Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.  (Letto 92728 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline keyfaber

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +1/-0
  • Casco sempre in testa!
    • Percorso quotidiano casa-lavoro
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #15 il: Gennaio 16, 2012, 06:14:48 pm »
..... sul Frecciabianca vogliono la fodera!.....
E a cosa servirebbe? Per non invogliare nessuno ad imitarti? O per evitare che te la freghino e quindi risponderne? Robe da terzo mondo! E poi abbiamo lo sciopero dei taxisti, dei benzinai..... Ma per favore!
HopTown 20", reggisella ammortizzato Suntour SP8-NCX, pedali alluminio MKS FD-7, sistema KlickFix su cannotto per zainetto, sistema luci Reelight
CO2 NON emessa a settimana: 10,094 Kg (tempo permettendo!)

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #16 il: Gennaio 16, 2012, 08:13:29 pm »
sul Frecciabianca vogliono la fodera!

io consiglio sempre di portarla con sè. Basta un lenzuolo leggerissimo
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=28.0

da altra discussione:
buongiorno a tutti,
mi chiamo Andrea e vivo in pianura Padana, tra Modena, dove sono nato, e Rovigo, dove abito ora. Faccio il musicista, e per lavoro mi sposto spesso. I mezzi pubblici non sempre sono disponibili all'ora dello spettacolo, e parcheggiare l'auto nelle grandi città diventa sempre più difficile oltre che costoso. La bici pieghevole ha risolto il mio problema: ora posso parcheggiare l'auto in periferia, aprire la bici e raggiungere il luogo di lavoro con il mio strumento a tracolla, e il frac appeso al manubrio.


.................
non sono un vero e proprio "ciclista" ma la mia profonda avversione per le auto e tutto quello che ne consegue (smog,bollo,benzina, assicurazioni etc etc) fanno di me un profondo estimatore.
Non sono mai stato un vero e proprio ciclista, perché poter possedere una bella bici è secondo me, piuttosto complicato (non sai dove tenerla a casa e appena la molli un attimo non c'è catena che tenga, te la fregano).
Ma con le Brompton ovviamente il discorso si fa diverso.
Avevo sempre rimandato l'acquisto per via dei prezzi, ma quest'anno mi sono deciso e Brompton sia.
H3L Orange Black EW, Marathon, presa da noord.it (che penso mi abbia anche fatto un buon prezzo, 1000 tondi tondi).
L'utilizzo che spero di poterne fare è di assoluta intermodalità in quanto vivo a Brescia ma in genere lavoro a Milano (=camminata+frecciabianca + metro).
Nel peggiore di casi avrò una bella bici...per le passeggiate al lago. :)

Beh,con una pieghevole perchè...è il destino ad averla messa sulla mia strada! :-D
A parte gli scherzi,effettivamente non credo che in questa occasione sfrutterò l'intermodalità,al massimo la pieghevole mi sarà utile per averla sempre vicina anche di notte,ed anche per entrare eventualmente in negozi/ristoranti senza abbandonarla in strada...viaggiando da solo mi sembra una grande possibilità e tranquillità!
E personalmente mi tranquillizza anche sapere che in caso di imprevisti posso prendere un qualsiasi mezzo pubblico o fare l'autostop senza inventare miracoli per trasportare la bici... ;-)

È solo un anno, ma vale molto di più.

Un anno fa compravo la mia pieghevole, con l'idea iniziale di sfruttarla per passeggiate estemporanee in città. Ben presto però la lettura delle pagine del forum, che avevo già conosciuto al momento di scegliere la bici, mi ha portato a valutare nuove prospettive di mobilità. Ho deciso di rivoluzionare il mio modo di concepire i miei spostamenti, progettare un percorso intermodale, e subito ho cominciato a recarmi al lavoro con bici + mezzi 2 volte alla settimana.

Al di là dei vantaggi che tutti conoscete in termini di salute, risparmio, rispetto dell'ambiente, devo dire che ho trovato questa esperienza divertente e rilassante. Grazie alla bici pieghevole e all'intermodalità ho potuto migliorare il mio modo di vivere la città,
ritrovare la passione sopita per le 2 ruote, e anche partecipare attivamente ad un forum, questo qui. ;D

Grazie a tutti voi forumisti, e grazie a tutto lo staff del quale sono onorato di far parte, per avermi idealmente accompagnato in questi primi 12 mesi di splendide pedalate.

Alessandro

Ciao a tutti.
Volevo ringraziare tutti gli utenti del Forum che mi hanno permesso d'entrare a far parte del meraviglioso mondo dei pieghevolisti. Stanco di dover perdere i treni perchè a piedi non riuscivo a raggiungere in tempi brevi la stazione della cittadina dove studio, ho iniziato ad informarmi su questo forum. La mia avventura è iniziata formalmente a Gennaio 2013 e dopo aver acquistato la mia prima pieghevole di piombo (Atala monomarcia) dopo i primi mesi di rodaggio in cui volevo provare se ne valesse la pena, le tempistiche,ecc...mi sono reso conto conto che per uno sfrenato uso quotidiano avevo bisogno di qualcosa di meglio. Avrei voluto una Brompton, ma sono un povero studente...Ho quindi trovato questo simpatico concorso della UE https://www.facebook.com/DoTheRightMix/app_431133830268932 che mi ha permesso di diventare possessore di una Brompton M6RN vincendo il gioco di Luglio 2013. Meglio di così non mi poteva andare direi.
Ciao e grazie a tutti. Senza di voi non mi sarei mai inoltrato in questo bellissimo mondo. Un'altra vita, veramente.
 Un saluto.

Matteo

.....................
Io pensavo di usare la pieghevole per allargare il raggio delle mie esplorazioni.
Vi spiego.
Vado per fiumi, torrenti, laghi e boschi a cercare strana fauna o misteri irrisolti e documento il tutto con degli occhiali dvr. Una cineseria da pochi soldi ma che ho modificato in vari modi fino a farli arrivare a 3 ore e mezza di video e li ho resi water-prof (circa, solo per la pioggia in realta')

Le esplorazioni in realta', viste le zone accidentate, non penso le faro' con la pieghevole, ma quella mi servira' per arrivarci vicino, finche' ancora c'e' una strada o un sentiero.

Il problema e' che le montagne del trentino sono toste e io non ho proprio il fisico dello scalatore: 100 chili, piu' muscoli che resistenza, per cui pensavo: faccio un mix tra mezzi pubblici e biciclettina e posso arrivare ovunque.
Ma funzionera' davvero?  :P
...................................

Ciao, come si capisce dal titolo sono di Roma.
Ero stanco delle multe e di spendere soldi per la manutenzione della mia vecchia moto, che ormai utilizzavo solo per recarmi a lavoro, visto che ho un bimbo piccolo.
cosi da circa un anno e mezzo ho iniziato la mia avventura con le pieghevoli, la prima è stata la classica b-fold di decathlon (quella bianca per intenderci) visto che è economica volevo capire se realmente avrei utilizzato la bici per i spostamenti quotidiani. Dopo i primi dubbi ho capito che bastava organizzarsi (metro-trenino etc) per muoversi dentro Roma senza grandi difficolta.
Putroppo la Piccola b-fold ha avuto vita breve, visto che mi è stata rubata dopo neanche 1 anno di vita  :'(
dopo molte ricerche, post furto, ho cercato la bici che più di tutte poteva soddisfare le mie esigenze, sia economiche sia di viabilita,ed oggi possiedo una Dahon cadenza nera con ruote da 26, poichè il percorso che faccio è abbastanza vario, e con la mia altezza (1,93 cm) la trovo più comoda.
Ogni mattina parto da Pizza Irnerio diretto verso San Paolo/Ostiense,  l'andata è tutta una pedalata, visto che il percorso è prevalentemente pianeggiante e in discesa, 20/30 minuti che mi porta ad attraversare villa Phampili (la mattina è fantastica), via di donna Olimpia, via quirino Majorana, viale marconi, via Onesti fino ad arrivare a ridosso della colombo.
Il ritorn,o visto che è buona parte in salita, o prendo il trenino a trastevere e poi metro oppure si và di pedalata anche al ritorno.
...............................
« Ultima modifica: Ottobre 24, 2013, 08:58:03 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #17 il: Gennaio 18, 2012, 12:18:53 pm »
sul Frecciabianca vogliono la fodera!

io consiglio sempre di portarla con sè. Basta un lenzuolo leggerissimo
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=28.0

Hai ragione, è una vecchia questione: Trenitalia ha specificato nel regolamento solo le dimensioni, non come deve essere fatta la sacca (materiale, grammatura, maniglie, ecc.).
Con la sacca della Dahon mi hanno dato anche una copertura leggera in poliestere rosso anti-pioggia, e io mi porto quello.
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline styopa

  • apprendista
  • **
  • Post: 87
  • Reputazione: +1/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #18 il: Gennaio 18, 2012, 12:52:37 pm »
sul Frecciabianca vogliono la fodera!

Io l'unica volta che mi è stato richiesto l'ho coperta con la mantellina antipioggia.
Hoptown 20" verde, portapacchi rimosso, sella prolink

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1646
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #19 il: Gennaio 18, 2012, 10:56:28 pm »
Segnalo questo treno speciale per bici...l'ho incontrato navigando casualmente su Internet..
http://www.flickr.com/photos/lovely_bicycle/6017230157/
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #20 il: Gennaio 19, 2012, 02:11:58 pm »
bellissimo! segnalato sul gruppo facebook!
http://www.facebook.com/groups/287303677979281/

da altra discussione:
Oggi prima Messa in pieghevole! Parto da casa alle 10.57 arrivo in chiesa alle 10.59. In macchina ci ho sempre messo 5 minuti, parcheggio escluso. A me basta anche solo questa cosa per essere soddisfatto di aver preso una pieghevole.

da altra discussione:



Cari Biker,
Stufo di una mobilità insostenibile, dopo lunghe e attente indagini navigando su infernet, sfogliando cataloghi e le pagine di questo forum, girando negozi e posando il piede su diversi modelli sono da poco diventato il felice e soddisfatto possessore di una Speed P8.
Sono di Genova e per recarmi a lavoro copro una distanza di 26 km (andata e ritorno), su un fondo non sempre eccezionale, di cui 10 km la mattina in treno. Il ritorno invece me lo gusto tutto in bici serpeggiando tra il traffico e svolgendo le varie commissioni del giorno. Il trasporto passivo non è super ma il disagio e veramente trascurabile (forse per gli autobus Genovesi una bici da 20 non è la più indicata).
A lavoro la mia Speed sta comodamente sotto il mio banco di lavoro.

da altra discussione:
Da casa al lavoro: è boom delle bici. Al nord in sella quasi 1 su 3
Quadruplicati negli ultimi 10 anni in Italia i lavoratori che si spostano in bicicletta. Tra le cause, non tanto la crisi economica, quanto la voglia di migliorare la propria qualità della vita.

da altra discussione
Ciao , è da un anno e mezzo che vado con la mia Hoptown al lavoro...qualsiasi condizione meteo. in pratica mi sono fatto un aumento di stipendio di 1200 Euro all'anno!!! cmq , a parte ordinaria manutenzione ( ingrassaggio catena e lavaggi contro il sale ) la mia pieghevole non dà segni di cedimento ( circa 2000 km ) e ho venduto la seconda auto in famiglia altro ingente risparmio.
La cosa migliore che però segnalo è la mancanza di stress da traffico e parcheggio che mi faceva già incacchiare di prima mattina . :o
Buona pieghevole a tutti !

da altra discussione:
Buongiorno a tutto il forum, mi chiamo Andrea e vivo da 46 anni a Torino. da un anno e mezzo ho preso una pieghevole Hoptown blu metallizzato e quotidianamente la uso per recarmi al lavoro. Dopo un primo periodo di prova ( più della mia costanza che del mezzo in sè ) e visti i risultati ho venduto la seconda macchina che avevamo in famiglia ed adesso mi diverto un sacco ad usare la pieghevole per spostarmi in Torino . che dire ...basta buttare via soldi in parcheggi , benzina , bolli e assicurazioni e mai più stress da traffico !
Buona pieghevole e tutti !!! ;)

segnalo la discussione
La cultura della mobilità in Italia (dopo l'unificazione del 1861)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=2979

da altra discussione:
penso che non ci sia nulla di meglio per un genovese, specialmente per chi abita in collina e non se la sente di farsi qualche km per tornare a casa su ripide salite strette e piene di auto, basta prendere un ascensore pubblico, una funicolare o un bus tenendo piegata la bici... in questo caso più è piccola e meglio ci si muove (io ho una Dahon Speed P8 per lunghe gite e giorni di pioggia e un Brompton ML6 per quando devo andare in ufficio, supermercato/negozi vari e sui mezzi pubblici).
« Ultima modifica: Novembre 01, 2012, 09:01:38 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline megalbo

  • iniziato
  • *
  • Post: 8
  • Reputazione: +0/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #21 il: Febbraio 05, 2012, 08:44:11 pm »
ecco come sta la mia wit E.O. sui treni milano-gallarate...sono comodissimo, la inserisco ovunque, anche in metro durante ore di punta messa tra le gambe e via!!! capita che gente curiosa ti chiede: " come ti trovi? costa tanto?..." dare un consiglio/parere fa sempre piacere, soprattutto vedere che Milano piano piano sta cambiando!!!





Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #22 il: Marzo 22, 2012, 04:01:11 pm »
mi autocito!  :)

quando si prenota via web sul sito di trenitalia un biglietto di 2a classe del frecciarossa (ma credo che valga anche per il frecciabianca, correggetemi se sbaglio) si può cliccare su "scegli il posto": apparirà la pianta di un vagone di 2a classe

(Image removed from quote.)

dove l'11 e il 15 sono posti singoli con 2 sedili davanti rivolti verso di essi e il 92 e il 96 posti singoli non le poltrone di fronte che gli danno le spalle (perfetti per non fraternizzare). il posto 96 ha di fianco lo spazio "passeggino". ho prenotato un 96 sia all'andata che al ritorno, vi farò sapere :-)

queste informazioni erano già state date qua e là sul forum ma mi sembrava giusto fare uno schemino  ;D
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #23 il: Marzo 22, 2012, 10:42:28 pm »
maggiori info nel topic:
la bici pieghevole in treno
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=156
 ;)

invece, da altra discussione:
Guarda, andare in bici mi è sempre piaciuto ma poi, per diversi motivi, ho dovuto abbandonare.
E devo dire che non conoscevo il mondo delle pieghevoli. O meglio, sapevo della loro esistenza ma non di quanto fossero utili.
Pensa che tutto è nato perchè avendo una sola auto in casa (quella della mia futura moglie l'abbiamo venduta) ho dovuto lasciare il mezzo a lei per motivi logistici (per arrivare nel suo nuovo posto di lavoro con i mezzi le occorrerebbero quasi due ore contro i 35/40 min di auto  :'( ...ma vedremo di risolvere anche questo). Dovendo, di conseguenza, prendere i mezzi io ho dovuto adattare le mie abitubini al nuovo stile di vita.
Dopo un rodaggio di circa una settimana ho pensato, per non essere legato agli orari del bus dell'ultima tratta, di informarmi sulle pieghevoli. Trovato il modello più vicino alle mie esigenze (e alle mie tasche) ho fatto una settimana ulteriore "a piedi" per studiare un percorso fattibile con la metro (dove posizionarmi per non dare fastidio, orari di affollamento maggiori, posizione più agevole per cambio di linea etc.) e una volta capito che si poteva fare sono andato diritto al decathlon di cinisello.
Sono sempre stato convinto che nulla avvenga per caso...e questo mio avvicinamento "inaspettato" alle pieghevoli ne è una ulteriore dimostrazione.
Tra l'altro da quando ho aggiornato il mio profilo su fb decantando le doti della mia piccola, molti amici mi hanno chiesto di vederla dal vivo e di provarla. Quindi è possibile che a breve ci saranno nuovi proseliti  :D

Buone pedalate



da altra discussione: una soluzione per posizionare la bici durante il trasferimento sui mezzi pubblici:
(Image removed from quote.)


(Image removed from quote.)

« Ultima modifica: Aprile 27, 2017, 06:42:54 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #24 il: Giugno 03, 2012, 08:04:06 pm »
da altra discussione:

Un anno fa uscivo dal Decathlon di Milano Cairoli, poco prima della chiusura, col mio nuovo acquisto, la Hoptown 20. Era il momento meno adatto per fare questo acquisto: minacciava di piovere (e infatti ha iniziato a piovere appena sono uscito dal Decathlon...), dovevo arrivare fino a Lecco trascinando su metro e treno una bici che non sapevo ancora aprire e chiudere, né come trasportare passivamente; la mattina dopo dovevo prendere un aereo e non avevo ancora fatto la valigia...
Avrei potuto molto più semplicemente aspettare il mio rientro dal viaggio, e poi andare in un Decathlon più vicino a Lecco, magari un sabato, in auto, con più tempo a disposizione. Invece ero lì, sotto la pioggia e con la bici che chiudevo male e quindi continuava ad aprirsi, la metro era affollata e mi sono imbranato in modo imbarazzante, sono arrivato a casa a Lecco tardi e affamato... Ma ero felice.  :)  Non ne potevo davvero più dei terrificanti autobus interurbani monzesi, che dovevano in teoria portarmi dalla stazione al lavoro e ritorno, mentre più spesso mi lasciavano abbandonato e derelitto ad aspettare per 25/30 minuti quando andava bene, anche un'ora quando andava male. In agosto sopprimono gli autobus e mi toccava andare a lavorare in auto, l'anno scorso per la prima volta ho potuto evitare l'auto anche in agosto (80 km al giorno per 20 giorni).
Due settimane dopo aver comprato la HT sono dovuto andare di corsa al Decathlon per far regolare il cambio che sferragliava, visto che non sapevo fare da me nemmeno le operazioni di più elementare manutenzione. Nel frattempo ho imparato a regolare su HT e Brompton freno e cambi, a pulire e lubrificare per bene, a sostituire copertoni e riparare una foratura per strada, più qualche altro lavoretto. Dal ciclista continuerò ad andare, ma almeno per le fesserie (che poi costituiscono il 90% dei problemi delle bici) sono autonomo.
Adesso dopo un anno di pieghevole (e 7 mesi di Brompton), posso dire che la mia vita da quel primo giugno 2011 è cambiata drasticamente in meglio. Torno a casa dal lavoro molto prima, quindi ho un sacco di tempo libero in più, uso sempre di più la pieghevole anche nei fine settimana sia per pedalate in luoghi ameni sia per le più disparate commissioni, con la mia signora che a sua volta sta utilizzando sempre più spesso la HT. Questo vuol dire che faccio un uso sempre più limitato dell'auto, con tanti soldi risparmiati, forma fisica e umore migliorati. Grazie alle pieghevoli ho conosciuto tante belle persone, alcune virtualmente e altre "dal vivo". Nel frattempo sul mio treno il num. di pieghevolisti in quest'anno è cresciuto costantemente.
Stasera ho festeggiato da buon pieghevolista alto-borghese che si rispetti: ho messo la Brompton in ascensore, un salto a prendere due Kebab da asporto, li ho messi nella borsa agganciata sul davanti della Brompton, e sono tornato a casa. 15 secondi + 15 per aprire e chiudere la bici, un attimo per andare dal kebabbaro di fiducia più un altro attimo per tornare, poi seratina tranquilla in casa, la Brompton parcheggiata in salotto e un occhio a Italia Russia.
Concludendo: grazie alle mie pieghevoli, a Federico, a questo forum e a tutti coloro i cui consigli mi hanno aiutato in questa scelta felice.  :)
Mario

da altra discussione:
Buongiorno a tutti sono nuovo del sito e del modo di viaggiare, mi sono avvicinato a queste bici per curiosità, poi ho deciso di provare ed ho acquistato una delle bici più e economiche sul mercato cmq solida almeno in apparenza: la Bfold di Decathlon.
Capisco chi in questo momento qualcuno stia inorridendo, certo messa a confronto con le Dahon o Brompton non c'e' paragone, ma a me ha cambiato la vita bici+treno + circa 7 km per arrivare al lavoro zona Roma 70 (Roma) .
La mia missione iniziale era di risparmiare qualche soldo di gasolio e fino ad ora 2 mesi che la uso l'ho ripagata ma si sono aperti altri scenari, la libertà di non trovarti prigioniero del traffico di Roma la forma fisica che migliora :).
Come riesco a capire come si fa,invierò le foto della mia bici su di un atac Roma, piegata e riposta senza dar fastidio a nessuno.
Grazie e tanti saluti a tutti.

da altra discussione:
Ciao a tutti, scrivo dalla provincia di Milano, è circa un mese che seguo questo forum che mi ha decisamente aiutato nella scelta dell'acquisto della mia prima pieghevole. Sono un appassionato di bici ed avevo deciso di comprare una pieghevole principalmente per avere un mezzo a due ruote sempre con me in vacanza...in realtà ho scoperto che è molto comoda anche per andare al lavoro. Il mio percorso è 5km + metropolitana + 1km e questo mi permette di evitare di prendere 2 pullman affollati e di godermi una bella pedalata sul naviglio!
Dopo aver girato vari negozi e provato diversi modelli ho optato per l'acquisto di una Tern D8 e per adesso sono molto soddisfatto...quindi che dire...ho scoperto il bellissimo mondo dell'intermodalità e non lo lascio più!



da altra discussione:
Carissimi!
Che figata girare con la HT5! Devo dire che non faccio tanta strada (siamo sugli 8/10 al giorno), ma spero di avere presto l'opportunità di girare per Roma.
E' davvero una bella sensazione poter scendere dal treno, portare la bici fuori dalla stazione e partire.
Volevo postare questa piccola impressione di vera gioia per condividere e magari far venir voglia a qualcuno che è ancora indeciso/a!
E poi, una mia collega ha una Brompton; vedere piegarla in quel modo mi ha fatto un po' di invidia. Ma rimango felice del mio acquisto!
Grazie a tutti!

da altra discussione:
...a chi mi ha fatto capire che la pieghevole non é solo casa-lavoro-casa o gite al parco.
Qualcuno tempo fa in un post (vallo a ripescare) ha "paragonato" la pieghevole a un passeggino. Da quel momento mi si é aperto un mondo fatto di commisioni portate a termine con la mia wallee. E da allora nessun luogo é più proibito (o quasi). Posta, banca, panettiere, negozi vari...e ora anche il comune di milano (ufficio matrimoni :) ). Pensavo di essere rimbalzato e invece solo apprezzamenti e tanta curiosità.
D'ora in poi se qualcuno mi farà storie farò presente che la mia pieghevole occupa lo stesso spazio di un passeggino (col vantaggio di non avere esserini urlanti)...lo sfido a sostenere il contrario :)
Quindi grazie a te, anche se non ricordo il nome, ma anche grazie alla mia futura mogliettina...se non avesse preso la macchina lei non avrei mai scoperto questo meraviglioso mondo.

Peace, love & bike!

ps: da altra discussione
Vorrei fare un po’ di considerazioni sulla mia Dahon Vitesse D7 dopo 3 anni di utilizzo intensivo casa-lavoro. Non ho il contachilometri, ma facendo due conti veloci  ho stimato una percorrenza totale di circa 8000 Km, ovvero 15 Km al giorno, 75 Km a settimana, 300 Km in un mese, 2700 Km in un anno (solo 9 mesi perché escludo pioggia, neve e ferie).
 Aspetto economico: pagata circa €450 nel 2009 (incentivo statale  :)) considerando che l’alternativa più conveniente per il mio tragitto è l’abbonamento annuale al bus (€310) dopo solo un anno e mezzo ho cominciato a viaggiare a gratis. Le spese sostenute in 3 anni sono state: €25 copertone Schwalbe Marathon, €10 camera d’aria + kit sostituzione, €15 luci, €40 pedali Mks fd7 in arrivo.
 Aspetto salutistico: 30’ di bici prima e dopo 8 ore di scrivania ossigenano il cervello e mi fanno parzialmente scaricare lo stress accumulato. Inoltre essendo uno a cui non piace stare in coda, la bici mi offre una flessibilità e libertà ineguagliabile.
 Aspetto ludico: se il tempo è bello e non ho impegni, al ritorno dal lavoro passo dai parchi cittadini. Inoltre se nel weekend ho ancora voglia di pedalare me le carico in macchina (ne ho un’altra per la mia ragazza) e vado dove voglio.
 Aspetto sicurezza: niente furti, la piego e la metto dietro la scrivania. In caso di forte pioggia o grandine, la piego e prendo il bus.
 Inconvenienti: il copertone posteriore si è consumato troppo in fretta e ha ceduto nei fianchi; il pedale sx ogni tanto trema sensibilmente mentre si pedala; qualche cigolio al manubrio, ma penso di risolverlo con un po’ di olio; l’elastico del porta pacchi si è allentato e l’ho perso il mese scorso.
 Pro: leggera, semplice da piegare, pedalata fluida e cambio sempre efficacie. Manutenzione ridotta ai minimi termini, olio la catena  e i giunti 3 volte all’anno (forse fin troppo poco…).

 Considerazioni finali: la ricomprerei? Ad occhi chiusi!!!

da altra discussione:
(Image removed from quote.)

da altra discussione:
Riguardo alle pieghevoli a Genova: io ho scoperto l'esistenza delle pieghevoli proprio grazie a un bromptoniano genovese, che anni fa ne ha parlato su Caterpillar a Radiodue. Questo signore fa proselitismo da anni un po' ovunque, e ha realizzato anche un bel video dove mostra l'uso della Brompton nei vari mezzi pubblici cittadini (bus, ascensori, treni), senza alcun problema. Dico questo perché la Brompton misura 58,5x56,5x27, quindi in base alla seconda misura non potrebbe salire sui bus né gratis né a pagamento, ma se questo tizio lo fa da anni vuol dire che i controllori sono un pochino più elastici dei regolamenti, per fortuna. Questo è il video:
http://www.youtube.com/watch?v=SlBHS9xl6eo&feature=youtube_gdata_player
Mario

da altra discussione
Ciao a tutti, mi chiamo Giuseppe e da qualche settimana sono un felicissimo possessore di bici pieghevole (Oyama St. James). Il mio incontro con il mondo delle pieghevoli e' avvenuto un po' per caso ed in maniera forse non del tutto ortodossa... Dopo anni e anni di assoluta inattivita ciclistica ho deciso di tornare in sella spinto esclusivamente dalla necessita di inseguire i miei due pargoletti nelle loro evoluzioni su due ruote (con pedali il piu’ grande e pre-bike il piccolo) senza dover correre dietro di loro fino allo svenimento  :)
Cosi', girovagando per la rete alla ricerca di una bici che facesse al caso mio, mi sono imbattuto nel meraviglioso mondo delle pieghevoli... mmmmm, interessante... cosa c'e' di meglio di una bici che si ripiega e sta nel bagaliaio assieme a quelle dei pupi e che all'occorrenza con una "magia di papa’" diventa una bici vera? Ovviamente, manco a dirlo, finora mi è capitato una sola volta di poter uscire in bici con i bimbi, ma n-volte ho lasciato nel box auto e moto per lanciarmi con gioia immensa per le vie della mia bellissima Genova!  :D
Il risultato e che mi ritrovo gia' a pensare ad una 16" per ampliare le possibilita di trasporto intermodale...
« Ultima modifica: Novembre 19, 2012, 07:05:12 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Andre79

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +2/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #25 il: Giugno 05, 2012, 01:50:32 pm »
Stamattina primo giorno sulle nord nel tratto urbano di milano..salgo con la mia B'Fold convinto di essere guardato come un marziano (o anche peggio!:D), poi guardo bene nella carrozza alla mia sinistra..e ci sono ben 2 Dahon!!..chissà che un giorno non si arrivi ad una carrozza dove tutti hanno una bici..


ecco come sta la mia wit E.O. sui treni milano-gallarate...sono comodissimo, la inserisco ovunque, anche in metro durante ore di punta messa tra le gambe e via!!! capita che gente curiosa ti chiede: " come ti trovi? costa tanto?..." dare un consiglio/parere fa sempre piacere, soprattutto vedere che Milano piano piano sta cambiando!!!





Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #26 il: Giugno 05, 2012, 01:58:04 pm »
approfitto per ricordare di portare una qualche sacca con cui coprire il mezzo, altrimenti possono multare !
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline Val_Ter

  • maestro
  • ****
  • Post: 326
  • Reputazione: +38/-0
  • Chi vuole trova modo, chi non vuole trova scuse.
    • Il mio sito (otto anni che non lo aggiorno, che vergogna!)
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #27 il: Giugno 05, 2012, 02:00:21 pm »
approfitto per ricordare di portare una qualche sacca con cui coprire il mezzo, altrimenti possono multare !

Vero: il regolamento parla chiaro anche se basta un grosso sacco di plastica, purche' la bici sia coperta!
CO2 NON emessa a settimana: 12 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 6 litri - Euro risparmiati in treno con la pieghevole: 125,35
HT 5 Cappuccino - Non riesci a leggere cosa c'e' scritto sul mio avatar? Clicca QUI!

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #28 il: Luglio 03, 2012, 01:54:51 pm »
lo so non è pieghevole ma è bella lo stesso :)

Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline Jimmy

  • gran visir
  • *****
  • Post: 761
  • Reputazione: +18/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #29 il: Luglio 07, 2012, 09:21:37 am »
...poi arriva a casa stanco

Caro Hop, NOI arriviamo stanchi ma soddisfatti, endorfizzati e soddisfatti  a casa....loro arrivano nervosi, che poi si traduce in spossatezza, stanchezza, ipotensione e scazzo!!!
Dahon Vitesse D7 HG....Full HG!!B-)

Tags: cultura auto_bici faq