Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?  (Letto 18729 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #15 il: Ottobre 14, 2012, 09:54:48 pm »
grazie nessunconfine,  >:( meriteresti un -1, m'hai rovinato la serata!  ;D

sto ignorante in malafede è da denuncia per quante cazzate ha riassunto in un solo scritto livoroso e miope.
targa e assicurazione? col c... io boicotto, m'arrestassero  8)

promemoria per me: aggiungere nella firma "anti industriale"  :P
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline NessunConfine

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #16 il: Ottobre 15, 2012, 12:05:23 am »
guarda il lato positivo della vicenda, nella targa potrai appiccicarci gli adesivi della brompton  ;D
Lorenzo - Tern Link P9

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #17 il: Ottobre 15, 2012, 12:39:24 am »
che poi, tornando seri, forse sbaglio ma se c'è una cosa che deresponsabilizza a mio parere è proprio l'assicurazione. quanti di noi hanno conosciuto automobilisti che dopo un danno esclamavano "fortuna che sono assicurato" o peggio quanti abbiamo visto scappare dopo un danno per esempio in parcheggio per non salire di categoria di bonus-malus?

questa è come la storia del casco. dicono che serve per pagare i danni che il ciclista causa a terzi ma diciamoci la verità: è un modo per l'automobilista per spersonalizzare il problema. se metto sotto un ciclista che è assimilato a un pedone sono un sacco di grane, con l'assicurazione faccio il cid, le assicurazioni si parlano e rimborsano. delegare è lo sport preferito degli italiani, altro che il calcio. deresponsabilizzarsi e delegare vanno a braccetto.
« Ultima modifica: Ottobre 15, 2012, 12:42:41 am by broono »
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline metrosur

  • assistente
  • ***
  • Post: 182
  • Reputazione: +21/-0
    • iBinari+CityRailways
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #18 il: Ottobre 15, 2012, 12:48:07 am »
Questo è l'ennesimo esempio delle lobby gli automobilisti e delle case automobilistiche che cercano di reagire come sanno fare meglio: facendo disinformazione e cercando di omologare i ciclisti alle loro tasse e regole. Mai notato che certe riviste come Wired, dove fanno tanto i fighi ed evoluti, hanno più pagine di pubblicità di auto che articoli? cosa pensate che fa una rivista o un quotidiano che va avanti grazie alle case automobilistiche? appoggerà in ogni modo chi gli dà i soldi per sopravvivere. Così è sempre stato e così sarà sempre.
p.s. ovviamente concordo sul fatto che i ciclisti debbano rispettare le regole del codice stradale, il problema è che gli indisciplinati generalmente sono ex motociclisti o ex automobilisti e applicano anche in bici l'italico modo di affrontare la vita: "faccio come c***o mi pare."

Offline Val_Ter

  • maestro
  • ****
  • Post: 326
  • Reputazione: +38/-0
  • Chi vuole trova modo, chi non vuole trova scuse.
    • Il mio sito (otto anni che non lo aggiorno, che vergogna!)
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #19 il: Ottobre 15, 2012, 08:29:53 am »
Quando ho fatto l'assicurazione per la bestia -er cane- m'han dato in bundle pure quella per la bici, in quanto trattasi di pacchetto responsabilita' civile personale che include appunto animali, velocipedi e non ricordo che altro. Piu' o meno settanta euro l'anno, pero' non e' che siccome adesso sono assicurato faccio il pirata della strada eh?!  ;D
CO2 NON emessa a settimana: 12 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 6 litri - Euro risparmiati in treno con la pieghevole: 125,35
HT 5 Cappuccino - Non riesci a leggere cosa c'e' scritto sul mio avatar? Clicca QUI!

Offline Matt-o

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3242
  • Reputazione: +100/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #20 il: Ottobre 15, 2012, 08:52:14 am »
Però vuoi mettere la comodità: se un auto ti fa arrabbiare puoi fingere di farti investire in bici e quando l'autista scende per vedere come stai farlo azzannare da Bau. Tanto paga l'assicurazione... ;D
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline Jimmy

  • gran visir
  • *****
  • Post: 761
  • Reputazione: +18/-0
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #21 il: Ottobre 15, 2012, 10:43:09 am »
ieri, domenica 14 ottobre 2012, Milano, dalle 10.00 alle 18.00, come molti avranno letto, saputo o "provato" c'è stato il blocco del traffico motorizzato e si girava camminando, pedalando o pattinando: di tuttte le cose belle e auspicabili che ho visto facendomi c.ca 60 km per la città meneghina, una cosa sola mi ha lasciato la pace nel cuore e vivo auspicio per il futuro: 200 metri di c.so Buenos Aires interamente allestiti con un percorso per bambini in bici con tanto di cartelli stradali e segnaletica orrizzontale di precedenza, stop etc.....e vigili veri vestiti di tutto punto (in pieno delle loro funzioni isrituzionali , quindi) ad insegnare e a guidare i bambini lungo il percorso tracciato dai coni stradali e dai nastri, spiegando i vari segnali e i comportamenti che loro avrebbero dovuto avere e che mamma e papà di solito hanno quando li accompagnano a scuola.....QUESTA E' la cultura che serve!...questa, l'educazione da dare ai più piccoli, sopratutto a quell'età...Questa il tipo di iniziativa da fare ogni domenica, e in ogni scuola nei giorni feriali!!

Mi sono fermato, ho messo la bici sul vacalletto, appoggiato il soprasella lungo il tubo orrizzontale del telaio e incrociato i piedi beandomi di quella bella iniziativa:...What else, People?...Blow...man...Blow
Passo e chiudo: Baci & Bici (passo a bordo della mia biga e GUAI a chi me la castiga!)
Dahon Vitesse D7 HG....Full HG!!B-)

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4888
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #22 il: Ottobre 15, 2012, 01:27:11 pm »
ecco un articolo di risposta che colloca le sparate di Carli ed altri come lui nel giusto contesto
Chi scrive di bicicletta ha idea di cosa si parla?

Offline catorcio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1022
  • Reputazione: +36/-0
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #23 il: Ottobre 15, 2012, 02:28:41 pm »
io sarei anche favorevole all'assicurazione obbligatoria, a patto che il costo sia detratto dall'assicurazione auto, visto che se uso la bici non uso l'auto.

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4129
  • Reputazione: +157/-0
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #24 il: Ottobre 15, 2012, 07:42:58 pm »
In Svizzera c'era l'assicurazione obbligatoria e quest'anno l'hanno eliminata, e stiamo parlando di un paese dove regolamentano qualsiasi cosa...
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10034
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #25 il: Ottobre 16, 2012, 10:19:13 pm »
i contributi successivi sono stati dirottati in

piove, dove vai in bici!
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=2957
« Ultima modifica: Ottobre 16, 2012, 10:26:04 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #26 il: Ottobre 18, 2012, 10:00:58 am »
Siamo favorevoli alla adozione di una visione nazionale – saldamente ancorata alle best practices internazionali – in tema di repressione del furto di biciclette, con l’adozione di un sistema finalizzato a consentire il riconoscimento delle bici rubate, il loro recupero e la restituzione al legittimo proprietario.
 
Questa, - oltre a rispondere a una richiesta da molti anni inascoltata della nostra associazione – ci sembra l’unica chiave di lettura sostenibile rispetto alla posizione assunta oggi dall’Amministrazione comunale milanese, attraverso l’assessore Maran, con una lettera indirizzata al Governo (per la precisione al ministro dell’ambiente Clini) e di cui abbiamo appreso dai media.
 
Poiché però non vorremmo che, nella creatività che caratterizza il nostro Paese e la stessa Milano, su questo tema delicato, importante ed urgente, venissero date letture distorte, più o meno interessate, né che venissero assunte decisioni equivoche, confuse o frutto di scelte che nulla hanno a che vedere con la reale tutela dell’utente finale (il ciclista quotidiano), fornendo alibi e paraventi ad altri scopi, più o meno espliciti, desideriamo mettere bene in evidenza alcuni punti.
 
La marchiatura della bici deve essere facoltativa, nel senso che deve caratterizzarsi in un’ottica di servizio all’utenza, e non invece costituire oggetto di un obbligo o un presupposto per altre finalità non dichiarate (ad es. per il reperimento di “nuove” fonti di gettito). Diversamente, deve essere chiaro che la posizione della nostra associazione sarebbe risolutamente contraria.
 
Va poi chiarito che l’efficacia di un simile sistema dipende da due elementi, entrambi coessenziali.
Da un lato, l’hardware che fisicamente consente di rendere riconoscibile la bici e che, oggi, annovera varie possibili modalità tecniche di diversa complessità: fresatura di un codice sul telaio, etichette adesive inamovibili, microchip, etc. Altrettanto importante è la parte software, cioè il database nel quale confluiscono le matricole delle sole biciclette di cui viene denunciato il furto, e che in tal modo entrano in una black list. Questa base dati, accessibile alle forze dell’ordine e ad altri soggetti abilitati, deve a nostro parere essere pubblica e istituzionale (dunque, non privata o acquistabile dietro pagamenti di licenze d’uso).
 
Questo si aggiunge alle numerose altre proposte che la nostra associazione ha avanzato, sia localmente sia a livello nazionale, su questo tema. Non ultima la necessità di un maggiore controllo del territorio per evitare che vi siano delle “zone franche” in cui notoriamente e nell’indifferenza delle forze dell’ordine avviene il commercio delle bici rubate. Che, oltre ad alimentare il circuito in modo perverso, configura anche due fattispecie penalmente rilevanti: la ricettazione, per colui che vende, e l’incauto acquisto, per il compratore.
 
Eugenio Galli (presidente Fiab Ciclobby e responsabile Servizio legale FIAB)
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #27 il: Dicembre 03, 2012, 01:34:06 pm »
http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/marche/2012/11/27/Anche-nelle-Marche-targa-bici_7865283.html

Citazione
Anche nelle Marche targa sulle bici
Adesione a progetto facoltativa, ma e' buon deterrente per furti
27 novembre, 16:44

(ANSA) - ANCONA, 27 NOV - Via libera, anche nelle Marche, alla targa sulle bici. L'Assemblea legislativa ha approvato un emendamento del consigliere legista Roberto Zaffini (alla legge sulla creazione di una rete ciclabile regionale) che promuove il progetto di identificazione e protezione della bici contro il furto. L'adesione e' facoltativa. La targa e' un adesivo (costo del kit sui 10 euro) di difficile rimozione da applicare sul telaio. Il mezzo viene cosi' registrato nel Registro italiano biciclette.

(Image removed from quote.)

 :-X
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #28 il: Dicembre 03, 2012, 02:20:31 pm »
Non pensavo che le Marche fossero terra di leghisti...
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Fero

  • Ciclista urbano (e interurbano)
  • gran visir
  • *****
  • Post: 536
  • Reputazione: +26/-0
  • Fero
Biciclette: targa e assicurazione obbligatorie?
« Risposta #29 il: Dicembre 03, 2012, 02:26:35 pm »
Ma questa non è una targa per identificare il ciclista, è il solito adesivo del kit bicisicura di cui abbiamo parlato qui...
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=463
come sistema deterrente per i furti.

Dahon MU P7 - sella Brooks Flyer - Pedali MKS FD-7 - Big Apple 20x2.00