Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: petizione abbonamento bici+treno nazionale  (Letto 7317 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10018
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
petizione abbonamento bici+treno nazionale
« il: Gennaio 05, 2015, 12:20:33 pm »
io ho firmato.

da:
https://www.change.org/p/trenitalia-spa-abbonamento-bici-treno-nazionale?recruiter=42433530&utm_campaign=signature_receipt&utm_medium=email&utm_source=share_petition

---------------

In Italia c'è ancora molto da fare per mettere in pratica parole come intermodalità o sostebilità in ambito trasporti.

E' crescente il numero di pendolari che utilizzano la bici ed il treno quotidianamente ed è ormai condivisa nella società la necessità di favorire pratiche virtuose che hanno effetti benefici sull'ambiente, la mobilità, la salute.

In alcune Regioni trasportare la bici sul treno ha un costo annuo di circa 1.000 €, perché non è ancora possibile usufruire di un abbonamento mensile o annuale.

In Emilia Romagna l'abbonamento annuale a 122 € - nato da un accordo tra FIAB e Trenitalia - è stato di recente annullato.

In Lombardia l'abbonamento c'è e costa 60 €.

La sensazione è che i pendolari siano appesi al sottile filo di accordi stretti a macchia di leopardo a livello locale.

Accordi che possono essere annullati in ogni momento.

La Federazione Europea dei Ciclisti (ECF) ha calcolato che nel periodo 2014-2020 sono disponibili per gli stati circa 6 miliardi di euro per finanziare progetti di ciclabilità. Ad oggi si contano progetti per un ammontare pari a poco più di 2 miliardi, di cui l'Italia detiene solo il 4%, quindi non è una questione di mancanza di fondi (che ci sono e non sono utilizzati oppure vengono richiesti e spesi in altre grandi opere meno sostenibili) ma di mancanza di progetti per utilizzare questi fondi.

Chiediamo a Trenitalia di rendere omogenea a livello nazionale la possibilità di acquistare abbonamenti mensili ed annuali per il trasporto bici.

 
« Ultima modifica: Gennaio 05, 2015, 12:24:30 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Onattac

  • assistente
  • ***
  • Post: 124
  • Reputazione: +2/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #1 il: Gennaio 05, 2015, 12:53:00 pm »
FATTO! :)

Offline globetrotter

  • iniziato
  • *
  • Post: 14
  • Reputazione: +0/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #2 il: Gennaio 05, 2015, 01:31:29 pm »
Firmato, grazie!

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2931
  • Reputazione: +199/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #3 il: Gennaio 05, 2015, 04:33:40 pm »
E' sicuramente una buona cosa ma temo di dover gettare un po' d'acqua sul fuoco perché la gestione delle tariffe (e quindi degli abbonamenti) nel trasporto regionale dipende proprio dai singoli accordi fra Trenitalia e le varie Regioni, quindi TI da sola non può far molto, se non dare la sua disponibilità, ma se la Regione X non ne vuol sapere dubito che TI possa stabilire una tariffa unificata unilateralmente.
Purtroppo è uno dei tanti frutti marci del neo-feudalesimo ... ops, "regionalizzazione".
Ciò non toglie che in più firmiamo e meglio è.

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2931
  • Reputazione: +199/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #4 il: Gennaio 28, 2015, 01:41:05 pm »
Forse qualcosa si muove nella buona direzione:
http://fiab-onlus.it/bici/attivita/treno-bici/item/1089-trenitalia-tavolo-nazionale.html

Forse...

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Post: 444
  • Reputazione: +45/-0
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
    • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #5 il: Gennaio 28, 2015, 02:08:49 pm »
Ciao a tutti!
E'un po'che sull'argomento mi mordo la lingua ... ma stavolta mi scappa detto.
Non per essere autoreferenziale, visto il tema del forum, ma se parliamo di abbonamenti bici parliamo di bici non pieghevoli.
Va benissimo riattivare l'abbonamento, ma, guardando oltre il proprio manubrio, immediatamente dopo viene la questione del garantire i posti bici.
Io vedo la realtà attorno a Bologna, dove la spina dorsale del TPL è fatta di convogli con E464 (per il medio-lungo) TAF ed elettromotrici Ale642/582, Stadler E350 e motrici diesel Pesa ATR220.
In Lombardia non cambia moltissimo, altrove non so.
Più o meno parliamo di composizioni da 500-550 pax e/o 10-15 posti bici (e /o perché, ad esempio su Stadler, dove, se non sbaglio ci sono tre posti bici a cassa, 15 in tutto, una bici prende un posto a sedere e quasi due in piedi). Per arrivare ad un utilizzo minimo, di, diciamo, un intermodale su dieci, due al massimo, parliamo di un range che va da 50 a 100 posti bici.
E dove ce le mettiamo?
Teniamo conto che non si può certo parlare di stivare, come facciamo oggi, 15 biciclette nel retrocassa del 464, come si fa nei Regionali Veloci.
Questi posti bici dovrebbero consentire l'incarrozzamento/scarrozzamento contemporaneo, efficiente ed ad elevata velocità, con possibilità di accesso rapido alla carrozza bici (perché di carrozze bici dovremmo parlare), con possibilità di incatenare e sciogliere le bici anche mentre gli altri caricano e scaricano. Perchè, se, ad esempio, ad una fermata dieci salgono e cinque scendono non sarà possibile tenere il treno in stazione un quarto d'ora.
E concludo notando come, in realtà, quasi tutti i convogli sono a cinque casse anche perché molte stazioni (soprattutto quelle piccole) hanno banchine che sono troppo corte per convogli più lunghi e sarebbero tutte da ristrutturare (per non parlare dei problemi sindacali del personale viaggiante con norme che richiedono rinforzi di personale per treni più lunghi).
Il tutto per quanti abbonamenti?
E'brutto dirlo, soprattutto qui, ma l'unica cosa saggia che i vari consorzi potevano fare per favorire l'intermodalità è già stato fatto: liberalizzare il trasporto delle bici pieghevoli.
Ciao a tutti.
TT:
« Ultima modifica: Gennaio 28, 2015, 07:34:50 pm by TicioTIX »
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10018
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #6 il: Gennaio 29, 2015, 01:55:55 pm »
ho paura che trenitalia sappia benissimo cosa comporti rendere accessibili i treni alla bici..... e secondo me è sempre più stretta alle corde dal continuo aumento di persone in bici (pieghevole e non) che ogni giorno provano a salire su un treno....

forse è proprio per questo che tenda a voltarsi dall'altra parte davanti a simili petizioni.  ::)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2931
  • Reputazione: +199/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #7 il: Gennaio 29, 2015, 03:27:04 pm »
Basta che un bel momento non si stufino e ci buttino tutti giù dai treni... Sai che proibire è sempre più facile che risolvere i problemi

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Post: 444
  • Reputazione: +45/-0
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
    • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #8 il: Gennaio 29, 2015, 03:54:53 pm »
@OcchioNero: concordo pienamente con te. Secondo me trenitalia sa benissimo quali sarebbero le conseguenze di riattivare abbonamenti del genere. Solo la mia modesta opinione è che, se questa volta si è girata dall'altra parte, non sia per scortesia. Ma per palese (quasi) impossibilità tecnica.

@Vittorio: Scherzi? Io comincio a temerlo quasi ogni giorno... Io ho iniziato un anno fa, e sui miei treni ero quasi sempre il solo con la pieghevole. Adesso siamo quattro-cinque almeno ogni viaggio. E quando mi capitano le vecchie care Ale, quelle con il vestibolino e le doppie porte mi sento molto, ma molto fra i piedi (e pensare che fino a poco fa avevo una 20'').
Ho paura che se aumentiamo ancora un po'qualcosa di non auspicabile possa capitare...

Ciao a tutti.
Tiziano
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10018
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #9 il: Gennaio 30, 2015, 08:41:46 pm »
il virus pieghevole si diffonde inesorabile
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8640.

:)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Post: 998
  • Reputazione: +63/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #10 il: Febbraio 03, 2015, 08:22:31 am »
Sara Poluzzi, promotrice della petizione, oggi sarà a Geo&Geo. :)
Se avete votato, l'avrete ricevuta anche voi, ma posto qui per gli altri. 

Citazione
stasera a Geo&Geo su Rai Tre
Sara Poluzzi
Bologna, Italia

3 feb 2015 — Ciao a tutti,
oggi vado a Roma per partecipare in diretta alla trasmissione Geo&Geo, il mio intervento è previsto alle 18:00 circa. Sarà presente in studio insieme a me Alberto Fiorillo.

Il tema sta crescendo ed acquisisce maggiore visibilità ad un mese dalla sua nascita, occorre ancora avere pazienza e tenacia.

Siamo a 56.400 ma si può fare ancora molto, informando e facendo sottoscrivere chi è d'accordo ma ancora non è riuscito fisicamente a sottoscrivere la petizione, conto sul vostro aiuto!

Se potete seguitemi, posterò comunque una registrazione della trasmissione appena sarà disponibile.

Giovedì torno a Roma per incontrare Trenitalia, vi farò sapere!

Intanto grazie per il sostegno.

a presto,
Sara
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima CANYON Roadlite 5.
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2931
  • Reputazione: +199/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #11 il: Febbraio 06, 2015, 03:54:48 pm »
dal sito FS News:
http://www.fsnews.it/cms-file/allegati/fsnews2014/6215CSBICI.pdf

"FS ITALIANE INCONTRA I PROMOTORI DELLA PETIZIONE PER
ABBONAMENTO TRENO+BICI
Roma, 6 febbraio 2015
Una delegazione del Gruppo FS Italiane ha incontrato ieri, nel tardo pomeriggio, Sara Poluzzi, promotrice della petizione per chiedere un abbonamento omogeneo in tutta Italia per il trasporto bici sui treni regionali.
Ad ascoltare e rispondere alle richieste di Sara Poluzzi, accompagnata da alcuni attivisti dell’associazione Salvaciclisti e da Salvatore Barbera, direttore delle campagne di Change.org, sito che ha lanciato la petizione on-line, erano presenti, tra gli altri, il direttore della Comunicazione Esterna e Media del Gruppo FS Italiane, Orazio Carabini, il responsabile delle Relazioni Istituzionali di Trenitalia, Alberto Scattone, e il direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono.
Il confronto, cordiale e approfondito, è servito a chiarire quali siano le effettive competenze di Trenitalia rispetto a quelle delle singole Regioni e Province Autonome, committenti e programmatrici del servizio ferroviario regionale. La determinazione delle tariffe e le regole di accesso ai treni regionali sono esclusiva competenza di quest’ultime.
Inoltre Trenitalia, benché sia la principale impresa di trasporto ferroviario del Paese, non svolge il proprio servizio sull’intero territorio italiano e trasporta, mediamente, meno del 60% del totale dei pendolari italiani su ferrovia.
Fatte queste premesse è stata confermata, da parte di FS Italiane, la costante e prioritaria attenzione ai temi della mobilità sostenibile e di un’efficace integrazione modale del treno con altri mezzi di trasporto, pubblici e privati, favorendo quelli a minor impatto ambientale. Un’attenzione e una sensibilità di cui FS Italiane si fa convinta portavoce in tutti i contesti nei quali è chiamata a intervenire, arrivando a proporre alle amministrazioni locali, che hanno il compito di programmare l’offerta, soluzioni e modelli di servizio coerenti. E proprio in sintonia con questa impostazione, Trenitalia ha dichiarato di essere favorevole a studiare e formulare una proposta tecnica, da sottoporre - ove richiesto - all’attenzione della Conferenza delle Regioni, che favorisca un’omogeneizzazione della tariffazione e delle regole di accesso delle biciclette sui treni regionali gestiti da Trenitalia. Starà poi all’insindacabile ed esclusivo giudizio delle singole Regioni aderire a tale proposta, definendo tariffe e regole omogenee, regione per regione."

Vittorio
« Ultima modifica: Febbraio 08, 2015, 11:00:27 am by Vittorio »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Re:petizione abbonamento bici+treno nazionale
« Risposta #12 il: Febbraio 22, 2015, 12:48:56 pm »


Bologna, 19 feb. – Torna in Emilia-Romagna l’abbonamento bici+treno, cancellato da Trenitalia a fine 2014. Il nuovo abbonamento “Mi Muovo bici in treno” sarà in vendita dal prossimo 25 marzo e costerà 60 euro. Di fatto il 50% in meno rispetto ai precedenti 122 euro. La differenza la sborserà la Regione. Altra novità: la validità dell’abbonamento sarà estesa a tutta la rete emiliano romagnola di Tper. Per usare le parole dell’assessore ai trasporti Raffaele Donini il nuovo abbonamento “costa la metà e vale il doppio“.

Merito anche della petizione di Sara Poluzzi che su change.org ha raccolto quasi 60 mila firme e segnalato la questione. La speranza delle associazioni di ciclisti è che ora i pendolari siano invogliati all’acquisto dell’abbonamento bici+treno. “Fino ad ora non è successo perché la cosa non è stata pubblicizzita”, ragiona Simona Larghetti di Salvaciclisti. Nel 2014, spiegano i funzionari regionali senza fornire dati precisi, gli abbonamenti bici+treni erano “qualche decina”.

Fonte | Link
Lorenzo - Tern Link P9

Tags: