico relativo alla diminuzione delle quantità di sale da spargere sull’asfalto.
La speranza è che l’Italia prenda esempio da queste interessanti iniziative e cominci davvero a mettere basi solide per attrezzare le proprie città affinchè diventino delle smart cities a tutti gli effetti.

fonte: http://www.mobi2b.it/articolo.php?aId=0000094906&cId=528&cpId=508&n=L%92Olanda+riscalda+le+piste+ciclabili#.ULnL9u4arz4

Ora si sa il costo di queste piste ciclabili riscaldate  :)

aggiungo che questa notizia ha parecchia visibilità in questi giorni, molti siti e testate giornalistiche la stanno proponendo, speriamo che qualche amministratore locale si interessi? ::)
Lorenzo - Tern Link P9

Offline bromptonian

  • maestro
  • ****
  • Post: 260
  • Reputazione: +3/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #13 il: Dicembre 01, 2012, 12:32:22 pm »
Qui a Roma speriamo che qualche amministratore si interessi almeno ad asfaltare certe piste per benino, con del materiale che duri più di un mese, evitando buche e altre mostruosità! Al riscaldamento delle ciclabili credo penseranno tra ottanta generazioni!  :'(
bromptonian

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:piste ciclabili da tutto il mondo
« Risposta #14 il: Gennaio 09, 2013, 06:20:56 pm »
Belgio sempre più bike-friendly. Grazie all’approvazione di una modifica al codice della strada è stato introdotto il concetto di strade ciclabili. La norma prevede l’assegnazione della priorità assoluta alle bici nelle strade che non hanno delle vere e proprie piste ciclabili per mancanza di spazio sufficiente.

Strade che sono comunque percorribili dalle automobili. In questo caso, però, la precedenza spetterà al ciclista e gli automobilisti potranno transitare soltanto osservando delle regole scrupolose per quanto riguarda la velocità massima consentita. Nello specifico, non potrà essere superato il limite di 30 km/h.

La variazione del codice della strada che introduce le strade ciclabili risale al 10 gennaio del 2012 ma soltanto dieci mesi dopo l’approvazione della legge sono arrivati anche i cartelli specifici, a seguito del parere positivo da parte delle regioni sul progetto federale.  I segnali, denominati F111 e F113, verranno posizionati all’inizio e alla fine della strada.

I cartelli, dallo sfondo blu, riportano in alto la scritta strada ciclabile, mentre in basso, al centro, viene raffigurato un ciclista, in bianco, che precede un’automobile, in rosso. Come spiega la FIAB, la menzione strada ciclabile non è obbligatoria, tuttavia si tratta di una piccola grande vittoria per i ciclisti.  Sulle strade ciclabili, i ciclisti non potranno infatti più essere sorpassati dalle automobili e si sentiranno maggiormente al sicuro.



Inoltre, la mancanza di percorsi riservati esclusivamente alle biciclette, a causa dello spazio insufficiente, non potrà essere più addotta come scusa per legittimare la scarsa attenzione nei confronti della sicurezza dei ciclisti. Laddove non ci sono piste ciclabili, esistono questo e altri modi per tutelare i ciclisti, se davvero c’è la volontà da parte delle istituzioni di fare qualcosa di concreto.

Il concetto di strada ciclabile, nuovo in Belgio, è già assodato da tempo in Olanda e in Germania, Paesi che con questa misura hanno subordinato il traffico automobilistico a quello sulle due ruote per incoraggiare la mobilità sostenibile.

fonte FRA: http://www.lesoir.be/archives?url=/regions/bruxelles/2012-01-25/le-velo-passera-au-rouge-892701.php
fonte: http://www.greenstyle.it/bici-via-libera-alle-strade-ciclabili-in-belgio-13854.html
Lorenzo - Tern Link P9

Tags: ciclovie