Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: CarryAll - recensione  (Letto 2587 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline eliaros

  • iniziato
  • *
  • Post: 13
  • Reputazione: +0/-0
CarryAll - recensione
« il: Novembre 13, 2014, 11:48:16 pm »
Salve, ragazzi.
La settimana scorsa, dopo giorni e giorni di ricerche ed indecisioni, mi sono deciso ed ho acquistato la mia CarryAll, ovvero il modello TRIKE della CarryMe della Pacific Cycles.

Mi farebbe piacere recensirla, così da togliere dei dubbi a chi dovesse averne.
Mi scuserete se non sarò molto tecnico, ma, come dicevo nel topic dedicato alle presentazioni, sono sostanzialmente un neofita del settore, non avendo mai imparato ad andare in bici ed essendomi da poco deciso a vincere ogni ritrosia acquistando un trike.

Non è stato facile procurarsene una, perchè il modello è assai meno diffuso della CarryMe (non viene commercializzato nè dal distributore italiano, nè da quello spagnolo): qualcuna si trova in inghilterra, ma, come sapete, il cambio sterlina -euro non è una passeggiata di tutto riposo.
Alla fine, ne ho trovata una proprio dall'Inghilterra, ad un prezzo accettabile.

All'arrivo del pacco, sono rimasto un attimo interdetto, in quanto il cartone era danneggiato o ammalorato in più punti e temevo di trovare difetti o parti arrugginite, ma poi tutto è andato perfettamente.

Il trike è stupendo: dal vivo, la struttura trasmette una sensazione di solidità che le foto su internet non lasciano trasparire.

Il meccanismo di chiusura ed apertura è facilissimo e già alla seconda volta avevo acquisito la pratica necessaria ad effettuare le dovute operazioni in pochi secondi. La canna della ruota anteriore è anche dotato, nella parte posteriore, di un anello che va ad incastrarsi a scatto in un bullone sito sotto il tubo inferiore: questo permette di tenere ferma la ruota anteriore (con la canna dello sterzo) quando il trike è ripiegato e poterlo, così, trasportare agevolmente a mo' di trolley.

La sella di serie è di buona qualità, ma mi è parsa un po' dura, anche atteso che abito a Napoli ed il fondo sconnesso trasmette parecchie sollecitazioni alle ruote da 8", che inevitabilmente si riverberano sul fondoschiena, sicchè ho provveduto sostanzialmente subito ad aggiungere uno strato in gel: adesso procedo molto meno indolenzito.

Secondo me, anche se non ho trovato alcuna indicazione di questo sul sito della Pacific e nelle specifiche, il carryall deve essere dotato anche di una specie di cambio automatico.
Infatti ho notato che: a) quando riparto in salita, a volte la catena "scarta" a vuoto e sento uno o più rumori sordi come di qualcosa che scatti, che mi ricordano molto il rumore che fa la catena col cambio, quando deve passare con la bici non molto in corsa; b) quando pedalo in salita, la pedalata mi sembra più lenta, ma più efficace, mentre quando accelero in piano, la trici mi sembra assai più rispondente allo scatto.
Spero qualcuno ne sappia più di me.

Un punto dolente è l'accessoristica: infatti, anche la casa madre non ha pensato ad un borsone per la CarryAll, ma solo per il modello a due ruote CarryMe.
Dopo essermi scervellato per ore, comunque, sono giunto alla conclusione che la soluzione migliore è utilizzare una cinghia elastica (che, durante le pedalate, può essere tenuta ferma sul trasportino posteriore), per tenere ben stretta la canna della sella al tubo inferiore (che, in posizione di chiusura, sono una parallela all'altro), giacchè la canna della sella, anche per il peso della sella stessa, tende a cadere all'indietro o aprirsi un po' e questo potrebbe essere fastidioso o nel trasporto o in luoghi affollati, come una metropolitana.

Il giudizio complessivo finale è di assoluta soddisfazione, sia per l'aspetto estetico, che per quello funzionale.
E' vero che su fondi sconnessi o pavè la pedalata diventa più faticosa, ma con una ruota da 8" non potrebbe essere diversamente, ma quando il fondo è appena accettabile, la leggerezza e la solidità della struttura allo stesso tempo fanno sentire la differenza e non fanno rimpiangere alcuna altra scelta.
Inoltre, le ruote piccole raggiungono assai presto la piena velocità e fanno un rumore con il quale fendono l'aria che io trovo inebriante.
Consigliatissima!


Offline boccia

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3437
  • Reputazione: +170/-0
R: CarryAll - recensione
« Risposta #1 il: Novembre 14, 2014, 06:53:33 am »
Ciao, ti va di pubblicare qualche foto della bici?

Tags: