Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Nasce la prima "ciclofficina popolare" della città  (Letto 2968 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Nasce la prima "ciclofficina popolare" della città
« il: Giugno 22, 2013, 11:32:53 am »
--- ADMIN ON

segnalo

ciclofficine (popolari) e le stazioni di riparazione gratuita
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=137

--- ADMIN OFF


[Perugia] Nasce la prima "ciclofficina popolare" della città



PERUGIA - Chi mai metterebbe nella stessa frase le parole "bicicletta" e "centro di Perugia"? Impensabile, considerando tutti quei saliscendi per cui l'acropoli è nota. Eppure un gruppo di volontari amanti della bicicletta hanno voluto sfatare questo stereotipo. «Se si studia un percorso, conoscendo le strade giuste, si riesce a spostarsi per il centro in sella ad una bici senza essere per forza dei campioni» - affermano gli intrepidi.


Loro sono gli ideatori e i protagonisti della "ciclofficina popolare" che da qualche tempo è conosciuta soprattutto nel quartiere di Porta Pesa. L'iniziativa del tutto nuova per Perugia è nata grazie alle braccia dei volontari e al contributo economico dei soci della Coop che da anni ormai agiscono finanziando idee e progetti particolari. E così via del Pasticcio, parallela di corso Bersaglieri, diventerà sede della prima ciclofficina popolare di Perugia. Ma cosa si intende con questa inconsueta definizione? L'idea di questo gruppo di volontari è di offrire la possibilità a tutti i pedociclisti di imparare a prendersi cura della propria bici. «Noi offriamo gratuitamente la nostra conoscenza tecnica e la nostra esperienza, inoltre mettiamo a disposizione gli "attrezzi" indispensabili per riparare la propria bici». La ciclofficina popolare è un progetto che in molte altre città, come Bologna o Milano, è già una realtà ed ora arriva anche nella nostra "collina". Un progetto ambizioso, anzi qualcosa di più: una sfida. La sfida cioè di ritrovare un modo di vivere più alla portata dell'uomo, come racconta uno dei volontari «il bisogno forte di una mobilità nuova dove la gerarchia tra pedoni, ciclisti, automobilisti si inverti dentro un disegno di una mobilità che si riappropri di alcuni valori di fondo e primo fra tutti quello di mettere l'uomo al centro dei nostri pensieri».
Sì, perché l'obiettivo della ciclofficina non è solo quello di «consulenza tecnica agli amatori delle due ruote» ma anche quello di invogliare i cittadini di Perugia a tirare fuori da fondi e garage le biciclette impolverate. «Mio figlio spronato dal progetto che stiamo portando avanti sta scoprendo questa passione per le due ruote» - racconta uno dei volontari. Passione che può essere facilitata, nei limiti, anche dal Minimetrò che permette di raggiungere il centro di Perugia assieme alla propria bicicletta.
Questo fine settimana, nelle giornate di oggi e di domani, la ciclofficina popolare apre le porte ai cittadini nella speranza che rispondano all'appello. E lo faranno con un giro in bici a cui tutti possono partecipare per dimostrare, come dice anche il loro "slogan", che "in bicicletta si può andare anche a Perugia". L'appuntamento è alle ore 15 di oggi con partenza prevista da Porta Pesa con un tour studiato dal gruppo dei volontari e che passerà per via Pinturicchio, piazza Fortebraccio, corso Garibaldi, Porta Sant'Angelo, via Faina, via Innamorati, Porta Conca, viale Antinori, Porta Santa Susanna, viale Pellini, Porta Eburnea, via F. Di Lorenzo, Largo Cacciatori delle Alpi, via G. Marconi, corso Cavour, viale Indipendenza,via Baglioni, Piazza Matteotti; viale Indipendenza, piazza Garibaldi, Porta San Pietro, corso Cavour, via Ripa di Meana; Porta Pesa. Inoltre durante il percorso è prevista una sosta ristoro a piazza Matteotti. L'idea al centro di questo tour oltre a quello di offrire la possibilità di «godersi il centro di Perugia in una maniera alternativa e salutare» è di dare l'opportunità ai cittadini interessati di "aggiungersi" lungo tutto il percorso con il gruppo che "metaforicamente" chiama a raccolta gli amatori delle due ruote. La presentazione della ciclofficina, infatti, è prevista non all'inizio del tour ma alla fine, verso le 18,30, quando i cicloamatori torneranno alla "base".
All'apertura sarà presente Rolando Chiaraluce, noto artista umbro ed ex ciclista, che ripercorrerà le imprese che lo hanno visto protagonista. Il tutto sarà arricchito da due attuali ciclomobilisti, Maria Grazia Celani e Giacomo Baruffa, che hanno fatto della bici il loro unico mezzo di trasporto. Nella giornata di domani l'appuntamento è per le 9,30 a Porta Pesa dove verrà organizzata una passeggiata a gruppi alla scoperta di quelle vie del centro di Perugia troppo spesso trascurate da chi vive il centro solo in macchina.
Si chiude il cerchio alle 10,30 con il secondo "giro in bici" lungo via Pinturicchio, Piazza Fortebraccio, via Cesare Battisti, piazza Cavallotti, piazza IV Novembre, Corso Vannucci, piazza Italia; viale Indipendenza, corso Cavour, viale Roma, via XIV Settembre e Porta Pesa. Insomma una bella occasione per conoscere e vivere il centro di Perugia, sempre più al centro di polemiche, in un modo alternativo e salutare oltre alla possibilità di prendere al volo la sfida lanciata da questo gruppo di amanti delle due ruote.

Foto | http://www.sunstaribike.com
Fonte | http://www.giornaledellumbria.it/article/article107975.html
« Ultima modifica: Agosto 24, 2013, 10:42:45 am by occhio.nero »
Lorenzo - Tern Link P9

Tags: