Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: ALPINA MINIPOCKET... una pieghevole da ragazzi  (Letto 3377 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
ALPINA MINIPOCKET... una pieghevole da ragazzi
« il: Gennaio 05, 2012, 04:51:36 pm »
Buongiorno a tutti i pieghevolisti,
vorrei aggiungere questa biciclettina particolare alla "scuderia" del forum  ;D



che si può vedere anche a p. 31 del catalogo Alpina (ormai è dell'anno passato... beh può restare qui tra i remainders :) ): http://www.alpinabike.com/cataloghi/Alpina_2010.pdf

Trovo molto interessanti le proposte di questa marca e consiglio a chiunque di dare un'occhiata al loro sito: http://www.alpinabike.com/

Beh ecco scoperte da poco le meraviglie delle pieghevoli, due estati fa in Liguria avevo un piccolo budget e non potevo permettermi la Bottecchia, lì propagandata come pieghevole standard, e che i "cumenda" milanesi comunque snobbavano per delle imitazioni più a buon prezzo... ho poi scoperto dopo l'esistenza della vicina, Dahon style, Olmo Wave...
In un negozio di cultori della due ruote, avevo trovato questa Alpina, di un bel blu avio metallizzato, e la marca mi era stata presentata come "la Mercedes delle bici"... prezzo: 199,  e forse era data in offerta a 149... comunque era in offerta (peraltro, anche l'estate scorsa quando sono ripassato di lì  ;) ).

Devo dire, ottima bici, telaio alluminio, forcella e guarnitura in acciaio... i bulloni, l'estate scorsa cioè dopo un anno vicino al mare, cominciavano a mostrare leggeri segni di salsedine (ma non la forcella, del resto anche l'acciaio è trattato...)
Il problema, che per me era grosso (essendo grosso anch'io... ma non per il peso, i miei 85 kg li reggeva benissimo :) ) era la corona, troppo piccola per una bici che è già solo 16"! Praticamente, bisognava accontentarsi di andare a metà tra passo d'uomo e un'andatura ciclabile dignitosa (pena il pedalare subito a vuoto).
Devo però dire, per giustizia, che aveva degli ottimi cuscinetti - non ho i dati per poter scendere qui nello specifico - e se mi rompevo un po' a pedalare in piano, beh, con un minimo dislivello filava via come una scheggia - cosa che purtroppo non ho più ritrovato nemmeno provando modelli di Dahon avanzate...
Il rapporto (monomarcia, ovviamente) "morbido" tornava comunque utile in salita, essendo di fatto una marcia quasi da salita...

E' finita che l'ho lasciata ad un amico con una figlia giusto adolescente, che si è subito innamorata della piccola Alpina... devo dire, e dalla foto non si apprezza del tutto, che questa bici aveva un design accattivante, che la faceva sembrare ancor più piccola di quello che già era!!! a occhio, uno avrebbe detto che era una 12", a momenti! e questo faceva sgranare gli occhi a tutti...

Che dire, pensavo di segnalarla come avvertimento, e certo ora son contento di avere una 20" con anche una corona bella grande... ma qualcosa di simpatico questa piccola Alpina ce l'ha.

Buone pedalate :)

FF

Tags: