Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)  (Letto 131469 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Fabrizio_1

  • maestro
  • ****
  • Post: 438
  • Reputazione: +48/-0
  • alieno ben mimetizzato ;-D
Re:Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)
« Risposta #120 il: Gennaio 23, 2015, 06:16:22 pm »
E poi scusa Fabrizio: tu vai già  in giro come una specie di missile, vorresti anche il telaio in carbonio? ;D
Mario

Non mi servirebbe certo per la 9 rapporti, ma per la 3 che mi spupazzo a manina giornalmente su e giù da treni, ascensori, scale e via dicendo, Holly la apro e la chiudo mediamente almeno una dozzina di volte al giorno: ho 52 anni e arrivo a casa con braccio, spalla e parte destra del trapezio, non proprio in condizioni perfette, nonostante 2 giorni di palestra la settimana  ;).
Una bici più leggera di 2/3 Kg (perché sono questi i parametri), non mi dispiacerebbe per nulla.
I telai in carbonio criccano quando sono mal progettati o esasperati in leggerezza, cosa che non sarebbe necessaria per la brommie.
Tieni presente che il telaio della Trek Emonda, in assoluto il telaio di serie più leggero in commercio, è venduto con garanzia a vita, la stessa garanzia la da Cannondale sui propri telai in carbonio.
Sul carbonio ci sono molte leggende metropolitane, non ultima quella che il carbonio costa (leggenda che fa tanto comodo alle case produttrici di telai in carbonio).
Prova a vedere cosa costano onestissimi telai cinesi (non copie di telai di marca, quelle sono sòle, , ma telai originali fatti da serie ditte cinesi) e guarda cosa pesano e cosa costano.
Brompton M3R +8%

Offline Hopton

  • gran visir
  • *****
  • Post: 4126
  • Reputazione: +157/-0
Re:Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)
« Risposta #121 il: Gennaio 25, 2015, 10:29:30 pm »
Capisco la tua esigenza, per questo mi vengono in mente certe Dahon a edizione limitata ("anniversary edition" etc), peccato che si viaggi su cifre parecchio elevate.
Tornando alla Brompton, credo che sia inutile sperare che adotti soluzioni di questo tipo, per lo meno nel breve o medio termine: semplicemente non ne ha bisogno. Già così fa fatica a star dietro agli ordini, e in queste condizioni è difficile che un'azienda sia motivata a cercare di stravolgere la sua filosofia aziendale... È più facile che un giorno salti fuori proprio un'azienda cinese a proporre qualcosa del genere, magari una di quelle menzionate da te, che già ora sanno fare dei buoni telai in carbonio. Anche se onestamente se fosse facile credo che ci avrebbero pensato già da un pezzo. Anche a me interesserebbe parecchio una bici tipo la Brompton ma più leggera (dati i riccorrenti fastidi alla schiena), e per questo seguo sempre un po' speranzoso gli sviluppi in casa Dahon. Ma finora le varie Curl, Jifo e Eez non si sono rivelate esattamente delle "Brompton killer", magari la Eez a 3 marce che dovrebbe uscire a breve, vedremo... ;)

Mario
« Ultima modifica: Gennaio 25, 2015, 10:32:40 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10028
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)
« Risposta #122 il: Ottobre 30, 2015, 09:16:00 pm »
da altra discussione:

Io ho entrambe le bici e posso dirti che la Brompton anche se a mio parere non vale tutti quei soldi che se la fanno pagare, è indubbiamente una bici molto più tecnica e performante della Tilt, quindi non possono essere confrontate.
La Tilt è un progetto che in teoria poteva essere ottimo ma, sempre a mio parere, si è arenato in una serie di errori progettuali e di vendita che ne hanno compromesso (e non di poco) il successo.
La bici, anche se si apre/chiude rapidamente, è realizzata con componenti povere che, a lungo andare (io ci feci circa 3.500Km con l'originale) non reggono l'usura.
E' pesante per essere una pieghevole (a causa del telaio con i due anelli in metallo dove passa la catena/cinghia) e pur piegata non è piccola e sui mezzi pubblici affollati potresti incontrare difficoltà.

Anche io (che ormai posso ritenermi dahonista convinto...  ;D ) ritengo che la Brompton, dal punto di vista dell'intermodalità pura, sia forse la scelta più azzeccata.
Attenzione però: questo non significa che tra una Brompton ed una Dahon (per esempio, ma anche una Tern, senza andare a disturbare altri marchi più costosi e prestigiosi...) ci sia chissà quale divario, qualitativamente parlando! La Brompton è il risultato di un progetto molto razionale, indirizzato alla compattezza della bici da piegata, senza però trascurare la qualità costruttiva. Se poi aggiungiamo la tradizione britannica, la robustezza dell'acciaio, l'accuratezza delle saldature, certe particolarità costruttive..., ecco ottenuto il gioiellino che è.
Ma questo non significa che, se io rinuncio alla compattezza della Brompton e prendo una Dahon Speed (che poi non è che sia tanto più grande...), non mi ritrovi lo stesso tra le gambe una bici affidabile, performante (probabilmente più della B) e, per quanto riguarda le operazioni di piega/spiega, semplice (più della B) e abbastanza rapida ...!

..............
« Ultima modifica: Agosto 11, 2016, 05:02:17 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10028
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:Brompton o non Brompton, questo è il problema (confronto con altre pieghevoli)
« Risposta #123 il: Settembre 04, 2018, 09:38:26 am »
da altra discussione:

Io ho entrambe le bici e posso dirti che la Brompton anche se a mio parere non vale tutti quei soldi che se la fanno pagare, è indubbiamente una bici molto più tecnica e performante della Tilt, quindi non possono essere confrontate.
La Tilt è un progetto che in teoria poteva essere ottimo ma, sempre a mio parere, si è arenato in una serie di errori progettuali e di vendita che ne hanno compromesso (e non di poco) il successo.
La bici, anche se si apre/chiude rapidamente, è realizzata con componenti povere che, a lungo andare (io ci feci circa 3.500Km con l'originale) non reggono l'usura.
E' pesante per essere una pieghevole (a causa del telaio con i due anelli in metallo dove passa la catena/cinghia) e pur piegata non è piccola e sui mezzi pubblici affollati potresti incontrare difficoltà.

Anche io (che ormai posso ritenermi dahonista convinto...  ;D ) ritengo che la Brompton, dal punto di vista dell'intermodalità pura, sia forse la scelta più azzeccata.
Attenzione però: questo non significa che tra una Brompton ed una Dahon (per esempio, ma anche una Tern, senza andare a disturbare altri marchi più costosi e prestigiosi...) ci sia chissà quale divario, qualitativamente parlando! La Brompton è il risultato di un progetto molto razionale, indirizzato alla compattezza della bici da piegata, senza però trascurare la qualità costruttiva. Se poi aggiungiamo la tradizione britannica, la robustezza dell'acciaio, l'accuratezza delle saldature, certe particolarità costruttive..., ecco ottenuto il gioiellino che è.
Ma questo non significa che, se io rinuncio alla compattezza della Brompton e prendo una Dahon Speed (che poi non è che sia tanto più grande...), non mi ritrovi lo stesso tra le gambe una bici affidabile, performante (probabilmente più della B) e, per quanto riguarda le operazioni di piega/spiega, semplice (più della B) e abbastanza rapida ...!

..............


Il 3x2 della Brompton ha frenato a lungo anche me, tanto che prima (nell'oramai lontano 2011) ho comprato una 3 marce, nonostante io viva a Lecco dove i dislivello non mancano. Dopo un anno mi sono arreso, l'ho venduta e ho acquistato una sei marce. Tempo un paio di giorni e il tanto temuto sistema di cambio 3x2 è diventato una cosa facilissima e naturale. Credo che sia stato così per tutti i possessori di Brompton 6 marce, per cui mi sento di dirti di non farti condizionare da questa cosa.
Semmai valuta attentamente il discorso del rapporto prezzo / benefici, rispetto ad altre bici come ad esempio proprio la Vitesse. Tornando alla giustissima osservazione di Occhio.Nero, il mio amico Vittorio possiede una Vitesse da prima che io lo conoscessi (primavera 2013), ed è ancora in ottimo stato (intendo la Vitesse, Vittorio non so, ma spero che goda di ottima salute ;D  ). Questo per dire che non occorre necessariamente arrivare a spendere le cifre richieste da una Brompton per avere una pieghevole che non si sbricioli dopo qualche mese. Quindi secondo me la Brompton va benissimo, purché la sua (indiscutibile) solidità non sia il motivo principale. Anche se mi viene il sospetto che l'uso massiccio di cui parla Occhio.Nero sia più massiccio di quello di molta altra gente, incluso il mio, e quindi forse lui ha avuto il modo di rendersi conto meglio delle debolezze/criticità di alcuni modelli di pieghevole.
Nel mio caso, dopo 7 anni di uso quotidiano di Brompton (tranne qualche volta in cui la tradisco con la Strida), sono molto soddisfatto di quasi tutto, forse se devo dire l'aspetto che meno mi entusiasma è il comportamento su fondo sconnesso, dove la Brompton è alquanto penalizzata con le sue ruotine ad alta pressione, è l'unico aspetto per il quale, passando alla Brompton, ho rimpianto la mia vecchia Hoptown. Poiché mi tocca andare su fondo piuttosto sconnesso tutti i giorni (lavoro a Monza, dove lo pavimentazione delle strade e ciclabili che percorro ogni giorno versa in uno stato pietoso), non si tratta di un aspetto secondario per me, tanto che sto seriamente pensando di affiancarle una pieghevole da 20", riservandomi la Brompton per tutti quei casi in cui per esempio l'estema compattezza è fondamentale, per esempio quando me la porto in viaggio.
In pratica ho iniziato a scrivere provando ad aiutarti nella scelta, invece mi rendo conto che dopo tanti anni ho ancora io stesso le idee confuse. ;D  Però continuo a usare la bici tutti i giorno, e direi che questa è la cosa che conta di più. Auguri per la scelta.  ;)
Mario



........................................

SI' BROMPTON:

1) non ha difetti, è la migliore per caratteristiche tecniche (dettagli molto curati, fatta a mano).
2) mantiene un alto valore commerciale nel tempo.
3) è quella che si piega meglio, a livello di mercato (pare che molti ciclisti, dopo avere provato altre bici, siano passati a questo modello/marca).

NO BROMPTON:

1) prezzo di vendita elevato.
2) pezzi di ricambio costosi.
3) non conveniente lasciarla legata, altissimo rischio di furto.
4) ho avuto la sensazione che si paghi parecchio il nome, il marchio e il cambio sterlina/euro, tutti elementi che mi interessano pochissimo.
5) essendo un mercato in evoluzione continua, potrebbe capitare che, nel giro di alcuni anni, ci fosse una novità che farebbe perdere valore economico a questa bicicletta, dunque, ci sarebbe una perdita di valore secca (un conto avere speso 300€, un altro, avere avuto un costo di poco meno di 2.000€).

SI' TILT 500 (O MODELLO SIMILARE):

1) ha un costo compreso fra 1/5 e 1/7, rispetto alla Brompton (300€, contro 1.500€/2.000€, dunque, il prezzo è nettamente inferiore).
2) possibilità di lasciarla legata per frazioni di ora, in caso di necessità, visto il costo diverso, rispetto alla Brompton.
3) sembrerebbe che abbiano cercato di copiare il più possibile i modelli top del mercato (in primis, la Brompton), pur avendo una qualità di materiali diversa (made in China?).
4) irrisorio il mercato dell'usato.

NO TILT 500 (O MODELLO SIMILARE):

1) la qualità dei materiali.
2) il cambio sembra possa creare dei problemi, nel medio periodo.
3) chi ha provato entrambi i modelli, suggerisce di fare uno sforzo economico molto maggiore e orientarsi sulla Brompton.

....................................



« Ultima modifica: Settembre 06, 2018, 07:38:20 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Tags: costo