Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Dahon Vitesse D7 (HG e non)  (Letto 59728 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline biciaiolo

  • iniziato
  • *
  • Post: 41
  • Reputazione: +2/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #105 il: Dicembre 07, 2019, 12:00:56 am »
Si effettivamente....però il proprietario dice di averla acquistata nel 2014 ed in effetti il marchio Dahon sul telaio è quello più nuovo, non quello del 2006...
Inoltre dice che pesa appena 11Kg.....Può essere vero secondo voi?
A questo punto posso chiedere una valutazione (anche se qui siamo nel topic Vitesse): secondo voi verrebbe la pena acquistarla a 230,00 euro?...la prenderei come seconda portatile per mia moglie....
Grazie
« Ultima modifica: Dicembre 07, 2019, 12:48:57 am by biciaiolo »

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Post: 974
  • Reputazione: +63/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #106 il: Dicembre 07, 2019, 08:24:17 am »
Se la bici è messa bene, è certamente un buon affare. Oltretutto, se non vedo male, monta anche una sella Brooks.
Il modello non l'ho mai visto: sembrerebbe proprio la vecchia Jetstream postata da gip. Può anche essere vero che sia stata acquistata nel 2014 e che fosse un fondo di magazzino. Non sei stato proprio tu a trovare in un negozio online una Dahon D7, che probabilmente era del 2006?
Per il peso la vedo difficile: almeno un chiletto in più peserà, secondo me, anche a causa del carico aggiuntivo dell'ammortizzatore. Ma non è del tutto da escludere: ho come l'impressione che in passato le Dahon fossero più leggere: la mia Speed P8 non arrivava a 12 Kg; quelle successive, da dati di fabbrica, pesano sui 13. Comunque, è facile da verificare.
E, a proposito del verificare, parliamo di una bici che puoi vedere e toccare, vero? Purtroppo, con le vendite online tra privati, non c'è più da fidarsi, tanto da acquirenti quanto anche da venditori...  :(
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima Orbea Katu 40
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +227/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #107 il: Dicembre 07, 2019, 09:38:52 am »
Per saperne di più ho trovato questa ottima (al solito) recensione fatta dal nostro 'capo' su la Jetstream XP, risalente al 2011.
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=93.msg310#msg310.
Nel suo caso era una XP24. Conferma anche che la bici nel 2008 era ancora in produzione.
Solo chi pedala va avanti!

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2779
  • Reputazione: +198/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #108 il: Gennaio 11, 2020, 10:35:47 am »
Di recente mi è stata proposta una Vitesse i7 (cambio al mozzo) nuova in offerta, mi pare di aver capito per esaurimento scorte, a un prezzo "molto interessante", che però sul momento non ho approfondito.
Felice proprietario da circa otto anni di una Vitesse D7 (cambio esterno) che comincia a mostrare qualche segno dell'età, ma niente che non si possa recuperare con una buona manutenzione mirata, devo ammettere di essere un po' tentato, ma non avendo mai utilizzato un cambio al mozzo (se non a 13 anni su una bici "da cross" che mi è stata rubata poco dopo) mi piacerebbe sentire il ritorno di esperienza di qualche proprietario di una i7.
In particolare mi chiedo come siano la spaziatura delle marce e gli sviluppi metrici massimo e minimo; meno importante l'appesantimento, tanto anche la bici più leggera del mondo riuscirei a trasformarla in un'incudine a furia di metterci su accessori più o meno utili.  ;D

Pro: lo sfizio di una bici nuova, la tranquillità di non avere sorprese con un modello conosciuto e collaudato, evitare gli interventi più costosi come queli sulla trasmissione, avere una bici di scorta
Contra: spesa non preventivata, bici non migliore di quella attuale (di cui sono complessivamente soddisfatto), incognite del cambio interno

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3408
  • Reputazione: +170/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #109 il: Gennaio 16, 2020, 06:22:02 am »
Ciao Vittorio, secondo me è tutta una scusa per avere di nuovo una bici coi “calzini”...  ;D

A mio parere il cambio interno al mozzo su questo tipo di bici è un assoluto un vantaggio, che si paga con un aumento di peso e di costo di acquisto. Rimane comunque la possibilità di modificare non di poco i rapporti cambiando il pignone, allungandoli o accorciandoli tutti in proporzione, oppure cambiando il mozzo e spendendo anche molto di più in questo caso rispetto alla personalizzazione di un comune cambio a deragliatore.  ;)

Devi valutare tu il beneficio dell’eventuale acquisto. Soprattutto manca il parametro essenziale per poter dare un consiglio per un acquisto ponderato e razionale... Di che colore è il telaio?  ;D

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +227/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #110 il: Gennaio 16, 2020, 09:26:00 am »
Ciao Vittorio. Premesso che non conosco la Vitesse I7 e tantomeno l'ho mai guidata ci voglio mettere il becco comunque ;). Non voglio fare commenti sulla bici in se, che ben conosci, e che rispetto alla tua avrà differenze di dettaglio. Qualche considerazione la voglio invece fare sul cambio ma non di tipo filosofico. Pregi e difetti dei cambi interni sono noti e il forum è pieno di commenti in questo senso. Dalla rete ho letto che la Vitesse I7 dovrebbe avere un cambio al mozzo Shimano Nexus 7R46 a sette marce. Se così fosse le sue percentuali per marcia sarebbero: 63.2%, 74.1%, 84.3%, 100%, 114,5%, 133,5% e infine 154,5% in settima marcia. Altro dato che ho trovato è la dimensione del pignone posteriore da 16 denti. Non sono invece riuscito a trovare le dimensioni della corona anteriore che sembrerebbe da 40/42 denti, quindi relativamente piccola. Se fosse una 42 denti gli sviluppi metrici teorici per marcia sarebbero 2.65, 3.10, 3.53, 4.19, 4.80, 5.60 e 6.47 m circa.
Quelli della Vitesse D7 dovrebbero essere questi altri: 2.96, 3.46, 3.95, 4.61, 5.19, 5.93, e 6.92 m. Se questi sono dati attendibili direi che i cambi sono tutto sommato paragonabili. Meglio la I7 in salita e più veloce la D7 in piano e discesa. Le spaziature tra le marce sono del tutto paragonabili. In sostanza vedo la I7 più adatta a una marcia più rilassata e tranquilla e la D7 più sportiva anche se le differenze non sono abissali. Comprarla o non comprarla? Per fortuna è un tuo problema :-\. Ciao.
Solo chi pedala va avanti!

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2779
  • Reputazione: +198/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #111 il: Gennaio 17, 2020, 08:50:29 pm »
@boccia: in realtà non ci avevo pensato, però mi hai dato un motivo in più ...

@gip: oggi sono andato a contare i denti della mia Vitesse. Corona 52 denti; pignoni 30-24-21-18-15-13-11 denti.
Calcolando con la circonferenza effettiva misurata di 153 cm, gli sviluppi metrici sono:
2,65 - 3,31 - 3,79 - 4,42 - 5,30 - 6,12 - 7,23 m
Considerando che in prima non cambierebbe niente (e che comunque in salita sono un disastro, e lo sarei anche con un rapporto 1:1) e che la settima riesco a spingerla per 300 m quando va bene e poi devo scalare, la i7 comincia ad avere un suo perché...
Tra l'altro nel contare i denti ho visto che cominciano a essere un po' rovinati, quindi sarebbe da mettere in conto fra non molto la sostituzione di pignoni e catena. Che si aggiungerebbe a gomme, pattini dei freni e forse qualche intervento sugli snodi, cioè un conto abbastanza salato per il "tagliando".
A frenarmi non è solo la spesa, quanto il fatto che la vecchia Vitesse non saprei bene come utilizzarla, perché mia moglie ha già la sua Bianchina a cui non vuole rinunciare mentre cantina e garage sono già strapieni.
In definitiva sarebbe giusto uno sfizio e ho paura di pentirmene il giorno dopo. Forse dovrei seguire il consiglio che dispenso a tutti i neofiti che scrivono sul forum: andare a provarla.

Vittorio
« Ultima modifica: Gennaio 19, 2020, 08:25:09 pm by Vittorio »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +227/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #112 il: Gennaio 18, 2020, 12:27:11 pm »
La corona da 40 o 42 denti l'ho dedotta dalle foto in rete. Se guardi bene le sue dimensioni anche in termini qualitativi (a colpo d'occhio), sembra decisamente più piccola della tua. Senza comunque una prova le mie sono tutte ipotesi. Se i dati che riporti sono esatti, e non c'è motivo di dubitarne, i cambi sarebbero praticamente uguali nelle marce basse. Nelle alte è più performante la tua attuale. Resta il fatto che la decisione di comprarla resta a te. Personalmente non lo farei a meno di problemi sulla vecchia che, con una buona revisione, può tornare come nuova.
Solo chi pedala va avanti!

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2779
  • Reputazione: +198/-0
Re:Dahon Vitesse D7 (HG e non)
« Risposta #113 il: Gennaio 18, 2020, 07:11:44 pm »
Venerdì se non piove la vado a provare e nell'occasione mi faccio fare un preventivo di massima della RG da fare alla D7, poi vediamo. Dal punto di vista economico sarebbe preferibile farmi ritirare l'usato, ma la D7 è un regalo di mia moglie quindi non posso non tenerla "finché morte non ci separi".
Resta il fatto che ricomprare la stessa bici per non fare la manutenzione è un po' fare come lo sceicco che cambia la Rolls quando il posacenere è pieno...
Altra ipotesi che mi stuzzicava tempo fa era un upgrade da D7 a D8 (come la versione più recente), memore degli studi di Gip sui cambi per cui un 8x è sensibilmente meglio di un 7x.
Invece un argomento a favore della i7 è la predisposizione per il montaggio del Landing Gear originale, invece del mio accrocchio di tubi idraulici e rotelle da sedia d'ufficio.
Insomma, sono ancora in alto mare.

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Tags: