Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.  (Letto 8490 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline RenatoR

  • iniziato
  • *
  • Post: 23
  • Reputazione: +5/-0
  • Cerco di non emettere....
Ciao a tutti,
scrivo in questa sezione perchè mi sembra la più idonea, dunque, si comincia tutto dall'idea di unire l'utile al dilettevole.
Sono un ciclista amatoriale e come tutti sono sempre alla ricerca del miglioramento, e oltre agli allenamenti soglia/mica soglia ecc, c'è anche la tecnica, ecco quella non la fà mai nessuno perchè è noiosa, invece tra la 1000 opportunità che offre la pieghevole c'è pure questa, sfrutto i Km fatti con la pieghevole per mettere in pratica quegli accorgimenti che poi vado a utilizzare con la specialissima in allenamento, uno tipico è la ricerca della pedalata "rotonda" ossia con quel gioco di caviglia che elimina i punti morti superiore ed inferiore per ottenere una spinta più omogenea e meno on/off, non metto nessun riferimento a video o altro in quanto non sò se i vari video presenti i rete siano o meno protetti da copyright, però basta cercare con un qualsiasi motore di ricerca "pedalata rotonda ecc" e si trova di tutto, cercate anche altre fonti con esercizi per la tecnica del ciclismo, ne trarrete giovamento non solo per uso sportivo/agonistico. Un'altra cosa che spesso mi trovo a fare è mettermi nella posizione da crono, cioè con gli avambracci appoggiati al manubrio, per abituarmi a questa postura che ogni tanto si utilizza in gara, sellino un pò più alto e via, riesco anche a fare piccole sessioni di stretching alla parte superiore del corpo.
Mi raccomando, non fatelo in mezzo al traffico.

Ciaociao,
RenatoR.

Tern Link D8 (Falchetto) - Pinarello FP2 (La Pina) - Scott Scale 80 (Scotty)

Offline pierfa78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 599
  • Reputazione: +27/-0
  • ... pedala pieghevole, non piegarti al traffico ..
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #1 il: Marzo 27, 2013, 01:58:46 pm »
Grazie per il contributo  :)
"La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l'equilibrio devi muoverti." Albert Einstein.
- B'Twin Hoptown Cappuccino - Brompton M6L Orange&Black

Offline roby67

  • tern p9 frecciarossa roberto
  • assistente
  • ***
  • Post: 143
  • Reputazione: +1/-0
  • roberto tern p9 frecciarossa
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #2 il: Aprile 27, 2013, 08:41:58 am »
Ieri mi sono propio divertito..ero a casa dal lavoro..ho fatto 51 km di bici piegabile ...percorso quasi tutto in pianura con poca salita...ho messo pure  il porta borraccia e il compiuterino nuovo..partito dopo circa 6  km mi sorpassa un trattore con carico..mi son messo a ruota ..ho toccato i 45 km orari..una figata..poi dopo circa 4 km a girato..tempo totale del giro..1.38 minuti...media 30.7...stavolta sono riuscito a usare gli ultimi 2 rapporti..prima volta...comunque ho messo pedali da mtb spd shimano...

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 936
  • Reputazione: +98/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #3 il: Aprile 27, 2013, 09:23:16 am »
Un'altra cosa che spesso mi trovo a fare è mettermi nella posizione da crono, cioè con gli avambracci appoggiati al manubrio, per abituarmi a questa postura che ogni tanto si utilizza in gara, sellino un pò più alto e via, riesco anche a fare piccole sessioni di stretching alla parte superiore del corpo.

Scusa Renato, ma che misura di telaio hai sulla bdc?

Per me è impensabile una posizione da crono sulla pieghevole... ci ho provato molte volte ma se mi allungo mi mancano quasi 20 cm tra il manubrio e i gomiti. Praticamente il manubrio è molto più all'interno.
Riesco a poggiarmi solo incurvando parecchio la schiena, ma è una posizione da dolori alla lunga, quindi molto sconsigliata.

Anche per la pedalata "rotonda" non riesco proprio perchè se posiziono il piede correttamente sul pedale (come in bdc), mi ritrovo con un angolo troppo chiuso di ginocchio che mi porta a sforzare troppo l'articolazione. Anche qui mi manca un arretramento di sella di un buon 10/15 cm. Attualmente sono già arretrato di più di 10 cm cambiando la sella (http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=4649.0), ma di più non riesco a fare.

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 936
  • Reputazione: +98/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #4 il: Aprile 27, 2013, 09:28:08 am »
Ieri mi sono propio divertito..ero a casa dal lavoro..ho fatto 51 km di bici piegabile ...percorso quasi tutto in pianura con poca salita...ho messo pure  il porta borraccia e il compiuterino nuovo..partito dopo circa 6  km mi sorpassa un trattore con carico..mi son messo a ruota ..ho toccato i 45 km orari..una figata..poi dopo circa 4 km a girato..tempo totale del giro..1.38 minuti...media 30.7...stavolta sono riuscito a usare gli ultimi 2 rapporti..prima volta...comunque ho messo pedali da mtb spd shimano...
Complimenti roby!
4 km a 45 km/h con una pieghevole.....
se ti metti su una bici da corsa viaggi a 55/60 kmh, praticamente quanto un passista professionista.

Offline roby67

  • tern p9 frecciarossa roberto
  • assistente
  • ***
  • Post: 143
  • Reputazione: +1/-0
  • roberto tern p9 frecciarossa
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #5 il: Aprile 27, 2013, 01:09:14 pm »
Ciao...a ruota di un trattore e facile stare ...e normale che la velocita'  aumenta..non prendi aria...poi calcola che il fatto di praticare ciclismo aiuta di parecchio..

Offline pierfa78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 599
  • Reputazione: +27/-0
  • ... pedala pieghevole, non piegarti al traffico ..
R: Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #6 il: Aprile 27, 2013, 06:40:06 pm »
... se il trattore non trasporta un carico particolarmente odoroso ... ti voglio vedere in scia ad uno che trasporta "concime" ad inizio stagione in collina da queste parti... Sei nel fosso alla seconda sniffata ;D !!

Scherzi a parte, complimenti per la performance :) !!

E mi interesserebbe molto approfondire il discorso tecnico e magari avere qualcuno vicino che mi corregga !! Io ho un bel problema al piede sinistro (piede torto sinistro e tibia e piede nel complesso più corti di qualche cm rispetto al destro) che fino a 6-7 anni fa non mi ha mai impedito di fare sport e arti marziali... Nel 2006 è cominciato in dolorino al ginocchio destro che scoperto tardi era l'inizio di una fissura del corno posteriore del menisco che piano piano si è lacerato completamente. Operazione nel 2008 e nel 2009, dopo 10 anni solo di auto e moto riscoprì il piacere della bicicletta per diletto e per rinforzare e riprendere la gamba dopo l'operazione....

In questi anni ho ricostruito il mio garage, ora possiedo una MTB, una ciclocross e una pieghevole... E devo dire che la HT a oggi è la bici che più mi rilassa e mi permette di pedalare in "serenità"... Per mia ignoranza sicuramente, sulla MTB o sulla ciclocross, con o senza spd , non riesco a trovare la posizione e il modo di tornare a casa dopo una pedalate anche solo 15-20 km senza che il sinistro o il destro (e a volte tutte e due) decidono di proclamare sciopero generale da un minimo di qualche ora a diversi giorni (come mi è appena successo da una settimana a questa parte)... In primis credo sia la posizione della sella (troppo arretrata) che mi fa pedalare male, non riuscire a spingere e a creare conseguentemente problemi alle articolazioni e ai legamenti... E mi pare pazzesco, con tutto il bene che voglio alla mia HT cappuccino, che con lei riesca a tenere una media dei 27-28 km/h mentre per tenere lo stesso ritmo sullo stesso percorso con la CC devo sputare anima e legamenti ;)

Inviato dal mio Nexus 7 con Tapatalk 2
"La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l'equilibrio devi muoverti." Albert Einstein.
- B'Twin Hoptown Cappuccino - Brompton M6L Orange&Black

Offline RenatoR

  • iniziato
  • *
  • Post: 23
  • Reputazione: +5/-0
  • Cerco di non emettere....
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #7 il: Aprile 30, 2013, 04:01:13 pm »
Ciao Veeg,
pensare di trovare le stesse posizioni della BDC sulla pieghevole è, come dici tu impossibile, Io sono 1,78 e se non ricordo male la mia BDC ha un 52 come telaio (verificherò nella documentazione), possiedo tre bici, la BDC la MTB e la pieghevole, la BDC diciamo che per la posizione crono è quella dove sono più disteso e dove gli angoli busto/femore e schiena/avambraccio più si avvicinano ai 90° "della regola", dico più si avvicinano perchè la bici ha un'assetto stradale per gare normali, ma saltuariamente con le prolunghe la trasformo in crono per tutte quelle gare no-draft che faccio, quindi qualsiasi occasione è buona per abituarsi a stare bassi, l'MTB ha una distanza sella/pipa ancora più ridotta dove la posizione dal crono è molto più difficile, ed in effetti quelle rare volte che provo, la schiena rimane molto ingobbita, poi viene la pighevole dove la distanza sella/pipa è ancora pià corta e qui stò proprio gobbo, considera che sulla BDC poggio sui supporti a metà avambraccio, sulla MTB sono quasi al gomito, sulla pieghevole sono appoggiato praticamente sui gomiti, ma aiuta molto ad abituarsi. Per la pedalata rotonda, l'abitudine è di far lavorare la caviglia, quindi qualsiasi geometria và bene, bisogna solo avere l'accortezza di poggiare il piede sul pedale all'altezza del metatarso dell'alluce in modo tale da avere lo stesso appoggio che si ha con le tacchette e poi far lavorare la caviglia, tieni un rapporto leggero, agile in modo da non forzare la pedalata sul ginocchio. Aggiungo l'ultimo dettaglio, considerato che anche sulla BDC, in configurazione normale, ho una posizione neutra per poter fare molti Km sul misto, per poter stare in posizione crono (circa 1h totale su 3 ore di gara/allenamento) un pò più agevolmente, mi sono attrezzato con una sella cava al centro per alleggerire la pressione sul perineo quanto sto più sdraiato, ad oggi ha dato buoni frutti.

Ciao
RenatoR
Tern Link D8 (Falchetto) - Pinarello FP2 (La Pina) - Scott Scale 80 (Scotty)

Offline roby67

  • tern p9 frecciarossa roberto
  • assistente
  • ***
  • Post: 143
  • Reputazione: +1/-0
  • roberto tern p9 frecciarossa
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #8 il: Maggio 02, 2013, 07:42:13 am »
Ciao renato..io sono alto come tè e la misura della bdc e una 56...mtb una l...comunque devo dire che queste piegabili...se le tiri un po`sono uno spettacolo.

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Post: 936
  • Reputazione: +98/-0
  • RUN!RUN!RUN!
    • 90RPM
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #9 il: Maggio 02, 2013, 09:35:10 am »
Per la pedalata rotonda, l'abitudine è di far lavorare la caviglia, quindi qualsiasi geometria và bene, bisogna solo avere l'accortezza di poggiare il piede sul pedale all'altezza del metatarso dell'alluce in modo tale da avere lo stesso appoggio che si ha con le tacchette e poi far lavorare la caviglia, tieni un rapporto leggero, agile in modo da non forzare la pedalata sul ginocchio.

Ho provato molte volte, ma con il piede sul metatarso mi ritrovo con un angolo negativo di 15° alla rotula, anche ruotando molto le caviglie è una posizione logorante e non fa lavorare i femorali in spinta. Praticamente anche nell'angolo di risalita del pedale (movimento negativo) la gamba è così piegata che non riesco a usare il tiro dei femorali e mi ritrovo a spingere solo di quadricipite, con enfasi su vasto mediale e forze fisiche che spingono la rotula in esterno.

Per evitare devo spostare i piedi più avanti sui pedali, ma è comunque un palliativo..... purtroppo quanto a posizione di pedalata non mi trovo per niente  :(

PS: 1,78 con un telaio 52, a meno che tu non abbia un torso molto tozzo, è decisamente una misura da rivedere.

Offline RenatoR

  • iniziato
  • *
  • Post: 23
  • Reputazione: +5/-0
  • Cerco di non emettere....
Re:Pedalata rotonda ed altro, un ulteriore utilità della bici pieghevole.
« Risposta #10 il: Maggio 02, 2013, 10:35:18 am »
Ciao,
"PS: 1,78 con un telaio 52, a meno che tu non abbia un torso molto tozzo, è decisamente una misura da rivedere." ;D.
Non la ricordo la misura, in genere le mie bici le provo e riprovo finchè non sono convinto, poi con il biomeccanico del mio negozio di fiducia facciamo le regolazioni fini, la MTB, ad esempio, ho preso un telaio che le tabelle dicevano essere piccolo o comunque al limite, ma mi ci trovo troppo bene, ho compensato con una pipa leggermente più lunga, però la MTB è da "guidare di più" e mi sono sempre trovato meglio con bici piccole ma più maneggevoli, sul discorso della pedalata rortonda non saprei, a me viene facile senza forzature, però ripeto, eseguo solo il movimento senza spingere eccessivamente perchè concordo che la posizione in sella sulla pieghevole non è quello della BDC. Più una cosa la fai più ti abitui a farla anche senza pensarci così da farla diventare naturale e secondo me il tempo passato sulla pieghevole invesito in questo senso è utilissimo.
Ciao
R.
Tern Link D8 (Falchetto) - Pinarello FP2 (La Pina) - Scott Scale 80 (Scotty)

Tags: