Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Dahon Curl  (Letto 18415 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2693
  • Reputazione: +192/-0
Dahon Curl
« Risposta #30 il: Marzo 23, 2017, 12:41:44 pm »
IMHO quella è proprio una caduta di stile, specie quando si tratta del modello da cui si è scopiazzato a piene mani.
Sarebbe stato più elegante limitarsi a illustrarne i pregi, lasciando il confronto diretto agli utenti, ma si sa che gli americani amano reclamizzare i prodotti in questo modo

pubblicità comparativa... basta non prenderla per Vangelo

- Eliminare l'elastomero al posteriore su una 16'' con le pressioni in gioco per gli pneumatici .........
Se per ottenere lo stesso risultato bisogna lavorare solo sulla pressione di gonfiaggio ne risentirà molto la scorrevolezza.

Le ruote sono da 18", non è detto che due pollici (scarsi, visto che la Brompton è una 16+) non facciano un po' di differenza, inoltre i pneumatici sembrano mediamente cicciotti (Marathon piuttosto che Kojak, per capirsi), quindi qualcosa si recupera, anche se a scapito della scorrevolezza, giustamente

si tratterà sempre di una operazione in più da effettuare in fase di chiusura/apertura per evitare interferenza.
Mia moglie poi fa anche notare che è una bella rottura dover sempre correggere il centraggio manubrio/ruota

Dal basso della mia Dahon effettivamente sono le due cose che invidio ai bromptoniani.

EDIT: per la cronaca comunque l'Italia non figura tra i paesi in cui è possibile riceverla

Ce ne faremo una ragione, come diceva quel tale; anche perchè a quel prezzo tanto vale comprarsi una vera Brompton

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4883
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Dahon Curl
« Risposta #31 il: Marzo 23, 2017, 01:36:04 pm »

- Eliminare l'elastomero al posteriore su una 16'' con le pressioni in gioco per gli pneumatici .........
Se per ottenere lo stesso risultato bisogna lavorare solo sulla pressione di gonfiaggio ne risentirà molto la scorrevolezza.

Le ruote sono da 18", non è detto che due pollici (scarsi, visto che la Brompton è una 16+) non facciano un po' di differenza, inoltre i pneumatici sembrano mediamente cicciotti (Marathon piuttosto che Kojak, per capirsi), quindi qualcosa si recupera, anche se a scapito della scorrevolezza, giustamente

....

Vittorio

controllando con più attenzione si tratta della stessa dimensione delle Brompton, quindi 35-349.... ma senza ammortizzatore.

Offline alexbike

  • apprendista
  • **
  • Post: 54
  • Reputazione: +7/-0
Dahon Curl
« Risposta #32 il: Marzo 23, 2017, 01:45:54 pm »

- Eliminare l'elastomero al posteriore su una 16'' con le pressioni in gioco per gli pneumatici .........
Se per ottenere lo stesso risultato bisogna lavorare solo sulla pressione di gonfiaggio ne risentirà molto la scorrevolezza.

Le ruote sono da 18", non è detto che due pollici (scarsi, visto che la Brompton è una 16+) non facciano un po' di differenza, inoltre i pneumatici sembrano mediamente cicciotti (Marathon piuttosto che Kojak, per capirsi), quindi qualcosa si recupera, anche se a scapito della scorrevolezza, giustamente

....

Vittorio

controllando con più attenzione si tratta della stessa dimensione delle Brompton, quindi 35-349.... ma senza ammortizzatore.

pure le ruote hanno copiato !!!   :o :o :o :o ;) ;) ;) ;)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9849
  • Reputazione: +170/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon Curl
« Risposta #33 il: Maggio 21, 2019, 08:19:37 am »
FTGLR



Ho fatto un salto al negozio sabato pomeriggio per curiosare un po'; complice anche il tempo incerto, non ho visto grande affluenza come invece era stato per la prima edizione di due anni fa. Due o tre persone interessate al mondo delle pieghevoli, con cui si sono scambiate due chiacchiere, ma non molto di più.

In compenso ho avuto modo di vedere da vicino e maneggiare un po' un paio di bici che non conoscevo "di persona pirzonalmente"; la prima è la Dahon Curl i4, per gli amici "Dahompton".
Le foto illustrano la sequenza di piega, che è pressochè identica a quella della Brompton, con la sola differenza delle chiusure a sgancio rapido in luogo di clamp e galletti.
                    

Il piantone di sterzo è telescopico e così anche il tubo reggisella, in entrambi i casi con la parte superiore bloccata da tradizionali collarini a eccentrico. Particolare invece il bloccaggio della parte inferiore del tubo reggisella (quella che una volta abbassata serve a bloccare il carro posteriore), realizzata dal manettone nero sul tubo orizzontale del telaio. Configurazione apparentemente un po' macchinosa, che però ha il vantaggio di semplificare la regolazione dell'altezza della sella: con il tubo inferiore totalmente estratto, si imposta l'altezza voluta regolando il tubo superiore, dopo di che non lo si tocca più perchè basta alzare a fondo corsa il tubo di blocco per ritrovare l'altezza voluta. Per contro, a bici piegata la sella può rimanere più in alto di quanto sarebbe possibile o desiderabile.
Lo sblocco del carro posteriore invece avviene agendo dal basso verso l'alto sul pulsante nero visibile dietro il tubo verticale.
I pedali sono uno fisso (il destro) e l'altro estraibile; subito sopra il movimento centrale si vede il supporto in cui riporlo per il trasporto.


Non avendola provata, posso esprimere solo qualche riflessione generica: la bici è bella, con soluzioni intelligenti come le rotelle per il trasporto passivo disposte asimmetricamente per compensare l'asimmetria del carico sul portapacchi quando la bici è piegata

è anche un poco più leggera della Brompton e costa - a quanto mi è stato detto - circa un centinaio di euro di meno di una Brompton.
Quindi, viene da chiedersi, a questo punto perchè non comprare direttamente l'originale?

(continua)
« Ultima modifica: Maggio 21, 2019, 08:32:19 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline sergiozh

  • maestro
  • ****
  • Post: 418
  • Reputazione: +18/-1
Re:Dahon Curl
« Risposta #34 il: Maggio 22, 2019, 11:20:05 am »
Mi chiedo se il sistema di piegatura brompton non e' protetto da brevetto internazionale. Mah.

Offline alex

  • assistente
  • ***
  • Post: 164
  • Reputazione: +2/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #35 il: Maggio 22, 2019, 12:03:17 pm »
alcuni brevetti sono scaduti

Offline lelebass

  • assistente
  • ***
  • Post: 162
  • Reputazione: +30/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #36 il: Maggio 22, 2019, 01:29:26 pm »
Piuttosto ho le stesse perplessità di Vittorio. Pesa come l'originale, costa quasi come l'originale... che vantaggio c'è nel prendere la "copia".

Ciao,
Daniele
Hoptown 320 - Vybe D7

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Post: 933
  • Reputazione: +60/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #37 il: Maggio 22, 2019, 01:35:22 pm »
Secondo me non si può definire "copia", dai. Mica è un clone.
Stiamo parlando di Dahon, primo produttore mondiale di bici pieghevoli. E' una bici originale che si ispira palesemente alla Brompton per il sistema di piega...
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima Orbea Katu 40
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline lelebass

  • assistente
  • ***
  • Post: 162
  • Reputazione: +30/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #38 il: Maggio 22, 2019, 04:26:29 pm »
Pensavo le virgolette bastassero a far capire che intendevo copia non nel senso di copia 1:1. Avrei dovuto scrivere: prodotto che si ispira fortemente. Ma il succo non cambia. La Curl adotta praticamente il sistema di piega della Brompton, il cambio al mozzo come la Brompton, ha le dimensioni della Brompton. Differente ci vedo il telaio in alluminio, il piantone regolabile in altezza e come ha descritto Vittorio il sistema con sgancio rapido. Peso praticamente identico, suppongo il vantaggio dell'alluminio vada perso con la necessità dell'aumento delle sezioni, come molto spesso accade nei telai delle bici. Costo molto simile, e comunque non sufficientemente più basso da scavare una reale differenza in termini di mercato. Tra l'altro la Brompton tiene molto bene sul mercato dell'usato, probabilmente una volta uscite dal negozio la Curl perde più del valore della Brompton.
Sinceramente è un'operazione da parte di Dahon che capisco poco. Chi è l'utente a cui è rivolta? L'idea che mi sono fatto è che sia un prodotto rivolto a mercati in cui il divario di costo tra le due aumenta. Sicuramente non in Europa.

Ciao,
Daniele

   
Hoptown 320 - Vybe D7

Offline sergiozh

  • maestro
  • ****
  • Post: 418
  • Reputazione: +18/-1
Re:Dahon Curl
« Risposta #39 il: Maggio 22, 2019, 05:23:26 pm »
Per me una bici va provata. Io sulla brompton stavo molto scomodo, magari sulla copia potrei starci piu' comodo. Questo e' il senso per me.

Le brompton dovrebbero farle in diverse misure di modo che anche gli utenti alti possano usarla e stare comodi. Non basta alzare la sella per stare comodi.

Offline lelebass

  • assistente
  • ***
  • Post: 162
  • Reputazione: +30/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #40 il: Maggio 22, 2019, 11:56:19 pm »
Mi chiedo se il sistema di piegatura brompton non e' protetto da brevetto internazionale. Mah.

Notizia relativamente recente, ottobre 2017:

https://dahon.com/brompton-drops-copyright-injunction-dahon-curl/

Ciao,
Daniele
« Ultima modifica: Maggio 23, 2019, 01:36:40 am by lelebass »
Hoptown 320 - Vybe D7

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 922
  • Reputazione: +96/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:Dahon Curl
« Risposta #41 il: Maggio 23, 2019, 12:48:33 pm »
La tutela del prodotto offerta da brevetti e design registrati è un argomento molto interessante (è il mio lavoro) e, nel caso di Brompton, ha permesso loro di detenere una sorta di monoplio.
Le tutele brevettuali di Brompton sono scadute (l'ultima a maggio 2019) e questo apre il mercato ad un numero infinito di prodotti similari.

C'è però da considerare il caso dell' "imitazione servile" che rimane a tutela della Brompton: in pratica ogni suo clone non potrà essere del tutto simile ad una Brompton, infatti i due prodotti non potranno essere così simili da generare confusione nel consumatore.

Brompton nel futuro potrà solo fare 2 cose: puntare sull'innovazione per migliorare il prodotto ed eventualmente rivedere i meccanismi di piega (e tutelarli con un nuovo brevetto), e lavorare sul proprio marchio.
Lavorare sul marchio significa mantenere il nome Brompton (e conseguentemente i suoi prodotti e la loro qualità) ad un livello così elevato da poter surclassare i concorrenti con la percezione di qualità intrinseca nel marchio stesso.
Come a dire: ok quella bici assomiglia ad una Brompton, ma non è una Brompton. Noi abbiamo qualità dei componenti, qualità e chiarezza nella filiera lavorativa, assenza di sostanze tossiche, gestione ecologica dei processi produttivi e di lavorazione, servizi di garanzia e supporto, rete vendita capillare, ricambi garantiti, durata dei componenti, decenni di sviluppo e perfezionamento dei prodotti alle spalle ecc.....

Nel mondo industriale, il valore del marchio supera di gran lunga quello dei prodotti.

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3414
  • Reputazione: +170/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #42 il: Maggio 23, 2019, 01:58:55 pm »
Ho la sensazione che Brompton abbia già lavorato sul marchio.
Mi sembra che la percezione di qualità sia già ad alti livelli.  :-\

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 922
  • Reputazione: +96/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:Dahon Curl
« Risposta #43 il: Maggio 23, 2019, 02:11:33 pm »
Chiaro,
deve però mantenerla e, possibilmente, incrementarla.
Basta poco per perdere punti.

A dirla tutta, all'estero sono anni che si dibatte sul fattore prezzo, sostenendo che non è più giustificabile,
Brompton saprà spiegare questo aspeto giustificando così l'elevato costo? Saprà convincere i consumatori scettici che le cifre chieste per le sue bici siano, ad oggi, ancora giustificate? Considerando il continuo trend di aumenti?

Questo è lavorare sul marchio e va fatto costantemente.
A mio parere dovrebbero però iniziare a puntare sull'innovazione.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2693
  • Reputazione: +192/-0
Re:Dahon Curl
« Risposta #44 il: Maggio 23, 2019, 03:07:56 pm »
[OT]
da "non-utente" che ha adoperato una Brompton per una settimana e saltuariamente, le cose che non mi dispiacerebbe veder migliorare sono le ruotine, il cambio 2x3, la solidità del complesso parafango-terza ruotina e le chiusure. D'istinto non mi dispiacerebbero le chiusure rapide come sulla Curl, anche se uno dei ragazzi del negozio mi faceva notare che la loro rusticità è anche garanzia di sicurezza, perchè hanno già cambiato qualche pezzo rotto nelle chiusure di Dahon/Tern ma mai visto rompersi una chiusura Brompton. Quindi un decente compromesso potrebbero essere clamp asimmetriche e magnetiche (vedi Brompfication) che restino da sole in posizione corretta.
Per il cambio, ogni Bromptoniano sostiene che "dopo un po' ci si abitua" a quel continuo passaggio fra normali e ridotte, ma da "non bromptoniano" devo dire che per me costituisce tuttora una remora al grande balzo...
E poi, ma qui si va nel difficile perchè significherebbe ridisegnare mezzo telaio, se il perno di rotazione del carro posteriore fosse coassiale (o anteriore) al movimento centrale si eliminerebbe la necessità del tendicatena, che abbinato a un cambio unico al mozzo darebbe una notevole pulizia d'insieme e permetterebbe addirittura di pensare a una tramissione a cinghia...

(entrano due tizi in camice bianco e lo portano via)

[fine OT]

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Tags: cloni