Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Le pieghevoli di casa Sbrindola  (Letto 143433 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #45 il: Gennaio 20, 2012, 02:37:13 pm »
A questo punto penso anche io che ti convenga optare per  questa versione (vista la differenza minima di prezzo) e poi personalizzarla tu come e quando vorrai.
L'attacco Comus è venduto anche separatamente e per montarlo non serve essere dei maghi, idem per rimuovere o cambiare parafanghi (oppure gli chiedi che te la inviino con gli accessori non montati. Non so se ne esistano altri di altre marche.

So che può sembrare strano il discorso della foto, ma non è impossibile che abbiano sbagliato e messo un modello meno recente. Verifica direttamente con il venditore nel caso ti interessi comprare da loro.
I telai più recenti sono quelli che hanno questa predisposizione di cui parlavo prima.

Offline Toretto

  • apprendista
  • **
  • Post: 89
  • Reputazione: +1/-0
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #46 il: Gennaio 20, 2012, 02:40:35 pm »
A questo punto penso anche io che ti convenga optare per  questa versione (vista la differenza minima di prezzo) e poi personalizzarla tu come e quando vorrai.
L'attacco Comus è venduto anche separatamente e per montarlo non serve essere dei maghi, idem per rimuovere o cambiare parafanghi (oppure gli chiedi che te la inviino con gli accessori non montati. Non so se ne esistano altri di altre marche.

So che può sembrare strano il discorso della foto, ma non è impossibile che abbiano sbagliato e messo un modello meno recente. Verifica direttamente con il venditore nel caso ti interessi comprare da loro.
I telai più recenti sono quelli che hanno questa predisposizione di cui parlavo prima.

Ok grazie mille ma visto che la versione Sport mi costa di meno di questa con parafinghi di serie e portapacchi preferisco prendere la sport e se poi qualcosa non mi serve montato me lo smonterò io. Stavo vedendo che la sport ha la sella un pò meglio rispetto all'altra versione, l'attacco Camus potrebbe interessarmi e il parafanghino posteriore va via con una semplice vite quando è bel tempo lo smonto rapidamente.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #47 il: Gennaio 20, 2012, 03:45:17 pm »
Si, gli SKS mini sono smontabili velocemente: l'anteriore svitando a mano una ghiera a vite, per il posteriore, come dici tu, si svita la vite inferiore e lo si fa scorrere all'interno dell'attacco superiore che rimane sulla forcella .... roba di 2 minuti.
Anche io avevo scelto la Sport con l'idea di togliere e mettere i parafanghi alla bisogna ma poi li ho sempre lasciati montati e ti dico che la linea di quello posteriore risulta essere meglio dal vivo che in foto (anche a me in principio non entusiasmava ma poi l'ho rivalutato).

La sella della Sport è più stretta, ma se sei già abituato a stare in sella per un po' non sarà un problema: io ci ho fatto giri di 50-60 km senza grossi problemi.... nè più ne meno che su una qualunque altra bici.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #48 il: Aprile 06, 2012, 09:47:29 am »
Questa mattina, complice la moglie in ferie ed il bel tempo (ormai sono diventato inglese: se non piove di traverso è bel tempo!)  ho lasciato direttamente l'auto in garage ed ho affrontato l'intero percorso casa lavoro in bici+metro.

Santena-Lingotto in bici (16,5 km in 35') + Lingotto-Fermi in Metro + il solito tratto Fermi-Pianezza (5km in 15')
Se non fosse per il fatto che solitamente siamo in 2 a viaggiare in auto e per l'assenza di una doccia al lavoro mi metterei a farlo sistematicamente... uno spettacolo.

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #49 il: Aprile 06, 2012, 09:55:50 am »
Grande!! Io vorrei farlo ogni tanto per tornare da lavoro e prendere la metro senza passare dal treno (lavoro a Trofarello). Posso sapere che strada hai fatto? (immagino che tu sia passato dalle parti di dove lavoro io) Perchè le strade che vedo nei dintorni non mi sembrano troppo sicure
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #50 il: Aprile 06, 2012, 10:42:07 am »
In realtà mi sono proprio mosso sulla strada statale che passa da Moncalieri, Trofarello e prosegue in direzione Asti.
Il percorso è QUESTO
All'ora  in cui sono passato non è ancora trafficata (erano solo le 7.00), inoltre il traffico oggi è ulteriormente ridotto per via delle scuole chiuse.
Il vantaggio di passare da lì è che, arrivato al ponte di Moncalieri (Borgo Navile se non vado errato) inizia la ciclabile, e quindi si evita il traffico di corso Trieste e corso Unità d'Italia che sarebbe veramente troppo pericoloso da affrontare in bici: per attraversare ho sfruttato la passerella ciclabile del parco di Italia 61.

Francamente non conosco percorsi alternativi validi, in grado di evitare di fare il tratto Moncalieri-Trofarello: la collinare che viaggia parallela è meno trafficata ma più stretta.... forse è più pericolosa della statale. Considera che con i semafori, le rotonde ed un po' di traffico, se spingi un po', ti ritrovi a viaggiare quanto un'auto.

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #51 il: Aprile 06, 2012, 01:57:15 pm »
Grazie mille per la dritta!
Oggi pomeriggio se ho voglia la provo :)
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #52 il: Aprile 11, 2012, 09:55:47 pm »
Giusto a titolo informativo: quel giorno ho fatto poi anch'io quella strada e in effetti anche se un po' trafficata non l'ho trovata troppo pericolosa perchè è abbastanza larga.
L'unico intoppo l'ho avuto quando mi sono infilato per sbaglio nel cortile del concessionario che c'è alla rotonda di corso Traiano (mi pare sia Autocrocetta)... quello è l'unico pezzo senza ciclabile ma sono un centinaio di metri a dir tanto.
Comunque mi è piaciuto e andando verso la bella stagione lo farò più spesso (solo al ritorno dal lavoro però... al mattino preferisco sonnecchiare in treno ;D)
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline Matt-o

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3256
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #53 il: Aprile 11, 2012, 10:28:18 pm »
L'unico intoppo l'ho avuto quando mi sono infilato per sbaglio nel cortile del concessionario che c'è alla rotonda di corso Traiano
E dici poco, non sai che rischio hai corso: pensa che guaio se ne uscivi in auto senza più pieghevole... :D
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #54 il: Aprile 11, 2012, 10:32:55 pm »
caspita... mi sono dimenticato di dirti che in quel tratto si può sfruttare la strada che passa DIETRO a quel concessionario, come puoi vedere QUI...abbi pazienza!  ... ti torna comunque utile per le prossime volte.
Se invece non ti preoccupa fare dello sterrato leggero puoi direttamente fare il percorso che attraversa il parco delle Vallere e costeggia il Po': se ti interessa dimmelo e te lo disegno con gmap

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #55 il: Aprile 12, 2012, 01:48:48 pm »
E dici poco, non sai che rischio hai corso: pensa che guaio se ne uscivi in auto senza più pieghevole... :D

Sarebbe stato un dramma ;D

Citazione da: Sbrindola
caspita... mi sono dimenticato di dirti che in quel tratto si può sfruttare la strada che passa DIETRO a quel concessionario, come puoi vedere QUI...abbi pazienza!  ... ti torna comunque utile per le prossime volte.
Se invece non ti preoccupa fare dello sterrato leggero puoi direttamente fare il percorso che attraversa il parco delle Vallere e costeggia il Po': se ti interessa dimmelo e te lo disegno con gmap

Si, se ne hai voglia vorrei provarlo quel percorso nel parco.... ho visto che c'è sulla mappa ma non riesco bene a capire dove imboccarlo

A dispetto di quello che ho detto ieri, stamattina ho fatto la strada in bici e quindi ho "testato" la strada dietro il concessionario (sta bici è una malattia più che una necessità ;D)
Non so se però lo rifarò all'andata perchè, specie quando si arriva a Moncalieri, la pista finisce nel bel mezzo del viale che in quella direzione è contromano >:( ed è un po' difficoltoso arrivare a prendere via Cavour senza passare dai marciapiedi, strettissimi tral'altro. Al ritorno invece mi piace molto :)
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #56 il: Aprile 12, 2012, 02:58:32 pm »
Eccolo QUI: in pratica, entrato nel parco, imbocchi il sentiero/stradina che costeggia il viale interno e continui a percorrerlo fino ad arrivare all?angolo opposto (quando hai tempo puoi comunque sbizzarrirti con gli altri sentieri). All?uscita dal parco passi sotto alla passerella la cui rampa di accesso resta sulla tua destra: ti permetterà di attraversare il Sangone e poi proseguire sulla stradina di sterrato leggero che costeggia il Po.
Ho fatto terminare il percorso di Gmap in corrispondenza della passerella che ti permette di attraversare corso Unità d?Italia senza rischiare la pelle (ma anche il Po senza nuotare  ;D): da lì cominciano anche tutte le stradine con le quali puoi percorrere il parco in direzione Molinette/Valentino etc etc in piena sicurezza.
In pratica puoi arrivare fino a S. Mauro seguendo il Po oppure anche risalire il lungo Dora fino in corso Principe Oddone, tutto su ciclabile!

Riguardo invece all?andare in direzione Moncalieri, purtroppo il ponte con la ciclabile in direzione opposta è l'altro ed anche raggiungere quello non è il massimo, dovendo transitare sotto le rampa della tangenziale.

@ Occhionero: direi che è il caso di spostare gli ultimi post, vista la deriva presa.... magari sotto "esplorazioni varie" oppure sotto "piemonte" con un topic dedicato alle ciclabili torinesi

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #57 il: Aprile 12, 2012, 04:21:39 pm »
Ecco cosa mi mancava! Ora ho capito.... se non sbaglio alll'inizio del parco delle Vallere c'è un cartello che indica strada senza uscita.... non avevo considerato che la cosa vale evidentemente solo per le macchine. Grazie mille, probabilmente oggi provo il percorso nuovo.
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline 16fra

  • assistente
  • ***
  • Post: 174
  • Reputazione: +7/-0
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #58 il: Aprile 15, 2012, 10:22:43 pm »
Ciao Sbrindola,
tivolevo chiedere alcune info in merito all'ammortizzatore posteriore in dotazione alla jetstream P8... ho visto sul manuale che si può gestire la pressione, è davvero così?? tu la hai modificata o hai tenuto il set up standard??

ci sono pressioni consigliate in funzione del peso del ciclista??

Grazie :-))

:-((
mmmm grrrrrrrrrrrrrrrrr ancora in attesa dell'arrivo dei due esemplari di jetstream p8

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4916
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Le pieghevoli di casa Sbrindola
« Risposta #59 il: Aprile 15, 2012, 11:02:43 pm »
Ciao Sbrindola,
tivolevo chiedere alcune info in merito all'ammortizzatore posteriore in dotazione alla jetstream P8... ho visto sul manuale che si può gestire la pressione, è davvero così?? tu la hai modificata o hai tenuto il set up standard??

ci sono pressioni consigliate in funzione del peso del ciclista??

Grazie :-))

:-((
mmmm grrrrrrrrrrrrrrrrr ancora in attesa dell'arrivo dei due esemplari di jetstream p8

E' vero, è possibile intervenire sulla pressione tramite apposita pompa per ammortizzatori (QUI quella Decathlon): sulla mia sono intervenuto indurendo un po'... ma proprio di poco.
Non avendo riferimenti riguardo alla pressione di settaggio (che poi dipende anche dai gusti personali e dai percorsi) ho sfruttato un metodo empirico letto in rete.
In pratica la compressione dovuta al solo peso del ciclista dovrebbe sfruttare il 20/30% circa della corsa disponibile e direi che è un sistema affidabile, senza andare ad impazzire dietro ai numeri... almeno per i primi tempi in cui non si hanno riferimenti personali.
Per verificare la corsa potrai sfruttare l'apposito anello in gomma che funge da indicatore.

Quando le hai ordinate? Dai resisti... so che l'attesa è la parte peggiore!  :)

Tags: brompton_tr