Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Specchietto Zefal Cyclop  (Letto 3739 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
Specchietto Zefal Cyclop
« il: Maggio 16, 2013, 07:54:54 pm »
--- ADMIN ON

SEGNALO:

Specchietto retrovisore
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=35.0


--- ADMIN OFF


Specchietto Zefal Cyclop su Tern P9

Diametro del manubrio: Da 16,5 mm a 21 mm
Materiale dello specchio: plastica infrangibile cromata
Specchio: convesso
Superficie dello specchio: 46 cm²
Montaggio: montaggio universale (sinistra e destra)
Rotazione: completamente regolabile
Peso dichiarato: 60 g

Altezza massima specchio rilevata: 6 cm
Lunghezza massima dello specchio rilevata: 10,5 cm
Larghezza totale dello specchietto (di quanto sporge rispetto al manubrio): 13 cm

Prezzo: 13/15 euro



Si tratta di uno specchio da attaccare come appendice al manubrio.
Anche con le manopole biologic arx della Tern P9 non ci sono problemi nel montaggio sul lato sinistro.
Lo specchietto è interamente in plastica: il materiale esterno è discreto e resistente ai graffi.
Lo specchio riflettente non è in vetro, ma in plastica infrangibile cromata. Non ci sono alterazioni di sorta nella visibilità (problema che ho notato nelle versioni più piccole degli specchi Zefal), ed è come avere uno specchio vero.

Lo specchio si può ruotare su diversi assi ed è molto comodo per trovare la posizione ideale in base al proprio stile di guida e caratteristiche fisiche e per richiuderlo quando si piega la bici.

L'ingombro laterale è notevole.
Questo ha dei pro e dei contro.
Vantaggi:
- grande visibilità: la propria sagoma non entra mai nella visuale e si ha una visione chiara di ciò che accade alle proprie spalle
- sicurezza passiva: le auto interpretano la sagoma dello specchio come parte della bici e mantengono distanze maggiori
Svantaggi:
- dinamicità: il sorpasso nel traffico non è agevole, poiché la sagoma della bici aumenta considerevolmente. E' però sufficiente posizionarlo in senso verticale quando serve, e ruotarlo infine lateralmente quando si torna ad avere spazio. Anche con questa manovra non dovrebbero essere necessarie regolazioni particolari per tornare a vedere correttamente.

In caso di buche prese ad una certa velocità, o molto profonde, lo specchio perde la sua regolazione, ma è facile riposizionarlo anche in movimento.
Dovrebbe esserci un tensionatore di regolazione su un giunto. Non ho provato, ma stringendo la vite penso sia possibile renderlo meno sensibile. Io non ne sento la necessità.
Lo specchio non vibra e la sua grandezza è tale da dare una visione chiara delle immagini, senza che queste siano mai distorte o poco visibili.

Ripiegando la bici non ci sono problemi. Lo specchietto potrebbe anche restare aperto senza dare troppo fastidio (resta verso il giunto centrale).
Ritengo però poco probabile che non riceva anche dei piccoli urti tali da fargli perdere la regolazione.
Preferisco quindi richiuderlo al di sopra della manopola con lo specchio rivolto verso il basso per maggiore sicurezza e riposizionarlo in un paio di secondi una volta riaperta la bici.

Non è una accessorio indispensabile e non esime dal voltarsi per verificare le auto in arrivo in caso di spostamento verso il lato sinistro della carreggiata.
Inizialmente può scoraggiare la sua larghezza, ma in poco tempo ci si farà l'abitudine e non sarà più un problema.
Personalmente penso che uno specchio più piccolo di così sia inutile. A questo punto tanto varrebbe non averlo.
Il prezzo è basso, in linea con i modelli di dimensioni minori della stessa marca, e se si è interessati ad uno specchio io consiglio questo modello.
Con il passare del tempo mi sono abituato alle sue dimensioni e lo trovo utile.
Ci sono situazioni in cui lo specchio risulta comodo: ad esempio in una strada trafficata e stretta con molte buche in cui è richiesto che si guardi bene sempre avanti, lo specchio permette di sapere cosa accade alle spalle senza voltarsi e senza distogliere l'attenzione.
Se però la vostra priorità è l'agilità estrema nel traffico, non credo faccia per voi.



Nelle foto qui di seguito trovate tutti i dettagli.












« Ultima modifica: Luglio 21, 2016, 09:03:29 pm by occhio.nero »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9847
  • Reputazione: +171/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Specchietto Zefal Cyclop
« Risposta #1 il: Maggio 16, 2013, 10:26:16 pm »
grazie per aver condiviso queste informazioni.

Una domanda: gli snodi sono in plastica? Ne avevo un modello simile tempo fa, tutto di plastica... sempre in ansia che un urto lo potesse rompere. Alla fine l'ho abbandonato.


------------------------


da altra discussione:


Lo specchietto si può togliere, è fissato con una cinghia di gomma. Dopo ti metto il link, è uno specchietto cinese preso su Amazon, costa la metà dello Zefal che si è rotto subito.


.......................
visto che ci sono posterò fotuzze anche dello specchietto, si tratta di uno "Zefal Cyclop", se non erro l'ho pagato € 14,00 e mi ha salvato la vita un bel po di volte, lo inserisci nel manubrio ed è universale...
Due pecche:
- l'ingombro in fase di piegatura (in quanto la superfice dello specchio è abbastanza grande, ma esistono modelli più piccoli), io dopo un anno ci sono abituata

« Ultima modifica: Luglio 21, 2016, 09:03:52 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Jimmy

  • gran visir
  • *****
  • Post: 761
  • Reputazione: +18/-0
Re:Specchietto Zefal Cyclop
« Risposta #2 il: Maggio 17, 2013, 12:37:21 pm »
vi riporto la mia esperienza: con lo Zefal mi sono trovato sempre bene in virtù anche della sua forma a goccia che agevola la visuale...unico difetto è che è parecchio sporgente (lo potevo solo traslare di 90° in alto) e i 2 che ho avuto mi si sono rotti entrambi cercando di passare in spazi ristretti tra auto etc....ora, ho montato sempre specchietti a goccia larghi e lunghi esattamente la metà (la coppia acquistata a 5€) che ho acquistato da Brico....e se all'inizio la cosa risulta difficile perchè abituati alla panoramica grande dello Zefal, poi con l'andare anche l'occhio si abitua alle ridotte dimensioni e diventa ugualmente funzionale....per me, lo specchietto retrovisore dovrebbe essere un accessorio non solo fondamentale, ma anche obbligatorio°_°
Dahon Vitesse D7 HG....Full HG!!B-)

Tags: