Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Pedaliamo di notte?  (Letto 12625 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Lackyluciano

  • Olmo Wave '20
  • apprendista
  • **
  • Post: 74
  • Reputazione: +7/-0
Pedaliamo di notte?
« il: Maggio 02, 2014, 10:26:01 am »
--- ADMIN ON

segnalo

luci per vedere di notte su strade buie
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1164.0



--- ADMIN OFF



Buongiorno, da un paio di mesi ho cominciato ad integrare la bici pieghevole all'auto nel percorso casa-lavoro e mi trovo benissimo. Però va detto che non ho un orario di lavoro di tipo "giornaliero" ma lavoro h24 (come direbbe Crozza imitando Maroni) distribuito su quattro turni, ogni turno si ripete per una settimana. quindi una settimana al mese esco dal lavoro all'una di notte e pedalo per circa dieci km. per raggiungere l'auto. In famiglia non sono troppo contenti, mia moglie in particolare le prime volte che lo dicevo, faceva certe facce, che nemmeno avesse trovato un topo morto nel letto  ::) , espressioni che puntualmente ignoravo... ;D
Pensavo che tutti al bisogno, si usasse la bici senza preoccuparsi dell'ora, ma in un post ho letto che qualcuno non la usa in determinati orari.
Quindi dopo questo lungo preambolo mi piacerebbe sapere quanti usano la bici di notte e quanti invece, preferiscono evitarlo.
Saluti, Luciano.
« Ultima modifica: Maggio 05, 2014, 08:20:55 pm by occhio.nero »

Offline kingalk

  • apprendista
  • **
  • Post: 53
  • Reputazione: +6/-0
R: Pedaliamo di notte?
« Risposta #1 il: Maggio 02, 2014, 11:32:29 am »
Io e i miei amici puntualmente il venerdi notte si pedala perche torniamo dai locali dove andiamo a bere......non molti km una media di 10/15km.......effettivamente anche qui cmq ci prendono per pazzi ma alla fine penso che i pazzi siano quelli che come noi escono per una birra e rientrano in macchina rischiando la patente. .....

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk


Offline Tatranky

  • apprendista
  • **
  • Post: 50
  • Reputazione: +2/-0
R: Pedaliamo di notte?
« Risposta #2 il: Maggio 02, 2014, 06:07:38 pm »
Pedaliamo di notte per non abbronzarci a pezzi (semicit.)

No scherzi a parte, personalmente le uscite notturne le trovo le più emozionanti, dico in città, hai tutta la strada per te, l'aria è più fresca, e Milano è pure più bella e suggestiva.

Abitassi in provincia avrei sinceramente qualche perplessità in più però

Offline b.saso93

  • assistente
  • ***
  • Post: 192
  • Reputazione: +12/-0
  • mezzo di trasporto? trasporto del mezzo!
    • casa-universit
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #3 il: Maggio 02, 2014, 06:58:05 pm »
a me personalmente capita spesso di pedalare al "mattino" ma abito in un paesino, quindi capisco sia più facile che in città...

una volta invece mi è ssuccesso di farmi pavia-gropello che ormai era buio, saranno state le 21 30... e nn era proprio una serata luminosa, anzi, tutt Altro. fortunatamente avevo con me la mia knog200.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10018
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #4 il: Maggio 02, 2014, 08:30:10 pm »
nella sezione sulla presenza visiva
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?board=47.0

troverete diverse discussioni che parlano di come vedere e farsi vedere di notte.

;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline BromptosaurusRex

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #5 il: Maggio 04, 2014, 09:44:46 pm »
In assenza di piste ciclabili... è già un rischio viaggiare in condizioni ideali di visibilità. Non vorrei metterti di cattivo umore, ma la mortalità dei ciclisti per incidenti, è ben avanti a quella già alta dei motociclisti (statistiche).  Fossi in te, darei retta ai consigli che, molto saggiamente, ti hanno dato in famiglia.  Se non sei un irriducibile o un appassionato "no-compromise" alla Indiana Jones, lascia stare. 

Personalmente, se non su piste ciclabili ed in condizioni ideali meteo e di luce, non lo farei mai. Diverso sarebbe il caso di un viaggio fatto in bici, pur permanendo i rischi ed alcuni distinguo.

Ho qualche riserva anche sull'aria che si respira in una grande città... sembra infatti che con l'aumento del ritmo cardiaco e della respirazione, si faccia "più-che-proporzionalmente" il pieno di sostanze non molto salutari.

Pace e bene. 



« Ultima modifica: Maggio 04, 2014, 09:46:20 pm by Gasoline »
Il nostro corpo?  E' il mezzo con il quale l'anima si manifesta... trattiamolo con cura.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2931
  • Reputazione: +199/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #6 il: Maggio 04, 2014, 10:48:33 pm »
....
Ho qualche riserva anche sull'aria che si respira in una grande città... sembra infatti che con l'aumento del ritmo cardiaco e della respirazione, si faccia "più-che-proporzionalmente" il pieno di sostanze non molto salutari.
.....

Di questo in particolare mi sembra che si fosse parlato in una discussione sulle mascherine; se ricordo bene, in sostanza è vero che ritmo cardiaco e respiratorio aumentano rispetto all'andare a piedi, però siccome in bici si viaggia come minimo a velocità tripla, il tempo di esposizione risulta ridotto molto più che in proporzione. E non dimentichiamo che in città le concentrazioni maggiori di inquinanti si registrano all'interno delle automobili....
Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline Lackyluciano

  • Olmo Wave '20
  • apprendista
  • **
  • Post: 74
  • Reputazione: +7/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #7 il: Maggio 05, 2014, 08:13:43 am »
Ciao Gasoline, ti ringrazio per il consiglio, e soprattutto per avermi dato motivo di spulciare tra le statistiche degli incidenti stradali degli ultimi anni.
Premetto che quanto sto per scrivere è riferito all'anno 2012, questo perché non ho trovato dati completi del 2013. Inoltre le statistiche che riporto di seguito definiscono come incidente mortale, tutti quei sinistri che causano una o più morti entro il trentesimo giorno. (non chiedetemi perché)

Gli incidenti stradali con esito mortale nel 2012 sono stati 3653 (dieci al giorno). Il dato si commenta da solo, ma vediamolo un po' più nel dettaglio, analizzando le singole categorie di utenti della strada:

Automobili 1633                   (nove ogni due giorni)
Motocicli    822                     (nove ogni quattro giorni)
Pedoni       564                     (tre ogni due giorni)
Biciclette    289                     (otto ogni nove giorni)
Autocarri e Motocarri 174     (uno ogni due giorni)
Ciclomotori 122                    (uno ogni tre giorni)
Quadricicli 11                       (uno al mese)
Altri 38                                  (tre al mese)

Per "altri" si intendono tutti gli altri veicoli, compresi i mezzi pubblici come autobus e tram.

A questi dobbiamo sommare gli infortuni sul lavoro che nel 2012 sono stati 790, più di due al giorno, ma non si può certo evitare di andare al lavoro.

Detto questo, mi rendo perfettamente conto che queste sono solo fredde statistiche, trascriverle per me è stato estremamente difficile, perché ero perfettamente cosciente che dietro ad ogni singola unità delle cifre che scrivevo, si nascondeva una persona e una famiglia che non vedrà più una persona a qui voleva bene.
Personalmente penso che nella vita devi fare ciò che ti fa stare bene (nel rispetto della libertà altrui, è ovvio) e a me andare in bici fa stare bene, sono conscio che questa cosa abbia in se un'intrinseca componente di rischio, ma non posse neppure evitare di fare tutto ciò che potrebbe portare con sé dei pericoli, non posso rinunciare a vivere per paura di morire.

Detto questo ringrazio tutti quanto hanno avuto la pazienza di leggermi e vi abbraccio tutti.
Luciano.



Offline gbrt

  • iniziato
  • *
  • Post: 7
  • Reputazione: +0/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #8 il: Maggio 05, 2014, 09:35:52 am »
Da circa tre anni io e la mia ragazza abbiamo l'abitudine di usare la bici anche per gli spostamenti notturni.
Non avendo auto non possiamo che fare così, ma la cosa è diventata un'abitudine e ora sono ben chiari i vantaggi. Non siamo esattamente dei pazzi temerari, anzi il contrario, semplicemente usiamo la bici come si dovrebbe usare qualsiasi altro mezzo di trasporto: con intelligenza.
Rispettando il codice della strada e avendo la massima cautela riduciamo il rischio di incidenti (ripeto, lo stesso discorso va fatto con l'auto, non c'entra il mezzo di trasporto).
La pericolosità delle strade non è uno strano incantesimo col quale non possiamo farci niente, è solo il risultato di un mix di abitudini radicate, pigrizia e mancanza di responsabilità. La soluzione non è dire: "le strade sono pericolose", e lasciare tutto così com'è.
Ripeto, non si tratta di andare in strada con la bici e sfidare la fortuna, ma si tratta di cominciare ad usare ogni mezzo di trasporto con intelligenza. Un buon inizio sarebbe quello di smettere di vedere la bici come un vaso di terracotta costretto a viaggiare tra vasi di ferro. Più si è a cambiare, più velocemente si può sperare di migliorare le cose.
E comunque, per quanto mi riguarda, l'alternativa a rientrare nelle statistiche di incidenti stradali, è quella di rientrare nelle statistiche di chi muore per infarto. Ho scelto di rischiare per la prima, mi sembra che dia più prospettive di cambiamenti in meglio :)

Offline BromptosaurusRex

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #9 il: Maggio 05, 2014, 03:19:21 pm »
Ciao Gasoline, ti ringrazio per il consiglio, e soprattutto per avermi dato motivo di spulciare tra le statistiche degli incidenti stradali degli ultimi anni.
Premetto che quanto sto per scrivere è riferito all'anno 2012, questo perché non ho trovato dati completi del 2013. Inoltre le statistiche che riporto di seguito definiscono come incidente mortale, tutti quei sinistri che causano una o più morti entro il trentesimo giorno. (non chiedetemi perché)

Gli incidenti stradali con esito mortale nel 2012 sono stati 3653 (dieci al giorno). Il dato si commenta da solo, ma vediamolo un po' più nel dettaglio, analizzando le singole categorie di utenti della strada:

Automobili 1633                   (nove ogni due giorni)
Motocicli    822                     (nove ogni quattro giorni)
Pedoni       564                     (tre ogni due giorni)
Biciclette    289                     (otto ogni nove giorni)
Autocarri e Motocarri 174     (uno ogni due giorni)
Ciclomotori 122                    (uno ogni tre giorni)
Quadricicli 11                       (uno al mese)
Altri 38                                  (tre al mese)

Per "altri" si intendono tutti gli altri veicoli, compresi i mezzi pubblici come autobus e tram.

A questi dobbiamo sommare gli infortuni sul lavoro che nel 2012 sono stati 790, più di due al giorno, ma non si può certo evitare di andare al lavoro.

Detto questo, mi rendo perfettamente conto che queste sono solo fredde statistiche, trascriverle per me è stato estremamente difficile, perché ero perfettamente cosciente che dietro ad ogni singola unità delle cifre che scrivevo, si nascondeva una persona e una famiglia che non vedrà più una persona a qui voleva bene.
Personalmente penso che nella vita devi fare ciò che ti fa stare bene (nel rispetto della libertà altrui, è ovvio) e a me andare in bici fa stare bene, sono conscio che questa cosa abbia in se un'intrinseca componente di rischio, ma non posse neppure evitare di fare tutto ciò che potrebbe portare con sé dei pericoli, non posso rinunciare a vivere per paura di morire.

Detto questo ringrazio tutti quanto hanno avuto la pazienza di leggermi e vi abbraccio tutti.
Luciano.

Le cifre vanno calcolate in base al numero dei ciclisti, rispetto a quello degli automobilisti. Mi sembrava ovvio.

Il che significa... che per quanto siano pochi i cicilisti circolanti, rispetto agli automobilisti, il numero dei decessi è enormemente più alto per i cicilisti che non per gli automobilisti (in rapporto al numero dei mezzi, agli spostamenti ed all'uso). Lo stesso vale per il rapporto con i motociclisti e tutti gli altri... fatta salva la statistica di Trilussa,  quella del pollo per intenderci   ;D

Se ti va bene così e ti fa stare bene andar in bici di notte ed in ogni condizione atmosferica... liberissimo di farlo.

Avevi anche chiesto quanti di noi lo fanno. Ecco, io non lo farei, se non per intraprendere un viaggio in cui, viaggiare di notte, rientri in un certo programma. Quando è possibile, preferisco andare in bici in condizioni ideali meteo e di sicurezza, e quando è un piacere farlo.

Viaggiare in bici su normali strade riservate alla circolazione stradale, rappresenta un rischio non trascurabile.
« Ultima modifica: Maggio 05, 2014, 03:27:48 pm by Gasoline »
Il nostro corpo?  E' il mezzo con il quale l'anima si manifesta... trattiamolo con cura.

Offline BromptosaurusRex

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #10 il: Maggio 05, 2014, 03:36:40 pm »
Da circa tre anni io e la mia ragazza abbiamo l'abitudine di usare la bici anche per gli spostamenti notturni.
Non avendo auto non possiamo che fare così, ma la cosa è diventata un'abitudine e ora sono ben chiari i vantaggi. Non siamo esattamente dei pazzi temerari, anzi il contrario, semplicemente usiamo la bici come si dovrebbe usare qualsiasi altro mezzo di trasporto: con intelligenza.
Rispettando il codice della strada e avendo la massima cautela riduciamo il rischio di incidenti (ripeto, lo stesso discorso va fatto con l'auto, non c'entra il mezzo di trasporto).
La pericolosità delle strade non è uno strano incantesimo col quale non possiamo farci niente, è solo il risultato di un mix di abitudini radicate, pigrizia e mancanza di responsabilità. La soluzione non è dire: "le strade sono pericolose", e lasciare tutto così com'è.
Ripeto, non si tratta di andare in strada con la bici e sfidare la fortuna, ma si tratta di cominciare ad usare ogni mezzo di trasporto con intelligenza. Un buon inizio sarebbe quello di smettere di vedere la bici come un vaso di terracotta costretto a viaggiare tra vasi di ferro. Più si è a cambiare, più velocemente si può sperare di migliorare le cose.
E comunque, per quanto mi riguarda, l'alternativa a rientrare nelle statistiche di incidenti stradali, è quella di rientrare nelle statistiche di chi muore per infarto. Ho scelto di rischiare per la prima, mi sembra che dia più prospettive di cambiamenti in meglio :)

Il problema è che coloro che dovrebbero usare il loro mezzo con intelligenza e responsabilità, sono principalmente gli automobilisti. La nostra vita, è troppo spesso nelle loro mani. Credimi, un po' di fortuna, non dico di sfidarla, ma è meglio cercare di averla. 

Il nostro corpo?  E' il mezzo con il quale l'anima si manifesta... trattiamolo con cura.

Offline Ceccobau

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +22/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #11 il: Maggio 05, 2014, 04:01:38 pm »
Salve a tutti, a me capita spessissimo in città a Genova di pedalare di notte e devo dire che è molto più piacevole che pedalare di giorno.
Con il numero molto minore di macchine è possibile rilassarsi e girovagare con tranquillità. Aguzzando un minimo l'udito è possibile stare allerta senza lo stress del traffico in cui devi avere mille occhi per evitare collisioni di ogni tipo..

Per quanto riguarda le biciclettate extraurbane o in larga periferia, il discorso cambia radicalmente.
Solo una volta mi è capitato di essere in una statale trafficata in un momento notturno e non esito a dire di aver rischiato la morte
O_o

Offline kaligola

  • gran visir
  • *****
  • Post: 501
  • Reputazione: +32/-0
  • Non sono confuso, sono solo mischiato bene.R.Frost
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #12 il: Maggio 05, 2014, 04:20:15 pm »

Viaggiare in bici su normali strade riservate alla circolazione stradale, rappresenta un rischio non trascurabile.

io accetterei anche il normale, dalle mie parti anche con le moto da cross devi stare attento a dove metti le ruote.
"non sono confuso, sono solo mischiato bene"  " la miglior via di fuga è sempre attraverso " R. Lee Frost

Offline gbrt

  • iniziato
  • *
  • Post: 7
  • Reputazione: +0/-0
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #13 il: Maggio 05, 2014, 05:02:08 pm »
Il problema è che coloro che dovrebbero usare il loro mezzo con intelligenza e responsabilità, sono principalmente gli automobilisti. La nostra vita, è troppo spesso nelle loro mani. Credimi, un po' di fortuna, non dico di sfidarla, ma è meglio cercare di averla.

Io ti credo e sono d'accordo con te, però voglio anche che lo cose cambino :)
Ripeto ancora una volta, il problema non si risolve continuando ad avere paura di non andare in auto.
Le condizioni sono quelle che sono (io abito in Sardegna dove, al contrario di tutte le altre regioni, gli incidenti stradali stanno aumentando), ma non è una realtà immutabile: dipende dallo sforzo che ognuno di noi fa per cambiare le cose.

Sono anni ormai che tutti rompono i cosiddetti lamentandosi della crisi economica. Ebbene, io nel mio piccolo ho rinunciato all'auto. Risultato? Un sacco di soldi risparmiati e salute migliorata (ancora più soldi risparmiati). Più tutti gli altri vantaggi che tutti conosciamo. Dovrei rinunciare a questo solo perché la gente non ha voglia di usare il cervello quando sta in strada? Piuttosto contribuisco a sforzarmi di cambiare le cose, cercando di far capire agli altri che forse c'è un altro modo di vivere, in meglio.

Riassunto di tutto quello che ho detto:
Usare la bici è pericoloso? Il pericolo c'è, ma il problema può risolversi grazie a:
      a)il nostro buon senso,
      b)quanto radicalmente ci sforziamo di cambiare le cose


Tornando al tema del topic, usare la bici di notte ha i suoi vantaggi. Per tutti i problemi/pericoli della strada c'è solo da lavorare assieme per migliorare le cose :)

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Re:Pedaliamo di notte?
« Risposta #14 il: Maggio 05, 2014, 08:10:34 pm »
Hai una situazione particolare, perche' si tratterebbe di una settimana al mese.

Una cosa e' pedalare passeggiando liberamente la sera, un altra e' la quotidianeta' e il doverlo fare con orari e obbiettivi fissi. Io appartengo al primo caso, tu per quella settimana appartieni al secondo caso.

Potresti alternare, e per una settimana al mese andare con la macchina per "quieto vivere", anche mentale della famiglia. Oppure usare la bici di sera ma solo in estate. Non so che tragitto fai, che tipo di strade, per me influisce parecchio sulla decisione. Certo 10 km sono una mezzoretta tranquilla...
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Tags: