Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Dahon mu p8  (Letto 47699 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline fnegroni

  • iniziato
  • *
  • Post: 39
  • Reputazione: +1/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #15 il: Dicembre 14, 2011, 12:09:17 am »
da recenti osservazioni ipotizzo che il telaio della Dahon Mup8 sia già predisposto per accogliere il mozzo SRAM DUAL DRIVE II che equipaggia la versione Mu P24.


Purtroppo la mia Mu P8 quel passa cavo non ce l'ha :-(

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10053
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon mu p8
« Risposta #16 il: Dicembre 14, 2011, 08:46:01 pm »
 :o probabilmente è un lotto precedente. Quella che ho fotografato è stata appena comprata. Presumo modello 2011.
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline fnegroni

  • iniziato
  • *
  • Post: 39
  • Reputazione: +1/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #17 il: Dicembre 15, 2011, 12:31:51 am »
Mi pare strano. Anche la mia appena acquistata, data di fabbricazione mi pare fine Dicembre 2010. Un altro tizio ho visto sul treno con una piu' vecchia (2009) e lui ce l'aveva. Si vede che il telaio e' lo stesso ma se sei fortunato ti arriva con il passa cavo... E va be, non e' un problema!

Offline fnegroni

  • iniziato
  • *
  • Post: 39
  • Reputazione: +1/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #18 il: Dicembre 15, 2011, 11:44:30 pm »
Oggi ho montato una sella diversa sulla mia Dahon Mu P8.
Ho sostituito quella standard, la Biologix Aria, con quella che ho sulla ibrida, una Selle Italia C2.
Non pensavo, ma ha fatto una differenza enorme! Con la sella piu' diciamo da vero ciclista, la bici sempra piu' reattiva e rigida sotto il sedere. Anche pedalare mi sembra si faccia anche un po' meno fatica...

Poi allora ho tolto il portapacchi e il cavalletto, ho lasciato i parafanghi e ho ancora le Marathon Winter sopra.
Ma appena arriva l'estate missa che ci tolgo i parafanghi e metto delle Schwalbe Durano da 28mm e missa' che vola!!!

Adesso capisco cosa ci sara' di differenza con una Vector  (o una Tern Verge)...

Offline mircea74

  • iniziato
  • *
  • Post: 16
  • Reputazione: +0/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #19 il: Dicembre 19, 2011, 04:39:58 pm »
Ciao a tutti, sono anche io possessore di un Mu P8, appena arrivata. A maggio avevo comprato la Decathlon Hoptown e dato che mi era piaciuto il concetto di bici pieghevole ho deciso di fare un salto di qualità (complice anche il superprezzo di Fudge Cycles Store: 400 sterline!). Il modello che mi è arrivato è del 2010, che non cambia nel 2011. (Ha i passacavi aggiuntivi per il cambio nel mozzo tipo Mu P24 e la placca per fissare la staffa per il cestino anteriore).
Dato che l'Hoptown l'avevo presa in offerta, 230 euro, la Mu P8 l'ho pagata giusto il doppio: 460 euro (evviva la sterlina debole!).
Le differenze ci sono tutte: la Dahon pesa 12,6 kg mentre la Decathlon 14,1 (entrambe con parafanghi e portapacchi); la componentistica della Dahon è tutta di livello, quella Decathlon un po' meno.
Ma soprattutto le geometrie della Dahon sono migliori, almeno per me che sono alto 180cm, complice l'attacco del manubrio inclinato in avanti.

Quello che mi ha deluso della Dahon è la flessibilità del piantone del manubrio, simile alla  Decathlon, e il fatto che quando lo si allunga per ripiegare la bici e poi lo si porta in posizione bisogna perdere un po' di tempo a centrarlo, mentre invece quello della Decathlon ha un una canalina per cui non si può ruotare, neanche di poco. Anche il piantone della sella non ha un riferimento al centro come invece è nella Decathlon, quindi bisogna sempre darci un occhio. Dovrò fare dei segni con un pennarello indelebile.

Con la Dahon ci ho fatto un giro rapido, quindi non posso esprimermi sulle lunghe distanze. La cosa che mi ha impressione è una maggiore rigidità e il cambio velocissimo e precisissimo.
Al momento dell'acquisto ero indeciso fra la Mu P8 e la P7, la P7 con il suo cambio nel mozzo e la corona più piccola è molto attraente, ma poi ho ho scelto la Mu P8 per tre motivi: pesa un chilo di meno, ha una gamma di rapporti più ampia: 290% contro 247% e costava 50 sterline di meno!

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10053
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon mu p8
« Risposta #20 il: Dicembre 20, 2011, 09:03:56 am »
Quello che mi ha deluso della Dahon è la flessibilità del piantone del manubrio, simile alla  Decathlon, e il fatto che quando lo si allunga per ripiegare la bici e poi lo si porta in posizione bisogna perdere un po' di tempo a centrarlo, mentre invece quello della Decathlon ha un una canalina per cui non si può ruotare, neanche di poco.

non ho capito.  ???
Possibile che tu abbia qualche vite allentata?
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline mircea74

  • iniziato
  • *
  • Post: 16
  • Reputazione: +0/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #21 il: Dicembre 23, 2011, 08:41:02 am »
non ho capito.  ???
Possibile che tu abbia qualche vite allentata?

No, nessuna vite allentata. Semplicemente tenendo premuto il freno anteriore, e spingendo in avanti o indietro il piantone sterzo flette leggermente. Non è così rigido come avrei immaginato, e in questo è simile al comportamento del Decathlon. (Ho infatti notato che nella Vector o nelle Tern, il piantone sterzo è cambiato, è in una sola parte, più corto e molto più robusto dall'aspetto).
Se non avevi capito il discorso del centramento, quando allunghi o accorci il piantone sterzo, nella Dahon questo può ruotare di qualche grado a dx o sx (la canalina di scorrimento è stondata è c'è del gioco). Nella Decathlon questo non avviene perché ha una canalina di scorrimento quadrata in cui scorre un grano, per cui non si può ruotare. Poi posto delle foto.

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4891
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon mu p8
« Risposta #22 il: Dicembre 23, 2011, 08:59:55 am »
Se ti riferisci alla FLESSIONE del piantone, c'è poco da fare: puoi al massimo limitarti al tenerlo più basso possibile durante la guida, compatibilmente con quello che ritieni essere una posizione confortevole per i tuoi gusti e stile di guida. Così facendo ridurrai al minimo il braccio della leva e di conseguenza lo sentirai flettere meno.

Come hai potuto notare tu stesso Tern ora ha optato per i piantoni non regolabili in altezza, così come aveva già iniziato a fare Dahon su alcuni modelli della serie Mu: è una soluzione che garantisce sicuramente una maggiore rigidezza.
Come ho già scritto altrove, ritengo che questa sia la miglioria più sostanziale introdotta dalla Tern.

Tornando al tuo problemino, se invece avverti un GIOCO, allora sarebbe necessario intervenire sulle viti di chiusura della serie sterzo e per la cui regolazione ti rimando a questa discussione

Offline mircea74

  • iniziato
  • *
  • Post: 16
  • Reputazione: +0/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #23 il: Dicembre 28, 2011, 10:50:37 am »
Se ti riferisci alla FLESSIONE del piantone, c'è poco da fare

Sì mi riferisco a quella, che è naturale. L'unica cosa è che mi aspettavo qualcosa di meglio rispetto alla Decathlon. Ma ho capito che con quelle sezione e quei materiali non c'è molto fare, vista la lunghezza e la leggerezza delle parti di meglio non si può ottenere.

Come hai potuto notare tu stesso Tern ora ha optato per i piantoni non regolabili in altezza, così come aveva già iniziato a fare Dahon su alcuni modelli della serie Mu: è una soluzione che garantisce sicuramente una maggiore rigidezza.
Come ho già scritto altrove, ritengo che questa sia la miglioria più sostanziale introdotta dalla Tern.

Ho notato, ma la nuova soluzione di Tern non mi convince molto perché perde in compattezza. Così facendo il manubrio deve per forza finire esternamente alle due ruote, cosa che che con la Dahon Mu (e Decathlon) non accade in virtù del fatto che allungandolo finisce proprio sotto i mozzi in mezzo alle ruote.
La nuova Tern Link P9 è simile alla Mu P8: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=A3DwLVAaYz4
Ma le dimensioni sono:
Dahon Mu P8: 30 x 79 x 66 cm
Tern Link P9: 38 x 79 x 72 cm
Sono 8 cm in più a causa della piega del manubrio all'esterno non sono pochi, oltre al fatto che il manubrio dà fastidio nel trasporto passivo (e dell'altra parte c'è la catena).

Per un uso generalista ritengo la Mu P8 davvero un compromesso ideale, e ai prezzi che si trovano in giro ora un buon affare!

(P.s.: La mia Dahon Mu P8 è Made in Taiwan, quindi la parte di Dahon passata in Tern, Dahon China e Dahon America rimangono al padre fondatore, David Hon, ma quindi in futuro le Dahon Made in Taiwan da chi saranno "gestite"?)

Offline mircea74

  • iniziato
  • *
  • Post: 16
  • Reputazione: +0/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #24 il: Dicembre 31, 2011, 07:01:07 am »
La mia Dahno Mu P8 ha i freni invertiti rispetto al normale, cioè la leva dx comanda il freno anteriore mentre la sx quello posteriore. E' così anche nelle vostre/altre Dahon?

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10053
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon mu p8
« Risposta #25 il: Gennaio 24, 2012, 02:18:51 pm »
segnalo che i contributi sulla regolazione del cambio sono stati spostati nella discussione:
cambio esterno: manutenzione
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=179.0

dove reindirizzo tutti gli interessati  ;)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline fnegroni

  • iniziato
  • *
  • Post: 39
  • Reputazione: +1/-0
Re:Dahon mu p8
« Risposta #26 il: Gennaio 24, 2012, 11:15:11 pm »
La mia Dahno Mu P8 ha i freni invertiti rispetto al normale, cioè la leva dx comanda il freno anteriore mentre la sx quello posteriore. E' così anche nelle vostre/altre Dahon?

E' cosi' anche sulla mia perche' la mia l'ho comprata qui in UK, dove tutte le bici hanno il freno anteriore sulla destra e quello posteriore a sinistra. Comunque non ci dovrebbe volere piu' di 5 minuti a scambiare i cavi.

Offline foldingfan

  • non penserai di sorpassarmi impunemente solo perché ho le 20"?! ;)
  • maestro
  • ****
  • Post: 463
  • Reputazione: +31/-0
  • chi va soltanto in auto ha qualcosa da nascondere
Re:Dahon mu p8
« Risposta #27 il: Gennaio 25, 2012, 11:11:46 pm »
Incredibile... ecco perché la mia Dawes reagiva in modo "stranissimo" alle frenate... ma sti inglesi son proprio mancini dentro, oh!

(tra parentesi: sono mancino  ;D )
FF

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10053
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Dahon mu p8
« Risposta #28 il: Aprile 11, 2012, 09:23:33 pm »
la segnalazione sul furto della Dahon è stata spostata in:
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1234.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4891
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Dahon mu p8
« Risposta #29 il: Settembre 20, 2012, 02:19:16 pm »
cito da altra discussione

A dire la verità, le Dahon non sempre riesci a spingerle sulle ruote in maniera ottimale:
con la Curve non ho mai avuto un problema, nel senso che si spingeva sulle ruote sue sempre senza intoppi. Ma con la Mup8 se non la chiudi al meglio le ruote strusciano sul freno e non vai avanti oppure anche se è chiusa bene strusciano sui cavi freni..insomma, nonostante faccia attenzione a chiuderla al meglio, fatico a spingerla perchè tocca sempre qualcosa. In più, ho notato che la bici tende a rimanere con il peso verso sx, quindi devo tenere il sellino inclinato verso dx per bilanciarla mentre la spingo.
Con la Vector x10 che avevo fino a poco tempo fa: il sistema di piega differisce dalle altre dahon, per cui il manubrio segue la ruota che gira su sè stessa per chiudersi e quindi non si può spingere la bici dal sellino in quanto la ruota non scorre. Ma la Vector è leggera e si solleva facilmente.

personalmente confermo l'esperienza personale di DJ: anche la Mu P8 di mia moglie non brilla nel trasporto passivo.
Volendola far scorrere sulle ruote tenendola dal sellino è bene privilegiare una sola ruota, dal momento che non sono ben allineate e la bici tende a ballonzolare da una all'altra se si cerca di sfruttarle entrambe.
Inoltre, se si usa il sellino in pozione di marcia come maniglia, si resta senza il 3° appoggio del cannotto nel momento in cui ci si ferma.... e per posarla occorre obbligatoriamente abbassarlo.

Tags: