Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: bici sui treni: regolamento  (Letto 81122 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3310
  • Reputazione: +213/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #75 il: Maggio 29, 2013, 02:01:35 pm »
diciamo che la passione mi ha portato a lavorarci...
Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #76 il: Maggio 29, 2013, 02:31:20 pm »
non è che per caso sei amministratore delegato o componente del cda di trenitalia.... no, perchè se è così avrei qualche "rimostranza da porre alla tua attenzione"   ;D

Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #77 il: Maggio 29, 2013, 08:45:01 pm »
Se Vittorio fosse nel cda di Trenitalia dubito che avrebbe avuto bisogno di trasferirsi a Salò (peraltro bellissimo posto), per lavoro, e sinceramente non so nemmeno se nel cda di Trenitalia ci sia gente così "trenicamente" preparata come lui. ;D
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline emy_aeon

  • iniziato
  • *
  • Post: 29
  • Reputazione: +8/-0
  • I want the frim fram sauce!
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #78 il: Settembre 02, 2013, 09:30:06 am »
[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

Ciao a tutti!

Spero che possiate aiutarmi (e di non essere off topic).

Viaggio quotidianamente sulla linea Napoli-Roma ed a quanto pare un controllore ha deciso di rendermi la vita difficile.

E' la seconda volta che lo incontro: come al solito io e la mia amatissima Link D8, senza disturbare nessuno, siamo comode comode nel vano bici/bagagli (putroppo non si sa che nome dare a questo "vano" che solitamente si trova o in testa o in coda al treno) , malgrado lo spazio a disposizione io sono così educata e rispettosa anche della più piccola particella di polvere da mettermi in piedi, di fianco alla bici (piegata) senza sbracarmi su poggioli, tavolini etc... Ma a quanto pare non basta!
Come la prima volta, con un espressione di chi vuole mettere tutti i puntini sulle I anche se sono delle Z, che mi dice che io non posso stare con la pieghevole nel vano bagagli perché non è "predisposto" per le bici (malgrado fuori dal treno ci sia un inequivocabile bici disegnata), io gli faccio notare che anche se ci fossero i famosi "ganci" io non posso "impiccarci" la mia bici in quanto essendo pieghevole non ce ne è bisogno: io la tengo sempre piegata mentre se la tenessi sui ganci dondolerebbe pericolosamente (in quanto a terra non ci tocca) e lì sarebbe veramente pericoloso per gli altri utenti... e comunque non mi risulta nel regolamento l'obbligo di mettere sui ganci le pieghevoli...

MA PASSIAMO OLTRE...

l'oggetto del contendere allora diventa il fatto che io DEVO pagare il biglietto anche per la bici e che la devo insaccare... gli faccio notare che nel 2012 è stato modificato il suddetto regolamento ed è "saltato" l'obbligo di insaccare la bici... e lui oggi mi ha detto che se non voglio la multa devo fare una di queste cose:

- VARIANTE UNO: insaccare la bici, portarla con me nel vano passeggeri (come se fosse un trolley qualsiasi) ed issarla SOPRA tra i bagagli: io, alta 1.60 devo issare in alto, tra i vari zaini-trolley-borsoni, una bici di 12,5 kg in un treno stracolmo... una strage insomma!
- VARIANTE DUE: pagare il biglietto per la bici insaccata e metterla nel vano bici che si trova in testa o in coda al treno
- VARIANTE TRE pagare il biglietto per la bici non insaccata ed appenderla ai ganci (che 9 volte su 10 non esitono) del vano bici in testa o in coda al treno

Io, per non sapere leggere e scrivere, pacifica e serafica quanto un bonzo, non mi sono messa a creare casi nazionali e l'ho lasciato parlare... promettendomi di andarmi a rivedere i regolamenti per capire se io fossi stata in torto o no.
Sinceramente io non ho trovato NESSUNA delle 3 varianti da lui proposte in nessun regolamento attualmente pubblicato da Trenitalia...
Il problema è che lui non solo mi ha "informato" di queste varianti per stare entro il regolamento, ma ha minacciato anche sanzioni a mio carico in quanto questa volta sono stata "avvertita" e la prossima sarà MULTA.

Quindi chiedo a voi di venire in mio soccorso, ho visto che sul forum è contenuto il regolamento (anche se tra i link non me li ritrovo più) ma quale sarebbe il comportamento da tenere in questo dannatissimo vano bagagli in testa o coda del treno?
Putroppo a seconda del treno varia, alcune volte c'è il segnale della bici ma dentro mancano sia spazi che accesi, altre volte ci sono gli spazi ma non c'è il segnale per le bici, poi non si sa mai se questo vano sia in testa o in coda al treno... io non so che treno incontro ogni mattina e non posso saperlo... e se proprio devo prendere una multa per essere intermodale almeno che si sappia il perché!

Cosa posso stamparmi e portami dietro per rispondere agli zelanti controllori inaciditi?



 
« Ultima modifica: Settembre 02, 2013, 10:47:10 am by occhio.nero »
Et quid amabo nisi quod aenigma est?

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #79 il: Settembre 02, 2013, 09:44:33 am »
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4931
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #80 il: Settembre 02, 2013, 10:06:15 am »
In attesa di far saltare fuori l'estratto del regolamento di Trenitalia da sbattergli in faccia al prossimo incontro, io mi muoverei anche come segue.
Mail e/o richiesta di chiarimento al servizio informazioni delle FS, chiedendo lumi sulle modalità di trasporto della bici pieghevole e facendosi rilasciare una stampa del famigerato regolamento, in modo che magari riesci a mettere sotto il naso al zelante controllore un "pezzo di carta" che ha come provenienza l'azienda che gli da da mangiare.
La prossima volta che arriva inoltre gli chiedi di fornire dei dati tramite cui poterlo identificare, in modo eventualmente da segnalare i suoi abusi una volta arrivata in stazione.
Personalmente, a costo di piantare casino, mi impunterei ma non cederei: il regolamento parla chiaro ed ho già abbastanza il dente avvelenato a furia dei ritardi cronici e del servizio pietoso offerto ai pendolari.

A QUESTA PAGINA recita

Citazione
HAI UNA BICI PIEGHEVOLE?

Benissimo, chiudila e sistemala negli spazi previsti per i bagagli facendo attenzione che rimanga sempre ben ferma durante tutto il viaggio.

Non mi pare ci sia spazio per interpretazioni: la pieghevole chiusa E' un bagaglio e come tale va trattato.
Vatti a sistemare nei vani passeggeri ma NON occultarla nella borsa, visto che non sta scritto da nessuna parte che deve essere fatto.
NESSUNA delle 3 varianti proposte rispecchia quanto previsto dal regolamento FS.


Offline Gallus

  • apprendista
  • **
  • Post: 72
  • Reputazione: +10/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #81 il: Settembre 02, 2013, 10:07:23 am »
Il principio è che se non regoli tu la questione il signore romperà le scatole a tutti. Quindi prendi il vestito da Paperinik e fai qualcosa per la comunità!

Io per iniziare scriverei al Servizio Clienti di Trenitalia per segnalare la cosa. Poi siccome detesto gli abusi di potere dei capetti - i caporali per Totò - cercherei un qualche responsabile tipo il direttore della linea per rompergli le scatole. Infine se non ottieni soddisfazione una lettera ai giornali normalmente chiude la cosa con le scuse dell'azienda, almeno nel mondo normale.

Lo feci con l'ATM da studente per un ritardo colossale dei tram dovuto a pigrizia dei conducenti, e poi in seguito in altri casi, sempre con esito soddisfacente.

In bocca al lupo.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4931
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #82 il: Settembre 02, 2013, 10:20:00 am »
Intanto ecco il pdf preso dalla pagina delle CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO

Clicca QUI e ti apre direttamente il pdf della Parte II - Regolamento Nazionale, che a pag 55 recita

Citazione
4.2. Il trasporto delle bici
Il trasporto delle bici è ammesso gratuitamente su tutti i treni, in ragione di una bicicletta per ciascun
viaggiatore, purché sia smontata e contenuta in una sacca o si tratti di una bici pieghevole opportunamente
chiusa
. In entrambi i casi le dimensioni non devono essere superiori a cm. 80x110x40 e non devono arrecare
pericolo o disagio agli altri viaggiatori.
A causa della mancanza di appositi vani attrezzati, il trasporto delle bici montate non è consentito.

L'unica contestazione che ti può venire mossa è relativa al punto 6.3, che si trova a pagina 14 dello stesso pdf

Citazione
6.3. Il viaggiatore con titolo di viaggio valido che utilizza il treno senza il rispetto delle condizioni
previste

Il viaggiatore viene regolarizzato con il pagamento della penalità prevista alla lettera c) del punto 2 del
Capitolo 4 - Listino dei prezzi nei seguenti casi:
......
- se i bagagli o la bicicletta, collocata nell’apposita sacca o pieghevole, recano grave disturbo o danno
agli altri viaggiatori o a Trenitalia o superano le dimensioni ammesse.
In tutti i casi il viaggiatore
dovrà comunque provvedere a sua cura a scaricare i bagagli o la bicicletta alla prima stazione in cui
il treno effettua fermata;

ma non mi pare che nel tuo caso la pieghevole abbia arrecato grave disturbo o danno agli altri viaggiatori.
Da notare che anche qui viene ribadito il concetto che la bici può essere, "collocata nell'apposita sacca O pieghevole".... o l'una o l'altra, non il frullato che ne fa lui.

Inizia a stampare tutto e tenerlo con te.
Poi ripeto, fai la gnorri e vai in stazione a chiedere lumi: cerca di farti fare un estratto di questo regolamento direttamente dall'ufficio informazioni.
DOPO esserti fatta confermare quanto sopra, eventualmente spiega il perchè della tua richiesta e chiedi come puoi fare valere le tue ragioni nei confronti del controllore..... ma mi raccomando, solo dopo che ti è stata confermata la modalità corretta, altrimenti potrebbero comunque partire dal presupposto di difendere la posizione di un collega o cercare di giustificarlo.

Anche il suggerimento di Gallus è più che valido: il timore di sputtanarsi spesso pesa più di qualunque altro ragionamento.

PS: potessi verrei a mangiarmelo di persona ma sono un po' scomodo. :)
Mi raccomando, pacata ma grintosa e ferma nelle tue posizioni.... la ragione è dalla tua.
Se hai amici/colleghi che prendono lo stesso treno, esponi la situazione, fagli leggere il regolamento e tieniteli vicini, potrebbero tornare utili nel contenzioso. ;)
« Ultima modifica: Settembre 02, 2013, 11:16:40 am by Sbrindola »

Offline sergiozh

  • maestro
  • ****
  • Post: 421
  • Reputazione: +18/-1
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #83 il: Settembre 02, 2013, 10:30:11 am »
io consiglierei di stampare il regolamento e di portarlo con se in treno se ci sono questi controllori che non conoscono il regolamento.

dalle citazioni del regolamento a me sembra chiaro che una pieghevole può stare gratuitamente sul treno senza sacca se non supera le dimensioni 80x110x40 e non deve arrecare pericolo o disagio agli altri passeggeri, dunque metterla sopra tra i bagagli non va bene perchè in caso di caduta accidentale per frenata o altro è un grave pericolo per i passeggeri (secondo me).

quando incontri ancora quel controllore sarebbe magari opportuno se scrivi il suo nome per segnalare il problema che hai avuto con lui, così che in futuro non rompe più le scatole alla gente con  pretese contrarie al regolamento.

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #84 il: Settembre 02, 2013, 10:52:15 am »
[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

ciao Emy....


il regolamento è chiaro:
- la pieghevole, piegata e sistemata negli appositi spazi non paga il biglietto. Per semplificare una pieghevole chiusa=bagaglio.
- la bici tradizionale smontata che non eccede le misure 80 x 110 x 40 cm, chiusa nella sacca e sistemata negli appositi spazi non paga il biglietto. Ergo bici smontata insaccata=bagaglio.
- la bici tradizionale non più lunga di 2 metri, paga il biglietto e viaggia solo nei treni che ammettono il trasporto le bici bordo (nelle carrozze in testa o in coda con il disegno della bici fuori).

quindi la tua link D8 viaggia su qualsiasi treno, purchè piegata e posta negli appositi spazi
ad esempio
in questa foto in teoria sei fuori legge, perchè dovrebbe entrare invece dentro lo spazio valigie.

in questa foto invece va bene

così come in questa

Quindi la tua pieghevole è come un bagaglio, quindi se il simpatico controllore ti contesta il fatto che la bici non sta negli appositi spazi, allora pretendi che tutte le valigie di tutti i passeggeri di tutto il treno siano posti negli appositi spazi (voglio vedere se riesce a contestare o multare tutti i passeggeri "fuori legge" probabilmente lo lanciano fuori dal finestrino dopo 10 min)
Comunque annota il numero di matricola e scrivi un reclamo, facendo notare che spesso noi utenti tolleriamo disservizi (ritardi, cancellazioni, sporcizia, caldo/freddo) molto più fastidiosi piuttosto che una biciclettina su un corridoio
in bocca a lupo e PAZIENZA tanta PAZIENZA
« Ultima modifica: Settembre 02, 2013, 04:59:18 pm by occhio.nero »
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #85 il: Settembre 02, 2013, 11:35:52 am »
ciao Emy....
intanto leggi questa discussione http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=156.0

il regolamento è chiaro:
- la pieghevole, piegata e sistemata negli appositi spazi non paga il biglietto. Per semplificare una pieghevole chiusa=bagaglio.
- la bici tradizionale smontata che non eccede le misure 80 x 110 x 40 cm, chiusa nella sacca e sistemata negli appositi spazi non paga il biglietto. Ergo bici smontata insaccata=bagaglio.
- la bici tradizionale non più lunga di 2 metri, paga il biglietto e viaggia solo nei treni che ammettono il trasporto le bici bordo (nelle carrozze in testa o in coda con il disegno della bici fuori).

quindi la tua link D8 viaggia su qualsiasi treno, purchè piegata e posta negli appositi spazi
ad esempio
in questa foto in teoria sei fuori legge, perchè dovrebbe entrare invece dentro lo spazio valigie.

in queste foto invece va bene



Quindi la tua pieghevole è come un bagaglio, quindi se il simpatico controllore ti contesta il fatto che la bici non sta negli appositi spazi, allora pretendi che tutte le valigie di tutti i passeggeri di tutto il treno siano posti negli appositi spazi (voglio vedere se riesce a contestare o multare tutti i passeggeri "fuori legge" probabilmente lo lanciano fuori dal finestrino dopo 10 min)
Comunque annota il numero di matricola e scrivi un reclamo, facendo notare che spesso noi utenti tolleriamo disservizi (ritardi, cancellazioni, sporcizia, caldo/freddo) molto più fastidiosi piuttosto che una biciclettina su un corridoio
in bocca a lupo e PAZIENZA tanta PAZIENZA
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10106
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #86 il: Settembre 02, 2013, 12:35:37 pm »
hai recuperato la Perla Nera nelle sue varianti  ;D

In merito al terzo scatto, è proprio la situazione a cui pensavo quando ho scritto nella discussione:

pieghevole sui treni: parcheggiare con cautela
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6263.0

(a cui rimando)

un minimo scossone e rischiava di cadere.
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #87 il: Settembre 02, 2013, 12:44:24 pm »
le foto chiariscono meglio delle parole. Nell'ultimo caso forse meglio legarla e considerare che le accelerazioni di solito sono meno pericolose delle frenate, quindi regolarsi con il senso di marcia del treno.
Ma giusto per fare i pignoli con i pignoli.

Personalmente farei viaggiare tutte le bici dovunque purchè non di intralcio. (a volte sui treni salgono passeggeri con valigioni e bustoni della serie "scusate, ma sto facendo il trasloco")
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline emy_aeon

  • iniziato
  • *
  • Post: 29
  • Reputazione: +8/-0
  • I want the frim fram sauce!
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #88 il: Settembre 02, 2013, 01:09:44 pm »
Vi ringrazio per i link ed i contributi. Qualche minuto fa ho inviato un "reclamo" a trenitalia per il trattamento subito, seguito da una richiesta di informazioni (comunque contenuta anche nel reclamo) a proposito del regolamento sui treni regionali sulle pieghevoli. Putroppo non vi è solo un tipo di carrozza sulla linea che faccio io tutti i giorni (per esempio i VivAlto ed i treni nuovi hanno più spazi, mentre le vetture più vetuste no), spesso anche il treno stesso è un'accozzaglia di carrozze di varia tipologia ed "anzianità", quindi non è proprio facile sapere dove sono gli "spazi adatti" visto che spesso mancano anche per gli utenti.
Ma soprattutto non sto salendo con un cadavere putrefatto, è una bici pieghevole! Spesso molto più compatta dei deretani e delle valigie che viaggiano su tanti treni.

Appena (ma soprattutto se) mi rispondono provvederò a pubblicare la risposta, sperando sia utile a qualcuno per orientarsi in questa ridda di regolamenti.
Et quid amabo nisi quod aenigma est?

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10106
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:bici sui treni: regolamento
« Risposta #89 il: Settembre 02, 2013, 05:03:56 pm »
i contributi successivi sono stati dirottati in

pieghevole sui treni: parcheggiare con cautela
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6263

da cui estraggo:

..................
Chi paga i danni se accade qualcosa? Credo dipenda dal caso. Se, ad esempio, un bagaglio colpisce un altro passeggero ed era sistemato correttamente negli appositi vani sarà l'assicurazione del trasportatore a pagare. Il biglietto che facciamo comprende nel prezzo una forma assicurativa obbligatoria che copre i danni da fatti incidentali. Ma se il bagaglio che provoca il danno era su un divano o in posizione non considerata idonea credo che l'assicurazione possa coinvolgere il proprietario. In realtà i comportamenti andrebbero descritti su cartelli monitori ma io non ne ho mai visti. Comunque non sono ferratissimo in questa materia e prendete quello che vi dico con beneficio di inventario.
Ciò che vi assicuro e che Trenitalia ha una paura fottuta di incidenti di questo tipo e non sopporta di finire sui giornali e/o in tribunale per queste cose e cerca sempre un capro espiatorio. Questo spiega anche l'atteggiamento a volte intransigente di qualche capotreno che proibisce cose che a noi magari sembrano sciocchezze. Loro conoscono (o dovrebbero conoscere) il regolamento. In fondo è lui il responsabile del treno e di quanto vi accade durante il viaggio. In caso di danni alle persone lui va inevitabilmente sotto inchiesta e la cosa immagino non faccia piacere.
Per concludere la mia opinione è che sia meglio prendere tutte le precauzioni possibili quando si trasporta una bici. Anche se quasi sempre sono i mezzi stessi, vuoi per come sono fatti vuoi per eccessivo affollamento, a renderci le cose complicate. Per questo ripeterò fino alla noia che sui treni è bene che ci siano vani dedicati a questo tipo di trasporto cosa che eliminerebbe qualsiasi problema.
Ah dimenticavo....ma come diamine fate a fare quelle foto ed essere ancora a piede libero?  ???
Ciao a tutti.
« Ultima modifica: Settembre 02, 2013, 05:38:57 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci