Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).  (Letto 84603 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10106
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #15 il: Febbraio 15, 2012, 06:51:45 pm »
"ti meriti altro perchè non ti informi"

La regione Lazio pubblicizza il trasorto pubblico, ma denigra le bici

http://www.funweek.it/roma-eventi-e-news/la-regione-lazio-pubblicizza-il-trasorto-pubblico.php


E' apparsa da qualche giorno a Roma una pubblicità commissionata dalla Regione Lazio che ha per oggetto la promozione de trasporto pubblico - nonostante le già attestate mancanze, i disagi e i ritardi - che sintetizza con un saccente 'Ti meriti altro, perchè non ti informi?' lo spot in questione.

Ma le polemiche scattano soprattutto a causa dell'immagine posta in sottofondo: un ragazzo in sella ad un rombante triciclo mentre percorre una pista ciclabile; sulla destra invece troviamo l'attraente scritta "Agevolazioni sul trasporto pubblico fino al 90%".

Com'era prevedibile, i ciclisti - non solo quelli della domenica - ma soprattutto coloro che si battono da tempo per vivere in una Capitale a misura d'uomo, cercando di diffondere i vantaggi di utilizzare la bicicletta piuttosto che l'automobile, si sono sentiti denigrati e presi in giro.

Per questo l'associaizone BiciRoma, che difende i diritti dei ciclisti, chiedendo a gran voce più piste ciclabili, più rispetto e più visibilità, ha dichiarato tramite i Presidente Fausto Bonfaccia: "Si denigra l'utente della pista ciclabile invitandolo a scegliere il trasporto pubblico e le relative agevolazioni promosse con la campagna "me lo merito", come se andare in bici fosse un castigo e penalizzante".

E continuano nell'invettiva che appare sempre più giustificata dal punto di vista degli amanti  delle due ruote: "Questa campagna per il trasporto pubblico invia un messaggio negativo nei confronti della mobilità ciclistica che pone in modo svantaggioso e come sistema di peggior qualità rispetto al trasporto pubblico. Il messaggio negativo inviato dalla Regione Lazio soprattutto alle giovani generazioni è devastante comunicando come scelta di qualità l'abbandono della mobilità ciclistica in favore del mezzo pubblico (sui cui costi per la collettività e qualità del servizio per gli utenti soprassediamo). Questa Istituzione che dovrebbe promuovere la mobilità ciclistica e sostenibile invece va nella direzione totalmente opposta".

Offensiva e di cattivo gusto, la pubblicità della Regione Lazio nasce con lo scopo di agevolare giovani e studenti all'uso dei mezzi pubblici, ma non sembra che stia incrementando anche la qualità del servizio offerto quotidianamente.
Un'altra mossa sbagliata per la Presidente Renata Polverini, che insieme al Sindaco Alemanno, in questo periodo, non naviga in buone acque.



----------------------

segnalo la discussione:

"Le piste ciclabili più impraticabili d'Italia"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=885

Earth Overshoot Day: dal 20 agosto la Terra è in riserva
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6123
« Ultima modifica: Agosto 21, 2013, 10:38:28 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Fero

  • Ciclista urbano (e interurbano)
  • gran visir
  • *****
  • Post: 536
  • Reputazione: +26/-0
  • Fero
Dahon MU P7 - sella Brooks Flyer - Pedali MKS FD-7 - Big Apple 20x2.00

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #17 il: Maggio 09, 2012, 06:45:54 pm »
Quando leggo questi articoli resto senza parole, solo molto incaxxato...
http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/05/08/news/un_auto_blu_del_viminale_blocca_la_ciclabile_il_comune_protesta_col_ministro_cancellieri-34713798/?ref=HREC1-8
Davvero, queste cose fanno cascare le braccia... Condivido pienamente uno dei commenti dei lettori: perché la targa è oscurata? Perché in questo paese gli arroganti devono sentirsi in diritto di fare quello che gli pare, e noi invece non possiamo nemmeno leggere la targa per una assurda (a mio avviso) tutela della privacy? Se vuoi parcheggiare sulla ciclabile non puoi aver diritto alla privacy (sempre secondo me), è giusto poter conoscere chi c'è dietro questi comportamenti...
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #18 il: Maggio 10, 2012, 09:27:53 pm »
OK, questa le batte tutte: Trenitalia per pubblicizzare i suoi treni mette in palio... un auto!!  :o ???

http://www.repubblica.it/cronaca/2012/05/10/foto/fs_pubblicit_autogol_vinci_un_auto-34845983/1/
« PRECEDENTE[/size][/font]

  •  Spot Fs: "Vinci un'auto". Pd: "Autogol"

    Disattenzione, incompetenza o, forse, più probabilmente, complesso di inferiorità. Sono le possibili spiegazioni dell'incredibile iniziativa promozionale delle Ferrovie dello Stato che per conquistare i loro clienti più fedeli offrono la possibilità di vincere...un'automobile. La pubblicità del concorso compare tra l'altro sul sito internet dell'azienda e ha attirato le attenzioni dei senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante. "Incredibile ma vero - denunciano di due parlamentari -  Trenitalia ha lanciato un concorso a premi trai suoi clienti più fedeli mettendo in palio un'automobile. E' come se un'azienda che produce occhiali regalasse lenti a contatto, forse sarebbe bene che cambiassero agenzia pubblicitaria"."L'Italia - aggiungono - ha tanti problemi sia economici  che ambientali, tra questi c'è un sistema dei trasporti largamente squilibrato a favore del trasporto su strada. Trenitalia, vista la sua ragione sociale, tutto deve fare tranne promuovere l'uso dell'automobile".
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Matt-o

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 3289
  • Reputazione: +102/-2
    • Alcune delle mie foto (certe infattibili senza arrivarci in Brompton)
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #19 il: Maggio 10, 2012, 10:13:11 pm »
Di peggio capiterà solo quando ad una gara di utenti di bicipieghevoli.net verrà dato in premio un Ciao...
Brompton M6L nera - CO2 NON emessa a settimana: 9.3 kg

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #20 il: Maggio 16, 2012, 11:49:24 am »
informo i gentili pedalatori che esiste un servizio interattivo, come pubblicizzato sul blog di salvaiciclisti

http://www.salvaiciclisti.it/blog/2012/05/11/caro-direttore-aiutaci-a-monitorare-le-nostre-strade/

per monitorare le strade. si possono fotografare buche e disservizi denunciando attraverso smartphone e pc le negligenze, sperando che l'amministratore se ne faccia carico.

Citazione
La funzione principale è quella di garantire ai Comuni un valido strumento di monitoraggio costruito attraverso la partecipazione di tutti.
La pagina è stata realizzata per offrire una panoramica in tempo reale delle segnalazioni relative alla ciclabilità sul territorio nazionale

qui la mappa
http://bici.decorourbano.org/

partecipiamo tutti!
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline eamaxb

  • assistente
  • ***
  • Post: 166
  • Reputazione: +12/-0
  • Brompton M3L Nera . Hoptown Eden
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #21 il: Maggio 16, 2012, 12:37:06 pm »
Molto molto interessante... sto scaricando l'app. Grazie per la segnalazione :)
Ogni settimana non emetto 19,2 Kg di CO2, risparmio 11,2 Litri di benzina, e mi diverto un casino
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #22 il: Maggio 17, 2012, 07:45:18 am »
Riporto dalla Stampa di oggi:
http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/454490/
A noi non ci riguarda, visto che con i nostri trabiccoli possiamo superare tranquillamente i 15 km/h, ma è interessante vedere come se la cavano gli automobilisti.
Mario


   
   
CRONACHE
16/05/2012 - IL CASO
"Velocità media 15 chilometri all'ora"
In città si viaggia lenti come nel 1700

Secondo i dati Confcommercio si impiega più tempo perraggiungere l?aeroporto della Malpensa o di Orio al Serio dal centro di Milanoche per viaggiare in aereo tra il capoluogo lombardo e Roma o Trapani.
MULTIMEDIA


VIDEO
L'Italia lumaca Confcommercio:
è Sos trasporti
Il libro bianco dei trasporti
di "Confcommercio": le opere incompiute valgono 31 miliardi.
Con oltre 41 milioni di veicoli
l'Italia ha il record della densità
ROMA
La velocità media attuale nei maggiori centri urbani italiani ricorda da vicino quella raggiunta alla fine del ?700: oscilla intorno ai 15 km/h e scende fino a 7-8 km/h nelle ore di punta. È uno dei sintomi messi in rilievo dal ?libro biancò dei trasporti di Confcommercio per dimostrare il «congestionamento» delle reti urbane e metropolitane del Bel Paese, che ha «costi sociali ed economici altissimi».

E che a sua volta produce effetti difficilmente sostenibili, se non grotteschi, come il fatto che si impieghi più tempo per raggiungere l?aeroporto della Malpensa o di Orio al Serio dal centro di Milano che per viaggiare in aereo tra il capoluogo lombardo e Roma o Trapani. Il sistema di trasporto nazionale sopporta il peso di criticità diffuse e profonde. La congestione delle reti, si legge nel rapporto, è il risultato di «un mix micidiale di ingredienti: parco auto circolante, infrastrutture urbane ed extraurbane inadeguate, trasporto pubblico inefficiente, mancanza di parcheggi, tariffe popolari non usate come regolatori della domanda, bassa velocità commerciale e, non ultimo, inquinamento».
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline sim1

  • gran visir
  • *****
  • Post: 950
  • Reputazione: +56/-4
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #23 il: Maggio 17, 2012, 08:28:49 am »
Anche il Corriere cita questo.

Ma non vorrei che sia per far credere al pubblico che la soluzione del problema sia investire centinaia di miliardi (come citato nell'articolo) per migliorare le autostrade, fare la Gronda a Genova, il Tav, il Ponte e tutte le altre infrastrutture.

Si è citato il miglioramento del trasporto pubblico? No.

Si è citato il progetto da 80 milioni (forse) di euro per la ciclabile da Torino a Venezia? No.

Non so...
Dott. Ing. Simone Lomuoio Tern Link D8 ND w/o
CO2 NON emessa a settimana: 9.36 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 4.99 litri

Offline Val_Ter

  • maestro
  • ****
  • Post: 326
  • Reputazione: +38/-0
  • Chi vuole trova modo, chi non vuole trova scuse.
    • Il mio sito (otto anni che non lo aggiorno, che vergogna!)
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #24 il: Maggio 17, 2012, 08:49:48 am »
Da qualche mese si leggono in giro sulla rete notizie come questa:

http://petrolio.blogosfere.it/2012/05/consumi-benzina-ad-aprile-il-crollo-peggiora.html

In pratica i consumi di prodotti petroliferi, in particolare quelli per autotrazione, sono in costante calo e in aprile si evidenzia una diminuzione del 14% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Se tanto mi da' tanto questo significa che in giro dovrei vedere un buon 10% di auto in meno, cosa che a me non sembra proprio per niente. E' vero che veder passare dieci auto o vederne passare nove cambia poco, ma a me pare che il quotidiano delirio di chi ogni giorno percorre in auto distanze inferiori ai 10 Km per recarsi alle sue quotidiane occupazioni continui tal quale a prima.

Ho notato, quello si', un aumento del numero di ciclisti che chiaramente non stanno andando a fare la scampagnata -alle sette e mezza di mattina in settimana e' difficle- ma usano la bici per recarsi al lavoro. Il problema e' che se anche l'incremento e' stato del 300/400% l'esser passati dai due che vedevo prima ai sette/otto che incrocio ora non ha intaccato per niente il numero delle centinaia che continuo a incrociare saldamente incollati al sedile dell'auto.

Siccome il sellino di una bici e' da sempre un punto d'osservazione priviliegiato per capire come va il traffico domando a voi se avete notato differenze in questi mesi, e se si' di che tipo.
CO2 NON emessa a settimana: 12 kg - Carburante RISPARMIATO a settimana: 6 litri - Euro risparmiati in treno con la pieghevole: 125,35
HT 5 Cappuccino - Non riesci a leggere cosa c'e' scritto sul mio avatar? Clicca QUI!

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #25 il: Maggio 17, 2012, 09:08:16 am »
Anche il Corriere cita questo.

Ma non vorrei che sia per far credere al pubblico che la soluzione del problema sia investire centinaia di miliardi (come citato nell'articolo) per migliorare le autostrade, fare la Gronda a Genova, il Tav, il Ponte e tutte le altre infrastrutture.

Si è citato il miglioramento del trasporto pubblico? No.

Si è citato il progetto da 80 milioni (forse) di euro per la ciclabile da Torino a Venezia? No.

Non so...
a pensare male si fa peccato...

per un traffico più grande ci vuole una strada più grande!

ps: le auto a torino la mattina sono diminuite. non vanno tutti in bici, c'è chi ha cominciato a condividere l'auto con i colleghi e c'è chi invece, da disoccupato, non esce di casa.
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline mark_to

  • assistente
  • ***
  • Post: 104
  • Reputazione: +2/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #26 il: Maggio 17, 2012, 10:54:45 am »
Torino: al mattino tra le 8.00 e le 9.00 forse una leggerissima diminuzione delle auto, in compenso aumento esponenziale delle bici (zona centro e San Salvario).
Brompton M3L nera

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #27 il: Maggio 17, 2012, 01:49:57 pm »
Però lo studio cita tra le due principali cause il parco auto circolante e gli scarsi trasporti pubblici, quindi tra le righe sottolinea lo squilibrio a favore dell'auto privata...
Per rispondere a Valter, io in quest'ultimo anno ho notato un moderato aumento delle persone che usano la bici per andare al lavoro. Ovviamente sono impressioni a naso, potrei sbagliarmi.
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #28 il: Maggio 19, 2012, 10:04:26 pm »
Siccome il sellino di una bici e' da sempre un punto d'osservazione priviliegiato per capire come va il traffico domando a voi se avete notato differenze in questi mesi, e se si' di che tipo.

Sì, l'uso della bicicletta sta decisamente aumentando e la grossa novità sono proprio le pieghevoli. Siamo agli inizi, ma il cambiamento è iniziato.
Secondo me tra un paio di anni gli spostamenti in bicicletta saranno dieci volte quelli di oggi e comunque saremo ancora agli inizi perché si tratta di una forte crescita, ma pur sempre su percentuali omeopatiche.
Tuttavia l'andamento sarà sempre più esponenziale perché, come in tutti  i fenomeni sociali, succede che a partire da un certo punto  anche  le "pecore" iniziano a seguire.
Ci vorrà ancora un decennio per vedere la bicicletta diventare un mezzo di trasporto di massa, preso sul serio come in Germania o in Danimarca e allora non si tornerà più indietro.
« Ultima modifica: Maggio 19, 2012, 10:06:16 pm by Gianni65 »

Offline Marcopie

  • apprendista
  • **
  • Post: 98
  • Reputazione: +16/-1
la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi, pieghevole e non).
« Risposta #29 il: Maggio 21, 2012, 11:42:09 am »
...per un traffico più grande ci vuole una strada più grande!
Io direi: per ridurre il traffico bisogna ridurre il numero delle automobili.
Mi sembra un messaggio semplice, chiaro e diretto.

Tags: cultura auto_bici studi