Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)  (Letto 29152 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline valerio_vanni

  • iniziato
  • *
  • Data di registrazione: Feb 2017
  • Post: 45
  • attività:
    15%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 13, 2019, 10:29:04 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #60 il: Aprile 20, 2017, 03:28:25 pm »
Secondo me è eccessiva questa distanza, come valore universale.
Bisogna vedere la velocità: ai 70-80 è anche doveroso stare a un metro e mezzo, ai 20-30 si rischia di paralizzare inutilmente il traffico e aumentare gli attriti tra le categorie.

Nella foto si vedono i ciclisti che occupano praticamente una corsia: se una bicicletta nel traffico cittadino deve contare come una macchina, si annullano parecchio i vantaggi che il traffico ciclistico porta alla circolazione in generale.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline alex

  • assistente
  • ***
  • Data di registrazione: Giu 2012
  • Località: orbetello
  • Post: 145
  • attività:
    35%
  • Reputazione: +2/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 01:44:30 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #61 il: Aprile 20, 2017, 04:53:42 pm »
nelle città italiane secondo me il metro è mezzo è impossibile da rispettare anche perchè manca lo spazio certe volte in alcune strade per via di cambi di circolazione è dificile anche per 2 macchine passare insieme e sull'extraurbano dovremmo allargare le corsie altrimenti i ciclisti sarebbero insuperabili in determinati periodi dell'anno, sono un ciclita ma anche uno che giuda la macchina e cerco di mettermi nei panni di entrambi

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9813
  • attività:
    90%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 11:25:24 am
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #62 il: Aprile 24, 2017, 03:41:43 pm »
Ciclisti, strage infinita sulle strade italiane: un morto ogni 35 ore
da laRepubblica del 22 aprile 2017

Siamo un paese "nemico" della bicicletta e chi pedala per lavoro (come i professionisti) o per andare al lavoro (come i ciclisti urbani) continua a farlo a rischio e pericolo quotidiano schivando buche o incroci mal segnalati, pedalando nel traffico dei motori o su piste ciclabili al limite della praticabilità. Pochi giorni fa il sottosegretario ai Trasporti Riccardo Nencini, a margine della presentazione del Gran Premio della Liberazione, aveva ribadito l’urgenza di una legge "salvaciclisti"

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2014
  • Località: Reggio Calabria
  • Post: 908
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +60/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 07:58:37 am
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #63 il: Aprile 24, 2017, 04:29:17 pm »
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima Orbea Katu 40
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline Leonets

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Dic 2016
  • Post: 85
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 19, 2019, 10:10:10 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #64 il: Aprile 26, 2017, 08:53:57 am »
Mi sembra strano leggere anche su siti di ciclisti che il limite di 1,5mt sia troppo ...

Ma è a voi non capita periodicamente di essere stretto a lato strada dalla macchina camion o anche autobus che vi ha sorpassato ?!?

È corretto che chi vi sorpassi poi vi stringa a lato strada perché deve rientrare in corsia ?!?

A me proprio per niente !!!
E se riesco li mando proprio a fare in .....

Se non c'è spazio per passare .... Aspetti e sorpassi come se fosse una macchina

Che poi non dovrebbe essere difficile visto che una bici va a 20

Quindi facciamo sta legge!!!
L'asfalto e la lamiera sono duri!!!

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2013
  • Località: Roma
  • Post: 3350
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +168/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 02:06:19 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #65 il: Aprile 26, 2017, 10:39:29 am »
Sono d'accordo con Leonets.

La distanza di 1.5 m mi sembra ragionevole, dal momento che i ciclisti potrebbero avere necessità di scartare un ostacolo improvviso, una buca, o semplicemente potrebbero cadere durante il sorpasso per cause indipendenti dal dall'auto che sta sorpassando.
In questi casi, se l'auto ha lasciato un margine di sicurezza sufficiente, può evitare facilmente l'impatto.

;)


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline rossi6468

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Mar 2016
  • Località: Villafranca in Lunigiana.
  • Post: 65
  • attività:
    10%
  • Reputazione: +9/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 18, 2019, 04:35:32 pm
  • Atala folding 16 1v
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #66 il: Aprile 26, 2017, 11:41:27 am »
Il CDS di norme riguardo la sicurezza degli utenti della strada ne contiene già molte.
Il problema è che non vengono rispettate e quindi temo che l'introduzione di altre misure, per quanto utili ed auspicabili, poco potrà contro la maleducazione imperante.
E si, di questo si tratta, in fondo; di educazione.
Capisco che parlo di un termine desueto e vecchio come me, ma non serve una norma per rispettare il prossimo, per rallentare quando piove e ci sono pozzanghere e pedoni, quando un pedone, specie se anziano, s'avvicina alle strisce pedonali, per non parcheggiare dove capita, per non viaggiare sui marciapiedi, per non andare contromano a luci spente, per non................. potrei continuare all'infinito; serve soltanto un po d'educazione e rispetto, oramai rarissimi da trovare.
Nel frattempo: casco in testa, specchietto retrovisore, luci, giubbotto ad alta visibilità ed occhi sempre bene aperti.
Saluti a tutti,
rv


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2012
  • Località: avanti e indietro fra il Garda e Milano
  • Post: 2657
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +190/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 06:22:24 am
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #67 il: Aprile 26, 2017, 11:46:12 am »
..........
La distanza di 1.5 m mi sembra ragionevole, ..............

Ragionevole sì, ma anche difficile da praticare (premetto che da automobilista io lo faccio già da tempo, per la serie "non fare agli altri..."), e soprattutto impossibile da verificare e sanzionare. Temo che, se mai la norma andasse in vigore, avrebbe il medesimo effetto delle famose "grida" di manzoniana memoria: un gran bel proclama di intenti (e voglio sperare che non sia solo questo l'intento di chi lo ha proposto, farsi un po' di pubblicità gratis) e nessun effetto pratico.
Per par condicio, però, andrebbero ugualmente sanzionati i ciclisti che occupano più spazio del necessario viaggiando affiancati o peggio in gruppo alla faccia di tutto e di tutti (*). Cito un esempio pratico: provinciale Salò-Desenzano, stretta, con una media di una rotonda al km e traffico intenso in entrambe le direzioni, quindi sorpassi pressochè impossibili. Gruppo di una dozzina di ciclisti "sportivi", giovani, tutti in divisa uguale, per cui presumo una squadra in allenamento, che viaggiano a 30-35 km/h, quindi neanche fermi. Risultato: coda per alcuni km, senza che neanche per sbaglio accennassero a disporsi in fila per lasciar passare. Non mi vergogno di dire che quando finalmente ho trovato un varco per passare senza fare danni, un colpetto di claxon di protesta l'ho dato.

Per l'incidente che è costato la vita a Michele Scarponi, da qual che ho visto e capito, si è trattato di una circostanza e una meccanica totalmente diverse. Lui viaggiava sulla strada principale, che in quel punto curvava a sinistra, e in direzione opposta proveniva il furgone che ha svoltato a sinistra in una strada secondaria (quindi aveva l'obbligo di dare precedenza) e l'ha preso in pieno con lo spigolo anteriore destro del muso. Forse aveva il sole contro, forse ha sottovalutato la velocità del ciclista, forse stava guardando da un'altra parte, non importa, il risultato purtroppo è stato quello che sappiamo (ma guai che in un qualsiasi TG abbia sentito anche un'analisi dei fatti oltre alle belle parole di rito). Però col metro e mezzo non c'entra.

Vittorio


(*) esattamente come oltre a chi viola i limiti di velocità andrebbe multato (per intralcio al traffico: la fattispecie esiste già) chi viaggia a passo di lumaca senza guardare nello specchietto per vedere che sta creando la fila.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
« Ultima modifica: Aprile 28, 2017, 12:08:02 am by Vittorio »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2014
  • Località: Reggio Calabria
  • Post: 908
  • attività:
    40%
  • Reputazione: +60/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 07:58:37 am
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #68 il: Aprile 26, 2017, 11:52:49 am »
I peggiori, per quanto riguarda le mie esperienze, sono gli autisti degli autobus: prima ti sorpassano a filo e poi ti tagliano la strada perché hanno la fermata. Mi è successo un paio di volte: ogni volta ho dovuto fare il giro attorno all'autobus, ma, passando accanto al finestrino dell'autista, un "Imbecille, potevi aspettare due secondi che passavo!" m'è uscito proprio da solo! Considerate che io di solito sono molto educato ed accomodante, ma in quei casi è stato proprio più forte di me...

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima Orbea Katu 40
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2012
  • Località: avanti e indietro fra il Garda e Milano
  • Post: 2657
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +190/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 06:22:24 am
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #69 il: Aprile 26, 2017, 11:57:13 am »
Sì, è la forma mentale del "io sto lavorando, per cui non ho tempo da perdere".
Vittorio

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline Leonets

  • apprendista
  • **
  • Data di registrazione: Dic 2016
  • Post: 85
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 19, 2019, 10:10:10 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #70 il: Aprile 26, 2017, 02:25:27 pm »
L'autobus lo fa abbastanza spesso questo gioco

Proprio lui che non dovrebbe farlo

Che fretta ha mediamente un autista ? Forse a fine turno ma durante ?

Eppure sorpassare quando sei una macchina lunga 4mt è ben diverso dal farlo quando sei un bus di 12

E invece lo fanno

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0

Offline valerio_vanni

  • iniziato
  • *
  • Data di registrazione: Feb 2017
  • Post: 45
  • attività:
    15%
  • Reputazione: +1/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 13, 2019, 10:29:04 pm
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #71 il: Aprile 27, 2017, 10:28:59 pm »
Mi sembra strano leggere anche su siti di ciclisti che il limite di 1,5mt sia troppo ...

Io dico che è troppo come misura minima, indipendente dalla velocità.

Citazione
Ma è a voi non capita periodicamente di essere stretto a lato strada dalla macchina camion o anche autobus che vi ha sorpassato ?!?

Qualche volta capita, ma se uno ti stringe a 10 cm è spericolato... non è mettendo limiti eccessivi che risolvi il problema.
Mettimo che ci sia una strada col limite a 80. Arriva un matto ai 160 e fa un incidente. E' sbagliato il limite e lo mettiamo a 60?

Citazione
Se non c'è spazio per passare .... Aspetti e sorpassi come se fosse una macchina
Se una bicicletta occupa una corsia intera come se fosse una macchina, il volume di traffico urbano diventa eccessivo.
Un vantaggio delle biciclette (anche per chi non le usa) è proprio la riduzione del traffico

Poi... nella vita c'è sempre un però. (cit. Bersani)
E ripeto che c'è anche il fattore del venirsi incontro.
Se la bici è "come una macchina" allora si incolonna con le macchine al semaforo.
Se invece superiamo tutti, grazie alla nostra dimensione ridotta, non possiamo poi pretendere che in ripartenza si faccia la coda perché la bici prima era piccola e ora è grande.

Io dico: superiamo pur tutti, ma lasciamo che in ripartenza i mezzi più veloci ci superino.

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
« Ultima modifica: Aprile 29, 2017, 12:19:45 pm by valerio_vanni »

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2011
  • Località: Lecco
  • Post: 4124
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +156/-0

+Info

  • Last Active:Aprile 20, 2019, 11:25:00 am
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #72 il: Aprile 28, 2017, 05:55:10 pm »
Se la bici è "come una macchina" allora si incolonna con le macchine al semaforo.
Se invece superiamo tutti, grazie alla nostra dimensione ridotta, non possiamo poi pretendere che in ripartenza si faccia la coda perché la bici prima era piccola e ora è grande.

Io dico: superiamo pur tutti, ma lasciamo che in ripartenza i mezzi più veloci ci superino.
Concordo. Così come concordo con Vittorio che sarebbe difficile se non impossibile da mettere in pratica, verificare e sanzionare. Ed è sicuramente vero che il grande problema di questo paese non è nella mancanza di norme su questo o quello, quanto piuttosto che quelle che già ci sono non vengono mai fatte rispettare.
E dico questo nonostante sia piuttosto imbufalito per il fatto che poco fa, mentre pedalavo nei pressi della stazione di Monza, un idiota di autista di bus mi ha sorpassato tenendosi a meno di 20 cm di distanza dal mio braccio, e questo nonostante avesse spazio libero alla sua sinistra per potersi tenere più largo. Un mezzo metro circa di spazio in più tra me e lui sarebbe stato sufficiente per evitarmi una sincope...

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=845.0
« Ultima modifica: Aprile 28, 2017, 06:00:23 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9813
  • attività:
    90%
  • Reputazione: +170/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 11:25:24 am
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
sicurezza in strada (articoli, campagne, ...)
« Risposta #73 il: Settembre 14, 2017, 01:58:30 pm »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci