Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: a studio e lavoro in pieghevole (problemi e strategie ufficio, scuola, università)  (Letto 85536 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline gip

  • gran visir
  • *****
  • Post: 951
  • Reputazione: +231/-0
Concordo con Carlo. Io ho la fortuna di poter tenere la bici in ufficio senza problemi. Ma sono il solo a portarla. Se tutti facessero la stessa cosa probabilmente ci sarebbe una stretta ai cordoni della sacca. Tanto più che in ditta vi è una tettoia apposita (tutt'altro che sicura). Nel tuo caso solidarizzo con te perché la tua bici manco si vede. Non credo però che tu possa sindacare le disposizioni della tua azienda. Credo invece che potresti chiedere un impegno da parte loro a rispondere dell'integrità della bici se ricoverata in apposito locale come si fa per i parcheggi auto interni. Di solito le aziende hanno assicurazioni per questi casi.
Solo chi pedala va avanti!

Offline Ramone

  • iniziato
  • *
  • Post: 29
  • Reputazione: +3/-0
Sì, diciamo che l'incontro che terrò sarà improntato sulla richiesta di una concessione, magari supportata dall'illustrazione dello stato di cose e da un impegno personale nella tutela di arredo e colleghi; non farò resistenza "giuridica" sull'argomento, anche se "avrò piacere" a conoscere il regolamento interno.
Se dovessero orientarsi sulla sola opzione della saletta non avrò alternative; userò la sacca confidando dell'attenzione altrui.
 


Alessandro
Brompton M6R Racing green
"Un Paese è sviluppato non quando i poveri possiedono automobili, ma quando i ricchi usano mezzi pubblici e biciclette" (Gustavo Petro - sindaco di Bogotà)

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4130
  • Reputazione: +157/-0
In caso prenda corpo l'opzione della saletta non (sufficiente) custodita, ti conviene verificare se puoi legarla a qualcosa all'interno della suddetta con un (robustissimo) lucchetto, da tenere sempre al lavoro, in modo da non dovertelo scarrozzare ogni giorno (i lucchetti seri solitamente pesano un po'). Non credo che qualcuno si presenti nella tua azienda con una sega circolare o una tronchese gigante, farebbero rumore e darebbero nell'occhio.
A parte questo non posso che concordare appieno con la posizione della tua azienda: non si può essere certi che un giorno la tua pieghevole non si imbizarrisca e non si avventi alla giugulare di qualche tuo collega, il rischio è oggettivamente troppo elevato...
Mario
« Ultima modifica: Aprile 03, 2014, 09:41:40 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10052
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
magari fagli vedere che sotto la scrivania non dà fastidio a nessuno. Nel caso peggiore, come consigliato, una bella catena :)
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Zamu

  • iniziato
  • *
  • Post: 34
  • Reputazione: +1/-0
Da ciò che leggo delle varie esperienze, mi sembra chiara la soluzione unica ed universale: OCCULTARE.
Semplice no?

Insomma, è evidente che ciò che fa scattare i cervellini di queste persone (che non riescono ad interpretare un regolamento, manco servisse una laurea in giurisprudenza), è il fatto che l'oggetto che portate con voi (e che tra una settimana circa porterò con me!) sia una bicicletta. Non riescono a rendersi conto della enorme differenza rispetto alla bicicletta a cui fa riferimento il regolamento scritto prima di questo "fenomeno".
Inutile dire che si tratta di un fenomeno in crescita e che diverrà, imho, una realtà importante della mobilità cittadina, per cui immagino che verranno rielaborate leggi e regolamenti locali.

Nel frattempo la soluzione definitiva è impedire a queste scimmiette di catalogare questo oggetto come una bici.
Finchè sarà dentro una sacca/borsa/quellochevipare voi avete con voi un borsone pieno di autentici ***** vostri :D e finchè non esisterà un legittimo sospetto da parte della finanza per detenzione illegale di armi o di stupefacenti orientati allo spaccio, nessuno potrà certo perquisirvi sospettando la non dichiarata presenza di una bicicletta pieghevole...  ;D

L'alternativa è quella di dibattere ogni volta, ma personalmente sono troppo logico e razionale per sopportare dibattiti con chi non capisce concetti molto elementari... quindi: Una bella borsa e non se ne parla più! :D
« Ultima modifica: Aprile 03, 2014, 11:30:45 pm by Zamu »

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
Io in ufficio mi trovo nella situazione opposta, potrei tenerla piegata dietro la scrivania, ma ogni giorno ho colleghi curiosi che mi chiedono di vederla e quindi la ri-apro sempre volentieri....ora non la piego piu a meno che non sia una giornata particolarmente "affollata"

Ogni esperienza fa storia a se.
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Offline simtrai

  • iniziato
  • *
  • Post: 6
  • Reputazione: +0/-0
Concordo sull'occultamento sul luogo di lavoro: all'inizio la portavo dentro al mio ufficio ora invece la lascio in una stanza sgabuzzino. Cosi non disturba nessuno, unica controindicazione ieri me la stavo quasi dimenticando :)


Offline Zamu

  • iniziato
  • *
  • Post: 34
  • Reputazione: +1/-0
Ogni esperienza fa storia a se.

Ci mancherebbe, nel momento in cui si conosce l'ambiente e si sta tranquilli non è un problema.
Ma se non si hanno certezze (vedi entrare in un posto nuovo, un locale, un ristorante, un nuovo ambiente di lavoro, una riunione, un tribunale, etc) abbiamo due opportunità: la prima è quella di non coprirla e "chi vivrà vedrà". Magari susciti curiosità e simpatia, o magari una scimmietta scatta in piedi gridando "ha una bici, fermatelo!!".
L'altra opprtunità è coprirla. E avete la CERTEZZA assoluta che nessuno vi romperà le balle ;)

Offline Andre@

  • gran visir
  • *****
  • Post: 864
  • Reputazione: +53/-0
  • Io pedalo ... e l'ho voluto ;)
...scimmietta... ;D ;D ;D ;D

Penso che avere una sacca leggera, proprio per occultare...piegata nel borsello sia la cosa migliore...una di quelle tipo a k-way...
It's my Tern P9 ... Ex-Frecciarossa ... Bellizzzima  ::)    -    E-MtB: La Pinta

Offline Zamu

  • iniziato
  • *
  • Post: 34
  • Reputazione: +1/-0
...scimmietta... ;D ;D ;D ;D

Con tutto il rispetto delle scimmiette, che finora sono riuscite ad andare e tornare dallo spazio da sole! :D

Penso che avere una sacca leggera, proprio per occultare...piegata nel borsello sia la cosa migliore...una di quelle tipo a k-way...

Esatto... una volta occultata il discorso smette di esistere. Non esistono posti (salvo veramente pochissime eccezioni) dove un uomo non possa entrare con una sacca un pochino ingombrante.

Offline LorenzoS

  • apprendista
  • **
  • Post: 88
  • Reputazione: +4/-0
io all' uni la tengo sotto la scrivania, prima tenevo la hoptown, adesso la brompton
comunque sto valutando di comprare questa borsa\zaino o qualcosa di simile per trasportare la brompton sui mezzi pubblici quando piove e non posso usarla per tornare a casa.

http://www.carradice.co.uk/index.php?page_id=product&product_id=113#prettyPhoto

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4890
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest


.... perchè finita la giornata lavorativa uno non è che può aspettare che i colleghi in seconda fila si tolgano di mezzo!  ;D

Offline Dr.Karl

  • iniziato
  • *
  • Post: 27
  • Reputazione: +0/-0
Grande!

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk


Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10052
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline MariaAdriana

  • maestro
  • ****
  • Post: 301
  • Reputazione: +22/-0
Re:a studio e lavoro in pieghevole (problemi e strategie ufficio, scuola, università)
« Risposta #104 il: Settembre 03, 2014, 04:29:40 pm »
Mi piacerebbe confrontarmi con i pieghevolisti universitari sul comportamento che adottate nella struttura universitaria perchè devo ammettere che a volte mi sorge qualche perplessità.
Studio a Bari, precisamente al campus (per chi fosse di zona) e ormai di pieghevoli se ne vedono sempre più, il problema è che molto spesso i ragazzi che portano con sé una pieghevole scelgono comunque di legarla fuori.
Per quanto mi riguarda invece preferisco portare sempre con me la mia Dahon e quando vado all'università solo per seguire le lezioni non è un problema portarsi la pieghevole con sé visto che le aule sono grandi e se la metto in un angolo nessuno ha da dirmi nulla.
Il problema sorge nel momento in cui non vado per sedermi in un'aula, ma quando per esempio devo girare da uno studio di un professore all'altro, oppure quando devo dare un esame e l'esame non si tiene nell'aula dove si svolgono le lezioni ma in studi, bugigattoli e affini dove c'è a malapena lo spazio per sedersi davanti al prof e tutti gli studenti rimangono fuori al corridoio in attesa di essere chiamati. In queste situazioni come vi comportereste voi?
Una volta vidi una ragazza con una bfold 3 che affidò la sua bici ad un custode che sta all'entrata in una sua stanzetta a vetri. Il problema è che lui molto spesso gira per la facoltà lasciando incustodito il tutto ed essendo una stanzetta a vetri si vede benissimo quello che c'è dentro. Io non mi fiderei.
Sarebbe bello avere uno spazio custodito, tipo "armadietto" in cui alloggiare la propria pieghevole una volta arrivati in facoltà, ma questa ovviamente è pura utopia.
Alessandra
Nanoo FB bianca