Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: la pieghevole in barca.  (Letto 6387 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10016
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la pieghevole in barca.
« il: Luglio 21, 2013, 01:04:04 pm »
segnalo:

"la pieghevole in traghetto"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1149

telaio in alluminio, acciaio, magnesio, carbonio, ....?
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=112.0

l'elenco delle discussioni legate ai trasporti, recuperabile cliccando sul tag "trasporti" in fondo a questa pagina

-------------------

apro questa discussione per collezionare riflessioni in merito alla pieghevole in barca (a vela, motore, ....)


dal nostro gruppo facebook:



e dalla discussione sul trasferimento passivo:

la bici piegata, durante il trasferimento passivo in barca
« Ultima modifica: Dicembre 24, 2013, 06:25:38 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Rerun

  • iniziato
  • *
  • Post: 3
  • Reputazione: +0/-0
Re:la pieghevole in barca.
« Risposta #1 il: Dicembre 22, 2013, 11:22:00 am »
Salve a tutti, complimenti per un forum così ricco e competente!
Dunque io dovrei comprare una bici pieghevole ma sono davvero digiuno in quanto ad esperienza costi.
Brevemente le caratteristiche ideali:
dovrebbe servire persone adulte
l'uso principale sarebbe quello di stivarla in barca (a vela) per le escursioni nelle isolette un po' dimenticate, che non son ben connesse e che hanno solo piccoli sali scendi (non mi sogno certo di scalarci Salina...). Il portapacchi ed il fanalino di coda quindi i due accessori fondamentali, se poi non fosse scomodissima sarebbe il top!
Detto questo anche l'intermodalità non guasterebbe, anche se trattandosi di una città come Napoli che è un complesso di collinette che vanno a picco sul mare in pratica significherebbe scendere in bici verso il mare e risalire in metro/funicolare!


Ora l'idea certo è quella di prendere qualcosa di buono, duraturo... ma nemmeno di spendere cifre folli, anche perchè l'utilizzo non sarebbe frequentissimo (week end in città, se c'è bel tempo, cosa comunque frequentissima a Napoli ed estate in barca).

Poichè sono davvero nuovo dell'argomento mi verrebbe da dire: brompton! anche perchè è l'unica che conosco (tra l'altro vivendo a Londra al momento è l'unica che vedo anche in giro...figurati se gli inglesi comprano da altre nazioni!), però ho visto online i prezzi e un po' scoraggiano!

quindi chiederei: se brompton deve essere, c'è un modo per avere leggermente in saldo modelli preassemblati?
alternative? magari specificando il modello specifico e la fascia di prezzo?

ovviamente considerando la stiva in barca non dovrebbe pesare eccessivamente o occupare troppo spazio!

grazie mille in anticipo!

Online boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3435
  • Reputazione: +170/-0
Re:la pieghevole in barca.
« Risposta #2 il: Dicembre 22, 2013, 11:53:39 am »
Ciao! Io sceglierei una bici con telaio in alluminio, per via dello stivaggio in barca. Immagino che la salsedine non ci metta molto ad intaccare l'acciaio. Le brompton hanno tutte il telaio in acciaio, alcune con elementi in titanio, quindi io avrei paura a metterle in barca.
Certo, anche i modelli in alluminio hanno componenti in acciaio e bisogna prestare ugualmente attenzione, però è sempre meglio dover cambiare una guarnitura o un'astina reggi-parafango che non dover sabbiare e riverniciare un telaio...

Una curiosità: tempo fa la Dahon fece la Mariner D7, un modello specificamente creato per l'utilizzo combinato con la barca, con apposito trattamento anti-corrosione, ma non so se sia mai stata venduta nel nostro paese. Qui una recensione di un noto negozio di New York:
www.nycewheels.com/mariner-d7-folding-bike-review.html
« Ultima modifica: Dicembre 22, 2013, 11:56:01 am by boccia »

Offline Rerun

  • iniziato
  • *
  • Post: 3
  • Reputazione: +0/-0
Re:la pieghevole in barca.
« Risposta #3 il: Dicembre 22, 2013, 12:00:36 pm »
wow, grazie della dritta! Costa meno della metà di una brompton! Come va come qualità?

Online boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3435
  • Reputazione: +170/-0
Re:la pieghevole in barca.
« Risposta #4 il: Dicembre 22, 2013, 02:20:39 pm »
Per la qualità puoi leggere la recensione che ti ho segnalato, immagino che per te la lingua non sia un problema, dal momento che vivi nel Regno Unito.

Non posso darti indicazioni sul modello specifico perché non l'ho mai visto da vicino, se non per il fatto che monta la ruota 20" rispetto alla 16" maggiorata della Brompton.

Non vorrei sbagliarmi, ma temo  che il modello Mariner non sia facile da reperire in Europa.

In generale, per quel poco che ho avuto modo di provare e per quanto ho letto in giro e sul forum, le Dahon sono buone bici, ben costruite, un po' meno compatte della Brompton, ma comunque sufficientemente compatte da essere utilizzabili anche in intermodalità.

Parlo per esempio del modello Vitesse in alluminio, estremamente simile per forma al modello Mariner che ti avevo segnalato. Qui nel forum sono in molti ad averla, magari qualcuno di loro ti può dire come si trova.

Intanto puoi leggere la ampia discussione dedicata:
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=73.0

Altro modello in alluminio più economico è la Dahon Vybe C7a. Attenzione, NON la C7s, che è in acciaio.

Mi preme specificare che non lavoro per la Dahon, ma essendo uno dei massimi produttori mondiali del settore ed offrendo un'amplissima scelta di modelli, è difficile non prenderla come riferimento. Inoltre ho da più di un anno una bici costruita dalla Dahon e marchiata Olmo (anch'essa in alluminio), e mi trovo bene.

Il consiglio finale è:
scegli secondo le tue esigenze e cerca di provare la bici prima dell'acquisto.

Buona scelta!

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4126
  • Reputazione: +157/-0
la pieghevole in barca.
« Risposta #5 il: Dicembre 23, 2013, 06:12:47 pm »
Ciao e benvenuto Rerun. :)
Concordo appieno con i consigli espressi da Boccia. Inoltre per l'uso in barca potresti considerare anche la siciliana Di Blasi: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=201.0
Il modello R22S ha il telaio in acciaio inox AISI 304, che ha una resistenza alla corrosione maggiore dell'alluminio, e anche la bulloneria è in acciaio inox. Ha una geometria un po' particolare e infatti ad alcuni piace (io la trovo simpatica) mentre ad altri decisamente non piace, per la qualità penso sia buona, comunque nella discussione che ti ho segnalato trovi maggiori info. Altrimenti le Dahon sicuramente offrono varie alternative valide in alluminio. Ti direi anche le Tern, ma in tal caso ti conviene verificare bene gli ingombri da piegata in relazione allo spazio che hai in barca, dato che i modelli Tern mediamente hanno un ingombro leggermente maggiore delle Dahon (soprattutto lo spessore).
Infine un consiglio spassionato: se decidi che le Brompton non fanno al caso tuo, NON andare a provarne una in negozio. I rivenditori Brompton solitamente hanno dei modelli che usano come demo, che rilasciano dei gas ipnotici durante la pedalata, per cui alla fine si è costretti ad acquistarla... ;D
Mario
« Ultima modifica: Dicembre 23, 2013, 06:16:32 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Tags: trasferimenti