Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: La mia Atala Abarth e la mia Nessie  (Letto 224157 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #75 il: Novembre 10, 2014, 05:01:39 pm »
oddio, vade retro, io sono almeno 2 settimane che non vado dal mio pusher, ma al momento sto investendo in una roulotte, per un po' basta bici :P
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #76 il: Novembre 10, 2014, 08:20:02 pm »
complimenti gip, fra un po' comincerai a "livellare" anche questa, ne sono sicuro!!

Sto aspettando l'inizio della "dieta" e il post apposito... slurp :P slurp
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Offline boccia

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3545
  • Reputazione: +170/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #77 il: Novembre 10, 2014, 08:50:49 pm »
I miei complimenti! :-D

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #78 il: Novembre 10, 2014, 10:21:30 pm »
oddio, vade retro, io sono almeno 2 settimane che non vado dal mio pusher, ma al momento sto investendo in una roulotte, per un po' basta bici :P

ma chissà quante Brompton entrano in una roulotte  ;D ;D
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #79 il: Novembre 11, 2014, 07:05:30 am »
Almeno una per mia moglie...


Massimo
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10106
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #80 il: Novembre 12, 2014, 12:31:46 pm »
segnalo:

Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=69

:)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1051
  • Reputazione: +233/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #81 il: Novembre 12, 2014, 01:38:18 pm »
Com’era scontato ho apportato le prime modifiche a Nessie. Per inciso grufolando qua e là sulla rete ho realizzato immediatamente che i pezzi per modificare questo albionico meccanismo costano cinque volte quelli standard generici. >:( Bell’esordio!
Come già detto, complice la cancellazione del mio treno a Milano Centrale, ho avuto un’oretta per fare visita a Bikingdays, un vero e pericolosissimo (per il portafoglio) paese dei balocchi dedicato alla Brompton. Ne sono uscito con un reggisella LightSkin Led nero che ‘casualmente’ stava su uno scaffale e mi guardava con occhi da cucciolo di cocker spaniel abbandonato. :( L'acquisto l'ho fatto di istinto perché ancora non avevo visto la bici.
E vediamo quanto fatto. Oltre ad aver messo una luce Lezyne Femto sul manubrio (residuo degli esperimenti sull’Atala) ho cambiato sella, reggisella e manopole.

La sella è una vecchia conoscenza: la Your Air montata fino a poco tempo fa sull’Atala a cui sono abituato e con la quale mi trovo benissimo. Anche le manopole sono già viste: le T-One modulari uguali a quelle dell’Alata.

Per chi ancora non le conoscesse ne riassumo pregi e difetti. Essendo componibili possono variare la loro lunghezza da 94 a 134 mm con step di 10 mm. Questo fa si che possano adattarsi facilmente a qualsiasi tipo di manubrio o alla presenza di cambi con comando revo shift senza dover intervenire con seghetto e lima. Ottimi il grip ed il sostegno palmare. Il difetto, se si può dire così, è la loro rigidezza che le fa un po’ meno confortevoli di altri tipi più obesi. Pesano 155 g e sono tra le più leggere di questo tipo. Per togliere le vecchie rimando allo sbrigativo ma inevitabile ‘metodo Sbrindola’.
Infine il Lightskin su cui il giudizio è contrastante.

Indubbiamente è molto bello e secondo me sta bene sulla Nessie. La luce è ben visibile anche da lontano e belle sono anche le combinazioni flash. Ma… è molto lungo, 640 mm contro i 535 mm del reggisella standard Brompton. E’ anche più lungo del tubo extended (600 mm). Questo fa la gioia dei miei due sovradimensionati figli (infelici da 187 e 183 cm contro i 172 di papà puffo) ma si paga in compattezza a bici piegata che risulta ben 12 cm più alta che col tubo standard.

E’ poi leggenda il fatto che, essendo in alluminio, pesi meno del reggisella standard. E’ 20 grammi più pesante (416 g, con le pile, contro i 396 dello std in acciaio). Si va in pari se si considera una lucetta posteriore da aggiungere allo standard. Infine, nel mio caso, l’illuminazione ha manifestato un’elettronica incerta. Spegnendolo con gesto distratto e non aspettando i canonici 5 secondi indicati sul libretto sono morti i due led inferiori dei cinque presenti e di lì non si schiodava più. Mi è capitato un paio di volte e ci sono rimasto male! Facendo qualche prova a casaccio mi sono accorto che fortunatamente, per resettare la situazione, basta solo togliere e rimettere le batterie, altrimenti continuerà a funzionare con solo tre led accesi. Volevo documentarlo con una foto ma da allora non l’ha più fatto. Non avevo letto niente di simile sul forum e credo sia bene che si sappia se non altro per sapere cosa fare se capita.
E veniamo ai pesi. Come già detto il peso non è lo scopo delle modifiche con le quali vorrei invece migliorare alcune cose a mio parere non adeguate. Non vorrei perciò creare false aspettative. Chiaramente se modificando si alleggerisce è meglio! La bici pesa 11,25 kg in pratica quanto dichiara Brompton: 11,2 kg. Lo trovo un segno di serietà della casa inglese. La sella Your Air pesa 180 g meno dell’originale (164 g contro 343 g). Le manopole pesano 155 g contro i 16 g delle originali (!!!). In sostanza tutti questi cambiamenti hanno fatto risparmiare il peso di un’aspirina, che tra l’altro ho già ingoiato perché ho il raffreddore. Ai grammomaniaci patologici potrei consigliare questo reggisella in carbonio http://www.cart100.com/Product/35740979398/  della LitePro (sempre lei…) da 260 g o il già visto Brompfication in titanio da 310 g entrambi dal prezzo indecente :(. Si può risparmiare oltre un etto e mezzo ma tanto vale farselo fare in oreficeria.
Il prossimo step in cantiere prevede la sostituzione di ‘zanna bianca’ con un pedale rimovibile e delle tapine eazy wheels. Appena arrivano i pezzi monto tutto e faccio il solito report. Ciao a tutti.
« Ultima modifica: Novembre 13, 2014, 09:42:56 am by gip »
Solo chi pedala va avanti!

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #82 il: Novembre 12, 2014, 03:19:58 pm »
avendo montato una sella brooks, io sono andato ormai oltre la grammomania, quindi non me ne preoccupo più, a meno di non decidere un dì di toglierla e cominciare a limare, ma per il momento sono ben contento così…
il tubo sella di brompfication l'ho visto dal vivo ma, oltre al costo esorbitante, non mi convince per nulla il simil pentaclip, orrendo e mi pare fragile…
avendo appena perso la mia knog posteriore, devo ammettere che il lightskin ha stuzzicato anche me, sul fatto della lunghezza, mi sto rendendo sempre più conto che il mio tubo standard, essendo io 175 cm, mi rimane molto stretto, alla massima estensione mi fa alzare sempre quei 2 cm dalla sella per avere la gamba tesa come la vorrei io, quindi per me non sarebbe un problema se più lungo, anzi, devo solo capire il costo…

solo ora mi sono accorto che è bicolore!!!
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3313
  • Reputazione: +213/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #83 il: Novembre 12, 2014, 03:35:00 pm »
Acc, proprio adesso che con l'Atala sembravi vicino a raggiungere la pace dei sensi, ti sei andato a infilare in un bel tunnel con la nuova arrivata...

Com’era scontato ho apportato le prime modifiche a Nessie. Per inciso grufolando qua e là sulla rete ho realizzato immediatamente che i pezzi per modificare questo albionico meccanismo costano cinque volte quelli standard generici.

Bella sorpresa, eh? Un po' come BMW in ambito motociclistico....

.... un reggisella LightSkin Led nero che ‘casualmente’ stava su uno scaffale ............ l’illuminazione ha manifestato un’elettronica incerta........... fortunatamente, per resettare la situazione, basta solo togliere e rimettere le batterie,

Grazie per l'informazione (sembra che a ogni livello in elettronica il rimedio sovrano sia togliere l'alimentazione e riprovare); è da un sacco di tempo che faccio il filo al Lightskin, però non c'è (ancora?) del diametro adatto alla mia Dahon e quindi mi salvo e posso sperperare in trenini elettrici...

Buona continuazione  ;)

Vittorio

Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1051
  • Reputazione: +233/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #84 il: Novembre 12, 2014, 07:26:23 pm »
@mancio. Non avrei timore per il morsetto del reggisella del Brompfication. Avrei più paura del mutuo necessario per acquistarlo. Il Lightskin costa 80 €. Più qualche cosa per la spedizione se lo compri on-line. Considerando che l'estended potrà valere 20 € e una luce Knog 20/30 o più € potrebbe valere la pena considerarlo. Specialmente se ti risolve due problemi assieme. Tenendo però presente quanto detto sopra.
@Vittorio. Mi rendo conto del guaio in cui mi sono cacciato. Per quanto riguarda il resetting dell'elettronica è provato da sofisticati studi che togliere e ridare tensione, un cazzotto in testa a radio e televisioni e una martellata a computer o tablet sono ancora i sistemi più efficaci per il ripristino della funzionalità  ::) Forse..!

Solo chi pedala va avanti!

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #85 il: Novembre 13, 2014, 09:57:18 am »
dimmi poi come ti trovi a durata di batterie, è l'unica cosa che mi trattiene dall'acquisto…
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1051
  • Reputazione: +233/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #86 il: Novembre 13, 2014, 11:31:40 am »
Ciao mancio. Oggi sono a casa in ferie e mi sono dedicato alla Nessie. Il tubo lightskin non presenta differenze nell'uso da quelli originali. Tieni presente la maggior sporgenza a bici piegata. Da fastidio se vuoi mettere la bici in utilitaria con bagagliaio piccolo. Su queste vetture non riesci a chiudere la cappelliera e la bici resta in vista. Io in treno ficco la bici tra due divani contrapposti e anche in questo caso siamo ai limiti. Non ho ancora provato. Francamente non ho capito perché la Brompton obblighi a sfilare il tubo da sotto con conseguente rimozione della sella. Preferisco la soluzione delle altre bici con rimozione  del reggisella dall'alto. E' più pratica e ti permette di togliere tubo e sella quando serve. Stavo valutando un eventuale 'taglio' per accorciarlo ma la cosa non sembra facile. Va usato una taglia tubi e non un seghetto per non ovalizzare o schiacciare il tubo (che vuol dire buttarlo) e poi va rifatto il forellino dove passa un grano che trattiene la custodia delle batterie.

Per il resto è una bella comodità non avere luci con elastici o morsetti che possono anche dare fastidi in piegatura.
La durata delle batterie è presto per valutarla. Viene data per 400 ore. Vuol dire più di un anno con accensione di un'ora al giorno. Se è vero credo durerà un paio di anni. Le batterie sono le solite AA da 1,5 V e quindi si trovano ovunque e costano poco. Invece è nuovamente capitato l'inconveniente segnalato sopra. Devo anche rettificare quanto detto in precedenza. Il fenomeno è comparso dopo uno spegnimento fatto bene. Penso quindi ad un problema del mio Lightskin. Ecco il risultato.

Se la faccenda dovesse ripetersi con frequenza chiederò la sostituzione del reggisella.
« Ultima modifica: Novembre 13, 2014, 02:22:26 pm by gip »
Solo chi pedala va avanti!

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #87 il: Novembre 13, 2014, 07:37:47 pm »
Cavolo, se non serve più nemmeno il metodo Fonzie, devi senz'altro far valere la garanzia... Certo che quei cm di sporgenza in più da piegata mi disturberebbero non poco, non solo per un fatto pratico di maggiori ingombri, ma anche per un fattore estetico / feticistico. ;D
Quanto alle manopole, ogni tanto sono tentato anche io di mettere qualcosa di più "performante", ma poi penso al peso irrisorio di quelle originali, con le quali tutto sommato per percorsi brevi o medi non mi trovo affatto male, e allora mi trattengo dal cambiarle. :)
Mario
« Ultima modifica: Novembre 13, 2014, 07:40:09 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10106
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #88 il: Novembre 14, 2014, 07:51:03 pm »
..............
Appena arrivano i pezzi monto tutto e faccio il solito report. Ciao a tutti.

attendiamo fiduciosi per una bella fotonotizia in prima pagina  ;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1051
  • Reputazione: +233/-0
Re:La mia Atala Abarth e la mia Nessie
« Risposta #89 il: Dicembre 10, 2014, 02:33:58 pm »
E siamo arrivati al secondo step di modifiche sulla Nessie. Come avevo anticipato oggetto dei cambiamenti dovevano essere i pedali, con cui proprio non ho fatto amicizia :-\, e le eazy wheels che nella versione di serie sono davvero povere e non scorrono bene.
La scelta dei primi è stata praticamente obbligata. Volendo utilizzare dei rimovibili e non dei pieghevoli (esperienze negative multiple), prima di decidere ho studiato per bene quelli dall’Atala, i Wellgo M111QR, con cui mi trovo bene. E’ emerso che il principio utilizzato sulla Brompton di avere un pedale fisso e uno mobile, era applicabile anche per l’Atala. La cosa interessante è che su quest’ultima il fisso va a sinistra mentre sulla Brompton è a destra. La conclusione di questo contorto ragionamento ::) mi ha portato all’acquisto di due Wellgo M111 fissi da mettere uno per bici mentre ho trasferito il rimovibile sinistro dall’Atala alla Nessie. Ora entrambe le bici hanno un pedale rimovibile ed uno fisso. Ovviamente i pedali sono esteticamente identici a meno del meccanismo di aggancio. Questo ha permesso un piccolo risparmio di peso su entrambe. La Nessie inizialmente è scesa di 80 grammi (410 g per i pedali originali contro 330 g dei Wellgo rimovibili) e poi ulteriori 50 g che sono la differenza tra un pedale rimovibile (165 g) e uno fisso (115 g). Idem poi per la Abarth (-50 g). Ho risparmiato anche qualche cosa sul prezzo visto che i fissi costano 21 € e i mobili una quarantina. Una piccola differenza tra le due bici è che, poiché i Wellgo nuovi sono arrivati coi catarifrangenti mentre i QR dell’Atala ne erano privi, i catadiottri (bruttini) sono finiti sulla Nessie. Ma la soluzione con gli stick 3M della Atala mi piace di più e probabilmente la userò anche sulla Brompton. Con l’occasione ho costruito una taschina dove infilare il pedale quando tolto di sede. Non mi piaceva infatti l’idea di girare col pedale rimosso in tasca. Ecco quello che ho combinato:
 
E veniamo alle eazy wheels. Le rotelle originali, oltre a scorrere poco, sono pure rumorose. Per il cambio ho scelto delle anonime rotelle coreane in alluminio leggermente più grandi di quelle di serie (55 mm di diametro contro 45 mm) e montate su cuscinetti. Oltre ad essere decisamente più carine da vedere adesso trascinando la bici per il telaio, oltre a scorrere molto meglio ed in silenzio, vi è minor rischio di strisciare a terra l’ammortizzatore. Peso delle rotelline nuove è 76 grammi contro i 46 delle vecchie. Costo 44 €. La stabilità e praticità di trasporto sulle eazy wheel però era e resta discutibile.
Con l’occasione ho cambiato anche l’ammortizzatore posteriore con un BIKEfun in tinta col telaio. Molto bello da vedere sembra anche abbastanza efficace. Forse solo un po’ più rigido dell’originale. Anche in questo caso la pubblicità non la racconta giusta sui pesi. Il nuovo pesa 75 g come promesso ma l‘ammortizzatore originale non pesa 90 g come millantato ma solo 25.
    
Infine ho sostituito la catena originale con una KMC X9SL Gold per trasmissioni 9V. E’ la stessa dell’Atala sulla quale funziona benissimo. E’ dotata di falsa maglia. In questo caso ho risparmiato 40 g di grammi di peso (234 contro 274 g). Nessun problema di compatibilità dopo i primi test anche se la catena è parecchio più sottile.

Adesso Nessie pesa 11,15 kg.
Per quanto fatto sino ad ora smontaggi e montaggi li ho eseguiti da solo. A parte il cambio catena che richiede un minimo di esperienza tutto il resto è banale. Per tagliare la catena nuova ho usato il mini multi tool descritto in altro post. Funziona bene ma devono essere usati i guanti od uno straccio per non rompersi le mani con lo smaglia catena.
Sto mettendo a punto ora il terzo e ultimo step, almeno di questa fase di assestamento della bici. Oggetto delle mie morbose attenzioni :P: il manubrio. Sto anche preparando una tabella destinata ai grammo maniaci patologici che riassume tutto quello che sto imparando sui pesi della Brompton. Appena pronta la pubblicherò. Ciao a tutti.
Solo chi pedala va avanti!