Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)  (Letto 60090 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« il: Luglio 13, 2011, 02:10:46 pm »
segnalo

[Libro] 'Milano è bella in bici' di Anna Pavan
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=5350

[Libro] "The Brompton Book"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1246

[Libro]  Happy bike - pedalando verso la felicità
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=8375

l'elenco delle discussioni legate all'arte a pedali (pieghevole e non) recuperabile cliccando sul tag "arte" all'inizio e in fondo a questa pagina


----------------------



Citazione da: Jaaymz,12/4/2011, 02:22 ?t=55074175&st=0#entry449894132
Libri!!!, ...che parlino di bici pieghevoli, di bicicletta "normale", di mobilità sostenibile...qui si parla di libri!


Apro questo topic per condividere uno spazio in cui si possa parlare di libri e letture sulla due ruote (non necessariamente pieghevole...), sulla mobilità sostenibile, intermodalità...saggi e manuali...insomma un po' tutto quello che avete letto o che vi va di leggere sulla Bicicletta.

Inizio consigliando un libro che ho da iniziato da qualche giorno, si tratta del <b>Manuale di resistenza del ciclista urbano</b> di <b>Luca Conti</b>, giornalista romano che da anni usa la bicicletta per spostarsi nella capitale e che ha deciso di scrivere un breve manuale per raccontare la sua esperienza quotidiana e per dispensare qualche consiglio per chi si avvicina alla due ruote.

dal sito "<u>Ibs</u>":




"<i>La bicicletta è una risorsa preziosa per trasformare le città e ridurre l'inquinamento migliorando così la salute delle persone. In tanti vorrebbero andare in bici a scuola o al lavoro, ma in un centro metropolitano congestionato non sanno da dove iniziare. Questo manuale sui generis spiega come si possa essere ciclisti urbani partendo dall'esperienza personale dell'autore accumulata in anni di pedalate romane. Si comincia dalla descrizione delle diverse tipologie di bici e delle loro peculiarità, per passare poi all'equipaggiamento e abbigliamento necessari fino alla manutenzione della bicicletta. Ampio spazio è dedicato alla guida nel traffico metropolitano, con una spiegazione dettagliata delle situazioni e dei problemi più frequenti per rinunciare gioiosamente ma in sicurezza alla schiavitù quotidiana del motore a scoppio.</i>"

Due parole sull'autore (di cui potete seguire il <u>blog sul ciclismo urbano</u>):<i>

"Luca Conti è nato nel 1965 a Roma, dove abita. Ha pubblicato due libri di viaggio, "Inter rail-man" e "Guard rail", (Stampa Alternativa), "Manuale di batteria" (Nuovi Equilibri) e due volumi di storia della musica, oltre a saggi, articoli e racconti.
Ha vissuto in Messico e in Grecia. Da diversi anni lavora alla Rai, in radiofonia. Si sposta quasi sempre in bici e ha imparato a costruirsi le ruote da solo. Ha un sito internet www.lucaconti.net e un blog dedicato al ciclismo urbano ?Rotazioni? su lucaconti.blogspot.com e partecipa alle attività della ciclofficina "ExLavanderia"."</i>

L'ho appena iniziato ma sin da subito lo stile ironico e la competenza di chi sa di cosa sta parlando, perchè vissuto sulla propria pelle, mi hanno conquistato.
Il libro è diviso in diversi capitoli e tratta in maniera semplice e chiara tutti gli aspetti che chi inizia a muoversi in città sulla bicicletta deve prendere in considerazione e conoscere.

:)

Anche dopo aver scritto l'ultimo messaggio in questa discussione ho continuato in un angolo della mente ad arrovellarmi sul perché della grande differenza di impatto fra questa edizione e quella dell'anno scorso. Poi la settimana scorsa mi sono letto con molto piacere e interesse il libro "Andare in bici. le ragioni del pedalare" di Ercole Giammarco
.......
« Ultima modifica: Ottobre 28, 2014, 06:23:23 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #1 il: Luglio 13, 2011, 02:11:00 pm »
Citazione da: Jaaymz,26/4/2011, 02:33 ?t=55074175&st=0#entry451869451
<b>"Tutta la mia città, diario di un bike messenger"</b> di <b>Roberto Peia</b>



Nel mio viaggio alla scoperta del mondo del ciclismo urbano (ovvero l'arte di spostarsi in città usando la bicicletta senza venire uccisi da SUV, taxi e autobus) tempo fa mi sono imbattuto nella leggendaria figura del bike messanger.
Queste creature mitologiche, metà uomo e metà bicicletta, che da anni sfrecciano per le strade di tutto il mondo, destreggiandosi tra i palazzi e il traffico cittadino macinando chilometri nella giungla urbana e lottando nello smog e in sostanza svolgendo il lavoro del corriere espresso ma in bici, bè oggi scopro esistono finalmente anche qui da noi.

Il bike messenger se si ama la bicicletta è un lavoro già di per se affascinante, se poi il messenger in questione vive e lavora a Milano, la mia città...allora la cosa si fa davvero interessante.

"Tutta la mia città, diario di un bike messenger" è una raccolta quindi dei pensieri e appunti mentali di Roberto Peia, che giorno dopo giorno, dalla nascita della sua società (la Urban Bike Messenger, prima società di bm d'Italia...prima di tante si spera) a oggi, portano una prospettiva totalmente nuova su una città come Milano e sull'Italia di oggi.
La prospettiva privilegiata di chi percorre 70 km di media al giorno in bici e quindi ha la possibilità di osservare realtà e sentire emozioni che chi sta in ufficio o chiuso in macchina non sentirà mai.

In un alternarsi di aneddoti sul proprio lavoro, riflessioni sulla due ruote e sulla mobilità sostenibile (ma non solo perchè all'interno di queste pagine c'è un intero universo da scoprire) Roberto ci porta sulla sua scatto fisso tra le strade di una città che potrebbe essere una qualunque grande città italiana e ci racconta un lavoro che è nuovo pur non essendo nuovo per niente.
Un libro che scorre leggero e veloce, come una bibita ghiacciata in una giornata afosa, rinfrescante e piacevole come poche altre cose.

Una mossa da astuto diavolo del marketing?
Io credo di no, si sente che chi scrive ama il suo lavoro, la sua città e la bicicletta e di fare pubblicità alla sua società non importa e anche fosse vero il contrario io dico: sticazzi, ce ne fossero di iniziative come questa.

Abbandoniamo ciò che è obsoleto, pensiamo fuori dagli schemi, perchè questo è il futuro...anzi è il presente e in alcune parti del mondo (e non parlo della Papuasia ma degli States e delle città più importanti d'Europa) è anche il passato.
In attesa di darci una svegliata anche noi in Italia il libro di Roberto Peia è un bell'esempio ed un bello stimolo per chi legge.

Anche in questo post ho recuperato due parole sull'autore:

<i>Roberto Peia ha cinquantacinque anni; giornalista professionista con esperienza sul web, in televisione, alla radio e sulla carta stampata. Ha inoltre esperienza del mondo consumerista italiano (Altroconsumo e associazioni simili poste a tutela del cittadino). Una grande passione e amore per la bicicletta lo spinge a fondare, insieme a due amici, UBM – Urban Bike Messengers, la prima società di pony express in bicicletta.</i>

Spero di non annoiare nessuno con queste pseudo-recensioni e rilancio: qualcuno di voi ha letto "Diari della bicicletta" di David Byrne?
Lo consigliate?


Citazione da: peda.lino,13/5/2011, 09:21 ?t=55074175&st=0#entry454488663
Io il libro di Byrne l'ho appena finito.

Il titolo ("I diari della bicicletta") è completamente fuorviante.

Il tema dell'utilizzo della bicicletta (pieghevole) in contesti urbani è trattato solo di sfuggita.
Alla fine del libro un piccolo capitoletto riassume alcune considerazioni di Byrne sull'utilizzo della bici. Sembra quasi essere stato aggiunto per giustificarne il titolo.

Il libro in sé non è male.
E' una raccolta di esperienze, incontri, riflessioni, visioni di Byrne sulle città e sul ruolo che avranno in futuro a seconda delle scelte urbanistiche che le amministazioni decideranno di intraprendere.

Ma...se cerchi un libro sull'utilizzo urbano della bicicletta NON te lo consiglio.

Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #2 il: Ottobre 07, 2011, 09:11:48 am »


ciao a tutti, volevo chiedere se aveste letto questi libri e se valesse la pena comprarli:

Manuale di resistenza del ciclista urbano

Dizionario del pensiero ecologico. Da Pitagora ai no-global



PS: sarebbe bello  ::) avere una recensione di libri dedicati alle bici e al vivere sostenibile per poi farci una bella sotto-sezione
« Ultima modifica: Agosto 05, 2013, 11:43:25 am by occhio.nero »
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #3 il: Ottobre 07, 2011, 12:54:28 pm »
Quest'estate ho letto Ciò che conta è la bicicletta di Robert Penn.
Il filo conduttore è un viaggio del protagonista alla ricerca dei migliori artigiani da cui farsi costruire la bicicletta della sua vita con il meglio del meglio.
Ogni capitolo prende in esame un diverso componente (ruote, sterzo, telaio...) ricostruendone accuratamente la storia per poi raccontare l'incontro con l'artigiano o l'azienda e le sue esperienze di giramondo in sella.
E' stato un bel regalo che ho letto tutto d'un fiato sotto l'ombrellone.
Peccato che (chissà perché?) si è dimenticato dei freni...
E poi non mi piace il motto del titolo. Per me l'importante è pedalare, il mezzo tecnico viene dopo. Parere personale, s'intende.


Ma il libro più bello che abbia letto sulle biciclette è Piccolo trattato di ciclosofia di Didier Tronchet.
Lo lessi parecchi anni fa, prestato da un amico e lo ricordo ancora con piacere. Nulla di pratico, nulla di tecnico, pura poesia in sella.


Quasi dimenticavo: il mio prossimo libro (lo aspetto come regalo) sarà La mia vita in bicicletta, di Margherita Hack
« Ultima modifica: Ottobre 07, 2011, 08:55:26 pm by Gianni65 »

Offline marcododo

  • assistente
  • ***
  • Post: 192
  • Reputazione: +6/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #4 il: Novembre 03, 2011, 02:39:32 pm »
ciao a tutti, volevo chiedere se aveste letto questi libri e se valesse la pena comprarli:

Manuale di resistenza del ciclista urbano



Ciao, io l'ho letto quest'estate, dicamo che è un libro che ti fa venir voglia di andare in bicicletta, e poi ti da consigli, a volte forse banali, sulle due ruote a pedali: come vestirsi, come viaggiare, come aggiustarsi nelle riparazioni. C'è anche tutto un capitolo sulle leggi che tutelano il ciclista, utili da sapersi quando qualcuno in auto ti insulta.
Se vuoi te lo posso prestare, sei di Torino vero?

Ciao Marco
Brompton M6L Black&Lime

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #5 il: Novembre 03, 2011, 04:20:55 pm »
fiiicoo! ma grazie! allora urge raduno torinese!
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #6 il: Novembre 05, 2011, 09:10:38 am »
Luca, autore del libro "Manuale di resistenza del ciclista urbano" è un pilastro della ciclofficina Ex-Lavanderia (la prossima volta che vieni a Roma facciamo il giro delle 7 ciclofficine  ;D ).

Il libro lo trovo principalmente  orientato a chi voglia cominciare (da zero o quasi) ad utilizzare la bici in città.
Ma riserva diversi spunti anche per i veterani del pedale.

----------------------------

"Com'è diventato complicato incontrare gli amici! La città pare un campo di battaglia impossibile da traversare, un blocco di lamiere frementi e di malumore che invita a rimanere fermi là dove si sta, nel proprio quartiere, nel proprio isolato, nel proprio buco.
Se si parte per un appuntamento, subito ci si ritrova fuori tempo massimo, fusi nella colata di macchine che si solidifica attorno, persino pentiti di quell'idea balzana di ritrovarsi in un bar con un amico perso di vista da tempo.
E altro tempo passerà, e forse la colpa non è solo di quel nodo di metallo e smog che soffoca, è la vita stessa che c'impedisce di fare quattro chiacchiere in santa pace con una persona cara: ognuno di noi ha mille cose da fare e l'appuntamento slitta, rimandato alla settimana successiva, o al mese dopo, o all' anno che verrà - sarà per quando avremo un po' di tempo da dedicare a noi stessi.
Si finisce per perdersi definitivamente o per incontrarsi a caso, in una via del centro o a una festa, con l'imbarazzo di non essere stati capaci di volerlo davvero......."
(Marco Lodoli - "La confluenza dei due fiumi" )
« Ultima modifica: Settembre 05, 2013, 08:27:00 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline marcododo

  • assistente
  • ***
  • Post: 192
  • Reputazione: +6/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #7 il: Novembre 10, 2011, 11:20:47 pm »
fiiicoo! ma grazie! allora urge raduno torinese!

Quando vuoi, ora ho anche il mezzo da portarmi dietro  :D
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=178.msg2699#msg2699



Brompton M6L Black&Lime

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4126
  • Reputazione: +157/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #8 il: Novembre 20, 2011, 08:38:38 pm »

Quasi dimenticavo: il mio prossimo libro (lo aspetto come regalo) sarà La mia vita in bicicletta, di Margherita Hack


Ho appena terminato il libro di Margerita Hack. 10 gg fa ero alla stazione delle biciclette a San Donato Milanese, stavo per pagare la mia Brompton, ho notato il libro, il negoziante ha notato che lo notavo, ed evidentemente visto che gli stavo smollando ? 920 ha avuto un moto di generosità e mi ha regalato il libro  ;D


È un libro in cui l'amore della bici, che ha accompagnato la celebre astronoma per tutta la vita, funge da filo conduttore per le sue memorie, il tutto condito dalla descrizione di altri grandi amori della sua vita (ovviamente l'astronomia, ma anche sport come la pallavolo e l'atletica, le nuotate in mare, i cani e i gatti) e riflessioni su temi cruciali della nostra società e su come rendere più sostenibile il nostro futuro, quindi parla per esempio delle brutture delle nostre periferie metropolitane e di cosa si dovrebbe fare per "umanizzarle" un po', del tema dell'energia e dei problemi ad esso connessi, ai quali a suo avviso bisogna rispondere con una serie di azioni congiunte, tipo l'incremento delle energie alternative ma anche della mobilità in bicicletta.


A mio avviso vale la pena di leggerlo, lo definirei un grande inno alla vita scritto da una donna straordinaria. Ma per citare il nostro amministratore, questa è solo la mia idea  ;)


Mario

"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #9 il: Novembre 20, 2011, 08:58:02 pm »
È un libro in cui l'amore della bici, che ha accompagnato la celebre astronoma per tutta la vita, funge da filo conduttore per le sue memorie, il tutto condito dalla descrizione di altri grandi amori della sua vita

segnalo a questo proposito la partecipazione di Margerita Hack nella canzone
"ALFONSINA E LA BICI - Têtes de Bois "

Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4887
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #10 il: Novembre 23, 2011, 02:08:32 pm »
Io sto aspettando "Diari della bicicletta" di David Byrne (il cantante dei Talking Heads).

Riporto di seguito la breve descrizione presente alla pagina che ho linkato:

"Fin dai primi anni ottanta, la bicicletta è stata il mezzo di trasporto prediletto di David Byrne a New York e, da quando ha scoperto quella pieghevole, è diventata la sua fedele compagna di viaggio e di tour in tutto il mondo, non solo per la sua rapidità e comodità, ma altresì per il senso di eccitazione e di entusiasmo che sa infondere. Il punto di vista del ciclista sul sellino è stato quindi la sua finestra panoramica sui paesaggi urbani, attravèrso la quale cogliere scorci rivelatori della psiche dei loro abitanti. New York, Istanbul, Berlino, Sydney, Manila, Buenos Aires, San Francisco sfilano così davanti ai nostri occhi in un'insolita serie di fotografie, insieme ad aneddoti e curiosità, musiche e personaggi singolari, mode e tendenze, unite dal filo rosso di un'urbanistica tiranneggiata dall'automobile e dall'esigenza di riplasmare le nostre città per migliorare la qualità della vita in attesa di una rivoluzione ecologica."

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #11 il: Dicembre 07, 2011, 06:00:01 pm »
in attesa di incontrare marcododo e leggere "Manuale di resistenza del ciclista urbano", oggi ho acquistato "elogio della bicicletta" di Ivan Illich, fortemente consigliato da Carlo, un amico in comune mio e di Federico, da leggere nelle prossime vacanze di natale.
per saperne di più:
http://www.bollatiboringhieri.it/scheda.php?codice=9788833917122

http://criticalmasslegnano.wordpress.com/2006/12/11/lelogio-della-bicicletta-di-ivan-illich/

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=22103

http://www.tecalibri.info/I/ILLICH-I_elogio.htm#p003
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4126
  • Reputazione: +157/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #12 il: Dicembre 09, 2011, 03:38:23 pm »
Recensione oggi su Repubblica del libro "La mia vita in bicicletta" della Hack:
http://www.repubblica.it/rubriche/la-storia/2011/12/09/news/autobiografia_hack_in_bicicletta-26326704/

Mi sa che leggerò anch'io quello di Illich, ho letto degli estratti sul sito delle ciclofficine popolari e mi è sembrato molto acuto.

Mario
« Ultima modifica: Dicembre 09, 2011, 03:39:55 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Sammy Street Style

  • gran visir
  • *****
  • Post: 804
  • Reputazione: +22/-0
  • Il mondo gira...e io pedalo!!
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #13 il: Dicembre 09, 2011, 05:56:02 pm »
Pedalare pieghevole è anche cultura!!!
Sono contento che si parli di libri e film pertinenti al nostro stile di movimento (per me ancora teorico ::) ) !!
Simone (Land Rover City 6 Speed - Brompton S6E "Black Widow")

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
libri e bici (citazioni, iniziative, progetti ...)
« Risposta #14 il: Dicembre 09, 2011, 06:12:46 pm »
in attesa di incontrare marcododo e leggere "Manuale di resistenza del ciclista urbano", oggi ho acquistato "elogio della bicicletta" di Ivan Illich

Io di Illich lessi Energia ed equità, un saggio apparso la prima volta su Le Monde nel '73, che tratta diffusamente il tema della mobilità, elogiando le potenzialità - democratiche oltre che energetiche - della bicicletta.
(Si può scaricare senza difficoltà da numerosi siti).

Mi viene il sospetto che si tratti del medesimo testo...

Tags: arte cultura