Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.  (Letto 92620 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline metrosur

  • assistente
  • ***
  • Post: 182
  • Reputazione: +21/-0
    • iBinari+CityRailways
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #90 il: Aprile 06, 2014, 12:16:15 am »
In questi ultimi due anni (quasi), leggendo il forum ho notato che molti (non tutti ovviamente) di quelli che hanno le bici pieghevoli si sentono diversi, pensano che gli altri passanti e cliclisti "normali" li guardano strano con ammirazione o sfida, che hanno capito tutto e gli altri sono i poveri sfigati con le bici con le ruote grosse. Trovo questa cosa abbastanza ridicola, da egocentrici che pensano che tutti li guardano solo perché vanno in giro con un bici un po' diversa dalle altre. Diciamo che ai giorni nostri ce ne vuole per sollevare l'attenzione della gente, non basta certo una bici. Quindi mi spiace dirvi che non siete per niente speciali ma solo persone di buon senso perché avete preso un decisione saggia di usare una pieghevole che è molto comoda e funzionale (io non potrei mai più tornare indietro). Al massimo ogni tanto qualcuno lungo la strada vi chiede com'è andare con quelle piccole bici e quanto costano, strabuzzando gli occhi quando gli dici il prezzo. Non credo che bisogna sentirsi speciali o parte di un club d'elite per dover dare ogni tanto qualche informazione. Senza polemica e senza voler smorzare alcun entusiasmo per le nostre belle bici pieghevoli che ci fanno sentire felici.

Offline kaligola

  • gran visir
  • *****
  • Post: 501
  • Reputazione: +32/-0
  • Non sono confuso, sono solo mischiato bene.R.Frost
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #91 il: Aprile 06, 2014, 12:34:08 am »
sintetizzando: anche la stupidità inquina e purtroppo non e solo pieghevole  ;)
"non sono confuso, sono solo mischiato bene"  " la miglior via di fuga è sempre attraverso " R. Lee Frost

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #92 il: Aprile 06, 2014, 11:13:59 am »
Beh, io in ufficio ho molte persone che strabuzzano gli occhi quando vedono la mia pieghevole, ho il parcheggio riservato ai motorini e alle bici, recintato, ciò nonostante hanno tagliato una catena e rubato una bici.

Quando guardando la mia, capiscono che e' pieghevole, la prima domanda che fanno e'....ma ti ci trovi sicuro con quelle ruotine ??... E la seconda....ma riesci ad andare come le mtb ???...ora siamo in 5 con le pieghevoli :)

Alcuni, me compreso, si troverebbero in serie difficolta' con una full size, vuoi per il posto in casa, vuoi per la mancanza di un ascensore, o perche' fanno intermobilità spinta....insomma ognuno ha i suoi motivi per prediligere una pieghevole.

Un altro mio collega ha preso una qeridoo da 20, dopo una settimana la ha venduta e adesso punta ad una mtb full, non fa intermobilità e deve fare 15 km da casa ad ufficio, e ritorno (altri 15)....non si sente meglio perche' pieghevolista, ma perche' pedala...a prescindere da cosa...ormai lo ho convertito ...ed e' questo che conta.

E ti assicuro che quando pedalo con la mia...gli altri ciclisti rimangono in ammirazione, con altri ciclisti partono curiosità e semisfide?..e' tutto quello che tu dici che noi ci "sentiamo" diversi...io sono diverso !... Io arrivo in ufficio, piego, e sorrido...stando molto tranquillo, io la piego, la infilo nel cofano della SMART e vado, e sorrido, io la piego, la metto al centro tra le gambe nel mio maxi scooter e vado....e sorrido, io la piego, la metto nel micro ascensore a casa di mia madre e arrivo al 5 piano...e sorrido, io la piego, entro al bar e prendo un caffe'...e sorrido, io la piego, entro in ospedale ...e sorrido (?????????)...potrei continuare ad elencarti i motivi per cui mi sento diverso, ma ho capito che hai capito :)

folderPACE & folderLOVE

A
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #93 il: Aprile 07, 2014, 11:33:25 am »
… e sorridi ;D
anch'io mi sento molto sorridente mentre pedalo, ma più che il farlo perché sono su una pieghevole, credo che sia Il FARLO e basta, tutti i ciclisti che incrocio con una certa regolarità, comincio a salutarli, che siano su pieghevole che non… ;)
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Zamu

  • iniziato
  • *
  • Post: 34
  • Reputazione: +1/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #94 il: Aprile 07, 2014, 12:11:31 pm »
… tutti i ciclisti che incrocio con una certa regolarità, comincio a salutarli, che siano su pieghevole che non… ;)
E ci mancherebbe! :D Ora non è che non possa esistere altro dio all'infuori della pieghevole... Ci fossero più ciclisti, a prescindere dalla scelta della bici...

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3407
  • Reputazione: +170/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #95 il: Aprile 14, 2014, 03:31:25 pm »
Riporto da altra discussione:
(...) Utilizzo la pieghevole a Catania da gennaio e in 4 mesi posso dirvi che ho risparmiato mediamente 200 euro di benzina (scendo a CT con l'auto ma non entro al centro, lascio l'auto in periferia). Risultato? Risparmio di benzina, di tempo, di posteggio, di liti col posteggiatore abusivo, mi sento molto più energico e ho anche perso qualche chiletto di troppo. Altra considerazione importante: non ci avrei mai creduto ma girando in bici conosci davvero la tua cittá. In auto passi e non osservi, in bici puoi farlo. Ho più tempo per ascoltare la musica e in 4 mesi ho conosciuto tante persone ed incontrato tanti amici. È verissimo, non tornerei mai indietro, anzi, rimpiango di non averlo fatto prima! (...)

Offline catorcio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1019
  • Reputazione: +36/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #96 il: Aprile 14, 2014, 05:01:42 pm »
 ::) quelli che hanno le bici pieghevoli si sentono diversi, pensano che gli altri passanti e cliclisti "normali" li guardano strano con ammirazione o sfida io questo effetto l'ho ottenuto abbinando alla pieghevole un altoparlante amplificato, la prima volta sono stato(adirittura) applaudito!!! da una comitiva di anziani,la seconda da una scolaresca su invito degli insegnanti (credevo di essere Renzi) ieri il patatrac!! una signora seguendo la musica dei Nirvana che usciva dalla mia bici non ha visto un tombino sul marciapiede è caduta"rovinosamente" a terra (sono in dubbio se mi ha guardato strano con ammirazione o sfida) .

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #97 il: Aprile 15, 2014, 08:08:19 pm »
si ma quale canzone?
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3407
  • Reputazione: +170/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #98 il: Aprile 17, 2014, 11:38:09 pm »
Riporto da altra discussione. :)

l'euforia da neo folding biker mi porta a scrivere e a condividere la mia esperienza sul forum. niente di chè ma quello che ho fatto mi ha fa sentire un fortunato possessore di una pieghevole!!

... pedalo per circa 5 km e giungo finalmente in un negozio. mi guardo intorno e cerco qualche palo a cui legare la mia bfold. stranamente non c'era niente. nessun palo, cartellone pubblicitario, niente!!! allora ho pensato di girare la testa al ciuccio e di tornarmene indietro. ma ad un certo punto lo spirito da folding biker ha preso il sopravvento sulla vergogna o l'imbarazzo di entrare in un negozio con una bici piegata. dopo circa un minuto, dovuto al fatto che utilizzo un legabagagli di un metro per tenere la folding compatta, entro nel negozio!!
piccola soddisfazione!!!

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #99 il: Aprile 19, 2014, 04:54:08 pm »
riportato anche qui:

nei locali con la pieghevole.
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=144

:D

----------------------

da altra discussione:

Dopo varie letture ho deciso di iscrivermi al forum.
Da sostenitrice incallita dell'utilizzo della macchina anche per buttare via l'immondizia sto passando ad un altro mondo.
Momentaneamente ho una hoptown, ma con la scusa di DOVERE avere due bici pieghevoli in casa, perchè non si sa mai, qualche giro in compagnia ci sta sempre bene, sto per acquistare una brompton, sempre sognata.
Mi sono informata della "situazione intermodalità" qui in provincia di Venezia e più precisamente su Mestre e interland, ma la situazione è tragica. Vorrei poter andare a lavoro senza toccare più la macchina, ma i treni regionali non lo permettono per via di ritardi, di soppressioni delle corse e per la ressa che non permette di caricare una bici pieghevole senza essere linciati.
Un saluto a tutti.
End_up

Ciao a tutti ...

sono Steve da Milano. Sono arrivato a questo Forum dopo l'ennesimo furto di bicicletta a mia moglie ... siccome il mondo della pieghevole mi ha sempre affascinato e stavamo già considerando di prendere una pieghevole ...

mi sono messo a cercare un po' in rete informazioni ...

ed eccomi qua ...

Steve

Buongiorno a tutti, mi chiamo Fabio, ho 32 anni e sono campano. Vivo a Torre del Greco e lavoro a Roma, tutti i giorni come pendolare estremo.
Proprio per questo motivo mi sono avvicinato al forum, vi seguivo, soprattutto per le recensioni ( cosa che io faccio su un mio sito per le racchette da tennis). mi interessano soprattutto le piegevoli da pendolarismo estremo, ma non ho un budget elevato, anzi...
In vita mia sono sempre andato in bici e, quando abitavo a Roma, ho percorso davvero tanti chilometri con una bici da turismo. la utilizzavo per andare al lavoro, percorrendo 12 km a tratta, almeno 24 al giorno, sulla dorsale del tevere.
Ora ho venuto la mia turing e devo trovare un'alternativa piegehvole, magari da portare anche sullo scooterone nel primo tratto che faccio al mattino.
Nonostante le vostre ottime recensioni e le discussioni in merito, non riesco ad orientarmi.. m soprattutto perchè le più funzionali sono fuori budget!
ad ogni modo, sono qui anche per condividere la passione per le due ruote, che siano da 28 o da 12, non importa ;)

Buongiorno,
sono Claudia neo iscritta non ancora pieghevole!
Dopo un furto di bici normale e quasi due anni di bici del Comune vorrei cambiare.
Ci penso da mesi, ma ho iniziato solo venerdì scorso a cercare di sapere qualcosa di più sulle pieghevoli. Sono andata a Torino da Bikeid, negozio molto fornito, dove il gentilissimo Andrea mi ha fatto provare Brompton, Nanoo, due modelli di Tern ed altro.
E' stato amore a prima vista con la Tern verge duo, due velocità che si alternano in automatico e freno posteriore a retropedale, fantastico!
Il problema è quindi solo il costo assai elevato (950 da scontare).
Sto quindi cercando un'alternativa ben più economica, perché non so se la userò davvero così tanto.



Mi serviva una pieghevole e grazie a voi ho trovato la scelta giusta... un Atala Folding 20.
La pieghevole mi serve per parcheggiare l'auto ovunque e raggiungere velocemente la meta senza problemi
Non sono mai stato un ciclista, ma ora tra la vicinanza del posto di lavoro e il paesino al mare dove tutto è a portata di pedali ho scoperto il piacere di pedalare.
Grazie ancora


Come consuetudine sui forum mi presento. Vivo e pedalo a Bari e mi sono avvicinato al mondo pieghevole (e di conseguenza a questo forum) come molti per una concomitanza di fattori... il piacere della bici, l'utilità dell'intermodalità (nel mio caso bici + treno), un pizzico di spirito di avventura e curiosità che mi guidano spesso su strade molto secondarie alla ricerca di luoghi inesplorati, immersi nella natura e lontani dal caos cittadino. L'approdo a questo forum è quindi conseguenza diretta di questa passione ormai irrefrenabile. La mia bici pieghevole attuale, oltre ad essere la mia prima bici in assoluto, è una Cinzia Car Bike 170, una utilitaria ma con grinta da vendere :) Un saluto a tutti e buone pedalate!

Sono possessore di una nanoo da 5 mesi, e devo dire che e' FANTASTICA!
Premessa, sono un pendolare da Cremona a Milano (tutti i giorni); prima della nanoo i mezzi che
utilizzavano erano: auto(fino alla stazione) - treno - metro - bus o piedi (se perdevo il bus aziendale),circa 2km. Ora
con la nanoo : nanoo - treno - metro - nanoo.
Quindi, l'auto non la uso piu' (risparmio sulla benzina) e non ho problemi se perdo il bus; La "nanetta" mi ha un po' cambiato la vita, in meglio.

Eccomi qui.
Da mesi ormai leggo il forum, e spero presto di potervi parlare dell'acquisto che sto per fare (devo ancora provare e vedere la pieghevole ma se va tutto bene ne entrerò in possesso venerdì prossimo).
Pieghevole per necessità la mia. Vivo in un piccolo paese della Riviera Ligure, in provincia di Genova mi sono sempre spostata in bicicletta che per me non è solo il mezzo di trasporto preferito per raggiungere il posto di lavoro, per fare la spesa e per spostarmi in città, ma è anche il mezzo che accompagna (o meglio ha sempre accompagnato prima di una brutta caduta) anche il mio tempo libero...bicicletta equivale a sentirsi liberi, rallentare e godere il panorama, fermarsi quando e dove si vuole...penso mi capiate :)
Eccomi qui.
Cinque biciclette rubate sotto casa in 2 anni, tutte accuratamente legate, alcune molto belle (mountain bike), altre classiche "biciclette da stazione" arrugginite che io non avrei mai rubato...ma mi hanno rubato anche quelle e adesso, dopo quasi 6 mesi senza una bicicletta, mi sento come se mi mancasse un arto...la pieghevole la userei solo per gli spostamenti casa/lavoro e me la porterei in casa per ritrovarla, fedele e affidabile al mattino, senza brutte sorprese e tuffi al cuore di fronte a lucchetti tagliati...

Appassionato di mezzi autonomi, combatto da anni l'intermodalità obbligatoria per lo spostamento casa-lavoro prima con il bike sharing e poi con un versatilissimo monopattino Xootr.
Il problema nasce quando in ufficio hai un mentore come Marco.dummi con la sua Brommie bianca e se in treno capita di tanto in tanto di incrociare Hopton e la sua passione viscerale per la pieghevole.......
la scimmia sale!  :o



.............
Il motivo per cui ho acquistato la mia pieghevole è prevalentemente cicloturistico. La bici pieghevole mi permette di esplorare il mio territorio con una flessibilità inedita: da un lato posso godermi tutti quegli angoletti invisibili dalle grandi arterie automobilistiche (stradine secondarie, centri storici, aree pedonali), dall'altro posso comunque percorrere distanze impensabili a piedi, espandendo enormemente in mio raggio d'azione. Quando mi stanco, mi infilo su un treno o faccio l'autostop e via. Quando piove, mi infilo sotto un portico. Quando ho fame, mi infilo in un ristorante. Non vi sarà difficile capire perchè ho scelto Flâneur come nickname.
................


Buongiorno a tutti, ho 36 anni e vivo a Roma.
Ho recentemente acquistato una DAHON S.U.V., l'obiettivo è quello di recarmi a lavoro percorrendo i 2km che mi separano dalla stazione, imbarcarmi con la mia pieghevole, giungere alla stazione di destinazione e percorrere un altro breve tratto fino all'ufficio.
Ora la mia Dahon si trova sotto la mia scrivania! ^_*
Usare la macchina dal lun al ven per percorrere 4 km al giorno, mi sembrava proprio un vero spreco di carburante!

Mi chiamo Marco, sono un ragazzo di 26 anni, dentista.
Abito e "giro" in zona Torrevecchia-Casalotti, zona nord-ovest di Roma diciamo.
Ho cominciato da poco a lavorare, e il lavoro mi sta prendendo davvero tanto tempo... non avendo più tempo ed energie per poter effettuare un programma di allenamento come si deve, ho deciso di provare ad usare una bici pieghevole negli spostamenti giornalieri casa-lavoro lavoro-casa, e perché no, anche per andare in centro zona Prati e magari fare qualche passeggiata verso Anguillara.
Tra l'altro, non so se se ne sia già parlato, è stata inaugurata da poco un tratto di pista ciclabile che da Monte Mario porta a Valle Aurelia.
Ecco, credo sia proprio il momento adatto per comprarmi una bici pieghevole.

Salve a tutti, mi chiamo Marina e sono amante della bici. La uso quotidianamente per i miei spostamenti, ma quando vado in vacanza mi manca moltissimo. Tant'è che ho deciso di acquistare una pieghevole da portare con me. ....................... Voglio usarla in vacanza per compiere i 4 km di strada asfaltata che mi separano dal mare...........



Ciao a tutti,sono felicissimo di essere entrato a far parte di questo bel forum. Mi chiamo Alessio,sono di Roma e ho 35 anni. Nella vita sono uno psicoanalista e ogni giorno vado a lavoro con la mia Dahon vybe c7a,caricandola sul treno(abito in zona tor vergata) e una volta a termini raggiungo il mio studio a trastevere. Amo muovermi solo in bici e ne posseggo delle altre,con cui io e mia moglie sbrighiamo tutti i giri e le commissioni per casa. La macchina la usiamo pochissimo e solo quando ci spostiamo coi nostri due cagnoloni. Spero di poter imparare ancora tanto e di dare il mio contributo al forum..a presto

Sono Marco sono di Roma faccio il pendolare tra Roma e un paesino vicino Napoli dove vivo. Sono un' ortottista e ottico lavoro presso un studio medico oculistico e un negozio di ottica. Arrivo tutti i giorni a Roma in treno attualmente con Italo dove la mia  mia Olmo Wave 20 Rossa piegata viaggia benissimo. Una volta arrivato la uso per tutti gli spostamenti in città. Il forum è stato fondamentale per orientarmi nella scelta della bici, spero di contribuire alla crescita del forum, partecipare a qualche evento e infine creare delle agevolazioni per tutti i "pieghevolisti" con le strutture per le quali lavoro.
Un saluto

Salve,
neo-proprietaria (finalmente) di una bici pieghevole economicissima (la Folding 20 da supermercato per intenderci) ;D ma corrispondente (almeno spero!) alle mie esigenze, da tempo non avevo una bici neanche per fare un giro intorno a casa ed è ottimo averne una che all'occorrenza può essere facilmente caricata sull'auto (o eccezionalmente anche sul bus) per farsi una pedalata in zone più bike-friendly (sono di Ancona che è caratterizzata da molti saliscendi!).
Come avrete capito, non sono un'appassionata di bici con la A maiuscola e le questioni di "meccanica" della bicicletta mi risultano così poco simpatiche che chiedo alla bici solo le prestazioni minime per tenermi in piedi (della serie che se il cambio non è ben registrato mi tocca tenermelo così) :-[ . Di chiarimenti, però, ne avrò bisogno e spero nei vostri consigli e aiuti (ho già pronte un paio di domande da neofita inesperta!).  ::)

Ciao  :)



Faccio quasi necropost...sorry  :-[ :-[ :-[

Non mi avete più sentito ma non vi ho tradito, ho semplicemente continuato a seguirvi silenziosamente.

Data la vostra gentilezza nell'aiutarmi ad evitare scelte sbagliate (che magari ho fatto da solo) desideravo non solo ringraziarvi ma anche aggiornarvi sulla mia situazione.

Con il nuovo mezzo sto scoprendo un mondo  :o
Mai e poi mai avrei pensato che fosse così piacevole.....e fattibile.
Ad oggi ho , anche se con risultati altalenanti, raggiunto la quota di 400 km, con un record personale di 37 km in un sol  giorno.

Poca cosa penseranno in molti, ma per uno che mirava a fare 3-400 mt a piedi, fare 400 km in bicicletta  sono distanze siderali  :P
Oltretutto le strade intorno a me non sono pianeggianti, così mi diletto (fino al limite cardiaco di 170 bpm) anche in salite e discese.
Purtroppo imprevisti di malattie varie , ospedali e altre angherie mi hanno fatto saltare molte sessioni di allenamento (allenamento, parola grossa, ma vista la fatica che faccio , non mi vengono altri sinonimi)

La passione aumenta, il coraggio anche, le gambe rispondicchiano, il fiatone cala e anche il peso....poco...ma 4-5 kg li ho archiviati  8) 8)

Ho ridato vita anche alle "vecchiette" (una Bianchi Spillo e una Holland) che ho usato tutti i giorni con la moglie su strada piana nelle recenti vacanze sulla riviera romagnola.
Anche a lei sta prendendo la cosa...e le sta venendo il desiderio di venire con me....
Bello!

Purtroppo ogni bici che vedo mi fa voglia, una volta le "scatto fisso minimaliste", una volta le "Fat bike", molte volte le "folding"...insomma, dovrei prenderne una flotta ( si può dire flotta di biciclette??  :-[ :-[ )
Tanto che la notte spesso penso di progettarmene una , ovviamente pieghevole, con le ruote fat, freni a disco , ma minimalista.  :o :o :o

Ancora non riesco a capire se mi avete salvato o completamente rovinato....HAHAHAHA

Comunque una cosa da dirvi è....

graziegraziegraziegrazie  ;D ;D ;D ;D

Io vivo a Santa Marinella provincia di Roma, pratico ciclismo su strada per hobby/sport e per lavoro vado a Roma tutti i giorni in treno, poi prendo la metro e poi prendo il bus fino al luogo di lavoro che sta a metà tra la Tiburtina e Casal Monastero (appena fuori il raccordo) per chi è pratico della zona. Con la bici eliminerò il bus e penso che guadagnerò un po' di tempo.


Buonasera, sono Vincenzo abito a Roma
utilizzato la bici come messo di trasporto - anche in vacanza - fino alla laurea, poi abbandonata.
Oggi, vent'anni dopo, stufo di attraversare Roma in automobile, sto pensando di passare ad una pieghevole da utilizzare insieme alla metro

amo molto spostarmi in bicicletta, anche per percorsi molto lunghi. La utilizzo ogni giorno ma non essendo ben accetta nello stabile in cui vivo e non entrando nell'ascensore, dovrò metterla da parte e acquistare una pieghevole (possibilmente sempre ruote 26'').
« Ultima modifica: Ottobre 10, 2014, 05:27:53 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #100 il: Maggio 01, 2014, 11:24:55 am »
ieri sera, dopo aver atteso in stazione a torino il mio treno per tornare a casa, demoralizzato da immotivati ritardi sia dei treni in arrivo che in partenza (immotivati nel senso che nessuno del personale fs, aveva la benchè minima ragione del perché stessero avvenendo ritardi di anche 85 minuti  :o :o), mi son deciso ad una prima esperienza metro+bici…
quindi sono sceso alla metro e mi sono diretto al capolinea, e qui mi è venuto in mente sbrindola, avendo condiviso un breve tratto di quella che per lui è la quotidianità per andare al lavoro.
dal capolinea della metro mi sono diretto verso la mia città, avigliana, un percorso di ben 18 km coperto in 45 minuti, con una media di 25 km/h, credo di non aver mai fatto un percorso così lungo sulla mia pieghevole: ero estasiato, entusiasta, sudato come un maiale per le varie salite che ho incontrato che di norma, sul mio tragitto consueto, non incontro, mentre pedalavo continuavo a sorridere e parlare da solo, se penso che fra un po' più di un mese mi regalerò una nuova pieghevole, non oso immaginare dove andrò a finire…
mia moglie era un pelo preoccupata per le condizioni di luce, partendo da torino alle 20, fra metro e pedalata sono arrivato a casa alle 21 e qualcosina, affrontando anche zone di strada completamente buie per via della copertura di piante, per fortuna il boiler era acceso e mi son potuto docciare prima di cena!!!!
era così giusto per condividere qualcosa che mi sta dando davvero un sacco di soddisfazioni, spesso penso a quando i miei figli saranno più grandi e potrò condividere queste cose portandomeli dietro o, altrimenti, se non fossero della mia stessa idea, di continuare in solitaria!!
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #101 il: Maggio 01, 2014, 10:02:59 pm »
sei entrato nel tunnel.

Benvenuto nel club dei pedalatori sorridenti :D

------------------

da altre discussioni:

un saluto a tutti sono Andrea da palermo, sono in procinto di acquistare una pieghevole e girovagando nel web vi ho incontrato, sono un possessore di una bici da corsa in carbonio, mi sono messo in cerca per una bici da città abitando in un appartamento e non avendo un garage dove sistemare le bici ho accantonato l'idea di acquistare un'altra 28 per poi metterla in casa e mi sono imbattuto nelle pieghevoli sia per ovviare al mio bisogno di un mezzo di locomozione a zero spese sia per la versatilità e la facilità di trasporto.



Ciao a tutti!
Mi chiamo Giovanna, ho 25 anni e mi sono trasferita a Civitavecchia da un paio di mesi, mentre prima vivevo a Torino. Sono educatrice in asilo nido.
Durante uno dei miei spostamenti quasi quotidiani a Roma, ho notato un ragazzo piegare una bici in pochi gesti ed entrare in metro... sono rimasta folgorata :D
Da allora mi sono documentata un po' ed ho capito che la pieghevole è il mezzo più pratico e conveniente per gli spostamenti quotidiani, a maggior ragione in una città come Roma e dintorni.
A dirla tutta mi preoccupa un po' il fatto che Civitavecchia non si possa definire proprio una città "pianeggiante".. ma in ogni caso non potrei permettermi un'elettrica..
Ammetto anche che per me è un po' "la prima volta", non ho praticamente mai avuto una bici se non da piccola, anche se mi affascina da sempre.


Sono Paolo e vivo a Lubiana in Slovenia.
Da poco possessore di una Brompton bianca S6L.
Appassionato di mtb, lavoro in centro e i parcheggi sono cari, dopo che mi hanno rubato un paio di bici dal palo, ho deciso di passare ad una pieghevole.


Ciao piegatori,
è un po' che leggo questo mitico forum per orientarmi nel mondo delle pieghevoli, al quale mi sono avvicinata perché odio l'automobile, ho il terrore delle moto, adoro andare a piedi ma avendo i tempi sempre più ristretti grazie al mio bimbo in età prescolare mi sono decisa a considerare lo spostamento in bici, ma non avrei un posto dove riporla!

Ciao a tutti!
Da quando ho deciso l'acquisto di una pieghevole, ho da subito ritenuto utilissimo questo "nostro" portale e così ho cominciato a seguirvi. Mi chiamo Gigi, origini veneziane ma trapiantato nella brughiera di Malpensa per motivi di lavoro. Ho deciso l'acquisto della pieghevole soprattutto per quando torno nel weekend a trovare i miei "veci". Avendo portato vie le mie bici ed avendo un'utilitaria non tanto capiente, ho pensato all'alternativa pieghevole, così da sfruttarla anche per andare a prendere il ferry boat a Venezia e passarmi le giornate al mare al Lido di Venezia, evitando di farmi le code in auto per andare a Jesolo...
............
« Ultima modifica: Settembre 11, 2014, 10:45:19 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Fabrizio_1

  • maestro
  • ****
  • Post: 438
  • Reputazione: +48/-0
  • alieno ben mimetizzato ;-D
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #102 il: Luglio 14, 2014, 08:53:31 pm »
Oggi in treno, tornando da Novara ho "parcheggiato" Holly tra gli schienali e i sono seduto.
Avevo una persona seduta in diagonale rispetto a me, ci siamo osservati con curiosità, lui magrissimo, lungo, con una maglia che... mi faceva pensare a qualcosa...
Ad un certo punto lui guarda la mia S Bag e mi chiede a proposito della Brompton.
Insomma è un giornalista che da trent'anni segue il ciclismo.
Mi ha davvero trasmesso la difficoltà, alla quale tutto sommato siamo assuefatti, delle "imprese" dei ciclisti professionisti, raccontandomi alcuni retroscena.
I ciclisti professionisti fanno una vita abbastanza da galera, con guadagni tutto sommato risibili rispetto ad altri sport, certamente fisicamente meno impegnativi, sono meno viaziati, meno capriccciosi e meno personaggi di altri sportivi che praticano altre discipline.
La cosa che mi ha colpito è l'ammirazione reale e genuina dal punto di vista sportivo che ha dei ciclisti, e la stima umana per alcuni in particolare.
Ha detto che non potrebbe tradire la bici da corsa, ma che penserà di regalare una Brompton alla figlia..
Gli ho detto comunque di provarla, di farci un giretto.
Insomma un'oretta davvero piacevole.
Guarda che succede a girare in intermodalità con una pieghevole... ??? :)
Brompton M3R +8%

Offline Mozzy

  • iniziato
  • *
  • Post: 19
  • Reputazione: +3/-0
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #103 il: Agosto 04, 2014, 04:22:32 pm »
Ciao piegatori, finalmente ho avuto il mio battesimo intermodale sulla brommie, 2 km quasi tutti in salita per arrivare in stazione, 1 ora di treno e altri 10 minuti di bici su strada urbana. Ora sono sul treno di ritorno, sudata marcia e più morta che viva ma felice...Ho bisogno di parecchio allenamento ma il morale è alto: mentre mi aggiravo pedalando per la stazione (ero in ritardo...) mi veniva da ridere perché mi sembrava di essere nei titoli di testa del  film demenziale "una pallottola spuntata", quando si vede una lunga soggettiva della macchina della polizia che riesce ad intrufolarsi nei posti piú impensabili...Sono ancora impacciata nelle manovre di piega ma, conoscendomi, temevo peggio...E' migliorata anche la qualità della mia vita familiare perché, grazie alla Brommie, il mio pigrissimo marito si sta offrendo molto spesso volontario per le varie commissioni! Insomma, a fine estate, se sopravvivrò, avrò molto più fiato e le gambe di Rino Gattuso! P.S.: il mio bimbo di due anni e mezzo ogni volta insiste per salire sulla "Bommi" e poi si chiede, contrariato, come mai non arriva ai pedali...

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Re:cambio vita: testimonianze, luoghi comuni, soddisfazioni sulle pieghevoli.
« Risposta #104 il: Agosto 04, 2014, 04:31:10 pm »
Io ho scoperto che basta uscire 5 minuti prima e la pedalata diventa piu leggera...per lo meno nel mio tragitto di 5 km :)
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Tags: cultura auto_bici faq