Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).  (Letto 74811 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #15 il: Gennaio 14, 2012, 04:18:24 pm »
invece qui di seguito
http://www.copenhagenize.com/2011/01/cycling-in-winter-in-copenhagen.html
qualche immagine proveniente dallo stesso sito in cui apprezzare quanto è divertente e pratico andare in bici anche d'inverno!

Quando guardo queste immagini sento profondamente in fondo al mio spirito di appartenere a quel mondo.
Ci si può sentire esuli in patria?
prima o poi ci toccherà emigrare  ;D
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #16 il: Gennaio 30, 2012, 07:41:49 pm »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #17 il: Gennaio 30, 2012, 08:31:07 pm »
Citazione
Primo vero viaggio pieghevole: Bolzano - Chiusa (circa 33 km di pista ciclabile...e oltre perchè non finisce a Chiusa)
(Image removed from quote.)


Mi cito da solo...
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline marcododo

  • assistente
  • ***
  • Post: 192
  • Reputazione: +6/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #18 il: Gennaio 30, 2012, 09:04:34 pm »
Mi cito anch'io   ;D ;D





Come promesso ecco come si presentava la strada per casa mia e le ciclabili di Torino

Brompton M6L Black&Lime

Offline smilzo

  • apprendista
  • **
  • Post: 61
  • Reputazione: +1/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #19 il: Gennaio 30, 2012, 11:34:59 pm »
Siete grandissimi!!!! per domani si attende la neve anche qui in riva al mare.......vedremo di cavarcela anche se il problema restano le solite discese (o salite...dipende dai punti di vista ;-)  Magari per le tratte con molta pendenza lanceremo una nuova forma intermodale: bob + bici pieghevole  ;D
F

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #20 il: Gennaio 31, 2012, 08:36:42 am »
pedalate, citate, piegate.... e moltiplichiamoci!  ;D

riporto da altra discussione:
Per andare sotto la neve, i copertoni della B-fold sono fantastici, mai avuto un problema che sia uno, mi sono fatto 17 km (8,5 andata e pari al ritorno) ieri mattina con ghiaccio sui marciapiedi senza una minima incertezza...Certo l'andatura era mooooolto blanda, in giro non c'era nessun cristiano, e me la sono davvero goduta ;) l'unica accortezza che ho preso è stata quella di spruzzare su tutte le viti e la catena (questo prima di partire) dello spry antiossidante contro il sale marino, quello che usano i sub per le loro attrezzature per intenderci, di modo che il sale sparso sulle strade non mi andasse ad intaccare la mia pieghevolina.
Vi consiglio di fare la stessa cosa se vi capitasse di pedalare sulla neve.

e  ancora, la soluzione di Rocco per le catene da neve fai-da-te: arrotolare il  filo di ferro verde da giardiniere intorno al copertone   (foto estratta da facebook)


da altra discussione:
Qui dietro alla collina di Torino nella notte stiamo raggiungendo temperature siberiane da -15° a -20° e in alcuni casi anche oltre.
E' dura per le caldaie e per le tubature dell'acqua che scoppiano, non sarà una passeggiata nemmeno in bicicletta, ma il rimedio è semplice: coprirsi di più, specialmente le mani e il viso.

Ad andare in bici con questo clima ci sono anche dei vantaggi:
1) non bisogna grattare i vetri brinati prima di partire
2) si parte al primo colpo... di pedale
3) ci si scalda prima e si resta caldi anche quando si scende
4) all'arrivo non ci sono problemi di parcheggio tra i mucchi di neve
5) si dimostra che niente e nessuno può fermare un ciclopighevolista

Attenzione però ai lupi famelici e ai branchi di alci che attraversano la strada senza guardare  ;D ;D ;D
« Ultima modifica: Febbraio 05, 2012, 06:28:26 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline keyfaber

  • maestro
  • ****
  • Post: 281
  • Reputazione: +1/-0
  • Casco sempre in testa!
    • Percorso quotidiano casa-lavoro
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #21 il: Gennaio 31, 2012, 09:52:13 am »
Alzo bandiera bianca.... Dopo essere caduto lo scorso anno ed avere avuto la schiena indolenzita per 2 settimane mi sono ripromesso di circolare sì con il freddo, ma con strade agevoli e sgombre di ghiaccio. Anche per non essere un pericolo per gli automobilisti...
HopTown 20", reggisella ammortizzato Suntour SP8-NCX, pedali alluminio MKS FD-7, sistema KlickFix su cannotto per zainetto, sistema luci Reelight
CO2 NON emessa a settimana: 10,094 Kg (tempo permettendo!)

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #22 il: Febbraio 02, 2012, 01:59:36 pm »
Malgrado la nevicata da record di questi giorni sono riuscito a restare in sella alla mia Hoptown. Ho anche fatto un bel po? di esperienza che ora vi racconto.

Per prima cosa mi armo di tutta la prudenza, la calma e la concentrazione possibili perché in queste condizioni non si scherza davvero. Perciò  cerco di partire con un bel po? di anticipo e procedo molto lentamente, senza fretta. Se un?auto alle spalle mi mette a disagio, mi accosto un attimo e la faccio  passare. Poi evito le strade trafficate, arrangiandomi su marciapiedi, giardinetti e strade di quartiere (di piste ciclabili non ce n?è più nemmeno una). Inoltre impiego tutti i mezzi di cui dispongo per la sicurezza: giubbino rifrangente, luci, casco, scarponcini.

Per quanto riguarda la bicicletta, dopo vari tentativi ho trovato l?assetto giusto con il manubrio abbassato al massimo, la sella giù di quattro dita e la ruota anteriore sgonfiata fino a 1,2 atm. Così pare di guidare una bici per bambini o una bmx, le ginocchia sono leggermente più piegate del normale, ma posso mettere agevolmente un piede a terra per correggere le sbandate. In realtà con le ruote tassellate da mtb mi capita di sbandare quasi solo sulla neve alta o attraversando i monticelli accumulati dagli spartineve.  In questi casi mi alzo un po? dalla sella portando il peso avanti sulla ruota anteriore. La trazione è piuttosto buona e in piedi sono anche riuscito a fare la salita di casa (pendenza oltre il 10%) sgommando pochissimo.
Qualche leggero sbandamento mi capita anche in strada sulle tracce delle ruote delle auto, ma è poca cosa e riesco a correggere la traiettoria senza mettere i piedi a terra.

Perché non rinuncio alla bici?
1) E? pratico: in questi giorni ci si sbroglia prima che con qualunque altro mezzo e si scivola meno che a piedi
2) E? divertente


 

« Ultima modifica: Febbraio 04, 2012, 10:51:18 am by Gianni65 »

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4887
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #23 il: Febbraio 02, 2012, 02:30:55 pm »
Di tutti gli "ingredienti" citati, purtroppo al momento manco proprio di quello fondamentale: gomme adeguate.

L'unico altro accorgimento ulteriore che ho adottato martedì sera è stato il togliere del tutto le dita dal freno anteriore per evitare di usarlo anche solo in modo istintivo.

Concordo però pienamente sul discorso concentrazione: bisogna comportarsi come un giocatore di scacchi che cerca di prevedere il maggior numero possibile di mosse, scandagliare in continuazione la strada ed interpretare i movimenti di chiunque la occupi con qualunque mezzo e partire dal presupposto che non devono esistere situazioni di emergenza... al limite si va veramente piano, ma non ci si può permettere alcuna manovra brusca (come del resto in auto).

Aggiungo solo che affrontando discese impegnative, per scrupolo tenevo già un piede giù dai pedali, pronto ad intervenire a mo' di pattino.

Offline fabyoka

  • apprendista
  • **
  • Post: 81
  • Reputazione: +26/-0
  • La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #24 il: Febbraio 03, 2012, 03:02:01 am »
Malgrado la nevicata da record di questi giorni sono riuscito a restare in sella alla mia Hoptown. Ho anche fatto un bel po? di esperienza che ora vi racconto.

Per prima cosa mi armo di tutta la prudenza, la calma e la concentrazione possibili perché in queste condizioni non si scherza davvero. Perciò  cerco di partire con un bel po? di anticipo e procedo molto lentamente, senza fretta. Se un?auto alle spalle mi mette a disagio, mi accosto un attimo e la faccio  passare. Poi evito le strade trafficate, arrangiandomi su marciapiedi, giardinetti e strade di quartiere (di piste ciclabili non ce n?è più nemmeno una). Inoltre impiego tutti i mezzi di cui dispongo per la sicurezza: giubbino rifrangente, luci, casco, scarponcini.

Per quanto riguarda la bicicletta, dopo vari tentativi ho trovato l?assetto giusto con il manubrio abbassato al massimo, la sella giù di quattro dita e la ruota anteriore sgonfiata fino a 1,2 atm. Così pare di guidare una bici per bambini o una bmx, le ginocchia sono leggermente più piegate del normale, ma posso mettere agevolmente un piede a terra per correggere le sbandate. In realtà con le ruote tassellate da mtb mi capita di sbandare quasi solo sulla neve alta o attraversando i monticelli accumulati dagli spartineve.  In questi casi mi alzo un po? dalla sella portando il peso avanti sulla ruota anteriore. La trazione è piuttosto buona e in piedi sono anche riuscito a fare la salita di casa (pendenza oltre il 10%) sgommando pochissimo.
Qualche leggero sbandamento mi capita anche in strada sulle tracce delle ruote delle auto, ma è poca cosa e riesco a correggere la traiettoria senza mettere i piedi a terra.

Perché non rinuncio alla bici?
1) E? pratico: in questi giorni ci si sbroglia prima che con qualunque altro mezzo e si scivola meno che a piedi
2) E? divertente


ciao Gianni! :)

anch'io come te non ho abbandonato la mia Brompton neanche un giorno! tutti pensavano (e pensano) che io sia matto, ma che ci posso fare?? mi sono detto: "se in Olanda e in Danimarca lo fanno, perché non posso farlo io??" >:(

perciò da Lunedì non ho sgarrato neanche un giorno, e alle 7 di mattina/18 di sera ho inforcato come sempre la brommy per i miei 15 km giornalieri, ben felice di tuffarmi nello spettacolo BIANCO! ;) sì mi avete scoperto: sono un "nivofilo" e "freddofilo" (e della peggior specie anche!) ;D

notizia bomba: ero (e sono) equipaggiato con gomme standard ma non sono caduto neanche una volta! molto importante è moderare la velocità tenendo però le dita lontane dal freno (per quanto possibile)!

inoltre sono arrivato al lavoro con qualche minuto di ritardo, ma MOLTO PRIMA di quasi tutti i miei colleghi motoveicolizzati! alla facciazza loro e di tutti gli automobilisti in panne sotto la neve!! ;D 8) ;D

comunque stavo pensando (per il prossimo inverno ormai) di informarmi meglio riguardo le Marathon Winter!

a quanto ho capito (correggetemi se sbaglio) sono gli unici pneumatici da neve "montabili" su una Brompton, dico bene?? le monterei a inizio dicembre per toglierle a fine febbraio, secondo voi è fattibile?? o si rovinano usandole sull'asciutto e/o con temperature miti??

un'altra domanda (forse stupida ???): la sera ripongo in garage la pieghevole tutta "sporca" di neve...che inevitabilmente la notte si scioglie lasciandola tutta bagnata...ciò è male o bene?? che so, per la bici, per la vernice, per le guarnizioni, per la ruggine, per (che altro?) ::)

grazie! ;)

PS: allego qualche foto fatta in questi giorni (bassa qualità poiché fatte col cell)



















Fabio - Brompton M3L nera
percorso casa-lavoro

Offline Jaaymz

  • assistente
  • ***
  • Post: 230
  • Reputazione: +42/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #25 il: Febbraio 03, 2012, 04:18:30 am »
Anche io sono più o meno riuscito a restare in sella in questi giorni, non proprio sempre ma cmq sono soddisfatto!
Idem per gli pneumatici standard, per ora hanno retto...non lo urlo perché poi magari domani su lastre ghiacciate faccio un volo pazzesco quindi...facciamo come se non avessi detto niente.
Io in questi giorni la parcheggiavo come sempre in casa però avendo cura di pulirla tutta per bene, dedicando molta attenzione al deragliatore (io ho una brompton con cambio a due marce) dove era facile che si formasse lo sporco e che se voglio funzioni bene è meglio tenerlo pulito.
Purtroppo sono sprovvisto di grasso secco sennò avrei usato anche quello.

Ultima nota, ieri sera sono uscito fuori a cena e ovviamente sono andato in brompton sotto la nevicata. 
L'unica mia preoccupazione era sporcare il ristorante, motivo per cui ho portato uno straccio e un panno, il primo l'ho steso dove ho parcheggiato la bici affianco al tavolo per evitare l'effetto pozza dovuto ai residui di neve sciolta e il secondo, il panno, l'ho utilizzato per pulirla e asciugarla sommariamente prima di entrare al ristorante.
Totale: soliti complimenti e domande curiose da parte dei gestori e zero problemi per parcheggio e affini perché ero in bici e zero problemi di sporco da neve in un posto, il ristorante, che non è mio e dove mi sembrava giusto avere un occhio di riguardo.
Brompton M2L Black
Dahon Speed P8

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4126
  • Reputazione: +157/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #26 il: Febbraio 03, 2012, 07:56:56 am »
Fino a martedì sono andato al lavoro con la Brompton senza problemi, nel pomeriggio al rientro ha iniziato a nevicare mentre ero a Monza diretto in stazione, ma la neve si scioglieva una volta a terra, quindi il fondo stradale ero lo stesso di quando piove. Oserei dire che è stato divertente.  :)
Invece mercoledì era tutto ghiaccio e neve da me a Lecco (e anche a Monza) e non ho osato prendere la bici. Quindi anziché treno + bici ho optato per treno più bus. Il risultato: 55 (CINQUANTACINQUE) minuti ad attendere il bus alla stazione di Monza! :-\  :o  Inutile dirvi che quando è arrivato ero già quasi congelato... Nel frattempo, mentre aspettavo il bus, ogni tanto vedevo passare qualcuno in bici, per lo più MTB o city bike con copertoni tipo MTB. Sembravano sereni e tranquilli, mentre io ero lì bloccato in attesa, ho provato un'invidia pazzesca...
Sempre mercoledì quindi una volta staccato dal lavoro sono andato a Milano dal Brompton Store e ho comprato 2 copertoni Schwalbe Marathon. Tra ritardi dei treni sono arrivato a casa tardissimo, poi ho provato a montarli. Ho messo il copertone nuovo con enorme difficoltà sulla ruota anteriore, ho letto poi che non sono il solo ad avere avuto difficoltà a montare le Marathon sulla Brompton. Ho gonfiato la ruota e.... la camera d'aria si era bucata!!!  :-\  Si vede che mentre lottavo per posizionare il copertone in sede devo aver pizzicato la camera d'aria. Inutile dirvi che sono andato a dormire un po' demoralizzato.
Ieri treno + passaggio da collega, almeno ho evitato il congelamento. Oggi la situazione sembra migliore e ho preso la vecchia Hoptown (ora sono in treno diretto a Monza). Fin qui tutto bene, spero anche a Monza. Sto seguendo i consigli fin qui letti (sellino abbassato, no freno anteriore anteriore tc.). Vedremo a Monza.


Una domanda per Fabyoka e Jaaymz: ma voi avete le gomme Brompton Kevlar, quelle con la fascetta verdina per intenderci? Io le trovo davvero un po' troppo lisce per la neve, voi dite che non è così?


Ciao
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #27 il: Febbraio 03, 2012, 11:57:50 am »
GRANDI!

segnalato sul gruppo facebook e tra le news  :)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #28 il: Febbraio 03, 2012, 02:10:46 pm »
Io che lascio sempre la bici all?aperto sotto ad una tettoia questa mattina mi sono ritrovato il cambio bloccato dal gelo ed ho dovuto percorrere i tre km fino alla stazione in prima,  così oltre alla postura avevo anche la pedalata dai una bici da bambini!. Per un verso è stato provvidenziale perché ho incontrato parecchie lastre di ghiaccio formate nella notte dalle colature di neve. Sul ghiaccio ci vuole molta prudenza e delicatezza di movimenti, ma mi sento decisamente più stabile che passandoci a piedi.
Sul treno ho impostato il rapporto centrale su cui il deragliatore dopo un po?, scongelandosi, si è posizionato. Dopo due minuti dalla partenza a Torino si è di nuovo bloccato, ma per fortuna su un rapporto un po? più scorrevole.
Visto il gelo artico previsto nei prossimi giorni ? eccezionalmente - le farò passare qualche notte in casa.


Io sulla neve compatta con le ruote tassellate riesco a frenare piuttosto bene anche con freno anteriore (sul ghiaccio no ovviamente). Ho però notato una usura anomala dei freni che suppongo sia dovuta alla porcheria sul cerchio (sabbia, sale, gelo).

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #29 il: Febbraio 03, 2012, 05:11:31 pm »
L'ITALIA SI PIEGA (stretta dal gelo)... MA NON SI FERMA!!!!

la Nanoo in versione "Antartica", pochi minuti fa a Roma, macchine piantate nel traffico

e riporto da altra discussione:

Trento: il Comune Premia chi Sceglie la Bici anche l’Inverno
da [urlhttp://www.amicoinviaggio.it/trento-il-comune-premia-chi-sceglie-la-bici-anche-linverno/]amicoinviaggio[/url]

“Al lavoro in bicicletta“: si intitola così il concorso organizzato dall’Ufficio Mobilità del Comune di Trento che intende premiare chi, nonostante il freddo di questi mesi invernali ha scelto lo stesso le due ruote per recarsi al lavoro. Il fine è quello di promuovere l’uso della bicicletta in ambito urbano e non solo.
« Ultima modifica: Febbraio 03, 2012, 06:26:09 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci