Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Brunitura a freddo parti in alluminio  (Letto 2088 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Santena
  • Post: 4882
  • attività:
    10%
  • Reputazione: +230/-1

+Info

  • Last Active:Maggio 17, 2019, 01:15:47 pm
  • Solvitur ambulando (pedalando)
      • Bikes & Co on Pinterest
Brunitura a freddo parti in alluminio
« il: Novembre 02, 2015, 02:33:26 pm »
### ETC1 Elenco Topic Correlati: cliccare sui TAG arancioni in cima ed in  fondo a questa discussione (altre info sui TAG  qui)
----------------------------------

Come avevo descritto qui: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=4568.msg81610#msg81610  ho cambiato il tensionatore della Nessie montando un Brompfication 2/6 speed. Eccolo montato...


host image


upload immagini


url immagine

Ho avuto finalmente modo di provarlo con attenzione su un tratto di una ventina di chilometri e tutto è andato abbastanza bene. Un unico inconveniente :-\. Prima ancora di uscire dal garage la bici ha cominciato ad emettere un fischietto estremamente antipatico da una delle due pulegge >:(. Non sono riuscito ad individuare quale delle due ::). E’ comunque bastato il magico WD40 spruzzato a casaccio per far cessare il problema dovuto probabilmente a un micro contatto tra una rotella e il tensionatore o un attrito strano tra una boccola e il suo perno. E’ probabile però che il WD40 presto volerà via e sarà necessario usare al suo posto un film di grasso leggero. I venti chilometri sono poi trascorsi tranquilli anche se con le orecchie drizzate per cogliere eventuali anomalie. Il nuovo tensionatore funziona esattamente come il vecchio, senza problemi o incertezze. Solo il rumore è diverso, più secco e metallico, ma non è sgradevole, anzi. Nessuna regolazione del deragliatore si è resa necessaria.
Devo comunque fare un paio di osservazioni a seguito di questo lavoro che possono essere utili ai bromptoloni.
La prima è che smontando il vecchio tensionatore ho trovato piuttosto lasche sia le viti che fermavano le pulegge che la vite centrale, che chiude la molla. Passi per quella della molla che fermata da un dado autobloccante ma per le due delle pulegge la cosa è abbastanza rischiosa. Se si allentano troppo può capitare di perdere una puleggia per strada rendendo inutilizzabile la bici. Oppure far lavorare male le pulegge con conseguenti e poco raccomandabili sfregamenti sui braccetti del tensionatore e/o usure anomale tra perno e bussole. Consiglio pertanto i possessori di Brompton di sorvegliare queste vitine. Per farlo occorre rimuovere i tappini che le proteggono.
La seconda è che il tensionatore Brompfication non ha elementi autobloccanti per le viti. Mi sento di consigliare quindi l’uso di un frenafiletti a debole/media resistenza (tipo Loctite 222 o 243 oppure Arexons 52a22 o 52a43). Il tipo debole è forse più adatto per l’alluminio e permette poi uno smontaggio più agevole. Sicuramente lo userò sulla mia bici.


se proprio non digerisci la cosa e ti senti coraggioso puoi provare con una brunitura casalinga  :o
opzione 1 - scaldi le rotelline e poi le immergi in un po' di olio per auto esausto
opzione 2 - usi un prodotto per la brunitura a freddo


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=9281.0
« Ultima modifica: Marzo 06, 2017, 11:11:10 pm by occhio.nero »



Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Negrar
  • Post: 822
  • attività:
    30%
  • Reputazione: +225/-0

+Info

  • Last Active:Maggio 09, 2019, 01:42:32 pm
Brunitura a freddo parti in alluminio
« Risposta #1 il: Novembre 03, 2015, 07:58:16 am »
A suo tempo mi ero addentrato nel tema della brunitura dell'alluminio con risultati a dir poco infelici. Ho provato tutte e due le soluzioni che proponi. La prima funziona ma da un risultato poco omogeneo. I pezzi bruniti così escono troppo 'leopardati' per i mie gusti. Inoltre mi faccio riguardo a scaldare pezzi lavorati di macchina e complessi come geometrie. Non vorrei indurre deformazioni che poi compromettono il funzionamento. E' un sistema che va bene per pezzi semplici come piastrine, squadrette, etc. ma meno per elementi di meccanica con tolleranze strette.
Per la seconda soluzione avevo usato questo:

Anche qui, malgrado il decappaggio più attento possibile, non sono mai riuscito a ottenere un risultato perfettamente omogeneo. Magari anche esteticamente accettabile ma che poi non durava niente. Bastava un minimo sfregamento che la brunitura se ne andava.
Credo che la soluzione resti l'ossidazione anodica ma è difficile trovare qualcuno che la faccia su piccole cose. Quando ero nel 'giro' mi è capitato di mandare qualche pezzo di bici a far anodizzare in mezzo a quintali di roba che le ditte per cui lavoravo commissionavano. Si otteneva un bel lavoro. Devo vedere se trovo un anodizzatore che fa anche piccoli lavoretti. Grazie comunque delle dritte.


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=9281.0
Solo chi pedala va avanti!

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Santena
  • Post: 4882
  • attività:
    10%
  • Reputazione: +230/-1

+Info

  • Last Active:Maggio 17, 2019, 01:15:47 pm
  • Solvitur ambulando (pedalando)
      • Bikes & Co on Pinterest
Brunitura a freddo parti in alluminio
« Risposta #2 il: Novembre 03, 2015, 08:53:58 am »
sapevo mi avresti dato soddisfazione con un po' di esperienza diretta! :D  ;) 
Pur avendole proposte, neanche io mi sarei mai lanciato in un esperimento del genere sui pezzi "esotici". Consolati con il fatto che qualunque trattamento superficiale venisse applicato sulla rotellina preposta alle cambiate verrebbe rapidamente asportato falla frizione con la forchetta del deragliatore.



Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=9281.0