Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Impressioni di guida (Hoptown 20")  (Letto 5397 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline foldo

  • apprendista
  • **
  • Post: 67
  • Reputazione: +1/-1
Impressioni di guida (Hoptown 20")
« il: Ottobre 15, 2011, 01:50:04 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
---------------------------

Spero di non aver sbagliato a inaugurare un nuovo topic. Nel caso, prego il solerte admin di redarguirmi o di spostarlo in una sezione più consona.

Pochi giorni fa, ho comprato una Hoptown verde da Francesco.mi, bravissima persona e ora felice possessore di una Brommie nera  ;) .
Comunque sia, ieri ho avuto modo di provarla in città e ne approfitto per postare le mie prime impressioni.

Premesso che vengo da una Strida clone, con la Hoptown ho avuto accesso a un mondo che non conoscevo.

La bici è pesante, è vero, ma se si vuole alleggerire di un paio di kg senza fatica né danni al portafoglio, basta togliere portapacchi, fari e montare una sella più leggera. Per il momento, la lascio così com'è perché voglio sperimentare la praticità di un portapacchi vero (non come quello della Strida) e guidare anche sotto la pioggia, situazione in cui i parafanghi sono una manna.

La bici mi è stata consegnata da Francesco in buone condizioni. Soltanto il cambio e i freni hanno bisogno di una bella regolata: cosucce che posso fare da solo.
La regolazione della serie sterzo necessita di un lavoro di fino: la differenza fra una mobilità anteriore (bobbing) eccessiva e una mobilità laterale fluida, sta tutta in un quarto di giro del registro. Consiglio di serrare un pochino più del dovuto perché al primo pavé si allenta un po' e diventa "giusta".

La bici ha solo pochi mesi di vita ma lo snodo centrale non presenta giochi. Persino sul pavé di via Manzoni (Milano) la bici resta rigida e non accenna a deviare dalla traiettoria impostata.
 La stabilità è buona fino ai 30 Km/h. Oltre, non lo so ancora...

L'impressione è quella di una bici con ruote di diametro molto superiore:  ondeggiamenti nella norma e buona agilità.
Solo l'accelerazione è penalizzata dal peso: una buona mtb con ruote da 26" e pneumatici leggermente scolpiti fa di meglio  :P

Il tubo di sella è lungo, davvero molto lungo: se si pedala con un rapporto duro, flette inesorabilmente nella zona di attacco col telaio. Così pure l'attacco della sella che è un po' troppo "cinese".

I pedali offrono una buona presa con l'asciutto e ho molto apprezzato la leggera inclinazione del piano d'appoggio.

Non ho ancora sperimentato l'intermodalità ma devo dire che la bici non è difficile da piegare. Però il tubo di sterzo va estratto quasi completamente dalla sua sede. Per me che sono abituato a tenerlo piuttosto basso, è un leggero handicap.

Tutto sommato sono contento. Una bici che costa meno di 300 euro, difficilmente potrebbe offrire di meglio. Ho provato una Vitesse e, peso a parte, non mi ha regalato sensazioni migliori. A Favore della HT c'è da dire che la Vitesse in questione era priva di fari, parafanghi e portapacchi.

A rileggerci con impressioni più complete e buone pedalate a tutti.

 

« Ultima modifica: Marzo 07, 2017, 08:28:11 am by occhio.nero »

Offline foldo

  • apprendista
  • **
  • Post: 67
  • Reputazione: +1/-1
Re: Impressioni di guida (Hoptown 20")
« Risposta #1 il: Ottobre 17, 2011, 04:11:22 pm »
Oggi, prima prova di intermodalità per la HT a Milano.
Percorso:
Viale Monza (altezza civico 18) - Piazzale Loreto. Trasporto piegata.
MM1 P.le Loreto - Porta Venezia. Trasporto piegata in metropolitana.
Porta Venezia - Piazzale Cadorna. pedalata.
Stazione Cadorna Ferrovie Nord - Varese. Trasporto piegata in treno.
Stazione Nord Varese casa mia (ca. 4 Km). Pedalata.

La Hoptown non è facile da trasportare piegata. Ho trovato una buona soluzione di compromesso tenendo il piantone di sterzo in posizione di marcia e guidando la bici sulle due ruote "accoppiate", ma ai tornelli faceva fatica a passare, così come non è facile da sistemare sulle scale mobili.
Quando c'è molta gente è quasi come portare in giro una sedia a rotelle.
A suo favore c'è una facilità di montaggio eccezionale: in una trentina di secondi si mette in posizione di pedalata senza alcuno sforzo e poi diventa una goduria.
A Milano non c'è uno straccio di salita, quindi il peso della HT si sente solo nello spunto ai semafori.
Per il resto è una bicicletta godibilissima che in città non fa affatto rimpiangere le city bike con ruote da 28". Va bene sul pavé, va bene sulle rotaie, frena decentemente e si muove agilmente anche nel traffico più impegnativo.
Vengo dalla Strida e posso  affermare con sicurezza di non rimpiangerla affatto  :D
Un'ultima considerazione: domenica ho portato la fidanzata in un parco cittadino e l'ho fatta salire sulla HT. Sarà per l'altezza ridotta da terra e per la facile manovrabilità, ma lei che non andava in bici da 30 anni non voleva più scendere  ;)
Vale la spesa?
Se consideriamo che una city bike economica, buona appena per il giretto domenicale in centro, costa almeno 150 euro, sì.
Con i 300 euro della HT si porta a casa una bici pieghevole che è una "bicicletta" e non un trabiccolo.
Appena faccio un giretto un po' impegnativo scrivo qualcosa di più.

Offline foldo

  • apprendista
  • **
  • Post: 67
  • Reputazione: +1/-1
Re: Impressioni di guida (Hoptown 20")
« Risposta #2 il: Ottobre 31, 2011, 07:24:39 pm »
Dopo una quindicina di giorni e qualche giro in più, posso confermare le impressioni iniziali sulla Hoptown.
Ho cambiato la sella con una più leggera e più adatta alla mia anatomia, ho sostituito la piega manubrio con una Ritchey più leggera e più stretta. Ho cambiato i due fari ingombranti e pesanti con quelli di decathlon che somigliano alla testa di E.T., ho gonfiato le gomme più dure perché la bici non mi sembrava molto scorrevole. Ora la Hoptown è un po' meno confortevole, soprattutto su pavimentazioni di sanpietrini o basoli, ma decisamente più maneggevole e veloce.
Ho anche girato il piantone manubrio verso l'esterno perché all'interno non mi permetteva di chiudere bene la bici.
Quando vado in treno cerco di arrivare con la bici "intera" fino ai binari e piegarla prima di salire sul mezzo perché trasportarla da piegata è davvero difficile. Finché il fondo è omogeneo, nessun problema, ma appena si trova una corrugazione dell'asfalto o, peggio, fondi dissestati, la Hoptown va un po' dove vuole.
I rapporti sono da pedalata tranquilla, adatta alle ridotte andature cittadine. Uso il rapporto più duro soltanto se la strada è libera. I binari del tram non sono mai un problema. Tratto la bici con delicatezza nella salita e nella discesa dai marciapiede ma in un paio di tentativi bruschi (di prova)  mi sono reso conto che la bici è davvero molto rigida e non gradisce affatto le maniere forti.
Il rilancio è un po' penalizzato dal peso ma tutto sommato accettabile.
Il portapacchi si è rivelato utilissimo, non solo per evitare di caricare troppo la schiena con uno zaino, ma anche per quelle rotelline che in treno, in ascensore e anche in casa, permettono di parcheggiare la bici in spazi ridottissimi.
I parafanghi sono bruttini ma efficaci: ho percorso alcuni Km con la pioggia e non mi sono sporcato affatto; un bel punto a favore!
Fate attenzione a dove la lasciate. La Hoptown attira lo sguardo dei curiosi ma anche dei malintenzionati. A Porta Genova (MI) mi sono allontanato un attimo e mi stavano fregando sella e reggisella. Se si riesce, meglio portare con sé la bici.
Nella stazione MM1 di piazzale Loreto, un controllore mi ha chiesto di piegarla per non infastidire gli altri passeggeri. A parte questo episodio un tantino antipatico, non ho avuto problemi.

La Hoptown è un mezzo concepito per il trasporto urbano leggero e come tale va considerato: non è una bici da corsa, non è una mountain bike, non è una city bike con ruote da 28". Il che significa che, con le dovute limitazioni, assolve pienamente lo scopo per cui è stata costruita.
Buone pedalate  :D

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re: Impressioni di guida (Hoptown 20")
« Risposta #3 il: Novembre 02, 2011, 06:34:47 pm »
grazie per il contributo.

Ho anche girato il piantone manubrio verso l'esterno perché all'interno non mi permetteva di chiudere bene la bici.

riesci a scattare qualche foto e a spiegare come hai fatto la modifica?

ps: approfitto per segnalare (per chi non l'avesse letta) la discussione  "soluzioni contro i furti"  http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=36
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline foldo

  • apprendista
  • **
  • Post: 67
  • Reputazione: +1/-1
Re: Impressioni di guida (Hoptown 20")
« Risposta #4 il: Novembre 03, 2011, 11:30:59 am »
Le foto non riesco a scattarle ma la modifica è semplicissima e, se ben ricordo, non sono l'unico ad averla fatta.
Comunque sia, gli step sono i seguenti:

1) aprire lo sgancio rapido del piantone di sterzo.
2) svitare di pochi giri la brugola da 5mm che lo tiene serrato nella sua sede.
3) svitare il controdado della serie sterzo
4) girare il piantone in posizione diametralmente opposta a quella montata dalla casa.
5) serrare nuovamente la brugola da 5 mm e il controdado della serie sterzo.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9877
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re: Impressioni di guida (Hoptown 20")
« Risposta #5 il: Novembre 05, 2011, 09:14:10 am »
grazie. descrizione molto precisa  ;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Tags: