Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Dahon Jetstream xp24  (Letto 32110 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9865
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Dahon Jetstream xp24
« il: Luglio 11, 2011, 01:14:36 am »
segnalo:

ammortizzatore posteriore (sostituzione, manutenzione, ...)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1264.0

--------------------




Il pensiero che Andrea mi volesse "affidare" la sua Dahon Jetstream XP classe 2007/8 ("mi ci sono affezionato, e vorrei darla a una persona che so che la tratterà bene") mi aveva riempito di orgoglio e di responsabilità.


Non avevo certo bisogno di acquistare una nuova pieghevole (in casa si comincia a stare strettini).... ma quando lo andai a trovare per vagliare la situazione... la sensazione che provai era fin troppo evidente: quella bici mi apparteneva prima ancora che le sinapsi celebrali, solleticate dalle regioni più primitive del cervello, esternassero al mondo la decisione ultima ed insindacabile.
;)

Del resto, avevo già notato la sua Dahon durante le Critical Mass romane. Quella linea aggressiva e un po' militare risvegliava il mio ?SUV-conscio? come nessun'altra bicicletta.
Tra la Tikit delicata corsaiola, la Mu-P24 sbuffante locomotiva a vapore e la Genius pigra e sofisticata... la Jetstream viene a chiudere il cerchio, l'anello mancante nell'evoluzione, il gradino che affonda il passo nelle oscurità delle origini, il richiamo che riporta nella foresta degli istinti di "predatore" di semafori, macchine ed asfalto.
 :o

Nera e massiccia come un uomo (pardon, una bici) delle caverne, rozza ed impertinente come un Hummer (anzi no, un Lamborghini LM, retaggio dei miei sogni di adolescente gasato.... autoveicolo di cui contesto tutto, dal costo ai consumi, dalla pericolosità al bisogno di ostentazione), ha finito per rubare la scena alle sue sorelle pieghevoli ogni qualvolta esco con l'intenzione di ?dominare? il basolato romano.

La casa madre, sul sito ufficiale, la colloca nelle "urban performance bike" e io concordo pienamente. Non la considero una MTB, ed anche se avessi sotto il sedere il modello 2011 (un trionfo di ammortizzatori, freni a disco e colori rosso fuoco) difficilmente la porterei con me per un fuoristrada spinto, dove i requisiti di stabilità e robustezza fanno ? a mio avviso - pochi sconti alle bici pieghevoli.

(la Jetstream Ex, modello 2011)

Rispetto al modello attualmente sul mercato, oltre ad una modifica della geometria, sulla versione 2008 si nota l'assenza dell'ammortizzatore anteriore, a meno che non si voglia definire tale il mozzo ammortizzato Pantour montato sulla ruota, che tra l'altro Andrea è stato costretto a sostituire con uno standard, dopo che si era rotto.

Le 24 marce, la linea "nuda" e la componentistica di livello la rendono leggera e scattante.
L'ammortizzatore posteriore và pompato (Andrea mi ha regalato la Pompa Scott Pro 600) in funzione del proprio peso: troppo sgonfio raggiunge spesso il fine corsa, viceversa troppa pressione riduce l'effetto ammortizzante. Per i miei 75 kg, ho visto che 11 atmosfere sono l'ideale. Non disponendo dell'anello di gomma degli ammortizzatori di ultima generazione, si può avere una idea della corsa del pistone analizzando la patina di polvere/fango che si accumula durante il movimento e che viene ?respinta? dalla guarnizione interna durante la compressione.

(dettaglio della corsa dell'ammortizzatore posteriore)

Abituato alla rigidità della Tikit, con la XP sembro galleggiare in una sorta di limbo prenatale.
 :)

Il problema principale si è presentato nella postura: il canotto manubrio non permette la regolazione dell'altezza.
Nella foto scattata allineando la Tikit e la Jetstream, il triangolo "manubrio-sellino-movimento centrale" ricavato dalla prima e riportato sulla seconda, individua nell'altezza del manubrio della Dahon il fastidio principale: è maggiore, tutto a svantaggio di una posizione più marcatamente ?sportiva?.

(un timido tentativo di confronto tra il telaio Tikit e quello Jetstream)

Il canotto manubrio non permette la regolazione in altezza, limite risolto solo in teoria dalla "pipa rotante" (spero che il nome non offenda i puristi del ciclismo) cerchiata in arancione nella foto seguente:

(i manubri della Tikit e della Jetstream a confronto)

Infatti, la sua regolazione è limitata intorno alla circonferenza di rotazione (per cui se voglio abbassare l'altezza del manubrio, me lo troverò anche più vicino al sellino).
Per carità, lo scarto tra le due biciclette non supera una manciata di cm, ma tanto basta per infastidire la (mia) pedalata, soprattutto sotto sforzo, quando la postura in sella si rivela determinante.

Sulla Tikit, se avessi avuto lo stesso problema, lo avrei potuto risolvere regolando l'altezza della pipa (il canotto è telescopico e la pipa è standard, cerchiata in verde nella foto precedente), mentre sulla Jetstream non sapevo come fare. L'alternativa era di diversificare la presa, ma ho abbandonato l'eventualità di montare un paio di appendici come già fatto sulla Mu P24 (vedasi la discussione sulle appendici), perchè in tal caso avrei dovuto rinunciare a quelle di serie (le Ergon R2M Magnesium, cerchiate in giallo nella foto seguente).

(dettaglio del manubrio della Jetstream, con gli Spinaci Cinelli e le manopole R2m)

Per fortuna, in ciclofficina centrale, ho incontrato un tipo che sulla sua Brompton aveva installato una coppia di ?Spinaci Cinelli? (cerchiate in arancione nella foto precedente). Siffatto ?ortaggio? (fino ad allora a me sconosciuto), ha rivoluzionato la mia postura.... tanto da mettere in discussione il primato della Tikit sul ?km lanciato?!!!!!
 :o

Il "segreto del suo successo" risiede ? a mio avviso ? nel "riuscire a ricreare" la presa delle bici da corsa anche sui manubri ?lineari?. Una volta individuata la giusta angolazione, le braccia avanzano parallele davanti al manubrio, ottimizzando la presa e quindi anche la spinta sul pedale.
In particolare, sono tre le posizioni che ho aggiunto a quella base (blu, n.1, dove le mani poggiano sulle manopole di serie):


verde (n.2): la mano impugna l'appendice lungo il primo segmento (vedere dettaglio 2a), conseguentemente il tronco avanza e le braccia si chiudono in parallelo. Il polso appoggia sul manubrio per aumentare la stabilità dello sterzo.

gialla (n.3): la mano impugna l'appendice lungo il secondo segmento (vedere dettaglio 4a), conseguentemente il tronco avanza e le braccia si appoggiano alle manopole (le R2m Magnesium, particolarmente comode poiché a ?pianta larga?), a scaricare il peso ed aumentare la stabilità dello sterzo.

Rossa (n.4): il sedere arretra dietro il sellino, a migliorare il profilo aereodinamico.


Il dettaglio 2a e 4a mostrano i due punti di contatto sul manubrio (che si vanno ad aggiungere alla presa della mano) ad opera del polso (2a) o dell'avambraccio (4a) a tutto vantaggio della stabilità dello sterzo (di per sé ridotta a causa dell'avvicinamento delle mani all'asse di rotazione del manubrio).

La posizione verde (2) migliora la spinta in salita e la dinamica in discesa (ma sopra i 30km orari aumenta il rischio di perdere il controllo del mezzo). Quella gialla (3) è entusiasmante sul rettilineo (dove il corpo si fonde con la bici a scaricare a terra tutta la potenza), mentre quella rossa (4) la sfrutto sulle lunghe discese morbide (dove voglio riposare i muscoli ma senza la necessità di rimanere sui freni per evitare velocità difficilmente gestibili con le ruote da 20?).

Per scrupolo, ho provato a confrontare il telaio della Dahon Jetstream con quello della Dahon Mu P24: le dimensioni sembrano coincidere. Il che mi fa ipotizzare che gli studi antropometrici condotti dalla casa madre abbiano prodotto un modello teorico le cui dimensioni vengono replicate di modello in modello.

(i telaio della MuP24 e della Jetsream in un timido tentativo di confronto)

Una differenza sostanziale riguarda invece la piega del manubrio: nella Mu P24 finisce tra il carro posteriore e quello anteriore, mentre nella Jetstream rimane esterno, con il vantaggio che si può adattarlo/personalizzarlo senza il rischio che l'aumento degli ingombri influisca sulla piega. Rimane comunque il fatto che l'introduzione degli "spinaci" ha di fatto aumentato gli ingombri da piegata (vedasi la foto seguente).

(la MuP24 e la Jestream piegate)

Nella foto precedente si nota come il manubrio interno costringa la MuP24 ? una volta piegata - a mantenere le ruote divergenti (condizione causata anche dall'introduzione delle appendici e dalla regolazione dell'altezza del manubrio secondo le mie esigenze).

La Jetstream XP monta componentistica etichettata dalla casa madre ?Extreme Performance?, e lo si verifica in particolare nel movimento centrale, i mozzi, i cerchi, le pedivelle ed i pedali estraibili. Quest'ultimi un salto di qualità vero e proprio rispetto ai pedali pieghevoli (montati sulla stragrande maggioranza di bici pieghevoli, che abbondano di plastica e troppo spesso scarseggiano in tempo di vita).

(alcuni dettagli: lo snodo del manubrio, i pedali estraibili, il "chainguard" esterno e quello interno)

Insieme al sellino, ho imparato a portarli con me nelle soste al bar (si aggiunga l'abbattimento del manubrio): la bici, "spogliata" di due elementi così strategici, spero scoraggi i ladri ?last minute? (ma non per questo allontano lo sguardo per più di 30 secondi).

(la Jetstream in assetto "antifurto", per scoraggiare i "rapimenti al volo")

Gli esteti della bicicletta (pieghevole o non) inorridiranno, ma le 24 marce solleticano la mia anima cicloturistica (che esprimo con la MuP24). Peccato che il carro posteriore ammortizzato non permetta la possibilità di montare un portapacchi come invece accade per la MuP24.
Ciononostante, su internet, ho trovato chi è riuscito a montare un Old Man Mountain:


Ho contattato una ditta tedesca che distribuisce questi portapacchi, che a loro volta si sono rivolti alla casa madre americana per verificare la soluzione.

Per quanto riguarda le leve cambio, esistono in commercio soluzioni più performanti (tra l'altro confermate dalla Bike Friday, che ha adottato lo stesso cambio Sram Dual Drive) rispetto a quella base (montata anche sulla Tikit e sulla Dahon Mup24 e visibile nel dettaglio n.2 di una delle foto più sotto).

(dettaglio del manubrio con le leve cambio sdoppiate, tratto dal sito foldingbikes)

Tikit, MuP24 e Jetstream montano lo stesso cambio SRAM DUAL DRIVE a 24 marce (maggiori info sulla discussione sul cambio). Un particolare degno di nota, è il deragliatore posteriore corto montato sulla Jetstream, la cui dimensione ridotta (rispetto a quello montato sulla MuP24) probabilmente riduce il rischio di collisioni con sassi, radici, etc...

(1: deragliatore posteriore della Jetstream; 2: leva cambio; 3: deragliatore MuP24; 4: confronto carro posteriore Tikit e Jetstream)

Alcune perplessità:

lo snodo centrale è leggermente usurato: a nulla è valso stringere la vite di regolazione. Lo scricchiolio originato dallo sfregamento delle pareti durante le sollecitazioni intense (testimoniato dallo sverniciamento di alcune aree) sono però riuscito ad attutirlo interponendo un pezzo di camera d'aria al momento della riapertura della bici.

Il sellino originale monta l'attacco proprietario Kore la cui slitta in plastica (?!?!??!!?) è a mio avviso fin troppo delicata (tanto più che tirandola indietro a fine corsa per ottimizzare la spinta sul pedale, ha cominciato a dare pericolosi cenni di cedimento!): ho preferito quindi sostituire il canotto+attacco + sella con quello standard montato sulla mia vecchia, gloriosa Straffic

(la slitta di plastica del sellino e le zone di frizione dello snodo centrale)

Il prezzo (difficilmente inferiore ai 1300 euro) rischia di scoraggiare la maggior parte dei potenziali acquirenti, considerato anche il fatto che una spesa del genere non sembra essere indirizzata verso soluzioni che riducano l'ingombro, velocizzino la piega e facilitino il trasporto passivo (caratteristiche queste fondamentali nell'intermodalità quotidiana). Pare invece che i progettisti abbiano privilegiato ben altra filosofia.

Concludendo, la Jetstream sembra testimoniare efficacemente le operazioni creative che si possono fare intorno al mondo delle bici pieghevoli. Con questo modello, la Dahon dimostra - secondo me - di sapersi spingere ben oltre i requisiti standard che la maggioranza delle persone si aspetta siano soddisfatti (non ultimo il contenimento del costo) per arrivare ad intercettare un mercato di nicchia, forse più appassionato al concetto puro di mezzo pieghevole, che non alla sua reale utilizzabilità nei trasferimenti di tutti i giorni.

Ma questa è solo la mia opinione.

Federico

(la Jetstream sulle pendici del lago di Albano, ai Castelli Romani)


(le luci Fiber Flare montate sulla Jetstream XP 2008)

segnalo inoltre:
Una Jetstream con i freni Magura, dal forum Jobike


ps: per Andrea... 3 mesi di tentativi e sperimentazioni.... una elaborazione lunga e travagliata come un parto... ma credo tu possa esserne orgoglioso!
 ;)

segnalo inoltre dal forum Dahon


« Ultima modifica: Settembre 10, 2015, 03:31:36 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline foldo

  • apprendista
  • **
  • Post: 67
  • Reputazione: +1/-1
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #1 il: Luglio 12, 2011, 01:40:18 pm »
A volte i sogni sono pieghevoli.

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #2 il: Gennaio 12, 2012, 08:04:50 pm »
segnalo inoltre:
Una Jetstream con i freni Magura, dal forum Jobike

Che poi sono anche i miei !

Peccato non li abbiano più usati, in giro nei forum si parlava di problemi con i ricambi (strano per la Dahon ;D) e di alcuni casi di pistoncini che perdevano olio.
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #3 il: Gennaio 13, 2012, 10:07:02 pm »
Dannazione mi è venuta una voglia dannata di Jetstream EX con freni a disco !!!!
E ora come faccio !?

.... devo resistere a ogni costo  :-[
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline keyfaber

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +1/-0
  • Casco sempre in testa!
    • Percorso quotidiano casa-lavoro
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #4 il: Gennaio 13, 2012, 10:22:58 pm »
Questa è una delle biciclette che mi piacciono di più e se l'Hoptown mi molla sarà mia!
HopTown 20", reggisella ammortizzato Suntour SP8-NCX, pedali alluminio MKS FD-7, sistema KlickFix su cannotto per zainetto, sistema luci Reelight
CO2 NON emessa a settimana: 10,094 Kg (tempo permettendo!)

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #5 il: Aprile 12, 2012, 04:15:36 pm »
Non la considero una MTB, ed anche se avessi sotto il sedere il modello 2011 (un trionfo di ammortizzatori, freni a disco e colori rosso fuoco) difficilmente la porterei con me per un fuoristrada spinto, dove i requisiti di stabilità e robustezza fanno ? a mio avviso - pochi sconti alle bici pieghevoli.

Per ora sale, scende e salta benissimo ;D
però è innegabile che la montagna non sia il suo ambiente naturale

Dannazione mi è venuta una voglia dannata di Jetstream EX con freni a disco !!!!
E ora come faccio !?

.... devo resistere a ogni costo  :-[

non ho resistito
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 9865
  • Reputazione: +173/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #6 il: Agosto 31, 2012, 09:08:05 pm »
da altra discussione:

Vi presento la mia ultima fatica... una jetstream che ho elettrificato per me, con un motore da 750W e una batteria sottosella da 14Ah.
https://www.facebook.com/groups/287303677979281/permalink/983325181710457/?comment_id=983359805040328


7500 km percorsi da giugno 2015
dahon jetstream p8
dahon IOS s9
www.ebikebattery.it


Durante i giri su internet mi capita di trovare cose interessanti che vorrei condividere,
per cui comincio con un bel telaio Jetstream EX con forcella Q-Fork e attacchi a disco:

Nota bene : il disegno dell'arco della forcella non l'avevo mai visto finora ed è diverso dal prototipo visto finora...
che sia una delle prossime novità Dahon 8) ??

http://www.28bike.com/classifieds/detail.php?id=327178

Che peccato non parlare cinese per capire il testo ;D ;D

(Image removed from quote.)
« Ultima modifica: Gennaio 22, 2016, 07:38:48 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline diego2304

  • iniziato
  • *
  • Post: 17
  • Reputazione: +1/-0
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #7 il: Settembre 03, 2012, 07:39:58 pm »

 te l'ho tradotto io; ciao diego

特價出清 - Dahon Jetstream EX 車架 special on sale Dahon Jetstream EX bicycle  frame
已出售  bicycle fram has saled
簡介: introduce
Dahon Jetstream EX 車架 bicycle frame

100%新 100% new

可裝碟剎, 雖自己購買前叉及尾避震(行程165MM) you may install brakes,

可配正規26寸山地前叉使用(車架角度會改變, 請留意)it can used with standard 26 inches mountain bike front fork

特價$1500 special offer  1500 dollar

配圖中GERMAN-A JP8原裝前叉+$500 the original front fork in the picture sale for 500 dollar

只限牛頭角站交收



請按上方"賣家的其它廣告"以得到其它本人貨品之資料


?         快递单号查询
国内数十家常用快递公司全覆盖! 申通、顺丰、EMS、圆通、宅急送等国...
http://www.youdao.com

?         有道桌面词典免费下载
独创"网络释义"功能囊括各类最新词汇和 海量例句.支持PDF取词,仅有5...
http://cidian.youdao.com

?         网易有道搜索推广
定向投放,简单易用,更快更准确 低投入高回报,帮您的客户找到您!
http://a.youdao.com

有道搜索推广

 


Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4878
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #8 il: Settembre 03, 2012, 08:38:43 pm »
Non ci vedo un gran affare a quella cifra.... anzi, mi paiono prezzi "furbetti".
QUI lo si trova a 600£ da un venditore collaudato.
Non parliamo poi della forcella a soli 500$.... senza contare che andrebbero aggiunte spese di spedizione e sdoganamento.

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Dahon Jetstream xp24
« Risposta #9 il: Settembre 04, 2012, 08:56:37 am »
Non ci vedo un gran affare a quella cifra.... anzi, mi paiono prezzi "furbetti".
QUI lo si trova a 600£ da un venditore collaudato.
Non parliamo poi della forcella a soli 500$.... senza contare che andrebbero aggiunte spese di spedizione e sdoganamento.

La P8 intera si trova più o meno a quel prezzo...
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Tags: