Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co  (Letto 101607 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #105 il: Luglio 23, 2017, 09:33:25 pm »
Io ho le sl150 della reelight...ma non le oh ancora montate  ::)
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4910
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #106 il: Luglio 24, 2017, 09:44:59 am »
io lascerei perdere la City Supreme, a meno che non ti accontenti di un simil lumino da cimitero.
Se la Reelight RL770 costa troppo non credo che tu possa però prendere in considerazione le Magniclight.
Ma se hai una dinamo perché non la usi per alimentare anche la luce posteriore?

Offline sifizzirro

  • iniziato
  • *
  • Post: 21
  • Reputazione: +0/-0
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #107 il: Luglio 24, 2017, 10:51:54 pm »
Quando ho acquistato la Dahon, il venditore mi ha detto che aveva valutato di montarmi un faro posteriore alimentato dalla dinamo anteriore, ma alla fine aveva deciso di non farlo perché sarebbe stato problematico.
Non ho approfondito più di tanto la faccenda perché comunque di serie ho un catarinfrangente con integrato un led (poco potente, ma tant'è) e pensavo di risolvere la questione montando un qualsiasi faro a batteria.

Le Magniclight in realtà costano meno delle RL770, poi a me servirebbe solo il faro posteriore, quindi andrei a pagare circa 50€ anziché gli oltre 80 del kit RL770.
L'unico motivo per cui non ho ancora fatto click su "compra ora" è che nel sito Magniclight non c'è nemmeno l'ombra di un servizio clienti o supporto tecnico...
A chi mi rivolgo per avere un qualsiasi chiarimento?
E se avessi dei problemi?

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4910
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #108 il: Luglio 25, 2017, 10:12:17 am »
Di problematico nel passaggio del filo per la luce posteriore non ci vedo molto. Solitamente si sfrutta la guaina del cavo freno posteriore per arrivare in zona faro, proseguendo poi lungo il telaio o il portapacchi.
L'unica accortezza da adottare è di non tendere troppo il filo elettrico soprattutto nella zona della piega, in modo che ci sia del margine per assecondare le curve, facendo però attenzione che non venga pizzicato nello snodo del telaio.
Se viene tirato troppo c'è il rischio che alla lunga si lesioni (magari solo internamente) interrompendo la continuità del circuito.
Resto dell'idea che nel tuo caso sia la soluzione migliore, dal momento che hai già una dinamo e altre soluzioni aggiungerebbero del peso "inutilmente".

Non ero aggiornato sui prezzi delle Magnic Light: le ultime volte che avevo guardato non era possibile acquistare i set mono luce ant o post ed i prezzi erano decisamente più alti.
Effettivamente le Magnic sono un'ottima soluzione a livello di efficienza ma IMHO hanno comunque un limite nella configurazione a cui fai riferimento: la ruota stessa "nasconde" la luce, non a caso il set completo ne prevede una per lato.
Questo aspetto, insieme al costo ed al fatto che avevo già altre luci, è sempre stato per il sottoscritto il freno maggiore all'acquisto.
Già sulle pieghevoli le luci verrebbero a trovarsi più in basso rispetto alle luci tradizionali, se poi si privilegia un solo lato, credo che si tratti di una illuminazione zoppa.

Io ho avuto per molto tempo le Reelight 120 ma le ho sempre abbinate ad altre luci piazzate sul manubrio e sotto la sella, in modo da renderle più facilmente visibili.

Per l'assistenza Magnic Light c'è un contatto mail, puoi sempre provare a chiedere chiarimenti prima dell'acquisto.
Data la semplicità del meccanismo però c'è veramente poco che possa andare storto. Suppongo che un led bruciato anzitempo sia coperto da garanzia, per il resto ci sono solo dei magneti che girano e nessun meccanismo complesso.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3064
  • Reputazione: +206/-0
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #109 il: Settembre 23, 2019, 05:31:47 pm »
Segnalo l'uscita di un nuovo tipo di luci a induzione Reelight, le Cio
https://www.reelight.com/products/cio-v3?variant=29627839971395
Rispetto alle ben note SL 1xx/2xx vantano un montaggio più semplice (un semplice cavetto d'acciaio rivestito di Nylon, da mettere in tensione con una chiave a brugola da 2,5 mm) e un magnete più leggero e molto meno invasivo visivamente.
La posizione consigliata è più o meno la stessa delle Magnic Light e probabilmente anche il principio di funzionamento è lo stesso, quello che è molto interessante è il prezzo: 54 € la coppia, ma stamattina al Decathlon di Roncadelle (BS) le ho viste a 39,99 €!
https://www.decathlon.it/kit-luci-reelight-cio-id_8541827.html
Per il montaggio su bici pieghevoli, però, temo che possano andar bene solo fino a un certo punto; l'anteriore, sulla forcella, non dovrebbe avere problemi, mentre la posteriore, considerando la forte inclinazione dei tubi obliqui del carro posteriore, rischia di guardare troppo in alto: nelle istruzioni infatti si specifica che il corretto orientamento è possibile con tubi inclinati fino a 35° rispetto alla verticale. EDIT: infatti sul sito del produttore sono sconsigliate per le bici con ruote da 16" o meno e per quelle con i tubi posteriori del carro troppo inclinati.
Anche per questo, incredibilmente, non le ho prese. Ma ci sto già ripensando...

Vittorio

EDIT: il funzionamento dovrebbe essere come sulle SL, con il magnete che al passaggio induce la carica e il condensatore tampone, non con la microdinamo mossa dalle correnti parassite indotte dalla rotazione del cerchione come invece avviene per le Magnic
« Ultima modifica: Maggio 14, 2022, 06:46:22 pm by boccia »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10077
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #110 il: Ottobre 20, 2019, 11:15:42 am »
la mia paura rispetto alla soluzione di fissaggio implementata, è che possa finire tra i raggi della bici in movimento  :-\
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3064
  • Reputazione: +206/-0
Re:luci ad induzione (senza batteria) Reelight&co
« Risposta #111 il: Ottobre 20, 2019, 12:20:34 pm »
Direi di no, perché da quel che ho capito quando il cavetto metallico viene messo in tensione si retrae all'interno del corpo del fanale.

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Tags: energia