Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: pedalare attrezzati o leggeri?.  (Letto 6481 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
pedalare attrezzati o leggeri?.
« il: Ottobre 26, 2011, 09:28:12 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
-----------------------------------


L'?uso della bici pieghevole si basa su compromessi tra differenti esigenze, non sempre facili da conciliare.

Il primo compromesso è tra prestazioni da un lato e dimensioni/peso dall?altra, ma di questo si è già parlato molto diffusamente

Il secondo compromesso, essenziale nell?l?impiego intermodale, riguarda il tempo.
Finché siamo in estate è tutto facile: si monta la bici, si salta in sella e si parte; ma nella brutta stagione è necessario far fronte al buio, al freddo e alla pioggia. Le soluzioni ci sono, ma non sempre sono molto pratiche quando si è di fretta.

Le alternative hanno entrambe dei vantaggi e degli svantaggi:

1)   Viaggiare ben attrezzati, ma rallentando partenze e arrivi.
Maneggiare e trasportare caschetto, luci, mantelline, giubbotti, indumenti di ricambio ogni volta che si sale e che si scende frettolosamente da un mezzo pubblico costituisce indubbiamente una perdita di tempo (e un ingombro) che può diventare esasperante. A volte basta affrontare il tragitto con un atteggiamento più sereno, concedendosi qualche minuto in più. Altre volte le coincidenze dei mezzi pubblici sono davvero vincolanti.

2)   Viaggiare leggeri e rapidi, rinunciando a tutto ciò che non è essenziale.
Muoversi sempre come se fosse estate, senza luci, senza casco, senza indumenti particolari è senz'altro più semplice. In fondo un po? di pioggia addosso si può sopportare. e il caschetto non è obbligatorio. Se si si sposta esclusivamente di giorno e col bel tempo, oppure su itinerari ben separati dal traffico motorizzato, si possono risparmiare anche i dispositivi per la visibilità. Ma se si va in strada quando le condizioni non sono ottimali, bisogna per forza essere attrezzati nel migliore dei modi.


Perché questa riflessione
A volte vedo altri ciclopieghisti partire come razzi dalla stazione mentre io resto lì ad armeggiare con tutta la mia attrezzatura e mi chiedo se non sbaglio, se non sarebbe meglio fare come loro.
Però, qualche sera fa, mentre ero in auto, ho anche intravvisto con sconcerto nella penombra più di un ciclista vestito di scuro e senza luci. Gli mancava solo un po? di nero sul viso ed avrebbero potuto andare a sabotare le linee nemiche come Rambo!  Secondo me questo modo di muoversi è non è viaggiare leggeri, ma è pura incoscienza, è mettere assurdamente a repentaglio la propria vita.
Insomma, proprio come per le dimensioni e i pesi, anche qui il problema è complesso e resta aperto perché non esiste una soluzione buona per tutti e per tutte le circostanze.
« Ultima modifica: Marzo 10, 2017, 08:29:50 am by occhio.nero »

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #1 il: Ottobre 26, 2011, 09:39:01 pm »
il problema della visibilità è serio, ci sono molti che non rendono conto del pericolo che procurano a se stessi e agli altri. in fondo basta poco: esistono luci economicissime, per esempio da bricocenter ce ne sono da 1 a 4 euro. queste ultime le ho regalate ad un amico che si ostinava ad andare in giro al buio. se ognuno di noi regalasse una lucina agli amici incoscienti saremmo tutti più sicuri (anche dalle critiche generalizzate degli altri utenti della strada).

riguardo alle altre considerazioni credo che dipenda tutto, come tu stesso ipotizzi, dalle proprie esigenze e dal proprio livello di sopportazione. io non rinuncio alle luci e allo specchietto attaccato agli occhiali, ed esco quasi sempre senza impermeabile, ma devo fare solo 3km e mezzo.
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9959
  • Reputazione: +174/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #2 il: Ottobre 26, 2011, 11:23:19 pm »
io viaggio sempre zeppo di roba, tra cui:

  • il borsello con gli attrezzi
  • le luci
  • vestiti vari (soprattutto d'inverno)
  • l'immancabile libro e gli accessori del player (compagni indispensabili nei miei tragitti intermodali)
  • il pranzo per l'ufficio  :o
  • varie ed eventuali  ::)

Cerco di stipare tutto nella borsa messenger o al limite adottando varie strategie di carico.

Mi è capitato di uscire fin troppo previdente, così carico da rinunciare a prendere gli autobus (perchè avrei dovuto "smontare tutto"), ma anche di  uscire fin troppo leggero ed ottimista, per ritrovarmi al freddo, pioggia, buio,etc...

Utile la mattina consultare le previsioni meteo (confrontando le temperature con il giorno precedente/successivo per adattare il vestiario di volta in volta).

segnalo la discussione:
abbigliamento/vestiario
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=167
« Ultima modifica: Gennaio 31, 2012, 08:44:56 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline styopa

  • apprendista
  • **
  • Post: 87
  • Reputazione: +1/-0
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #3 il: Ottobre 27, 2011, 11:45:13 am »
Io cerco di viaggiare il più leggero possibile... Tengo in un borsello impermeabile e sovrapantalone btwin, insieme a un lucchetto leggero che può essere utile in caso di brevi soste. Le luci le lascio montate sulla bici (girando quella frontale leggermente verso l'alto prima di piegare la HT, non si incastra e non interferisce con la rotazione delle ruote in modalità trolley). Il caschetto lo tengo in testa fino a quando son salito sul treno, o lo appendo alla cinghia del borsello. Nel borsello trasporto anche gli altri oggetti indispensabili (telefono, portafoglio, lettore e-book:))
Hoptown 20" verde, portapacchi rimosso, sella prolink

Offline keyfaber

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +1/-0
  • Casco sempre in testa!
    • Percorso quotidiano casa-lavoro
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #4 il: Ottobre 27, 2011, 12:34:52 pm »
In attesa dello zaino e dell'attacco della Rixen & Kaul, zaino invicta in spalla e borsa x-Treme sul portapacchi. Nello zaino cibo, chiavi dell'ufficio, pendrive vari (compresi i dispositivi per l'internet banking) :P, portafoglio e quant'altro. Nelle borse k-way guanti termici e mezzi guanti, attrezzo multiuso e ferma-pantaloni. Non dimenticherei nella necessità di farsi vedere al buio, per chi non li avesse già di serie come invece lo è per l'HopTown, i catadiottri montati sulle ruote che pur essendo piuttosto scontati, ritengo siano decisamente utili.  ;)
HopTown 20", reggisella ammortizzato Suntour SP8-NCX, pedali alluminio MKS FD-7, sistema KlickFix su cannotto per zainetto, sistema luci Reelight
CO2 NON emessa a settimana: 10,094 Kg (tempo permettendo!)

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4883
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #5 il: Ottobre 27, 2011, 02:06:23 pm »
Anche io ricorro allo zainetto per il necessario ..... ed anche io sto meditando di ricorrere alla variante Klick Fix :)  per evitare le sudate di schiena o di appenderlo al manubrio, come faccio la sera quando pedalo più a lungo (@ Keyfaber: una bella recensione appena ti arriva sarà graditissima!).
Per quanto riguarda l'abbigliamento, dallo zaino "vanno e vengono" i soliti guanti-sciarpa-berretto o strati "di troppo" se la temperatura si alza, mentre gli accessori bici che devo obbligatoriamente rimuovere sono la luce anteriore manubrio, il contakm e la fascia catarifrangente per i pantaloni.

Effettivamente in questo periodo le ripartenze si sono allungate anche per me visti i capi extra ma la cosa non mi turba, dal momento che ho la fortuna di non dover quasi mai correre per le coincidenze.
La metro di Torino ha una frequenza alta negli orari di punta e se piove solitamente sostituisco direttamente l'uso della bici (che lascio a casa) con il pullman..... cosa che mi permette di evitare l'abbigliamento antipioggia.

Ok che pedalando ci si scalda, ma non amo il freddo e comunque le "sboronate" di gioventù le si paga anche nel lungo termine.... il raffreddore nell'immediato è solo uno dei possibili risultati del girare troppo leggero.

Per gli interventi sul mezzo ho solo un piccolo multitool, ma non porto con me camere d'aria o similia: nel caso di inconvenienti gravi (sgrat sgrat) caricherò la bici sul mezzo e per quel giorno amen..... ma per la frequenza con cui possono succedere questi inconvenienti credo sia più il fastidio di avere sempre un'officina con se che l'utilità effettiva.

Offline Lunadix

  • assistente
  • ***
  • Post: 175
  • Reputazione: +3/-0
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #6 il: Ottobre 27, 2011, 02:48:21 pm »
io ancora non l'ho mai usata per andare a lavoro pero ho ipotizzato spesso come comportarmi. ora ceh ho ordinato la tag egolite sto seriamente organizzando le cose.

la prima cosa che credo sia fondamentale e' attaccare il piu possibile le cose alla bici e non addosso. Io per esempio voglio riuscire a modificare la egolite per avere il gancio anteriore klickfix o il gancio anteriore della brompton e poi comprare una borsa con apposito attacco. ovviamente tutto dovra essere studiato per fare in modo che una volta piegata la bici possa essere trasportata tipo trolley.

Poi altra cosa fondamentale per me e' avere un mini ombrello e una coperta impermeabile per la borsa legati da qualche parte alla bici. In caso di pioggia mi fermo apro l'iombrello chiudo la bici e la trascino.

Ovviamente luci (che sono obbligatorie anche se giri solo di giorno) . Per quanto riguarda le gomme io opterei per pneumatici antiforatura, ce ne sono di certi tipi che anche se li riempi di chiodi ci puoi pedalare uguale e non si bucano. In fin dei conti l'unica riparazione per cui ha senso avere degli attrezzi e' la sostituzione di una gomma.

Voi che dite?
Btwin Hoptown Personalizzata

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #7 il: Ottobre 29, 2011, 09:45:26 pm »
Le sole due cose veramente irrinunciabili per l?inverno secondo me sono il caschetto e lo smanicato catarifrangente. Possono essere indossati entrambi prima di aprire la bici e quindi non intralciano in alcun modo.
Lo smanicato è fantastico: ti rende visibilissimo al primo colpo d?occhio, sia nei giorni più cupi che di sera. I mezzi a motore reagiscono molto prima e mostrano anche un po? più di rispetto. Provare per credere.
Anche le luci sarebbero utilissime se usate bene? purtroppo molti si dimenticano di controllare e ricaricare le pile e girano con degli inutili lumini da morto.

Offline keyfaber

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +1/-0
  • Casco sempre in testa!
    • Percorso quotidiano casa-lavoro
pedalare attrezzati o leggeri?.
« Risposta #8 il: Novembre 02, 2011, 09:53:58 am »
Io invece, per rendere più leggero lo smanicato, ho preso le bretelle catarifrangenti. M'impacciano di meno e assolvono comunque benissimo il compito.
HopTown 20", reggisella ammortizzato Suntour SP8-NCX, pedali alluminio MKS FD-7, sistema KlickFix su cannotto per zainetto, sistema luci Reelight
CO2 NON emessa a settimana: 10,094 Kg (tempo permettendo!)