Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: liquidi anti foratura: slime, lattice, ... (era: L'uomo che pedala sui cocci di vetro)  (Letto 7676 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marcopie

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Post: 98
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +16/-1

+Info

  • Last Active:Gennaio 01, 2018, 12:19:13 pm
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
------------------------

Federico ed altri già sanno dei miei lunghi studi sulle possibili soluzioni al problema delle forature. So che c'è già una discussione in corso, ma alla fine il materiale è talmente tanto che ho deciso di fare un post riassuntivo e "di là" mettere solo il link.

Il problema più grave delle forature in Brompton riguarda la procedura "diversamente semplice" di smontaggio delle due ruote, oltre alla scelta, totalmente demente, di non avere uno sgancio delle morse dei freni per sfilare la ruota senza dover smollare il cavo. Il secondo problema grave rguarda la mia attitudine a cercare sempre e comunque percorsi alternativi al traffico, alle sedi stradali, e talvolta al buonsenso, finendo a pedalare, come da titolo, "sui cocci di vetro" (e sulle spine, e sui chiodi...). Ben presto mi sono reso conto che questa personale inclinazione mal si accordava all'idea di riparare le forature sulla Brommie.

#1 - Slime™
Lo Slime™ è un liquido antiforatura sviluppato per le automobili, di cui è stata sviluppata anche una linea di prodotti consistenti in camere d'aria pre-filled. Ovviamente le camere d'aria per le ruote da 16" non esistevano, così mi sono arrabattato a farmele da me.
La procedura è descritta qui: http://mammiferobipede.wordpress.com/2011/12/04/dr-slime/
Lo Slime, purtroppo, si è rivelato soluzione non definitiva a causa della bassa densità e del tempo troppo lungo necessario per l'asciugatura. In caso di foratura da spina piccola (con la spina non rimossa dal copertone) riesce a bloccare la fuoriuscita dell'aria in alcuni casi, ma se la ruota si sgonfia non è quasi mai possibile rigonfiarla e ripartire. Passate ventiquattr'ore il foro risulta sigillato, ma intanto la bici vi ha lasciato per strada.

#2 - Schwalbe Marathon
Circa un anno e mezzo fa, avendo debitamente consumato la prima serie di ruote, mi sono quindi deciso a provare i tanto decantati copertoncini antiforatura della Schwalbe. il prodotto presenta luci ed ombre. Sicuramente i Marathon bloccano una quantità di spine e schegge di vetro, ma altrettanto sicuramente l'aumento di peso è netto ed avvertibile, la bici perde in "scatto" ed anche il rotolamento è sensibilmente frenato dallo spessore aggiuntivo tra il battistrada e la camera d'aria, anche gonfiando ad alte pressioni. Quando poi, dopo un mese, mi sono ritrovato la ruota posteriore nuovamente a terra mi sono deciso a passare alla terza soluzione

#3 - Schwalbe Marathon + Slime™
Invece di smontare e riparare la ruota mi sono limitato a siringarci dentro 3cc di Slime™. Il primo tentativo di rigonfiaggio non è andato a buon fine (la mattina dopo la ruota era nuovamente a terra), mentre il secondo, effettuato a 24 ore di distanza (la sera dopo) ha avuto buon esito. Con un utilizzo non intensivo ma ugualmente frequente, questa soluzione ha retto perfettamente proteggendomi dalle forature per un anno e mezzo.

(interludio)
Lo spunto per il cambiamento mi è venuto da forature verificatesi su ruote di altre bici, in particolare una mountainbike protetta con fasce interne Geax™ e camere d'aria "slimizzate". Tale soluzione non ha retto il rilascio autunnale di spine "baciapiedi" da parte della più fetente varietà vegetale dei parchi di Roma sud. ho quindi rotto gli indugi passando a sperimentare il lattice. Il resoconto completo lo trovate qui: http://mammiferobipede.wordpress.com/2014/09/08/el-ciodo-de-fero-vecio/

Qui un breve video (sfocato, sorry!) dove si mostra la rimozione di una spina "baciapiedi" dal copertone della mtb:



#4 - Schwalbe Asolo Lite + Lastix™
Verificata l'efficacia della soluzione mi sono deciso a rimetter mano anche alle altre bici. La terza in ordine di "latticizzazione" è stata la Brompton. La spaventosa efficacia del lattice mi ha consentito di ripensare anche la scelta dei copertoncini, optando per un modello più leggero. Il mio "spacciatore di Bromptonerie" mi ha proposto, al posto dei Kojack che avevo in mente, una coppia di "Asolo Light" di fine serie, ad un prezzo decisamente accattivante. Segue descrizione fotografica della procedura.

Per capire quanto peso sarei andato a guadagnare ho prima pesato la camera d'aria (Schwalbe) a vuoto:



Poi il copertoncino Asolo Light (che si è rivelato effettivamente "light"):



Quindi ho smontato la valvola con l'apposito attrezzino:



Ho diluito il lattice al 60% con acqua (usando un barattolino di vetro):



Ho iniettato 2,5cc di lattice diluito all'interno della camera d'aria:



Rimontata la valvola e pesato nuovamente (il peso specifico del lattice si è rivelato grossomodo pari a quello dell'acqua)



Quindi 111gr+187gr fa un totale prossimo a 300gr.
Per contro la "pesa" del Marathon+camera d'aria "slimizzata" ha dato un risultato ben diverso (in linea con le aspettative)



In conclusione il passaggio da Marathon+Slime ad Asolo+Lastix mi ha alleggerito la bici di quasi mezzo chilo, e devo dire che si sente tutto. Oltre a questo la pressione di esercizio è ora 8,5bar, il che rende la bici ulteriormente più scorrevole. All'atto pratico ho potuto verificare che delle tre velocità a disposizione la marcia più lunga, che in precedenza viaggiando in piano non riuscivo ad utilizzare quasi mai, adesso è quella di uso normale anche in pianura, e non solo sulle discese. Per contro le ruote sono più sottili (28mm vs. 35mm di sezione) e quindi meno adatte ai fondi sconnessi, inoltre non so dire quanto il lattice potrà rappresentare una soluzione efficace a distanza di mesi. Credo dipenderà dal numero di forature in cui potrò incorrere e dal numero di rigonfiaggi che la ruota subirà. Quando ne saprò di più riferirò in merito.

Ovviamente, se non intendete sostituire le coperture, tutto risulta notevolmente più semplice, potendo effettuare l'inserimento del lattice senza smontare nient'altro che la valvola.  ;)

Il sistema si presta ad ulteriori "migliorie". È infatti possibile, nastrando adeguatamente il cerchio dal alto dei nipples e ricorrendo ad una valvola per copertoncini "tubeless", eliminare del tutto la camera d'aria. questo comporterebbe un ulteriore guadagno di peso quantificabile in altri 150gr complessivi, ma ridurrebbe anche la capacità della ruota di far fronte a forature "impegnative". Me la tengo come possibile evoluzione futura.

(p.s.: se commentate e tardo a rispondervi più di un paio di giorni, scrivetemi una mail...)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Marzo 07, 2017, 08:22:53 am by occhio.nero »



Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Bologna Croce Coperta <-> San Lazzaro Mura
  • Post: 444
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +45/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 15, 2016, 11:13:15 am
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
      • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
Ciao!
Mi sono accorto solo adesso che c'è qualche eccentrico  ;D che tenta la latticizzazione anche delle pieghevoli (ricordandomi i bei tempi andati di quando ero fanciullo e si latticizzavano le MTB).
Bravo!
Hai per caso provato con la latticizzazione pseudo-tubeless che, sulle MTB, andava 'na meraviglia??
Perché temo che con le 16'' sarebbe gara molto ma molto dura, anche se, sempre secondo me, il risultato era più efficace.
CiaoCiao
TT:

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Offline Leonets

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Dic 2016
  • Post: 86
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 06:26:14 am
Qualcun altro ha latticizzato i copertoni della pieghevole ?

Stamani ho misurato il giro del cerchio e è 8 mm anziché 6 mm che è il diametro di una valvola tubeless

Ce la dovrebbe fare lo stesso a tenere l'aria ma devo provare

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9779
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Dicembre 09, 2018, 08:23:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
sto cercando in rete altri contributi, per rispondere, ad esempio,  al seguente dilemma:

il lattice per i copertoni tubeless va bene anche per quelli con la camera d'aria?

https://www.mtb-mag.com/forum/threads/per-camera-daria-meglio-lattice-o-fasce-in-kevlar.104456/

https://www.mtb-mag.com/forum/threads/lattice-liquido-lastix.122753/


inoltre ho trovato questo prodotto: sull'etichetta è specificato essere compatibile con entrambe le situazioni:
BARBIERI Lattice No Stop Schiumoso 1000 ml



Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Dicembre 29, 2017, 11:09:33 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2012
  • Post: 893
  • attività:
    35%
  • Reputazione: +91/-0

+Info

  • Last Active:Novembre 20, 2018, 09:37:53 am
  • RUN!RUN!RUN!
      • 90RPM
Il lattice...  ::)
Prima di usarlo sappiate che tende ad asciugare e a compattarsi, squilibrando la ruota e diventando inservibile.
A volte, poi, il lattice si secca all’interno della valvola, rendendo impossibile il gonfiaggio dello pneumatico.
Latticizzare una camera d'aria la rende praticamente inservibile una volta che si secca internamente perché i residui solidi non possono essere eliminati, a differenza dei copertoni tubeless. Che però vanno anche lavati...

A mio parere il lattice è altamente sopravvalutato.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9779
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Dicembre 09, 2018, 08:23:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
grazie della risposta. La questione si fa assai complicata.  ::)

------------------

riporto da una chat privata i contributi di Marco:



come prodotto Prendo quello che trovo nel negozio di arti grafiche vicino casa. Al momento uso Latex.
https://www.ebay.it/itm/Prochima-lattice-Latex-1KG-Per-Stampi-Scenografia-Maschere/332417863263?hash=item4d65a60e5f:g:044AAOSwcaFZHH3F
L'ideale è disporre di copertoni tubeless, ma ci sono due problemi:
1) bisogna disporre di cerchi specifici (o adattare quelli normali, cosa comunque non banale)
2) serve un compressore per il primo gonfiaggio (la pompa non basta)
Scartata l'opzione tubeless si può infilare il lattice direttamente nelle camere d'aria, a condizione che la valvola sia smontabile. tutte le valvole Schrader sono smontabili, mentre solo pochissime Presta lo consentono.

Quello che si asciuga e compatta non è il lattice ma la schiuma delle bombolette, che infatti finisce col formare delle "palle" all'interno delle camere d'aria (e dei tubolari, ahimé).
Il lattice asciuga perdendo la parte liquida, che è anche la più pesante, ma non forma "palle". E pure se resta all'interno della camera d'aria non casca il mondo, dato che il peso della parte solida è minimo rispetto al totale.
su 50cc di latex la parte liquida (che col tempo evapora) è circa il 90~95% del peso. Dopo un anno (o quando ti accorgi che non sigilla più) puoi sgonfiare, aprire la valvola, rabboccare con lattice nuovo, gonfiare e ripartire.
Dopo due o tre anni puoi comprare una camera d'aria nuova...
Cmq. non son tutte rose e fiori, ma le rose sono comunque più delle spine.
I problemi che ho avuto io riguardano oggetti perforanti di grosse dimensioni. Il latex funziona bene con spine (le classiche "baciapiedi") puntine da disegno ed altri piccoli oggetti. Coi chiodi va un po' in crisi.





Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Dicembre 29, 2017, 01:13:53 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2012
  • Post: 893
  • attività:
    35%
  • Reputazione: +91/-0

+Info

  • Last Active:Novembre 20, 2018, 09:37:53 am
  • RUN!RUN!RUN!
      • 90RPM

Quello che si asciuga e compatta non è il lattice ma la schiuma delle bombolette, che infatti finisce col formare delle "palle" all'interno delle camere d'aria (e dei tubolari, ahimé).
Il lattice asciuga perdendo la parte liquida, che è anche la più pesante, ma non forma "palle". E pure se resta all'interno della camera d'aria non casca il mondo, dato che il peso della parte solida è minimo rispetto al totale.
su 50cc di latex la parte liquida (che col tempo evapora) è circa il 90~95% del peso.

Il lattice si asciuga e si compatta eccome!
Giusto qualche foto d'esempio:
http://foto.mtb-forum.it/data/500/medium/CIMG1452.JPG
http://foto.mtb-forum.it/data/500/medium/CIMG1451.JPG
https://www.mtb-mag.com/wp-content/uploads/2013/11/pulizia-gomma.jpg
http://www.light-bikes.it/forum/index.php?action=dlattach;topic=41644.0;attach=62437;image

Quando il lattice si asciuga in adesione allo pneumatico o alla camera d'aria, formando uno stratificazione solida è chiaro che debba essere rimosso prima di una nuova aggiunta di prodotto liquido. Altrimenti come fa a fuoriuscire e seccare chiudendo i fori?


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Dicembre 29, 2017, 02:46:46 pm by veeg »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9779
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Dicembre 09, 2018, 08:23:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
sperimenterò con il prossimo treno di gomme, e poi vi dico la mia esperienza.  ::)

Intanto riporto l'aggiornamento di Marco, tratto da mammiferobipede

Intanto: lattice sì o lattice no? Lattice sì, quando possibile, sempre e comunque. Al momento le bici che ho in casa sono tutte latticizzate (ad eccezione della bici da corsa, che uso ormai pochissimo ed unicamente su asfalto) ivi inclusa una Brompton che già del suo monta i famosi copertoncini antiforatura Schwalbe Marathon.

Il motivo della scelta Lattice+Marathon sta nel fatto che, singolarmente, nessuna delle due soluzioni si è rivelata risolutiva. Accoppiate mi è capitato di prendere la fatidica puntina da disegno, estrarla e proseguire a pedalare senza nemmeno dover rigonfiare la ruota (!)
[...]

il Lattice è composto di una parte solida (gomma) in sospensione in una parte liquida (acqua). Ne esistono diverse tipologie caratterizzate da maggiore o minore viscosità, con efficienze diverse in termini di durata nel tempo e capacità di far fronte a fori di grosse dimensioni. Col tempo possono accadere due cose:

    la parte liquida evapora, lasciando la parte solida a seccare all’interno della camera d’aria/ruota
    la parte liquida si separa dalla parte solida, col risultato che in caso di foratura il meccanismo autoriparante non funziona (liquido oleoso fuoriesce del foro senza riuscire a fermare la perdita d’aria).

In entrambi i casi il segnale è che il sistema ruota+lattice è arrivato al termine del proprio ciclo vitale. Il problema si risolve rapidamente sostituendo la camera d’aria con una nuova (latticizzata!) portata seco all’occorrenza. Dopodiché occorrerà valutare se intervenire anche sulla seconda ruota (p.e.: semplicemente rabboccando il lattice con una nuova dose).
[.....]


EDIT:
inserire 50cc di soluzione (60% lattice + 40% acqua ) per ogni ruota (più ne metti, più dura, però aumenta il peso...)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Febbraio 14, 2018, 06:32:23 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Marcopie

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Post: 98
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +16/-1

+Info

  • Last Active:Gennaio 01, 2018, 12:19:13 pm
Il lattice si asciuga e si compatta eccome!

Ti garantisco che non è niente a confronto con quello che ho tirato fuori da una camera d'aria (della Brompton) dopo una riparazione con la bomboletta. Il lattice è in soluzione liquida: quando evapora la parte liquida rimane la parte gommosa, ma come un velo. La bomboletta inietta il liquido a pressione, cosa che produce una schiuma. L'aria del propellente rimane intrappolata nelle bollicine nel momento in cui la schiuma si asciuga, formando quelle che ho chiamato 'palle'. La sensazione, tirando fuori la camera d'aria (per buttarla, perché a questo punto non ci si può far nulla) è quella di un serpente che stia digerendo un grosso topo...  :o  :o  :o

Le foto che hai inserito riguardano copertoni tubeless per Mtb. In quel tipo di soluzioni si inserisce un lattice diverso dal Latex o dal Lastix, un prodotto più denso, ed aggiunto in quantità più abbondanti dal momento che l'aumento di peso è stra-compensato dal fatto di poter fare a meno della camera d'aria (che in una mtb può arrivare a pesare 200gr).

Citazione
Quando il lattice si asciuga in adesione allo pneumatico o alla camera d'aria, formando uno stratificazione solida è chiaro che debba essere rimosso prima di una nuova aggiunta di prodotto liquido. Altrimenti come fa a fuoriuscire e seccare chiudendo i fori?

In realtà il Latex secco finisce col formare un velo all'interno della camera d'aria. Un velo di gomma all'interno di un tubo di gomma, che sicuramente non impedisce al lattice fresco aggiunto in un secondo tempo di continuare a funzionare. Quando la ruota si buca e l'aria comincia ad uscire, il liquido all'interno viene trascinato fuori dal cosiddetto 'effetto Venturi', indipendentemente dalla presenza o meno di impurità all'interno della camera.

Cmq. non devo convincere nessuno. Il lattice comporta dei fastidi aggiuntivi, ma ne risparmia anche tantissimi. Oltre alle preoccupazioni. Avendo una moglie che occasionalmente prende la bici anche la sera per andare a trovare amiche che vivono nel quartiere, per me l'idea che non rischierà di trovarsi con la ruota a terra di sera in città vale tutta la fatica in più (ridicola) richiesta per siringare 60cc di soluzione liquido/gommosa all'interno di una camera d'aria.

P.s.: un problema aggiuntivo legato all'uso del lattice sulle pieghevoli c'è, ma non è quello che ci si potrebbe aspettare. È un problema legato al fatto che le valvole Schrader non funzionano bene a pressioni elevate. A differenza delle Presta, che hanno una vite di blocco per forzare chiusura, le Schrader lavorano solo con la pressione dell'aria. Quello che ho notato è che, tipicamente, queste valvole risultano efficienti al 100% solo fino a pressioni di 2~2,5 bar, contro i c.a 6,5 bar consigliati per le coperture delle Brompton. Il risultato è che le ruote portate a pressione perdono spontaneamente aria finché non si stabilizzano ai 2~2,5 bar ai quali la valvola non perde più (cosa che avviene nell'arco di poche settimane). Questo comporta una continua necessità di rigonfiare la ruota, ma anche una progressiva perdita della componente liquida del lattice, che si separa sotto forma di vapore acqueo. Mentre nelle mountain bike la pressione delle ruote rimane solitamente bassa e costante, consentendo al vapore acqueo evaporato di rimanere in equilibrio con quello del liquido (oltretutto le valvole per tubeless di solito sono delle Presta), nelle ruote delle pieghevoli, riportate a pressione ogni due o tre settimane, il continuo ricambio di aria comporta un asciugamento più rapido del lattice... (situazione che può essere in parte compensata proprio dalla spontanea sigillatura posteriore della valvola operata dal lattice)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Dicembre 31, 2017, 12:54:47 pm by Marcopie »

Offline veeg

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2012
  • Post: 893
  • attività:
    35%
  • Reputazione: +91/-0

+Info

  • Last Active:Novembre 20, 2018, 09:37:53 am
  • RUN!RUN!RUN!
      • 90RPM
Il lattice si asciuga e si compatta eccome!

Ti garantisco che non è niente a confronto con quello che ho tirato fuori da una camera d'aria (della Brompton) dopo una riparazione con la bomboletta. Il lattice è in soluzione liquida: quando evapora la parte liquida rimane la parte gommosa, ma come un velo. La bomboletta inietta il liquido a pressione, cosa che produce una schiuma. L'aria del propellente rimane intrappolata nelle bollicine nel momento in cui la schiuma si asciuga, formando quelle che ho chiamato 'palle'. La sensazione, tirando fuori la camera d'aria (per buttarla, perché a questo punto non ci si può far nulla) è quella di un serpente che stia digerendo un grosso topo...  :o  :o  :o
Io parlavo del lattice, non della schiuma delle bombolette.

Le foto che hai inserito riguardano copertoni tubeless per Mtb. In quel tipo di soluzioni si inserisce un lattice diverso dal Latex o dal Lastix, un prodotto più denso, ed aggiunto in quantità più abbondanti dal momento che l'aumento di peso è stra-compensato dal fatto di poter fare a meno della camera d'aria (che in una mtb può arrivare a pesare 200gr).
Il lattice di cui tu parli non è un prodotto per ciclismo. Io mi riferivo ai prodotti venduti per le biciclette che ogni pedalatore può trovare facilmente in commercio. (Pensavo si parlasse di questo nella discussione)
La mia esperienza con il lattice, unita a quella del mio gruppo di ciclismo, non è stata positiva.
Esistono pro e contro, ma secondo le nostre prove pratiche i benefici non compensano le criticità.

In realtà il Latex secco finisce col formare un velo all'interno della camera d'aria. Un velo di gomma all'interno di un tubo di gomma, che sicuramente non impedisce al lattice fresco aggiunto in un secondo tempo di continuare a funzionare. Quando la ruota si buca e l'aria comincia ad uscire, il liquido all'interno viene trascinato fuori dal cosiddetto 'effetto Venturi', indipendentemente dalla presenza o meno di impurità all'interno della camera.
Esperienza diretta nel campo delle MTB: se i copertoni non vengono puliti dal lattice solidificato, il funzionamento di quello nuovo inserito non è garantito. D'altronde anche i produttori stessi lo raccomandano.

PS: non scomodiamo Venturi che già è citato a caso in troppe situazioni  ;)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0

Offline venenum

  • iniziato
  • *
  • Data di registrazione: Feb 2018
  • Post: 17
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +0/-0

+Info

  • Last Active:Giugno 30, 2018, 05:31:30 pm
...perdonatemi ma
nella mtb venduta ieri avevo montato delle fettucce in kevlar antiforatura. credo costino sui 15 euro.
mai forato.
sul tandem ho della "fat frank" della schwalbe. mai forato
su una ruota da venti pollici ipotizzo si stia a meno di due etti complessivamente
o.t.
leggendo i post mi è venuto in mente che da qualche parte ho una bomboletta antiforatura così vecchia che credo di averla pagata in lire...
magari ne prendo una nuova da tenere in auto e quella che ho la uso per gonfiare il pallone di Boe.

https://photos.google.com/photo/AF1QipN3P92GCQKnd57Q8BIEJqHakxLjalpen5s3vyWP

che dite ...

 

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
« Ultima modifica: Maggio 20, 2018, 04:42:09 pm by venenum »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9779
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Dicembre 09, 2018, 08:23:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
Io ho caricato 250ml di Prochima Latex puro sia nelle camere della Brompton che sulle 20".
Avevo provato in precedenza a diluirlo con acqua, ma al primo buco è uscito tutto fuori senza seccarsi in tempo.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9779
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Dicembre 09, 2018, 08:23:26 pm
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
Aggiorno la storia:

ieri ho trovato la ruota completamente a terra. Ho scoperto che la valvolina interna (quella che si smonta per latticizzare) della camera d'aria si è bloccata,  facendo uscire tutta l'aria.

Ho provato inutilmente a a pulirla con un compressore, ma alla fine ho dovuto sostituirla. Per fortuna non ho dovuto smontare la ruota intera, ma solo sostituire la valvolina prendendola da una vecchia camera d'aria.



Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8213.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci