Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Brompton (introduzione)  (Letto 123757 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10052
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #45 il: Novembre 16, 2011, 07:18:34 pm »
che ne dite di aprire una discussione dedicata alle CLIP?  ;)

Nel frattempo, segnalo da altra discussione:

(Image removed from quote.)
Un paio di immagini comparative (anche se dal vivo la differenza di dimensione tra Hoptown e Brompton si nota di più che in foto):
 
(Image removed from quote.)
 
(Image removed from quote.)
 
(Image removed from quote.)
 
Qui sotto una visione comparativa posteriore, sorry per la Hoptown tutta sporca, era fresca di acquazzone e non avevo ancora fatto in tempo a pulirla. La comparazione posteriore è importante secondo me, perché quei cm in meno della Brommy possono risultare fondamentali quando bisogna trovare un'angolino alla propria pieghevole in un treno superaffollato. Come potete vedere ho tolto il portapacchi dalla Hoptown, e poiché il portapacchi includeva il catarifrangente ho tagliato una di quelle striscie fluorescenti che si mettono alla caviglia per evitare che si sporchi il pantalone alla catena e l'ho fissata al portapacchi:
 
(Image removed from quote.)

da altra discussione:
http://flickeflu.com/groups/68401638@N00#
A questo link una carrellata di Brompton che può durare ore...
Salùt.

da altra discussione, si parla di un clone Brompton:
Senza se e senza ma...http://blocs.mesvilaweb.cat/node/view/id/56800..uguale uguale..
Non so' come siano i materiali ma il prezzo si aggira dai 470 euri..

da altra discussione:
Beh, intanto delle Brommie si sente dire talmente tanto bene, che quando l'ho provata non potevo tanto stupirmi (nel senso che, avevo già letto che ci si stupisce... se questo può mitigare l'effetto sorpresa)

Poi, avendo già speso tutti i miei (pochi) risparmi nelle dahon, ho cercato di essere il più prevenuto possibile per resistere...  ;)

Detto questo, mi son fatto un mega-giro su una M6... che dire... (userò parole ovvie ma schiette e semplici): bellissimo sperimentare il meccanismo di piega, che non è tanto scontato ma è cmq molto più facile e divertente di quanto mi sembrasse "da fuori"... unica cosa che non mi piace, è che gli snodi si chiudono "a vite" e non "a scatto", ma sono belli solidi.
C'è poi da tener sempre presente il suo vantaggio per me principale: la piccolezza da piegata.

La corsa è un'esperienza sì notevole, il cambio esterno risponde benissimo, (senza nulla togliere a quello nel mozzo che lo accompagna), sella comoda, soprattutto c'è la sensazione di solidità che era quella che volevo provare (lette le vostre recensioni), quella c'è ed è notevole in una pieghevole. Anche se a voler stare in equilibrio al semaforo per un minuto o più senza toccar terra... beh per questo credo c'entri se si è acrobati o equilibristi... o magari su un altro modello... cmq stabile è.

E' una bici per tanti aspetti unica (per esempio, le levette del cambio, ecc.). Qui in Inghilterra hanno quasi tutte il manubrio a "V" (non so se si dice proprio cosi), che è comunque solido. Ho un amico con quella italiana a "T" e magari poi provo e scrivo la differenza (se c'è).

CONCLUSIONI: considerato il costo (che direi è il suo punto di maggior debolezza, l'unica difesa qui è il vecchio caro "chi più spende, meno spende")... direi che effettivamente è meglio di una dahon di base (tipo speed o vitesse), ma - a parità di prezzo! - io personalmente non la cambierei con una dahon "high end", come la Vector, una Tern, o magari la Jetstream di qualche illustre forumista :p

E comunque, questo è il mio punto di vista personale, per cui capisco se un Bromp Tonino se la tiene ben stretta e direbbe che non è solo meglio, è proprio senza paragone, come capisco anche chi invece si prenderebbe una Vitesse (che ha un cambio diverso, più marce della Brommie che ho provato, e, comunque, costa la metà).

Son due tipologie di bici proprio diverse, in effetti poco confrontabili... secondo me è anche una questione di istinto, per cui ami subito una forma di telaio o l'altra... la senti più "tua"...

la Brommie mi è sembrata veloce, comoda e perfetta per i pendolari, magari anche per tratti medi, mentre le Dahon, sì un po' più ingombranti (da chiuse), però mi sembrano più scattanti e adatte anche a lunghi giri fuori porta. A livello personale - so che le Bromps sono usate anche vicino al mare - comunque propendo per l'alluminio, per (a parte il minor peso) eventuali usi costieri e aria di mare... per questo la Brommie la vedo bene per spostamenti lavorativi nell'entroterra... anche perché appunto piegarla mi è sembrato divertente e veloce, e forse ne avrei più voglia che le due o tre volte e basta che piego la dahon :)))

Forse le Dahon son quelle che tendono di più ad essere come le bici "grandi", a offrire le stesse performance... (se non meglio, visto che con una da dahon da corsa si sorpassano tranquilli quelle da 24"...)

da altra discussione:
per completezza.
Anche Brompton considera la garanzia pienamente valida solo nel paese di acquisto. Il motivo e' sempre legato al fatto che i distributori di altri paesi non possono sobbarcarsi la garanzia su prodotti vendutoi da altri
http://clients.squareeye.net/uploads/brompton/Brompton_Warranty_2010.pdf

da altra discussione:
ecco invece il trascinamento Brompton con eazy wheels:
http://www.youtube.com/watch?v=8tX_VmOTTtE

da altra discussione:
COn la brompton, nonostante le ruote sia più piccole, sto paradassolamente più comodo...forse è una questione di telaio.
 Il problema, unico, ma grande in una città con strade  allucinanti come quelle di napoli, sono appunto le ruote troppo piccole e strette che praticamente provocnao sollecitazioni pazzesche alla bici su pavè, san pietrini e buche. Con Tre anni di uso intenso vi assicuro che dopo un pò scoccia.
Il manubrio H sono riuscito a provarlo alla fiera di roma allo stand di bbike, sicuramente meglio, ma il problema mi diceva giacomo sono forse i cavi dei freni, ed essendo anche la mia elettrfficiata, andrebbe capito bene come fare.
La brompton può restare cosi, ormai mi ci sono abituato.

Volevo invece e voglio qualcosa di più ammortizzante, pieghevole, per la guerra urbana quotidiana.

segnalo la discussione:
Brompton-blues
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1182

da altra discussione:
che dire!? la bici è decisamente ok per noi spilungoni  :) :) :)
il tubo reggisella originale (incredibile!) è perfetto! ho una perplessità solo sul manubrio che nonstante sia un H mi porta ad avere una posizione abbastanza sportiva (diciamo tra una mtb ed una bici da città)... ed io sono un comodone a cui piace la postura dritta quando si pedala (lo so... sono esigente)

quindi vi chiedo esiste un kit per aumentare l'altezza del manubrio della brompton? non mi serve una cosa esagerata, diciamo 5/6 cm...

aggiungo che è stata la prima volta che ho provato una brompton e sono rimasto veramente colpito dalla ciclistica e dalla perfomance! se non fosse stato per il dubbio di cui sopra e quello relativo al cambio 3 o 6 marce (penso il secondo più indicato per Roma) probabilmente preso dall'entusiaso avrei dato l'anticipo per l'ordine

PS
sul segare le gambe... probabilmente costerebbe meno della brompton ;)

e segnalo la discussione:
bici pieghevole con misure da chiusa simili alla brompton ?
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1329

e la discussione
Da una Decathlon Hoptown ad una Brompton
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1722

da altra discussione:
Le sei marce mi preoccupano se c é da premere diverse leve. Io ho pure una bottecchia a 21 marce ma uso solo quelle posteriori perché non ho mai imparato ad usare le altre (fino a tre anni fa non ero mai andata in bici a parte alla scuola materna). D'altronde le 7 dell'ht le uso tutte. Quotidianamente 7-3, raramente la 2, rarissimamente la 1, ma cmq tutte, quindi rinunciare alle 6 per le tre marce mi sembrerebbe un azzardo visto che cmq sarebbe la "bici definitiva"

Le "diverse leve" sono due. Con la sinistra,  a due posizioni, comandi il deragliatore esterno e la "cambiata" è fra due marce vicine. Con la destra comandi le tre nel mozzo e sono più distanti.
In pratica, per farti un esempio, io di solito tengo la sinistra sulla marcia dura, che in base alla destra sarà 2nda, 4a o 6a. Il passaggio fra 2nda 4a e 6a lo gestisco con la destra e spesso uso solo quelle. È un po' come saltare 2 marce alla volta sulla tua. Grosso vantaggio le marce di destra, nel mozzo, entrano anche da fermi al semaforo, basta far fare ai pedali un quarto di giro indietro.
Le marce intermedie (sinistra) le uso meno, e spesso solo per salite ripide, nel quale caso cambio da 2nda a 1a. Con la 6 marce potresti quindi tranquillamente usarne solo tre con la sola leva di destra, ma avresti di riserva le altre all'occorrenza. E usandone solo tre scegli se 1a, 3a e 5a o 2a, 4a e 6a in base al tuo stile di guida ed al percorso. Sarebbero quindi marce ben distanti ed utili da salita a discesa.
Se usi tutte le 7 della tua non ti consiglio la 3 marce. Anche perché pur essendo anche quella con marce nel mozzo, sono diverse dal mozzo montato sulla 6: sono più vicine. Mentre la 6, se anche ne usi solo tre, ti offre una "gamma" più vasta.



ps: da altra discussione Dahon Curve "contro" Brompton
Mah, avendo usato la Curve in città e avendo questa come metro di paragone (La mu la uso per cicloturismo e la Vector non comunque in città) ho pensato che:

- per pochi grammi di differenza, se posso scegliere, una 6 marce mi dà più comodità delle 3 (ho un cavalcavia molto lungo e ripido da fare e con la marcia 1 della curve andavo ma ero al limite) e ho sentito alle volte l'esigenza di marce più graduate.

- portapacchi: non mi serve in città un granchè; ho sempre usato una messenger bag ultra piena a spalla causa dimensioni piccole del portapacchi della curve (oltre al cambio e alle protezioni per la pioggia mi porto dietro il pranzo) e devo dire che la possibilità di mettere parte delle cose in una c-bag anteriore molto capiente che non grava sulla mia schiena è ottima!

- parafanghi: per la città, usando la bici anche d'inverno, sono immancabili.

- c-bag: a parità di costo con la S bag, la C bag è molto più capiente e fa al mio caso.

- manubrio: avendo provato un manubrio sportivo come quello della curve a T , su cui sono andata ad intervenire inserendo manopole ergon gc2 proprio per migliorare la comodità di appoggio braccia e di seduta, ho optato per un M, ottimo per la città e un'ottima via di mezzo per gli spostamenti anche fuori città. L'H sarebbe forse ancora più comodo ma non volevo gravare di ulteriore peso la bici. 12 kg per me vanno bene da sollevare, ma di più eviterei!

- eazy wheels: preferirei trascinare la bici se posso evitare di sollevarla: per facilitare la cosa ho optato per queste ruotine.

- colore: ovviamente è soggettivo.

- gomme: ho optato per le Schwable Marathon in quanto paiono più resistenti alle forature e più comode per girare su terreni sconnessi: a Modena in centro ci sono i sanpietrini. Cercherò di fare vie alternative, ma mi può capitare di andarci sopra alle volte.

da altra discussione (sul numero seriale identificativo, contro i furti)
La scelta di non incidere i seriali sul telaio mi lascia perplessissimo :o ...
Contraffarlo è talmente banale :( che ogni controllo è inutile.

In realtà i codici vanno registrati sul sito della Brompton all'atto dell'acquisto e ad ogni vendita ed eventualmente in caso
di furto, in questo modo poi si può verificare sempre sul sito Brompton prima dell'acquisto se si tratta di un modello in regola o meno.

Certo se chi la ruba se la tiene tutto viene meno...

Sono curioso però di sapere come gliela hanno rubata

marco

da altra discussione:
Quella delle parti in plastica è critica antica e Brompton proprio in questo periodo (notizia data proprio dal venditore fiorentino) sta completando la progettazione delle nuove leve freno che dovrebbero uscire con la versione 2013, caratterizzate da una impugnatura più agevole per frenare con due sole dita e dalla sostituzione di alcune parti in plastica con altre in metallo. Dal punto di vista della affidabilità però va detto che lo stesso FlorenceByBike non ha mai avuto un solo lamento di rotture e ne vende tante. Ma proprio tante.

da altra discussione:
Beh, io ho la Brompton che vuoi che ti dica.... Posso dirti che le.manopole originali sono il maiale al fiocchino (al contrario). Infatti ne ho una scollata da tempo e non mi decido a fissarla per avere stimolo a sostituirle.
Posso dirti che se vorrai delle clip rapide per gli snodi, che non si intraversino come le originali, dovrai dare 60€ ai thailandesi di Bromfication...
Per il resto posso solo dirti che ti sto scrivendo dall'autobus affollato e nessuno sospetta il contenuto della sacca ai miei piedi... ;D

da altra discussione:
Ho fatto un paragone con una 20"rigida proprio quest'estate,dove in vacanza ho portato quella,con montate le big apple 20x2".
Non è che l'ammortizzatore della brompton non funzioni,anzi,senza quello probabilmente io,col mio di mal di schiena...,non la potrei proprio guidare!
È un problema strutturale secondo me,le ruote piccole e fine e gonfiate  a 6.8 bar son più scomode.L'ammortizzatore mitiga ma non risolve del tutto.
La brompton ha moltissimi pregi,ma non quello del comfort di marcia,secodo me...

da altra discussione:
Lo so, sono fatte a mano, ho visto i video della fabbrica di Londra :) quindi mi sembra di capire tutti gli aspiranti bromptoniani che vogliono una configurazione personalizzata devono armarsi di santa pazienza, un po' come quando ho ordinato il mio primo Mac nel '93, ci ha messo un mese ad arrivare... pensate a quando anche le Brompton diventeranno di massa come i Macintosh e inorridite! però ora un Mac entri in negozio e te lo porti via, più comodo anche se meno esclusivo... ;)

da altra discussione:
Ecco un sito con un confronto bello lungo delle caratteristiche di brompton e tikit
http://www.anatolyivanov.com/prose/en/AI.7.00109/

da altra discussione:
Nelle foto è a confronto con la mia mup8 che ha le ruote da 20'. E' veramente piccola da piegata (ma da aperta è molto confortevole invece: se la vedi a fianco sempre della mu da aperta puoi notare che la differenza non è molta e sta nelle ruote) e per questo puoi stiparla praticasmente dovunque. p.s. il telaio da un'idea di robustezza e solidità che la mu non arriva a darmi, ma questa è solo la mia impressione.

segnalo la discussione:
Valigia per Brompton
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=2821.0


da altra discussione:
fatta proprio questa mattina FRosinone-Roma delle 6.43 ...


certo, ogni volta che ci penso...non capisco come non ho fatto a comprarla prima sta brommie....

e ancora:
E' da quando mi sono avvicinato al mondo delle pieghevoli che la brompton 6 marce mi affascina ma una cosa mi lascia perplesso: leggendo le firme di molti Bromptoniani vedo che possiedono anche altre bici pieghevoli con ruote da 20. Lasciando perdere quelli che in firma ne hanno 5 o 6 ed è ovvio che sono appassionati collezionisti, quello che mi domandavo è : è possibile concepire la Brompton come unica bicicletta o ci sono delle condizioni in cui rispetto ad una bici con ruote da 20 e 8 o 9 rapporti tipo la tern ( prendo questa come paragone perchè è quella che conosco meglio) si trova in svantaggio?

Chi possiede un'altra pieghevole oltre alla Brommie lo fa perchè è stata il suo primo acquisto, perchè l'ha passata a un familiare o perchè ne alterna l'utilizzo a seconda delle esigenze ?

Ad esempio leggendo qua e la ho sentito parlare di qualche limite nelle salite più impegnative (e sinceramente non considero la sostituzione della corona come una soluzione valida perchè poi si perde in velocità in piano/discesa).

La tern che possiedo, per esempio, non mi fa rimpiangere assolutamente una bici tradizionale e "quasi" neanche una bici da corsa, l'unico problema sono le dimensioni che certo non possono essere paragonate a quelle della Brommie.

Quindi mi chiedo: L'inglesina viene scelta per dimensioni,stabilità  e  sistema di piega (che è in assoluto il migliore) o anche come versatilità è alla pari di tern o dahon a 9 rapporti?
« Ultima modifica: Giugno 28, 2013, 10:51:13 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #46 il: Marzo 06, 2012, 12:50:13 pm »
a proposito di evoluzione della specie
(e per la brompton, che si evolve lentamente, l'associazione è azzeccatissima)

citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #47 il: Marzo 08, 2012, 11:17:37 am »
ancora sull'evoluzione  :D
dal museo Brompton:



citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4130
  • Reputazione: +157/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #48 il: Aprile 15, 2012, 12:40:08 am »
Riporto da altra discussione:
anche se (non me ne vogliano i bromtoniani) ha delle flessioni del blocco sterzo molto molto evidenti...
Ma noi bromptoniani non avevamo stabilito una volta per tutte che la Brompton non ha difetti, ma al massimo "caratteristiche"? ;D
Parlando seriamente, confesso che in questi primi 5 mesi di Brompton non ho mai badato a questo aspetto... :o Il commento di Fra mi ha interessato perché da quel poco che ho letto è evidente che ha una competenza tecnica ben superiore alla mia.
@Fra: il mio dubbio però è il seguente: la tua osservazione nasce da un paragone tra le bici normali e la Brompton o tra la Brompton e altre pieghevoli che hai avuto modo di provare? Perché io ho provato un paio di altri modelli (Decathlon, Dahon) e non ho notato differenze riguardo alle flessioni dello sterzo, anzi la Brompton mi è sembrata piuttosto solida in tal senso, per quel poco che ne capisco.
Può essere forse che una maggiore flessione dello sterzo sia intrinseco a tutte le pieghevoli, proprio per la loro particolare geometria, visto che il tubo del telaio è posizionato molto più in basso e quindi il tubo sterzo ha un maggiore gioco nel "penzolare"? Escludo ovviamente da questo discorso le pieghevoli con doppio tubo telaio, come la Dahon Bullhead (http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=591.0), nelle quali immagino che lo sterzo sia molto meno soggetto a flessioni.
Altro dubbio: nel caso della Brompton può forse influire anche il fatto che il telaio in acciaio la rende un tantino più elastica? Io però ho anche la Hoptown, che è in alluminio, e non mi sembra che lo sterzo sia meno soggetto a flessioni, anzi...
Mario
« Ultima modifica: Aprile 15, 2012, 12:42:53 am by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Antos

  • Amministratore
  • iniziato
  • *****
  • Post: 3
  • Reputazione: +0/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #49 il: Maggio 08, 2012, 02:10:11 am »
Tranquillo le brom sono perfette, non c'ė altro da dire ... ;-)

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4130
  • Reputazione: +157/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #50 il: Maggio 08, 2012, 07:59:53 am »
Tranquillo le brom sono perfette, non c'ė altro da dire ... ;-)
In effetti in questo periodo ho fatto meglio attenzione a questo aspetto, e confermo che sulla mia lo sterzo non ha alcun gioco o flessione, dà anzi una sensazione di notevole stabilità e solidità. Un po' come tutta la bici del resto, forse questo è il maggior pregio della Brompton.
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3243
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #51 il: Maggio 08, 2012, 10:10:55 pm »
In effetti in questo periodo ho fatto meglio attenzione a questo aspetto, e confermo che sulla mia lo sterzo non ha alcun gioco o flessione, dà anzi una sensazione di notevole stabilità e solidità. Un po' come tutta la bici del resto, forse questo è il maggior pregio della Brompton.
Mario
Anche sulla mia nessun gioco e grande stabilità. Ogni giorno che la uso son sempre più soddisfatto. E quando, come oggi, per qualche ragione devo prendere l'auto, mi sento un leone in gabbia. Sulla brommie un agnellino in libertà: tranquillo e sereno. Mi rilassa, specie quando a sera non prendo mezzi pubblici ma pedalo fino a casa.
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1646
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #52 il: Luglio 23, 2012, 10:17:33 pm »
Segnalo blog in inglese con indicazioni sulla Vita con una brompton a fianco oltre alla moglie..
http://folding-bike.us/blog/2012/07/21/brompton-bike-folding-bike/
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline Rick

  • iniziato
  • *
  • Post: 46
  • Reputazione: +0/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #53 il: Settembre 11, 2012, 01:08:53 pm »
C'è qualcuno che ha qualcosa da dire sulle brompton? Possibile siano perfette?
Un conoscente vende la sua in titanio a 1.500? 3 marce che ne pensate? sono indeciso se spendere 3 volte quello che avevo in mente  :-\
"The secret weapon in the fight against foreign oil is rusting in your garage."
Brompton M3L

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10052
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #54 il: Settembre 11, 2012, 01:17:20 pm »
Vuoi dirmi che hai già letto le discussioni sulla Brompton (almeno quelle principali) nella sezione dedicata e non hai trovato neanche un parere contrario?
 :o
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline isd88

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +12/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #55 il: Settembre 11, 2012, 01:45:09 pm »
si secondo me sono perfette, migliorabili sicuramente per adattarle alle mie esigenze ma perfette per la media.... piccole quanto basta per riporle su tutti i mezzi e resistenti quanto basta per strapazzarle sul pave di roma. adoro la brompton

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1646
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #56 il: Settembre 11, 2012, 01:48:03 pm »
Consiglio anche io di leggerti tutte le discussioni della sezione brompton..come si dice in questa sezione anche nelle altre, nessuna bici e' perfetta: dipende da cosa devi farci. Puo' essere perfetta per una cosa e non per un'altra..per me può' andare bene una semplice bfold monomarcia oppure essere perfetta solo la vector oppure una tikit...insomma, dipende da cosa cerchi. Anche la brompton ha i suoi difetti, come tutte le bici.
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #57 il: Settembre 11, 2012, 02:04:01 pm »
nn capisco perché il 3d si chiama "brompton che delusione..." :o

la delusione nasce dal prezzo ? o da altro ?

nn sto capendo ;D
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline Rick

  • iniziato
  • *
  • Post: 46
  • Reputazione: +0/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #58 il: Settembre 11, 2012, 02:13:03 pm »
Beh ho letto parecchi post (non tutti ovviamente), ho letto di pedali che graffiano il telaio, selle da regolare, e la rotella "difettosa" nel trascinamento.
Problemi seri non ne ho trovati es. telaio rotto (ripeto non riuscirò a leggere tutto il forum  :P).
Sono d'accordissimo sul "dipende dall'utilizzo che se ne fa", però considerando la fase di forte dubbio su cosa acquistare, sto valutando anche il discorso "visto che ce l'ho la utilizzo in tutto e per tutto" magari facendo un sacrificio economico, io la utilizzerei x un 90% in città quindi mi interessava soprattutto il sistema di piega e la compatezza.

Basta chiacchere! Sabato la vado a provare.
"The secret weapon in the fight against foreign oil is rusting in your garage."
Brompton M3L

Offline Rick

  • iniziato
  • *
  • Post: 46
  • Reputazione: +0/-0
Re:Brompton (introduzione)
« Risposta #59 il: Settembre 11, 2012, 02:15:06 pm »
nn capisco perché il 3d si chiama "brompton che delusione..." :o

la delusione nasce dal prezzo ? o da altro ?

nn sto capendo ;D

ahaha hai ragione forse ho sbagliato a chiamarlo cosi (un pò tragico), ma magari trovavo uno disperato dall'utilizzo della brompton  ;D
"The secret weapon in the fight against foreign oil is rusting in your garage."
Brompton M3L

Tags: