Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)  (Letto 35210 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4130
  • Reputazione: +157/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #30 il: Gennaio 23, 2013, 07:32:27 am »
Per puro caso giusto ieri ho fatti 11 km in 25 minuti con traffico, semafori, etc. Ma ero in lotta col tempo, volevo prendere un treno e se l'avessi perso sarei arrivato a casa molto dopo. Insomma non ho fatto una cronometro ma certo non ero ad andatura molto rilassata, altrimenti ci avrei messo almeno 5/7 minuti in più secondo me (e avrei preso il treno comunque, ma preferivo non rischiare...). E probabilmente a quell'andatura di 11 km in 25 min. si è più veloci dell'auto in qualsiasi città, a meno che non si facciano strade interurbane.
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Ipermodale

  • iniziato
  • *
  • Post: 32
  • Reputazione: +4/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #31 il: Gennaio 23, 2013, 09:52:18 pm »
La verità è che, se solo volessimo, in bici potremmo impiegare anche molto meno tempo, ma noi, ci spassiamo talmente ad andare in bici, che mica siamo scemi a sbrigarci a finire la corsa.... ;D
Ipermodale

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4130
  • Reputazione: +157/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #32 il: Gennaio 23, 2013, 10:18:03 pm »
Verissimo Ipermodale... :)
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Dimitri

  • iniziato
  • *
  • Post: 25
  • Reputazione: +1/-0
  • Siamo AVANTI!
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #33 il: Gennaio 24, 2013, 12:31:18 am »
Non pensavo si scatenasse una bagarre di commenti a questa maniera!  ;D
Comunque c'è da sottolineare che quel percorso è all'80% su strade semi-paesane e in piano... vale a dire una strada di collegamento tra due paesi di 15mila abitanti, e in mezzo la campagna.. Certo, le auto ci sono (anche troppe), ma i semafori nella stragrande maggioranza sono stati sostituiti da rotonde, e quindi risulta decisamente scorrevole (ma non facile per i ciclisti, novità...ovviamente strade piene di buche e senza pista apposita)..
In tutti i casi consideriamo una decina di Km (11 km è il dato di Mappy, certo soggetto ad errori, specialmente per quanto riguarda le zone periferiche).
Comunque si, ho un discreto allenamento fisico, ma non sono al top della forma. In tutti i casi non ho particolari problemi a pedalare...  è una forza interiore che mi spinge ::)
Si, la b'fold 5 è più pesa di altre pieghevoli, ma ha un discreto passo, e con la sua ciclistica non mi trovo affatto male  :)
pieghevole Decathlon B'fold 5, Viner 28" granturismo, grazielle varie

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #34 il: Gennaio 24, 2013, 08:21:49 pm »
Comunque si, ho un discreto allenamento fisico, ma non sono al top della forma. In tutti i casi non ho particolari problemi a pedalare...  è una forza interiore che mi spinge ::)

più che fondamentale, a volte con il freddo, il buio, la nebbia e la stanchezza la mente cede a pensieri occulti ( ;D ) come:"ma chi me lo fa fare?" ed è proprio in quei momenti che è necessaria una forza che va al di la del semplice ragionamento, una forza etica che non ti fa pesare lo sforzo e ti dona ulteriore energia.
« Ultima modifica: Gennaio 24, 2013, 08:24:10 pm by NessunConfine »
Lorenzo - Tern Link P9

Offline roby67

  • tern p9 frecciarossa roberto
  • assistente
  • ***
  • Post: 143
  • Reputazione: +1/-0
  • roberto tern p9 frecciarossa
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #35 il: Gennaio 24, 2013, 09:10:30 pm »
A breve dovro' comprare la bici pieghevole x lavoro...comunque mi difendo bene in mbt e bici da corsa..le pieghevoli le ho viste e provate da dechatlon...tilt 5... Ripeto...mi sembra strano che delle bici pieghevoli arrivino a fare certe medie...ben superiori a mtb...con ruote da  26...poi puo essere che mi sbaglio...visto che sulle piegabili la mia esperienza e 0..
Pero' ......ho forti dubbi..

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10053
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #36 il: Gennaio 25, 2013, 09:49:32 pm »
i contributi successivi sono stati dirottati in

pieghevoli contro bici da corsa (fare la fine del criceto)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=3884.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline maurelio79

  • maestro
  • ****
  • Post: 419
  • Reputazione: +11/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #37 il: Febbraio 12, 2013, 09:17:25 pm »
'azzo, 11KM in 25 minuti?!

Vero è che io sono anni che non pedalo e solo da una settimana sto facendo esercizio con una b_fold 20 usata, ma in quel tempo faccio la metà dei KM...... (sforzando ovviamente)
Sono a 10KM da lavoro e mi basterebbe coprire la distanza anche in 40 minuti, visto che comunque non posso arrivare a lavoro fradicio di sudore!

In vista dell'estate torrida di Verona, facendo i turni, mi troverò in bici per andare a lavoro anche alle 13.15/13.30: se cerco di puntare ad un media del genere o faccio un collasso o arrivo a lavoro zuppo di sudore (con conseguente fastidio dei colleghi ahahah)

Ciauz

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #38 il: Marzo 15, 2013, 04:31:47 pm »
Aggiungerei anche la competitività con la moto, che non ho mai visto segnalata


Qui alcuni numeri dopo 2 settimane di utilizzo e nessun allenamento, quindi da persona qualunque e non da ciclista assiduo:

Città Roma
Distanza Moto Casa-Lavoro 11,5Km
Distanza Bici Casa-Lavoro 11,9Km
Distanza Casa-Metro: 850m
Numero fermate metro (senza cambi ed escluso quella di partenza): 12


Moto: 30 min
Bici: 40/45 min
Bici+Metro+Bici: 30/40 min
Piedi+Metro+Autobus: 45/65 min
Auto: 30/60 min


La scelta della pieghevole, in intermodalità è quasi comparabile alla moto e decisamente più sicura
Molto meglio dell'utilizzo dei soli mezzi pubblici


Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3002
  • Reputazione: +202/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #39 il: Marzo 15, 2013, 06:07:53 pm »
Io vorrei fare un'altra riflessione da un punto di vista anch'esso poco considerato. Mi sembra assai significativo che il miglior tempo in bici si sovrapponga al peggior tempo in bici+metro+bici: suppongo che dipenda dai tempi abbastanza lunghi per passare dal livello stradale alla banchina di stazione della metropolitana più che da una frequenza dei treni troppo rada, giusto?
In altre parole, ci vuole così tanto tempo a scendere e risalire in metropolitana che nel frattempo la bici prende un tale vantaggio che il treno riesce a recuperare solo di poco. Se poi, come statisticamente di tanto in tanto capita, il treno ci parte sotto il naso e tocca aspettare il successivo, vince la bici. Mi pare un dato interessante anche perchè il tratto di metropolitana non dovrebbe essere breve (12 fermate; per curiosità, che linea è?).
E dovrebbe essere un dato da meditare sia da parte di chi chiede (comitati "spontanei" di cittadini) sia da parte di chi decide (tecnici e pubblici amministratori) che le rotaie in città debbano andare sempre sottoterra (per non "intralciare" le auto, ovviamente).
In genere per difendere questa scelta si mette avanti la maggior velocità commerciale della metropolitana rispetto a una tranvia in sede protetta (che è estremamente invisa al "partito dell'auto" perchè sottrae spazio alla circolazione e al parcheggio); peccato che la velocità commerciale venga sempre calcolata da stazione a stazione ("da casello a casello" per usare una metafora automobilistica) e non da origine a destinazione ("da casa a casa"), trascurando i tempi morti per scendere sottoterra e risalire, tempi morti che yt con la sua prova ha appena dimostrato essere tutt'altro che trascurabili...
E peccato che una metropolitana costi al km anche dieci volte tanto. Ma tanto paga Pantalone...

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #40 il: Marzo 18, 2013, 09:51:53 am »
Io vorrei fare un'altra riflessione da un punto di vista anch'esso poco considerato. Mi sembra assai significativo che il miglior tempo in bici si sovrapponga al peggior tempo in bici+metro+bici: suppongo che dipenda dai tempi abbastanza lunghi per passare dal livello stradale alla banchina di stazione della metropolitana più che da una frequenza dei treni troppo rada, giusto?
C'è da considerare che con lo sdoppiamento della linea B, può capitare di attendere anche 6/7 minuti per un treno.
Sinceramente un tempo inaccettabile.
Inoltre partendo dalla metro passo per una ciclabile che attraversa la Colombo, e il tempo di attesa del semaforo è lunghissimo.
C'è anche da considerare che il tragitto che fa la metro è più lungo di quello che faccio con la sola bici.
Che le fermate allungano molto i tempi di percorrenza della metro che deve continuamente frenare e accelerare.
Questi fattori allungano i tempi bici-metro-bici.

In altre parole, ci vuole così tanto tempo a scendere e risalire in metropolitana che nel frattempo la bici prende un tale vantaggio che il treno riesce a recuperare solo di poco. Se poi, come statisticamente di tanto in tanto capita, il treno ci parte sotto il naso e tocca aspettare il successivo, vince la bici.
Il tempo di ingresso e uscita in metropolitana non è molto poiché le stazioni di arrivo e partenza sono piccole e di un solo livello sotterraneo
Non è quindi questo il caso. Ci sono sicuramente stazioni da cui uscire ci vuole molto tempo, es Tiburtina e Termini o da stazioni profonde come la M3 di Milano.

Mi pare un dato interessante anche perchè il tratto di metropolitana non dovrebbe essere breve (12 fermate; per curiosità, che linea è?).
Linea B
Più veloce all'andata, tempo max di attesa 4 minuti,
che al ritorno, tempo max di attesa 6 minuti circa.
In entrambi i casi, troppo.

E dovrebbe essere un dato da meditare sia da parte di chi chiede (comitati "spontanei" di cittadini) sia da parte di chi decide (tecnici e pubblici amministratori) che le rotaie in città debbano andare sempre sottoterra (per non "intralciare" le auto, ovviamente).
In genere per difendere questa scelta si mette avanti la maggior velocità commerciale della metropolitana rispetto a una tranvia in sede protetta (che è estremamente invisa al "partito dell'auto" perchè sottrae spazio alla circolazione e al parcheggio); peccato che la velocità commerciale venga sempre calcolata da stazione a stazione ("da casello a casello" per usare una metafora automobilistica) e non da origine a destinazione ("da casa a casa"), trascurando i tempi morti per scendere sottoterra e risalire, tempi morti che yt con la sua prova ha appena dimostrato essere tutt'altro che trascurabili...
Una linea di superficie, per essere competitiva con la metropolitana deve avere una corsia preferenziale e una frequenza molto maggiore considerando il minor numero di carrozze.
La metro resta l'unica alternativa a mio avviso. Si dovrebbe valutare una metro di superficie, magari sopraelevata rispetto al piano strada.
Il costo di realizzazione sarebbe nettamente inferiore.


La mia valutazione è che in intermodalità è possibile evitare di prendere gli autobus che allungano notevolmente i tempi di percorrenza, tra lunghe attese (nel mio caso anche 20 minuti) e imbottigliamenti nel traffico.
« Ultima modifica: Marzo 18, 2013, 09:53:29 am by yt »

Online Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3002
  • Reputazione: +202/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #41 il: Marzo 18, 2013, 09:34:10 pm »
Ciao yt, grazie per il chiarimento. In effetti il tuo caso è abbastanza particolare, visto che i tuoi percorsi hanno lunghezze diverse e quindi diventa più difficile confrontarli.

Una linea di superficie, per essere competitiva con la metropolitana deve avere una corsia preferenziale e una frequenza molto maggiore considerando il minor numero di carrozze.

Certamente; una metrotranvia per essere tale deve avere elevata frequenza, sede protetta e semafori asserviti al tram, tipo la linea 8 di Roma.
Poi è chiaro che oltre un determinato valore di passeggeri/ora la metrotranvia non basta più e deve passare la mano alla metropolitana.
Però non sottovaluterei i tempi morti di salita/discesa dalle stazioni profonde (nelle città italiane bisogna scavare ad almeno -20 metri per essere ragionevolmente sicuri di non incocciare in troppi "vasi da notte etruschi") nè i tempi e i costi di realizzazione. Faccio un esempio molto a braccio ma gli ordini di grandezza dovrebbero essere abbastanza corretti: se a parità di spesa si può costruire una linea di 5 km di metropolitana in 5 anni oppure una rete di 40 km di metrotranvie in 3 anni, siamo proprio sicuri che qualche km/h in più di velocità commerciale sia davvero così irrinunciabile? O non sarebbe preferibile servire un bacino di popolazione molto più esteso accettando qualche minuto di viaggio in più?
Questa dovrebbe essere una scelta politica, nel senso proprio del termine, cioè la cittadinanza dovrebbe essere adeguatamente informata e coinvolta nel processo decisionale (un po' come avviene in Svizzera, per intendersi) e non trovarsi i progetti calati dall'alto.

Ah, già, dimenticavo, siamo in Italia....

Vittorio
« Ultima modifica: Marzo 18, 2013, 09:41:44 pm by Vittorio »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline NessunConfine

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1887
  • Reputazione: +102/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #42 il: Marzo 27, 2013, 09:37:54 am »
[Firenze] E' la bicicletta il miglior mezzo per muoversi in città



Firenze, 26 marzo 2013 - Il Trofeo Tartaruga a Firenze. A mezzogiorno è partita dalla stazione di Santa Maria Novella, la spedizione di Legambiente.
Bicicletta, treno, autobus e auto elettrica si sono sfidati nella corsa verso l'arrivo, a Campo di Marte, per evidenziare quale fosse il mezzo più consono per muoversi in città.
La bicicletta, guidata da Franco Di Martino, direttore di Legambiente Toscana, ha trionfato su tutti. Così come era già accaduto il più delle volte in altre città italiane in cui ha fatto tappa il Treno Verde - la campagna itinerante di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e acustico delle maggiori città italiane -  la bici è riuscita a tagliare per prima il traguardo del “Trofeo Tartaruga” aggiudicandosi così la medaglia d’oro.
Il treno, con a bordo Fausto Ferruzza presidente di Legambiente Toscana, si è piazzato al secondo posto, a seguire la volontaria di Legambiente Gisella Pisana in autobus e infine l'auto elettrica guidata da Erasmo D'Angelis, presidente di Publiacqua.
La gara si è tenuta in occasione della tappa toscana del Treno Verde, in sosta al binario VIII della stazione Campo di Marte fino a domani 27 marzo.
 
di Elena Marmugi

fonte: http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2013/03/26/864669-trofeo-tartaruga-vince-la-bicicletta.shtml
Lorenzo - Tern Link P9

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #43 il: Aprile 19, 2013, 01:44:31 pm »
La Notizia è del 2011 sul Los Angeles Times l Local
http://latimesblogs.latimes.com/lanow/2011/07/carmageddon-bicyclists-declare-victory-over-jetblue-flight.html

riportata oggi da Internazionale - L’oroscopo di Rob Brezsny
"Un gruppo di ciclisti della California meridionale ha lanciato una sfida a un blogger dicendo di poter percorrere i 60 chilometri che dividono North Hollywood da Long Beach in meno tempo di quello che lui avrebbe impiegato in aereo. E alla fine hanno avuto ragione. Loro ci sono riusciti in un’ora e 34 minuti, mentre il blogger è dovuto andare in macchina all’aeroporto, aspettare che l’aereo partisse, atterrare e poi prendere un taxi fino al luogo dell’appuntamento. È arrivato un’ora dopo i ciclisti.
Questo significa che il sistema più semplice, economico e pratico ti porterà dove devi andare meglio di quello più elaborato e costoso."

Offline pierfa78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 599
  • Reputazione: +27/-0
  • ... pedala pieghevole, non piegarti al traffico ..
bici prima dell'auto (traffico e tempi percorrenza)
« Risposta #44 il: Aprile 19, 2013, 02:10:11 pm »
Bicycle Rules  ;D !!!
"La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l'equilibrio devi muoverti." Albert Einstein.
- B'Twin Hoptown Cappuccino - Brompton M6L Orange&Black

Tags: auto_bici