Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: pieghevoli e vibrazioni (da fondo sconnesso, irregolare)  (Letto 4849 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9781
  • attività:
    25%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 01:18:59 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
pieghevoli e vibrazioni (da fondo sconnesso, irregolare)
« il: Agosto 23, 2013, 07:39:20 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
---------------------------------

da altra discussione:

Io ho le Marathon 20x1,50, ottime da tutti i punti di vista secondo me, tutti tranne uno: il comfort sui sampietrini romani...  ::)

In genere se devo andare in centro le gonfio al minimo consentito, ma restano comunque un po' durette.


La mia ha già percorso 15mila km e non le ho mai risparmiato nulla, dall'Appia antica alle strade storiche francesi, dalle malconce strade torinesi a quelle bianche di campagna.
Gli unici interventi fatti fino ad ora sono sempre stati legati alla normale usura della componentistica, quindi mi sento di poterti rassicurare.
Se le tue chiappe resistono di lei non ti devi preoccupare  ;D ;)

Concordo con mancio00...
Io faccio dai 10 ai 15km al giorno per il centro di Roma, quindi: buche, sanpietrini, rotaie del tram, cunette varie, marciapiedi sconnessi etc etc... io li affronto in genere a bassissima velocità, tranne quando non mi beccano "di sorpresa" (e lì mi sentono imprecare fino a San Pietro), la Link D8 resiste e sinora non segnalo problemi , ma ovviamente non è fatta per lo sconnesso: le buche le senti tutte e le senti bene, la bici resta rigida quindi non ammortizza nulla, io sconsiglio di andarci sullo sterrato ed in genere di affrontare strade sconnesse ad alta velocità, perchè secondo me i giunti di piegatura (sterzo e telaio) ne soffrono...
Io me ne accorgo quando passo davanti all'Altare della Patria, lì ci sono solo sanpietrini messi uno peggio dell'altro, e sento che la bici ne soffre, le vibrazioni sono altissime e non puoi nemmeno andare piano se no ti arrotano pure i pedoni! Quindi un pò sono concentrata sulla sofferenza della bici, un pò sono concentrata sul non farmi ammazzare... insomma cerco di trovare un pò di asfalto liscio appena posso anche a costo di passare sopra il pizzardone e montare sul marciapiede!
Mi spiace ma questa è una delle pecche della Link D8: è rigida e poco sopporta le sollecitazioni, desolé!


...................
Il dubbio più grande, relativo alle pedalate sui sampietrini del centro, si è al momento dissolto. Non risento assolutamente dei fondi irregolari, l’ammortizzazione rigida la trovo più confortevole della morbida in quanto non “balla” e il manubrio non vibra poi tanto. Quando abbasserò un po’ la postura adottando una piega diversa per il manubrio mi aspetto ancora meno vibrazioni, o meglio, mi aspetto le stesse vibrazioni con una minore ampiezza. Peraltro ho iniziato a chiedermi cosa succederebbe alle vibrazioni riempendo manubrio e telaio di schiuma di poliuretano; non ho ancora una risposta, vi farò sapere quando e se la trovo.




Buga complimenti per la recensione. :)
Se decidessi di cambiare le gomme, occhio: le Kenda saranno anche trucide ma ho il sospetto che una discreta parte della sensazione di comfort e di buona ammortizzazione sullo sconnesso che hai percepito sia merito loro. Se le cambi con gomme più leggere e performanti ci guadagnerei in peso e velocità, ma potresti notare una sensibile differenza nel comfort di guida.
Mario


........................
Avevo sempre desiderato sapere come si comportassero i manubri in fibra di carbonio con stem integrato che da un po’ si vedono in giro. Così ho chiesto nella letterina di Natale un manubrio della Ness.
...................
Il manubrio è molto leggero (170 g) ed è leggermente (un inezia) più flessibile del vecchio in alluminio e la sensazione è quella di minor sensibilità sul pavè.
.................

..........
il telaio è rigido ed i giunti, se ben serrati, non hanno alcun movimento "strano" - accoppiato con gomme non proprio da mtb trasmette ottime sensazioni sull'asfalto ma terribili sullo sconnesso (prima e poi le vibrazioni mi faranno cadere le orecchie)
impensabile salire marciapiedi un pò più alti o scendere scalini, con un pò di accortezza dai marciapiedi si riesce però a scendere senza problemi
..............

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6150.0
« Ultima modifica: Marzo 10, 2017, 08:39:49 am by occhio.nero »


Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline maremax

  • iniziato
  • *
  • Data di registrazione: Mar 2012
  • Post: 12
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Gennaio 30, 2014, 10:56:47 pm
pieghevoli e vibrazioni (da fondo sconnesso, irregolare)
« Risposta #1 il: Gennaio 30, 2014, 10:55:09 pm »
premesso che giro su una jetstream P8  fullsuspention   sicuramente fra il meglio del mercato come ammortizzamento

ho montato le big apple  20x215     (di più non si puo)   

ottimo riscontro  sullo sconnesso napoletano     sensibile miglioramento negli accessi sui marciapiedi ...diciamo  un 15% di meno di pericolo di impiombarsi.....accortenze :
1) pressione ottimale 3 atm
2)  occhio a tenere sempre  la pressione  3 atm  sotto a 1 atm  si sfondano le valvoline delle  camere d' aria

 8)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6150.0

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9781
  • attività:
    25%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 01:18:59 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
pieghevoli e vibrazioni (da fondo sconnesso, irregolare)
« Risposta #2 il: Gennaio 31, 2014, 10:14:58 am »
sotto una certa pressione c'è pure il rischio che il cerchione pizzichi la camere d'aria :/

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6150.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Santena
  • Post: 4876
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +230/-1

+Info

  • Last Active:Gennaio 15, 2019, 09:09:10 am
  • Solvitur ambulando (pedalando)
      • Bikes & Co on Pinterest
pieghevoli e vibrazioni (da fondo sconnesso, irregolare)
« Risposta #3 il: Gennaio 31, 2014, 10:28:13 am »
Big Apple a 3 atm sulla JS??  :o ti piace viaggiare proprio comodo!! se non fossi su una ammortizzata sarebbero pizzicate garantite!
Io non avrei mai sopportato un setting del genere, IMHO troppo poco reattivo e con una resistenza al rotolamento eccessiva.
Anche ora sulla Brompton mi accorgo semplicemente dal feeling di guida se la pressione scende sotto ai 5 bar.

Comunque, a parte la sacrosanta raccomandazione tecnica di Federico, questo discorso rientra nella sfera del gusto personale: si va da chi preferisce girare con gomme dure come pietre a chi pedala su dei budini, con tutte le possibili sfumature in mezzo. Ognuno scelga la propria configurazione ottimale.


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6150.0