Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

breaking news


Forum migrato a nuovo host!


Autore Topic: bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)  (Letto 31028 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #45 il: Marzo 06, 2014, 05:18:54 pm »
http://www.romatoday.it/cronaca/roma-trasporti-bici-2014.html
http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=378387
http://www.greenreport.it/news/inquinamenti/roma-il-trofeo-tartaruga-nello-slalom-nel-traffico-la-bici-e-il-mezzo-piu-veloce/

Trofeo tartaruga a Roma: la bici è il mezzo più veloce per muoversi in città
La bici vince il trofeo tartaruga.
E' il mezzo che ha consentito di muoversi più velocemente da viale Marconi alla stazione Termini. (10Km)
Secondo lo scooter, terzo l'autobus.
Squalificata l'auto.



Ma com'è possibile che con lo scooter ci abbiano messo di più?
Allibito.


Certo che il ciclista era agguerrito :)

Offline SGiallo

  • Strida MAS
  • gran visir
  • *****
  • Post: 523
  • Reputazione: +35/-0
  • 1a regola: non mettetemi fretta
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #46 il: Marzo 07, 2014, 03:19:07 pm »
Bisogna vedere se ha rispettato i semafori, o se magari sul suo percorso non ce n'erano.......... per ogni minuto di sosta al semaforo in bici fai almeno 300 metri (io con la Strida ne faccio quasi 350, il tipo con quella bici magari ne fa anche 500)

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #47 il: Marzo 07, 2014, 03:31:47 pm »
Il dubbio sui semafori, e più in generale sul rispetto del cds da parte del ciclista, lo ho avuto.
Non vedo altre spiegazioni, ma chissà!
Ma d'altra parte andare in moto a Roma è un viaggio contro il cds (vedi sorpassi e limiti di velocità)
Quindi forse si va in parità.
Non so.

Sarebbe stato interessante sapere come si è svolta la sfida.
Avrebbe sfatato ogni dubbio. :)

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3419
  • Reputazione: +170/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #48 il: Marzo 07, 2014, 04:40:10 pm »
le uniche spiegazioni che sono riuscito a darmi:

1. la bici è più agile e riesce meglio a saltare le file al semaforo.

2. sul percorso c'è una ciclabile particolarmente conveniente

3. lo scooter era senza benzina

;D

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #49 il: Marzo 07, 2014, 04:50:41 pm »
le uniche spiegazioni che sono riuscito a darmi:
1. la bici è più agile e riesce meglio a saltare le file al semaforo.
a roma in moto si va bellamente in senso contrario e si salta la fila

2. sul percorso c'è una ciclabile particolarmente conveniente
apprezzo l'umorismo...ahahahahah...una ciclabile fatta bene a roma...ahahahaha :P


le uniche spiegazioni che sono riuscito a darmi:
3. lo scooter era senza benzina
;D
già questa è più plausibile ;)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9927
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #50 il: Maggio 08, 2017, 01:57:51 pm »
La vita in coda degli italiani: "Nel traffico 23 giorni all’anno"

Per spostarci perdiamo 128 minuti al giorno: peggio solo la Grecia. E la sfiducia nei mezzi pubblici spiega l’uso record di auto e moto

dalla Repubblica del 4 maggio 2017
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 936
  • Reputazione: +98/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #51 il: Maggio 10, 2017, 11:35:03 am »
Mi riallaccio al post di occhio.nero:
siamo in Lombardia, destinazione Milano e questo è quello che vedo ogni mattina e ogni sera quando il treno si ferma davanti a me ed apre le porte (cliccate sulla foto per ingrandirla)


E' praticamente impossibile salire, figuratevi con una pieghevole a fianco. Il viaggio dura poi 30 minuti  >:(
Capisco benissimo la sfiducia nei mezzi pubblici, come dare torto a chi preferisce stare in coda in tangenziale piuttosto che viaggiare su un carro bestiame che d'inverno si trasformano anche in lebbrosari...  :(

PS: molte volte non tento nemmeno di salire quando le condizioni sono quelle, aspetto i treni successivi e capita spesso che anche i 2 o 3 treni dopo siano nella stessa situazione.
 

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 881
  • Reputazione: +227/-0
Re:bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #52 il: Maggio 10, 2017, 05:14:35 pm »
Cosa vuoi farci veeg, così stanno le cose :-[! Non lo scopriamo adesso. Risolvere questi problemi si potrebbe, ma i costi per farlo sono altissimi. Prima di parlare dei treni bisognerebbe parlare delle linee. In questo paese sono pochissime le linee concepite per il traffico ad alta frequentazione. Quasi sempre si usano di tracciati nati per le lunghe percorrenze utilizzati anche dai treni pendolari che hanno caratteristiche di utilizzo molto diverse. In questo modo i treni si intralciano l'un con l'altro allungando i tempi di percorrenza. Che io sappia solo Milano e il suo interland ha parzialmente qualcosa di adatto. Vittorio ne saprà sicuramente di più. A queste vanno aggiunte le linee minori che attraversano bacini di utenza interessanti e dove non servono treni a lunga percorrenza. In realtà il servizio pendolari dovrebbe essere servito da treni più vicini alle metropolitane di quelli attuali. Sarebbero necessari passaggi molto frequenti (10 minuti massimo) nelle ore di punta e composizioni leggere di media capacità. La frequenza più alta migliorerebbe anche i tempi di attesa per le coincidenze. Gli spazi del segnalamento andrebbero ridotti e dovrebbero essere messe in funzione nuove stazioni per distribuire meglio l'utilizzo. Qualcosa del genere era stato concepito in Veneto sul quadrilatero Treviso, Mestre, Padova, Castelfranco, Treviso che prevedeva una specie di circolare in entrambi i sensi con frequenza di 20 minuti. Non so dire se questo progetto sia stato portato alla fine e che esiti abbia dato. So che erano state costruite alcune nuove stazioni. Purtroppo sono situazioni più uniche che rare. Io però sono sempre a sostenere che senza un progetto fatto con cura e che guardi lontano non ci saranno progressi determinanti. E non sarà l'immissione in servizio di nuovi treni a cambiare le cose. Negli anni duemila sono entrati in servizio parecchi mezzi nuovi: Minuetto, Vivalto, Jazz, Flirt e adesso si attendono i nuovi Rock, ma il servizio in realtà non è molto migliorato. Andrebbero studiati i flussi degli utenti ma non con i numeri di oggi. Se si vogliono avere veri benefici per il futuro tutto andrebbe dimensionato per un notevole incremento degli utilizzatori. Oggi un grosso problema è che nelle ore di punta i treni sono pieni come nella foto ma fuori da questi orari sono vuoti o quasi. Bisogna far si che la gente prenda il treno anche quando va semplicemente a farsi un giretto in centro sempre poi che il servizio di trasporto urbano sia all'altezza. Va beh! Consoliamoci con le nostre bici.
Solo chi pedala va avanti!

Tags: auto_bici