Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.  (Letto 183886 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #240 il: Ottobre 03, 2013, 03:22:24 pm »
Casey Neistat teaches us about riding in bike lanes in New York City.

http://www.youtube.com/watch?v=bzE-IMaegzQ
fantastico casey, ormai è un mio appuntamento su youtube, geniale!
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4928
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #241 il: Ottobre 03, 2013, 04:12:02 pm »
Niente da fare non abbiamo la cultura...Caput imperare, non pedes...(va meglio così?)

adesso controllo su wikipedia.... io in latino sono sempre andato malissimo  :D  ;D

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #242 il: Ottobre 03, 2013, 04:12:33 pm »
Quot homines tot sententiae.

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #243 il: Ottobre 03, 2013, 05:39:17 pm »
Niente da fare non abbiamo la cultura...Caput imperare, non pedes...(va meglio così?)

adesso controllo su wikipedia.... io in latino sono sempre andato malissimo  :D  ;D

quo vadis (dal film omonimo)
cave canem (dal programma di santoro)
quid pro quo (dal film il silenzio degli innocenti)

il resto tutto wiki, ma io sono un povero art director
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3294
  • Reputazione: +212/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #244 il: Ottobre 03, 2013, 07:44:17 pm »
O tempora, o mores!

Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline FoldingStyle

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1292
  • Reputazione: +105/-0
    • Folding Style
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #245 il: Ottobre 03, 2013, 08:05:31 pm »
"Abbondandis in abbondandum!"  ;D ;D (dalla celeberrima scena della dettatura della lettera del film "Totò, Peppino e... la malafemmina")
« Ultima modifica: Ottobre 03, 2013, 08:08:34 pm by FoldingStyle »
Dahon Ios X9 Nickel - Dahon Classic III Burgundy Red - Brompton M6L Black Edition Black - Birdy City Premium White

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #246 il: Ottobre 03, 2013, 08:30:17 pm »
io quando vado di fretta sorpasso....
quando vado piano e qualcuno mi sorpassa, non me ne frega niente....
neanche io non ho capito il problema  :o
« Ultima modifica: Ottobre 03, 2013, 09:05:53 pm by giorgio »
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #247 il: Febbraio 24, 2014, 11:24:30 am »
http://www.muovitipavia.it/blog/occhio-per-occhio-dente-perdente/

Occhio per occhio, dente… Perdente

...
Se non ce ne fossimo accorti siamo dentro una guerra in tutti i sensi
...
Una guerra incivile nella quale, nel solo mese di gennaio, a Pavia si sono contati sette investimenti di pedoni, dei quali uno mortale.
...
E la prima, istintiva reazione è proprio quella: essere più feroci del vicino di casa, del prossimo nostro.
...
Battiamoci per avere città e un Paese più vivibili anche sulle strade chiedendo alle amministrazioni comunali di mettere efficacemente in sicurezza le nostre vie cittadine, e non solo qualche cartello che indica il limite di 30 km/h.
Calmi sì, indifferenti mai.

Offline buga

  • assistente
  • ***
  • Post: 238
  • Reputazione: +29/-0
    • Bici Genova
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #248 il: Febbraio 24, 2014, 12:46:23 pm »
Molto interessante l'articolo che hai postato !
Condivido l'analisi, e condivido anche l'invito finale alle ns amministrazioni anche se temo che finirà nel vuoto più totale, semplicemente perchè il vuoto assoluto è ciò che troviamo dall'altra parte, questo a mio parere sia chiaro.
La guerra c'è perchè le strade sono delle giungle in cui - ovviamente - il più forte (l'auto) vince sempre; ma le cose possono e devono cambiare.
Giusto questo weekend ho riflettuto molto su alcune cose strettamente collegate, vi spiego brevemente.

Da neo-papà il sabato e la domenica (quando il meteo lo consente) porto a spasso mia figlia con il passeggino, in quella che spesso diventa un'esperienza  frustrante (per me, non per lei...).
Non appena varco la porta di casa tutto ciò che mi circonda è assolutamente inospitale perchè disegnato, progettato, studiato ed adattato esclusivamente per rendere la vita meravigliosa alle auto, di certo non alle persone, men che meno a quei soggetti ancora più deboli come neonati, bambini, anziani, portatori di handicap.
Diciamola tutta: se fossi un'auto vorrei vivere in Italia. Qualche esempio.
I marciapiedi vengono ridotti a dimensioni lillipuziane per aggiungere una carreggiata stradale, chisssenefrega se pedoni e passeggini devono camminare rasenti al muro nel traffico. Spesso il marciapiede ti molla in una terra di nessuno, in mezzo alla via, senza attraversamento, con attraversamento posizionato in mezzo ad una curva o comunque in una posizione in cui col passeggino devi pregare ed attraversare di corsa... è evidente che chi ha disegnato quella via l'ha fatto su un pezzo di carta alla bell'e meglio in un comodo ufficio tecnico...
Per imboccare le strisce pedonali spesso ti tocca fare lo slalom tra i parcheggi, col risultato che per fare 100 metri finisci col girare mezzo quartiere...spesso bisogna "pianificare" prima da quale lato di strada è meglio passare perchè poi laggiù non passi, o ci son le moto, o il marciapiede finisce nel nulla o c'è un cantiere mezzo aperto, ma devi saperlo 200 metri prima se no ti tocca tornare indietro...
Ovviamente gli altri utenti della strada che vedono un passeggino sul ciglio spesso non si fermano, talvolta accelerano pure cosicché sia chiaro che non ho la minima intenzione di farti attraversare perchè il tempo è denaro e tu mi stai facendo perder tempo, togliti di lì che devo passare....
Delle volte penso che se dovessi portare il sommergibile Toti a casa forse farei meno fatica...e di certo sarebbe meno pericoloso  :o
Il parchegggio non è più selvaggio è semplicemente ovunque ci sia un metro libero, chissenefrega se mi devo sollevare il passeggino tipo maciste, son affari miei, la colpa è mia che non ho caricato mia figlia in auto per fare 300 metri da qui a là, ma ho addirittura preteso di andarci a piedi...
Ovviamente i marciapiedi sono più "marciatank" nel senso che dovrei montare sospensioni a ruote indipendenti ed assicurare mia figlia con cinture speciali ...tanto son malridotti, pieni di buche.
Oramai tutto il ns mondo è disegnato per le auto, non per noi e nemmeno ce ne accorgiam più, naturalmente i soggetti deboli sono quelli che più di altri ne patiscono le conseguenze.
Ecco, secondo me l'unico modo per uscirne (oltre a far aprire gli occhi a chi ci sta intorno) è di ri-disegnare le città a misura NOSTRA non loro !
Non c'è altro modo per fare rallentare il traffico nei punti critici che adottare dossi, restringimenti etc.. insomma ostacoli fisici che rallentino auto e moto perchè chi è alla guida non ha la minima intenzione di farlo.

Di recente ho visto alcuni video su Youtube di un noto urbanista Mikael Colville-Andersen che ha collaborato con la città di Copenhagen, ecco spiegato molto facilmente perchè da loro si vive meglio che da noi, perchè da loro al centro ci sono le persone, non le auto.

Buga  8)
Be the change you want to see in the world - bFold_5 BeFrankeensteeeen !!!

Offline yt

  • maestro
  • ****
  • Post: 495
  • Reputazione: +52/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #249 il: Febbraio 24, 2014, 02:13:44 pm »
io volevo solo dire di mantenere la calma :)
non perché io lo faccia, ma perché vorrei farlo più spesso

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3294
  • Reputazione: +212/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #250 il: Febbraio 24, 2014, 02:54:40 pm »
..................
Ecco, secondo me l'unico modo per uscirne (oltre a far aprire gli occhi a chi ci sta intorno) è di ri-disegnare le città a misura NOSTRA non loro !
............

Io non ho figli, né difficoltà motorie, né parenti prossimi invalidi (ringraziando chi c'è da ringraziare) e faccio in media 20 000 km l'anno in auto ma condivido le tue riflessioni; secondo me una cosa che dovrebbe essere imposta a chiunque abbia responsabilità in ambito di trasporti e urbanistica (sindaci, assessori, capi ufficio tecnico, consulenti....) è di farsi minimo un giorno al mese da "categoria debole": questo mese tu sindaco, assessore eccetera sei un invalido, questa è la tua sedia a rotelle, buona fortuna e ci vediamo in ufficio, poi domani ci racconti la tua esperienza. Il mese prossimo sei una mamma con un figlio piccolo nel passeggino, ci vediamo in ufficio e domani ci racconti la tua esperienza. E non barare perché sei in onda...
Non sarebbe certo la panacea, ma aiuterebbe chi decide a pensare alle conseguenze delle sue decisioni.
Sarebbe anche una riforma a costo zero o quasi...

Vittorio
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline mancio00

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1163
  • Reputazione: +45/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #251 il: Febbraio 24, 2014, 07:41:45 pm »
bellissima vittorio, sai quante dimissioni se davvero avessero il cuore e l'animo nobile?
me lo vedo fassino (qui a torino) girare in bici, vorrei davvero accompagnarlo :DD
MassimoBrompton S6E Orange Black

Offline dandy79

  • iniziato
  • *
  • Post: 21
  • Reputazione: +2/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #252 il: Settembre 08, 2014, 03:03:07 pm »
Volevo raccontarvi un episodio che mi è accaduto stamattina a Roma in via nazionale. Lasciata piazza della repubblica e imboccata via nazionale direzione piazza Venezia,vengo insultato con tanto di corna ed epiteto "cornuto" da un demente tassista in preda a una crisi isterica. Lui era fermo e io pedalavo a margine della corsia loro riservata,quindi ero al posto giusto. Credo che lui volesse immettersi(tra l'altro senza freccia) su via nazionale e al mio arrivo è sbottato. Io allora sono tornato indietro e gli ho detto che lui è un gran cornuto e cafone e lui ha detto che noi ci crediamo padroni della città: roba da pazzi! Vi giuro che per poco non gli spacco la faccia e l'ha salvato un vigile a cui tra l'altro ho raccontato il volgare e penoso episodio. Veramente senza parole!

Offline giorgio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 525
  • Reputazione: +21/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #253 il: Settembre 08, 2014, 04:09:02 pm »
io sono convinto che c'è gente tanto maleducata in giro, e quando si mettono alla guida in mezzo al traffico caotico riescono a dare il meglio (in termini di maleducazione). Purtroppo il tassista si è scelto un mestiere di m...rda, e spesso sui giornali si legge che fanno di tutto per tenerselo stretto e senza concorrenza.
Brompton H3L Racing Green - B17 special - plump leather grips - bikefun chain tensioner - 35° BIC 2013 - 69° BIC 2014

Offline dandy79

  • iniziato
  • *
  • Post: 21
  • Reputazione: +2/-0
Re:ciclisti contro resto del mondo? il lato oscuro della pedalata.
« Risposta #254 il: Settembre 08, 2014, 07:13:31 pm »
La cosa assurda è che il tutto è stato gratuito e immotivato. Aveva proprio odio e livore nei confronti delle bici e dei ciclisti urbani...