Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: portapacchi posteriore (universale e non)  (Letto 99866 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Kiara

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:portapacchi posteriore (universale e non)
« Risposta #120 il: Luglio 22, 2021, 09:40:06 am »
Nelle foto presenti sul sito Decathlon vedo che le due asticelle oblique (quelle che vanno ad attaccarsi al bracci del carro posteriore, sotto la sella) sono regolabili, quindi immagino che dopo aver fissato gli attacchi inferiori (quelli vicino al mozzo della ruota) sia poi possibile azzeccare la misura giusta.
Resta comunque validissimo il consiglio di provare prima; se non ti fanno entrare con la tua bici, puoi sempre acquistarlo, tornare a casa, provare a montarlo e se non te la vedi bene rientrare e far valere il diritto di reso. Un po' macchinoso, ma sempre meglio che tenersi un oggetto che non serve...

Un sistema alternativo, che personalmente preferisco al portapacchi posteriore, è la staffa Klickfix sul tubo dello sterzo,
http://www.bicipieghevoli.net/index.php/topic,524.0.html
però fra staffa e portapacchi (o addirittura zaino dedicalo) si va abbondamentemente fuori budget.
Altrimenti, se lo zaino non è troppo grosso, ci sarebbe il "sistema Peo" descritto qui:
http://www.bicipieghevoli.net/index.php/topic,10552.0.html
e qui
http://milanofoldingbikers.blogspot.com/2016/01/borsa-sottosella-ultra-economica.html#more

Vittorio

Ciao, Vittorio!
La staffa Klickfix piaceva molto anche a me, come soluzione, ma come rilevi tu comporta un "pacchetto di spesa" che trovo abbia senso magari se si hanno prospettive da cicloturista a lungo raggio, non per i 10 km scarsi che percorro io quotidianamente.
Al manubrio ho già posizionato il cestello pieghevole di Decathlon
https://www.decathlon.it/p/cestino-bici-pieghevole-morbido-grigio-10l/_/R-p-144986?mc=8349941&c=GRIGIO
che non è il massimo in termini estetici (visto che mi è toccata una Tern nera, se non altro siamo in nuance, ma per il resto...), ma fa il suo sporco lavoro per contenere cose tipo chiavi, catena per le emergenze, portafoglio, telefono, t-shirt di ricambio.
Mi resta comunque il problema del frequente trasporto pranzo/borraccia che riservo appunto allo zaino, in cui peraltro raccolgo tutto il resto (il cestino sarebbe sganciabile, ma non è pratico da trasportare, comunque) quando la bici rimane nella rastrelliera aziendale (stante la pandemia, evito gli ascensori e 5 piani di trasporto a braccia per me sono troppi...)
Ti ringrazio moltissimo per la segnalazione del "sistema Peo", che trovo geniale nella sua semplicità (evita anche l'appesantimento della bici inevitabilmente dovuto al portapacchi! Ma quante ne sapete, qui sul forum?!?) e del quale verificherò quanto prima la fattibilità in relazione alla mia sella ed al mio zaino (che è un 15l quindi direi adattissimo).

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2975
  • Reputazione: +201/-0
Re:portapacchi posteriore (universale e non)
« Risposta #121 il: Luglio 22, 2021, 11:19:52 am »
ciao Kiara, è la forza del gruppo... ognuno porta la sua esperienza e Occhio.nero tiene in ordine il tutto.
Lo zainetto utilizzato da Peo è da 10 l, quindi non troppo più piccolo del tuo; quando l'ho montato sulla mia bici per il tragito casa-spiaggia ho avuto l'unico problema di urtarlo con i talloni durante la pedalata, ma io porto il 43... Mi viene in mente adesso che si potrebbe provare, anzichè legarlo al tubo reggisella, a tirarlo verso l'indietro legando le estremità interiori degli spallacci alle aste che reggono il parafango... ma come sempre l'unica è provare. Faccio un tentativo nei prossimi giorni e se riesco carico una foto.
Se la tua sella non avesse abbastanza spazio fra bordo e binari per un manico di legno, potresti provare con uno spezzone di tondino o di tubo di metallo (al Brico ci sono tubi e profilati d'alluminio di ogni misura) oppure usare due moschettoni da infilare negli spallacci e agganciare ai binari della sella. Ho anche sicuramente pubblicato una foto ma morire se mi ricordo dove...

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline Kiara

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:portapacchi posteriore (universale e non)
« Risposta #122 il: Luglio 22, 2021, 01:47:10 pm »
Farò anche io qualche prova  :), magari già in serata con un manico di scopa in acciaio e con la variante che proponi di aggancio alle aste del parafango. Anche se visto che di piede sono tra 38 e 39, non credo di rischiare come te di urtare lo zaino, nel caso sia legato al tubo reggi sella.
La soluzione dei moschettoni mi pare un po' più ballerina, ma merita una verifica ;) 
Grazie ancora!

Offline Kiara

  • iniziato
  • *
  • Post: 28
  • Reputazione: +0/-0
Re:portapacchi posteriore (universale e non)
« Risposta #123 il: Luglio 23, 2021, 12:48:10 pm »
Purtroppo le mie verifiche non hanno avuto buon esito  :(: evidentemente Peo è MOLTO più alto di me (che non arrivo al metro e 70) e quindi tiene la sella molto più alta, ed il suo zaino parecchio più corto del mio, che in sostanza riesco a far stare nella posizione prevista solo ripiegandone quasi 10 cm in alto.
Questo sarebbe il meno, tanto non è mai completamente pieno: quello che non mi garba è che comunque, anche così, non ha luce sotto e finisce a poggiare direttamente sul freno. E visto che di norma dentro c'è un tupperware in vetro col pranzo più almeno almeno la borraccia da mezzo litro, non mi sembra un buon allestimento.
Un vero peccato, perchè il sistema dei moschettoni proposto da Vittorio ha dimostrato di essere l'opzione migliore, alla fine, visto che su entrambi gli spallacci il mio zaino ha due fettucce trasversali che consentivano giusto giusto un aggancio in sicurezza (ho fatto la prova da un lato solo perchè non avevo 2 moschettoni idonei, ma già così era perfetto). Ottino anche il blocco sul tubo della sella, visto che lo zaino ha anche una cinghia per il fermo in vita.
Insomma, o compro lo zainetto sgrauso di Decathlon e pensiono il mio (a cui sono TANTO affezionata  :'(), oppure mi devo arrendere all'opzione portapacchi  :(

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 2975
  • Reputazione: +201/-0
Re:portapacchi posteriore (universale e non)
« Risposta #124 il: Luglio 23, 2021, 04:39:16 pm »
In effetti Peo è una decina di centimetri più alto e tiene la sella abbastanza alta per distendere bene la gamba nella pedalata. Lo stesso vale per me, per questo non mi è venuto in mente che ci potesse essere un problema di altezza, mi spiace. Fai bene a non appoggiare niente di pesante e/o fragile sul freno.
Facci sapere come la risolvi

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Tags: bagaglio